Pinne Carbonio o no?

PescaSubacquea.net Forum Attrezzature Maschere & Pinne Pinne Carbonio o no?

Questo argomento contiene 16 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Ryo 4 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 17 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #373398

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    Ciao, chiedo un parere dai più esperto di apnea/ Pesca in apnea.
    Allora io sono indeciso tra un paio di pinne in plastica, e un paio in Carbonio, ero orientato su le pinne Cressi Gara modular LD, e Mares Razor Carbon… Voi cosa mi consigliate? Ne vale la pena prenderle in carbonio? E le differenze sono molteplici? Grazie delle risposte in anticipo.:)

    #373399

    Pandasub
    Partecipante

    Scusa, ma hai chiesto a tuo padre prima di postare la domanda qua…Xchè a volte ci si dimentica che i consigli + buoni sono quelli delle persone a te + vicine che ti conoscono meglio  😆

    In ogni caso, senza averti mai visto pinneggiare risulterebbe difficile per chiunque darti un consiglio sensato in qnt se ti muovi come una “papera” (con grandi spruzzi in superfice) dall’uso del carbonio avresti ben pochi vantaggi…e poi questo tipo di pinna si utilizza prevalentemente per fare meno fatica nelle discese di una certa profondità (che se ben ricordo non è il caso tuo)

    C’è poi un’altra motivazione per cui te le sconsiglio (oltre al prezzo)…la fibra di carbonio è molto + performante della plastica, ma è anche + delicata.

    Non puoi camminarci sopra gli scogli con le pinne indossate, non puoi “puntarti” sul fondo per darti la spinta verso l’alto e soprattutto non puoi sollecitarle oltre i loro limiti pena la “criccatura”

    Poi chiaramente se riesci a trovarne un paio usate a buon prezzo e vuoi toglierti la soddisfazione di provarle fai pure

     

    #373401

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    Quindi quelle in carbonio sono delicatissime.. le mie quote sono da 3-mt fino a 10/ 12 mt. Se ci sto attento e sarò delicato ci sono problemi che si rompono?

    #373404

    Pandasub
    Partecipante

    Non è che sono delicatissime ma mentre quelle in plastica le potresti usare come martello, quelle in carbonio devi starci bene attento a come le usi…poi dipende sempre da quello che tu consideri la “normalità”

    Ti ho già detto del non camminarci sopra le pietre con la scarpetta già indossata Xchè è un classico :

    “ma sono solo due mt…cosa vuoi che si facciano ”  e dopo poche volte ti lasciano a metà di un uscita e ti convinci non che sei stato tu un asino, ma il materiale che è una schifezza

    …e lo spingersi sul fondo con la punta credi che siano in pochi a farlo? Se lo chiedi in giro tutti a dirti”no, assolutamente…ma mi hai preso per matto” e poi negli allenamenti in piscina è la causa + comune di rottura delle medesime

    Poi ho già capito che stai ormai pensando di acquistarle :mrgreen: ma al tuo livello non vedrai nessun miglioramento

    Ciao

    #373407

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    Pandasub#

    Allora, io le pinne cercherò di metterle dopo che mi sarò tuffato e capisco che ce una profondità di almeno 2 mt dopo la spintarella, e poi quando mi stacco dal fondo prima mi sollevò 2 metri con delicatezza e poi do le pianeggiante energiche, ciò se sto attento su questi accorgimenti credo che non saranno uno sfrego.. alla fine calcolando che le pale in carbonio pesano circa la metà del tecnopolimero Se non di più! Credo che sia sempre un prodotto al top, sempre s’è usato con accorgimenti e attenzione. :)😁🙂

    #373409

    Pandasub
    Partecipante

    .. alla fine calcolando che le pale in carbonio pesano circa la metà del tecnopolimero Se non di più! Credo che sia sempre un prodotto al top, sempre s’è usato con accorgimenti e attenzione. :)😁🙂

    Anche se pesano la metà non è che vai il doppio Xchè se non sei capace a pinneggiare, farai solo la figura della papera + grande 😳
    Poi per pinneggiare ci vogliono cmq dei muscoli e tu dov’è che te li fai se parti subito col carbonio? (usassi per un po’ un tecnopolimero  e poi provassi il carbonio ti darebbe  l’impressione di volare)
    Sono contento che ascolti i consigli del governo sul “rilanciare i consumi” ma forse per quest’anno faresti mrglio a fare un regalino alla tua donna…poi fai tu!
    #373410

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    Io già pratico pesca subascuqe, vado anche in palestra perché avrei bisogno di allenarmi già mi basta ci o che ho alle spalle! E poi guarda che so primeggiare quindi non sono una papera,intendiamoci! Io o chiesto un parere perché alle fine sono pinne di qualità e una volta si fa la spesata.

    #373411

    Pandasub
    Partecipante

    Non ti inalberare che non ho assolutamente intenzione di sminuirti 😉 anch’io ho avuto la mia fase di “papera” e come tutti me ne sono accorto solo dopo che mi hanno fatto notare che lasciavo la scia sull’acqua come i fuoribordo e mi hanno consigliato le cavigliere piombate 😳

    Fai anche un confronto con le abilità di guida. A un neopatentato puoi dare una camaro da guidare?…se non lo vuoi stampato contro un muro sicuramente no e questo senza tirare in ballo possibilità economiche e qualità tecniche del veicolo.

    Per il sub è uguale. Una pinna molto performante ti fa risalire molto velocemente dal fondo, ma ti può spingere facilmente anche oltre i tuoi limiti (che non conosco nemmeno io che mi immergo da 40 anni…figuriamoci tu 🙁 )

    Se ti si spezza una pinna a 10-12 mt pensi di avere la freddezza di ritornare su senza farti prendere dal terrore?…fra un annetto o due prob si, ma adesso dubito molto (non è che te le tiro, ma in acqua se vuoi raccontarla pensa sempre al peggio e difficilmente sbagli)

    #373412

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    Ai ragione, ma se ci sto attento penso che non accadrà nulla, poi io per iniziare con queste pinne Max 5.mt di fondo arrivo, tanto per 0rendere pratica

    #373413

    Pandasub
    Partecipante

    Buon allenamento! 😉

    #373414

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    E come pinne, mi consigli di prendere la cressi, o mares

    #373415

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    ?

    #373416

    Pandasub
    Partecipante

    E come pinne, mi consigli di prendere la cressi, o mares

    Come ho già scritto una volta non conosco minimamente le pinne in commercio Xchè sono ormai + di 10 anni che uso le dapi e prima ancora avevo le c4 (e sono cmq tutte pinne da centinaia di €)
    Per decidere quale acquistare ti consiglio di guardarti attorno…qnd vedi un sub vai ad “attarci bottone” insieme e chiedegli delle pinne che usa, come si trova e dove le ha acquistate (tieni presente che le esigenze di chi scende profondo e chi resta in pochi mt sono molto diverse)
    Nel giro di un po’ di tempo (non avere fretta di comprarle) dovresti raccogliere abbastanza info per decidere da solo che cosa acquistare
    Do cmq per scontato che al momento attuale tu abbia già un paio di pinne per immergerti…se queste che vuoi prendere sono invece le tue prime per cominciare vatti a rileggere la mia precednte risposta sul neopatentato e la camaro 🙄
    #373417

    Michele-Cressisub
    Partecipante

    Invece quelle in polimero “Plastica” fino a che profondità posso scendere? Posso arriverà a 10 mt con tranquillità o sarà un Po faticoso essendo che non sono in carbonio???

    #373418

    Pandasub
    Partecipante

    La pinna in ” plastica” non ti da alcul limite se non quelli che hai già tu come abitudine all’immersione…30 anni fa con le GARA della cressi scendevo già a 20-25 Xchè all’epoca  non avevo niente di meglio e cominciavano appena ad apparire le prime C4  (ma in quel caso la differenza la facevano i 30 anni in meno)

    In ogni caso non credere che il carbonio ti dia chissà che cosa in + del tecnopolimero…in un ipotetica scala da 1 a 100 la plastica ti può dare una resa pari a 5o% ed il carbonio solo un 20% in +mentre la tecnica di pinneggiata può valere anche il 30% (in parole povere meglio un plasticone usato bene che il max in carbonio usato da schifo)

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 17 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.