Idrotech 90 Impugnatura

Idrotech Arabalete Artigianale

In questo articolo illustreremo alcuni dettagli del fucile artigianale Idrotech, ed infine parleremo del modello di lunghezza 90, recentemente acquistato per la pesca nel basso fondo.

Cominciamo col dire che l’idrotech è un arbalete realizzato in teak, un legno colore bruno, resistente, leggero e di facile lavorazione. Si tratta di uno dei materiali migliori in assoluto per la subacquea ma anche estremamente costoso. 

Le seguenti informazioni sono comuni a tutti i fucili. Sulle configurazioni invece, parleremo 

Testata

Cominciamo dalla testata. 

Come riporta il sito del produttore, la testata dell’arbalete artiginale Idrotech è stata progettata allo scopo di ottenere un posizionamento degli elastici in linea con l’asta.

Questo comporta diversi vantaggi:

  • Facilità di puntamento dell’arbalete sul bersaglio.
  • Assenza di attrito tra i due elastici.
  • Maggiore potenza.

 

Idrotech 90 testata
 

Impugnatura

L’impugnatura  ergonomica nasce dall’esigenza di un’impugnatura salda e comoda che allo stesso tempo garantisce una gestione ottimale del rinculo, come riporta il sito del produttore.

Rispetto alle versioni anteriori è stata introdotta una lavorazione antiscivolo che personalmente non trovo utile o comunque non apporta grandi miglioramenti.

Quello che invece disturba di questo trattamento è il rumore che il guanto del neoprene produce sfregando sull’impugnatura e che si attenua dopo qualche giorno di utilizzo.

Idrotech 90 Impugnatura

Ottima la protezione sul grilletto, così come la linea di tiro molto pulita.

Un’altra novità interessante sull’impugnatura è la placca di metallo sotto il calcio che non era presente nelle versioni precedenti. Oltre ad includere un anello per agganciare eventualmente la boa, il rinforzo sul calcio permette di sbatterne la base sugli scogli per attirare i pesci senza preoccuparsi di danneggiare il legno.

Idrotech 90 calcio

Meccanismo di Sgancio

Il meccanismo di sgancio in acciaio AISI 316 è di tipo arretrato per garantire una lunghezza del fucile fuori tutto più corta. Inoltre rispetto alle versioni precedenti è stata reso molto più sensibile e basta poca pressione per far partire l’asta.

Il meccanismo inoltre include la possibilità di aggiungere una staffa per telecamera che il sottoscritto utilizza nei suoi video insieme alla sua fedele Go Pro.

Nonostante l’idea sia ottima, il risultato nei video non è eccellente in quanto la telecamera mette inevitabilmente a fuoco la punta dell’asta e le prede si vedono poco. consiglio di regolare la posizione della telecamera in modo che la punta dell’asta quasi non si veda, anche se questo risulterà in un decentramento dell’immagine.

Idrotech 90 meccanismo di sgancio

Il Fusto

A parte il design per favorire un buon brandeggio del fucile, quello che è interessante sono le canaline per il passaggio della sagola e le vaschette per il bilanciamento del fucile.

Per quanto riguarda le canaline, quella dell’asta corre per tutta la lunghezza del fucile, dal meccanismo di sgancio alla testata.

Sotto il fusto invece ritroviamo delle guide per la sagola in modo che non svolazzi attorno al fusto ma rimanga sempre nella stessa posizione. Queste ultime non erano presenti nelle versioni precedenti.

Inoltre la guida della sagola sulla testata è stata resa più resistente (nei primi modelli poteva facilmente spezzarsi in seguito agli urti).

Infine sotto il fusto ritroviamo due vaschette (una in testata ed una più arretrata) per piccole piastrine di piombo che servono a regolare il bilanciamento del fucile a proprio piacimento. Ad esempio è possibile appesantire la testata nel caso in cui lo stile di tiro tenda a farla alzare al momento dello sparo.

Idrotech 90 piombatura

Configurazioni

Prima di parlare di configurazioni, cominciamo col dire che gli idrotech sono muniti di aste dotate di tre perni: il primo in testa serve come appoggio al caricamento, gli altri due in coda, essendo arretrati rispetto alle aste tradizionali, permettono una maggiore estensione degli elastici ed hanno una distanza pari ai fori degli elastici in testata.

Tali caratteristiche consentono di avere due elastici perfettamente uguali con omogenea potenza di tiro che rende gli arbalete Idrotech maggiormente potenti rispetto a quelli di tipo tradizionale.  

Le misure degli elastici e delle aste montate su ogni modello possono essere reperite sul sito del produttore, sapendo che tali configurazioni non sono rigide ma possono essere cambiate.

Ad esempio, per quanto riguarda il 90 il sito riporta: una coppia di elastici circolari VELOX da 16 mm con una lunghezza di 52 cm ciascuno, con coefficiente di allungamento del 350%. Le lunghezze degli elastici sono uguali perché le distanze da foro a perno sono le stesse (allungamenti consigliati per gomme Velox da 16 mm max 360%).

La lunghezza dell’asta è di 125 cm per un diametro di 7 mm.

Per quanto riguarda il 90 in questione, considerando l’utilizzo nel basso fondo, la configurazione che è stata scelta considera elastici da 14mm e asta da 6,5.

Tale configurazione è risultata ottimale per la pesca nel basso fondo e di un’incredibile precisione che può essere riscontrata negli ultimi video.