Cernia

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  dolphin81 6 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #12163

    Ste
    Amministratore del forum

    La cernia è un pesce molto diffuso nei nostri mari. Appartiene al genere Epinephelus e le specie più comuni sono Epinephelus marginatus (cernia bruna), Epinephelus costae (cernia dorata o dotto), Epinephelus aeneus (cernia bianca), Epinephelus caninus (cernia nera) e Mycteroperca rubra (cernia rossa).

    Ephinephelus marginatus:

    Classificazione scientifica:
    Dominio: Eukaryota
    Regno: Animalia
    Sottoregno: Eumetazoa
    Ramo: Bilateria
    Phylum: Chordata
    Subphylum: Vertebrata
    Superclasse: Gnathostomata
    Classe: Actinopterygii
    Sottoclasse : Osteichthyes
    Superordine: Acanthopterygii
    Ordine: Perciformes
    Sottordine: Percoidei
    Famiglia: Serranidae
    Sottofamiglia: Epinephelinae
    Genere: Epinephelus

    Nel caso di Mycteroperca rubra, il genere è Mycteroperca.

    Morfologia, habitat e abitudini alimentari:

    Epinephelus marginatus vive anche 50 anni, ha dimensioni fino a 1,5m e può superare i 50 kg di peso. La livrea è bruna con macchie più chiare e come tutte le cernie del genere Ephinephelus è caratterizzata dalla mandibola inferiore prominente e da una pinna anale con 8-9 raggi molli. Vive solitaria in profondità  entro i 50 metri, anche se talvolta può spingersi a profondità  maggiori e solitamente la si trova in spacchi e rocce che utilizza come tana. Si ciba principalmente di molluschi, crostacei ed altri pesci.

    Epinephelus aeneus vive invece in fondi principalmente di poseidonia e presenta una livrea con fasce chiare e scure che si alternano.

    Epinephelus costae vive invece su fondi misti di sabbia e roccia, ha una livrea che presenta quattro linee orizzontali scure a livello dorsale su sfondo grigio ed è presente una macchia gialla dietro l’opercolo. Negli individui giovani di questa specie invece, le linee a livello dorsale sono più di 4 e non è presente la macchia gialla (caratteristica invece molto marcata in individui adulti).

    Mycteroperca rubra come Epinephelus marginatus, vive in fondi rocciosi e non supera quasi mai i 50 metri di fondo. La livrea è sul rosso/marrone e presenta nella pinna anale 11-12 raggi molli a differenza delle cernie del genere Ephinephelus che come detto in precedenza ne presentano 8-9.

    Epinephelus caninus è probabilmente la più rara tra tutte le specie di cernie presenti nel mediterraneo, vive in profondità  maggiori (oltre i 100 metri), ha delle linee scure dietro l’occhio, una livrea rosso/marrone con pinne dorsale, anale e caudale che presentano un bordo bianco.

    Riproduzione:
    Solitamente la riproduzione delle cernie avviene nel periodo estivo. Questi sono pesci ermafroditi con andamento proteroginico, dunque alla nascita sono di sesso femminile e successivamente quando raggiungono circa i 12 anni diventano maschi. In ogni caso bisogna ricordarsi che gli individui sotto i 2 kg, raramente hanno effettuato cicli di riproduzione.

    In conclusione, per quanto riguarda la pesca, le cernie si pescano solitamente in tana o immediatamente al di fuori. La cattura non è mai facile in tana in quanto la cernia tende ad arroccarsi diventando molto complesso poi estrarla. La taglia minima è 45 cm (corrisponde di solito a poco meno di 2 kg) anche se comunque è consigliabile sempre catturarle di dimensioni maggiori al limite minimo, soprattutto per dare loro l’opportunità  di effettuare cicli di riproduzione. Gli esemplari molto grandi sono sempre maschi.

    Fonte immagini: it.wikipedia.org

    #300560

    dolphin81
    Partecipante

    Si riprende con l’area scientifica 😉
    Mi sa che il dotto è la cernia rossa e quindi specie differente dalla cernia dorata… 🙄

    #300561

    Ste
    Amministratore del forum

    @dolphin81 wrote:

    Si riprende con l’area scientifica 😉
    Mi sa che il dotto è la cernia rossa e quindi specie differente dalla cernia dorata… 🙄

    Si ho deciso di riprendere…serve un po’ di tempo ma piano piano mi sono deciso 🙂
    Per quanto riguarda il dotto non è una specie diversa dalla cernia dorata http://it.wikipedia.org/wiki/Epinephelus_costae
    La cernia rossa invece è questa http://it.wikipedia.org/wiki/Mycteroperca_rubra
    A volte metti in conto che molti pesci a livello regionale vengono conosciuti o denominati in un certo modo…esempio siamo tutti portati a chiamare merluzzo il nasello…il vero merluzzo da noi non c’è.

    #300562

    dolphin81
    Partecipante

    @ste wrote:

    @dolphin81 wrote:

    Si riprende con l’area scientifica 😉
    Mi sa che il dotto è la cernia rossa e quindi specie differente dalla cernia dorata… 🙄

    Si ho deciso di riprendere…serve un po’ di tempo ma piano piano mi sono deciso 🙂
    Per quanto riguarda il dotto non è una specie diversa dalla cernia dorata http://it.wikipedia.org/wiki/Epinephelus_costae
    La cernia rossa invece è questa http://it.wikipedia.org/wiki/Mycteroperca_rubra
    A volte metti in conto che molti pesci a livello regionale vengono conosciuti o denominati in un certo modo…esempio siamo tutti portati a chiamare merluzzo il nasello…il vero merluzzo da noi non c’è.

    Sicuramente i nomi a livello regionale creano un pò di confusione. Infatti molti chiamano dotto sia la cernia dorata che la cernia rossa ,che spesso vengono confuse ma che in realtà  sono 2 specie differenti come le hai giustamente classificate . Dalle mie parti chiamiamo dotto la cernia rossa ad esempio…la cosa importante è capire che non è lo stesso pesce della cernia dorata…anche perchè hanno un comportamento differente nei confronti del sub.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.