Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • Swim&Move: Fino al 13 Giugno l’Asta a Sostegno di AISM Roma
    by Redazione Apnea Magazine on 4 Giugno 2020 at 10:47

    In asta su E-bay anche dei cimeli sportivi della campionessa Alessia Zecchini: una muta, una medaglia... Apnea Magazin […]

  • Citazioni dal blu – Umberto Pelizzari
    by Luca on 4 Giugno 2020 at 10:00

    “Il subacqueo si immerge per guardarsi attorno. Un apneista si immerge per guardarsi dentro.” [U. Pelizzar […]

  • Brutti ma buoni!
    by Luca on 3 Giugno 2020 at 10:00

    (Questo pezzo è già apparso nei numeri passati della nostra rivista cartacea) Non parliamo di pesci, bensì di posti. Possono essere una piccola diga in acqua poco profonda così come una bassa golena di sabbia e fango, una piatta distesa di posidonia come un vecchio pontile abbandonato. Zone anonime, trascurate dalla maggior parte degli altri […]

  • Swim&Move, l’asta solidale a sostegno di AISM Roma (1 – 13 giugno)
    by Luca on 3 Giugno 2020 at 7:55

     Tanti amici, campioni e testimonial per l’iniziativa benefica a sostegno delle persone con Sclerosi Multipla  Tra i campioni che hanno reso possibile, con il loro contributo, tale iniziativa benefica, in programma dall’1 al 13 Giugno p.v., vi è anche la pluricampionessa mondiale di apnea, Alessia Zecchini, rivelatasi, anche in questa circostanza, un fulgido esempio di […]

  • Nel bassofondo di Boa Vista
    by Luca on 2 Giugno 2020 at 10:00

    (questo pezzo è già apparso nei numeri passati della nostra rivista) Qualche giorno su quest’isola dell’arcipelago di Capo Verde pescando sotto costa, senza mai scendere sotto I 15 metri. Saraghi faraone, un grosso serra, branchi di carangidi sui due o tre chili di peso. E il divertimento è assicurato! di Fabrizio Paluzzi Trascorsi lunghi mesi […]

  • Pesca Sub Travolto da Gommone ad Anzio, si Cercano Testimoni
    by Redazione Apnea Magazine on 2 Giugno 2020 at 10:00

    Chiunque fosse in zona e abbia visto qualcosa di rilevante per le indagini, di contattare la CP di Anzio... Apnea Magazin […]

  • IL NUMERO DI GIUGNO E’ IN EDICOLA
    by Luca on 1 Giugno 2020 at 6:00

    (puoi leggere la rivista anche in formato digitale) Questo mese, la rivista va in stampa con la nuova veste grafica elaborata durante i mesi di lockdown. Per fare il punto sullo stadio del mare dopo questa pausa forzata, un’articolo in esclusiva, “Come abbiamo trovato i fondali dopo il lockdown”, che ci fa fare un giro […]

  • Prelievo e Misure Etiche dei Pesci, nella Pesca Sportiva e Ricreativa in Mare
    by Redazione Apnea Magazine on 29 Maggio 2020 at 16:23

    Puntare a pescare sempre gli esemplari più grandi è una scelta sostenibile? In realtà no... Apnea Magazin […]

  • La nuova veste grafica di Pescasub&Apnea
    by Luca on 29 Maggio 2020 at 10:00

    Abbiamo lavorato per vo […]

  • Il Comandante dell’Operazione IRINI di EUNAVFOR MED visita il Comando Generale
    on 28 Maggio 2020 at 14:21

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella giornata di ieri, mercoledì 27 maggio, il Comandante dell'Operazione IRINI di EUNAVFOR MED, Ammiraglio di Divisione Fabio Agostini, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera per incontrare il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, il Comandante Generale ha prospettato un quadro dettagliato dell'organizzazione della Guardia Costiera e delle sue principali missioni, con particolare riferimento alla salvaguardia della vita umana in mare.Dopo la firma del libro d'onore, l'Ammiraglio Agostini ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta. […]

  • Marco Bardi: quei dentici in arrivo
    by Luca on 28 Maggio 2020 at 11:00

    (il pezzo a seguire è già apparso nei numeri passati della rivista cartacea) Iniziavo a essere un buon pescatore e mi sembrava una logica conseguenza vedere dove potevo arrivare. L’unico inconveniente era l’età e l’esuberanza. Non solo cercavo a ogni tuffo di guadagnare qualcosa in profondità, ma tiravo sempre di più l’apnea e per giunta […]

  • PROTOCOLLO DI DETTAGLIO FIPSAS – SETTORE ATTIVITA’ SUBACQUEE E NUOTO PINNATO
    by Luca on 27 Maggio 2020 at 14:59

    E’ stato ufficializzato il 23 Maggio il documento denominato “Protocollo di dettaglio per lo svolgimento delle sessioni di allenamento degli atleti degli sport individuali e di squadra e per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere – Settore Attività Subacquee e Nuoto Pinnato”. Il protocollo in questione è finalizzato a disciplinare lo svolgimento […]

  • ​​Il Dott. Bernardo Petralia Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria in visita al Comando Generale
    on 27 Maggio 2020 at 13:47

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaOggi, 27 maggio, il Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Dott.re Bernardo Petralia ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, che, dopo il tradizionale saluto di benvenuto e la firma del "libro d'onore", ha offerto un quadro dettagliato dell'attuale assetto funzionale e ordinamentale del Corpo.L'incontro è poi proseguito in Centrale Operativa con una chiara esposizione, a cura dell’Ammiraglio Liardo, Capo del 3° Reparto - Piani e Operazioni, delle moderne tecnologie, costituenti il "cuore" operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecniche logistiche con le quali il Corpo espleta le diverse attività di competenza.Il Capo del DAP ha espresso un particolare apprezzamento per l'esaustiva illustrazione dei tratti distintivi della realtà odierna delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e per l'attività svolta dal Corpo e, infine, la visita si è conclusa con attestazioni di reciproca stima. […]

  • La casa delle spigole
    by Luca on 26 Maggio 2020 at 11:00

    (di Gherardo Zei) (il pezzo a seguire è già apparso nei numeri passati della rivista cartacea) Da Vasto a Fossacesia Marina Siamo nell’Abruzzo del sud, dove ci si immerge sempre in poca acqua e dove il torbido è una costante. Però il pesce non manca, in particolar modo i grossi branzini che sbucano dalla “nebbia” […]

  • Pescasub e/è arte: il Gommone di Nicola Refolo
    by Luca on 25 Maggio 2020 at 12:43

    &nbs […]

  • Incidente Pesca Sub: Muore un 28enne a Tricase Porto
    by Redazione Apnea Magazine on 24 Maggio 2020 at 10:32

    Davide d'Alessandro, 28enne di Racale, era uscito ieri mattina per una delle sue battute di pesca... Apnea Magazin […]

  • Il Fucile Subacqueo è un’Arma, ma NON quella che alcuni Pensano (e Questo Cambia TUTTO!)
    by Redazione Apnea Magazine on 21 Maggio 2020 at 17:16

    Si riaccende il dibattito sul fatto che il fucile sub sia o meno un'arma... Apnea Magazin […]

  • Video Pesca Sub: un Grosso Dentice in Bassofondo, ma va Tutto Storto…
    by Redazione Apnea Magazine on 16 Maggio 2020 at 16:36

    Durante un agguato in appena due metri d’acqua, MANTA / [PESCA SUBMARINA] si imbatte in un grosso dentice di muso. Il predone è veloce a voltarsi su se stesso e prendere la via del largo, il pescatore non è abbastanza rapido da inquadrarlo a dovere e l’asta finisce sul troncone di coda, altissima. Il pescione […] Apnea Magazin […]

  • La Scomparsa di Jay Riffe, Pioniere della Pesca Sub a Stelle e Strisce
    by Redazione Apnea Magazine on 14 Maggio 2020 at 18:45

    Forse non è così conosciuto in Italia, ma per tutti i pescasub statunitensi, Riffe è da sempre sinonimo di... Apnea Magazin […]

  • Natale De Grazia, la sua storia in un libro
    on 14 Maggio 2020 at 12:29

    Categoria: EventiLuogo: RomaSono le prime ore del 13 dicembre 1995, qualche giorno prima del suo trentanovesimo compleanno, quando, all'altezza di Nocera Inferiore, il Comandante Natale De Grazia muore in circostanze che già allora appaiono sospette. De Grazia era un ufficiale della Guardia Costiera, in servizio presso la Capitaneria di porto di Reggio Calabria. Al momento della sua morte faceva parte del pool investigativo coordinato dal sostituto procuratore Francesco Neri, costituito per effettuare le indagini sulle "navi a perdere", sospettate di essere state affondate, deliberatamente, con il loro carico di rifiuti radioattivi. A 25 anni dalla morte di De Grazia, un'iniziativa editoriale ne ripercorre la vita e la carriera professionale. Nel libro Navi Mute, con l'introduzione del Ministro dell'Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa e la prefazione del Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Giovanni Pettorino, gli autori Giampiero Cazzato e Marco Di Milla, partendo dal prezioso lavoro della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, raccontano non solo le indagini di De Grazia e i misteri intorno alla sua morte, ma anche l'uomo, attraverso i ricordi della moglie Anna Vespia e la voce delle persone – amici e colleghi - che lo hanno conosciuto da vicino.Ne esce il ritratto di un uomo perbene, un ufficiale con un profondo senso della giustizia e dello Stato. Un eroe, nel senso più vero e profondo della parola.Già nel 2004 l'allora Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, insignì De Grazia della medaglia d'oro al Merito di Marina, perché  la sua opera «è stata contraddistinta da un altissimo senso del dovere che lo ha portato, a prezzo di un costante sacrificio personale e nonostante pressioni ed atteggiamenti ostili», a svolgere complesse investigazioni nel settore dei traffici clandestini e illeciti operati da navi mercantili."Navi mute" è la prima pubblicazione all'interno di una collana intitolata "Storie di mare", curata dall'Ufficio Comunicazione del Comando Generale della Guardia costiera in collaborazione con le Edizioni All Around e rivolta a sostenere l'impegno di istituzioni e cittadini in difesa del mare e dell'ambiente, patrimonio comune da preservare per le generazioni future.Il ricordo del Comandante De Grazia in un video, attraverso le parole del Ministro Costa e dell'Ammiraglio Pettorino, con l'introduzione del vice direttore del TG1 Filippo Gaudenzi Clicca per guardare il video […]

  • Incidente Pesca Sub: 42enne Muore a Torre Faro
    by Redazione Apnea Magazine on 12 Maggio 2020 at 8:58

    Giuseppe era considerato un pescatore esperto, conosceva bene l'elemento liquido e ci trascorreva... Apnea Magazin […]

  • Video Pesca Sub: una Ricciola da Record, Fulminata (63 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 9 Maggio 2020 at 17:58

    Ci sono volte in cui la cattura del pesce della vita è più semplice di quanto non si creda. Proprio come è successo a Julen Perez, che ha incrociato una enorme ricciola, durante un aspetto nelle acque di Fuerteventura, la seconda più grande delle Isole Canarie. Il pescatore ha concluso la cattura, fulminando il pesce, con un semplice arbalete monogomma. È vero, il video non è eccezionale, ma la cattura di una ricciola di 63 kg non si vede neppure tutti i giorni! Apnea Magazin […]

  • La Guardia Costiera a supporto dell’emergenza sanitaria nazionale.
    on 6 Maggio 2020 at 6:18

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaIn questi giorni di emergenza sanitaria nazionale, la Guardia Costiera non ha diminuito il proprio impegno nell'assolvimento dei propri compiti istituzionali, al fine di continuare a garantire l'operatività dei porti, la sicurezza e la regolarità dei trasporti marittimi, oltre alla salvaguardia della vita umana in mare.L'attuale situazione di emergenza legata al Covid19 ha comportato la necessità di rimodulare molti dei servizi legati al settore marittimo. Il Corpo ha così introdotto adeguate semplificazioni nella gestione della sicurezza della navigazione delle navi mercantili e dei relativi equipaggi. La Guardia Costiera ha assunto, altresì, il ruolo di raccordo tra Ministero delle politiche agricole e forestali e imprese di pesca, al fine di permettere a quest'ultime di accedere alla corresponsione dei contributi previsti dal Decreto "Cura Italia".I Comandanti di porto, in queste settimane, sono stati anche chiamati a svolgere il proprio ruolo in situazioni complesse e inedite. In diverse occasioni, secondo le direttive della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, hanno garantito alle navi da crociera battenti bandiera italiana, di ritorno nei porti nazionali, approdi idonei per lo sbarco in sicurezza degli equipaggi e dei passeggeri ancora presenti a bordo, in piena sintonia con le Autorità di sistema portuali e con le Autorità locali.Ma non solo. A seguito delle misure messe in atto dal Governo per il contenimento del contagio da Coronavirus, in numerose realtà territoriali, uomini e donne del Corpo sono stati inseriti nei dispositivi di ordine pubblico, lavorando quotidianamente al fianco delle Forze di Polizia per il rispetto delle disposizioni che limitano gli spostamenti, in particolare da e per le isole, e in molte realtà portuali quali ad esempio: Reggio Calabria, Messina, Milazzo, Salerno, Cagliari, Livorno, Termoli, Portoferraio, Viareggio, Piombino, Capraia, Carloforte, Portoscuso e Calasetta.Nel porto di Ancona, poi, grazie alla stipula di un protocollo d'intesa con l'Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico centrale e l'Ufficio di sanità marittima aerea e di frontiera, il Corpo si è reso parte attiva per la stesura di procedure standard d'intervento per la gestione di eventuali casi sospetti di coronavirus a bordo dei vettori marittimi.  Molti, inoltre, gli interventi operativi sul territorio italiano nel quadro del dispositivo di Protezione Civile nazionale. Nei giorni scorsi, tramite il Dipartimento della Protezione Civile e su richiesta dell'Ufficio del dott. Arcuri, Commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus, un aereo "Manta" ATR 42 della Guardia Costiera è decollato dalla Base Aeromobili di Pescara, per assicurare il trasporto urgente di dispositivi di protezione individuale (DPI) in diverse località delle regioni meridionali e delle isole maggiori. Il Manta, dopo uno scalo all'aeroporto di Fiumicino per imbarcare il materiale necessario, ha raggiunto le destinazioni di Cagliari, Palermo, Lamezia Terme e Bari, dove i DPI sono stati consegnati alle autorità regionali di Protezione Civile, per la successiva distribuzione sul territorio. Non manca il costante supporto alle comunità isolane, pochi giorni fa, la Motovedetta CP 324 di Lampedusa ha permesso al direttore del poliambulatorio locale e a due sanitari dell'A.S.P. di Palermo, di raggiungere l'isola di Linosa per effettuare delle visite mediche finalizzate al contenimento dell'attuale emergenza epidemiologica.Lo sforzo del Corpo non diminuisce, oggi più che mai. Come l'impegno di tutti gli uomini e le donne della Guardia Costiera che può ben riassumersi nelle parole del Comandante Generale, l'Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino: "È un momento particolarmente difficile, nel quale siamo tutti chiamati a compiere un grande sforzo. Grazie agli uomini e alle donne del Corpo, che in questi giorni, oltre ad assicurare i compiti istituzionali, stanno dando il loro contributo al Paese per affrontare questa emergenza eccezionale". […]

  • Misure per la pesca. Con la Guardia Costiera, operative le nuove procedure in favore delle imprese.
    on 6 Maggio 2020 at 6:12

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaComunicato stampa del MIPAAF 28.03.2020  Misure per la pesca. Con la Guardia Costiera, operative le nuove procedure in favore delle imprese. In questi giorni, il ceto peschereccio italiano è stato destinatario di misure normative governative finalizzate ad agevolare lavoratori e imprese per affrontare la contingente situazione economica connessa all'emergenza epidemiologica da COVID-19. Con l'art.78 del Decreto legge del 17 marzo 2020, n°18 "Cura Italia" è stata prevista l'attivazione di uno stanziamento totale di 100 milioni di euro su un Fondo destinato al settore agricolo e all'arresto temporaneo delle attività di pesca per tutte le imprese. In attesa dei provvedimenti attuativi del Decreto legge, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - MIPAAF,  attraverso la Direzione Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura, ha comunque diramato alcune procedure per permettere alle imprese di pesca di accedere alla corresponsione dei contributi che saranno previsti. L'operatività di dette misure sarà garantita attraverso il Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, in ragione della dipendenza funzionale dal MIPAAF, per il quale svolge, oltre alla vigilanza sull'intera filiera della pesca marittima, anche funzioni di gestione amministrativa della flotta da pesca nazionale. La Guardia Costiera avrà il compito di contribuire alla diffusione delle indicazioni promanate dal Ministero e raccogliere le istanze provenienti dal ceto armatoriale,  svolgendo la funzione di "sportello unico per il mare", con l'obiettivo di fornire il necessario supporto a tutte le marinerie  nazionali e garantire  un dialogo costante con le imprese interessate dalle misure. La circolare della Direzione Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura riportante le predette misure è presente sul sito del Ministero delle politiche agricole e forestali  (https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/15265) e sui siti istituzionali dei singoli comandi territoriali della Guardia Costiera. […]

  • SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE: NUOVE DISPOSIZIONI DELLA GUARDIA COSTIERA SULL'ADDESTRAMENTO DEGLI EQUIPAGGI DELLE NAVI CHE CONTINUANO AD ASSICURARE I TRASPORTI VIA MARE
    on 6 Maggio 2020 at 6:10

    Categoria: Norme e regolamentiLuogo: RomaL'attuale situazione di emergenza legata al nCov-19 che sta vivendo l'intero Paese, ha comportato, fra le tante conseguenze, anche la sospensione, su tutto il territorio nazionale, delle attività svolte dai centri di formazione e addestramento, autorizzati dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto, allo svolgimento dei corsi di formazione per il personale marittimo. Ciò ha determinato l'impossibilità di provvedere alla frequenza dei corsi di aggiornamento richiesti per la convalida delle certificazioni necessarie per mantenere gli elevati standard di sicurezza degli equipaggi delle navi che continuano ad assicurare i trasporti via mare, quali i corsi Antincendio Base ed Avanzato (D.D. 2 maggio 2017),  Sopravvivenza e Salvataggio (D.D. 2 maggio 2017), M.A.M.S. (D.D. 25 ottobre 2016), M.A.B.E.V. (D.D. 25 ottobre 2016).Il Comando generale delle Capitanerie di porto, nella consapevolezza dell'obbligo di frequenza dei sopra citati corsi per il rinnovo della certificazione di cui al Capitolo VI della Convenzione STCW e attesa l'impossibilità di procedere autonomamente alla proroga dei certificati di addestramento, ha avviato le necessarie interlocuzioni con l'Organizzazione Marittima Internazionale (IMO) per una possibile soluzione globale ed armonizzata concretizzatasi con l'emissione dellaCircular letter No. 4204/Add. 5 in data 17 marzo 2020.Tale risultato permette di poter estendere la certificazione sopra richiamata con apposito provvedimento, di imminente pubblicazione da parte del Comando generale, confermando il ruolo di assoluto riferimento che la Guardia Costiera italiana ha assunto negli anni a livello internazionale nell'ambito della sicurezza della navigazione.Questi provvedimenti seguono quelli emanati nei giorni scorsi finalizzati alla semplificazione ma sempre nel rispetto dell'obbiettivo finale che resta quello della sicurezza della navigazione, della regolarità del trasporto marittimo, nonché della tutela della salute del personale navigante. […]

  • Nuove disposizioni della Guardia Costiera per garantire la Sicurezza dei Trasporti via mare
    on 6 Maggio 2020 at 6:10

    Categoria: Norme e regolamentiLuogo: RomaCome conseguenza dell'emergenza legata al nCov-2019 il Comando Generale della Guardia Costiera ha adottato alcuni provvedimenti che, oltre a disciplinare le attività di specifica competenza introducono, ove possibile, adeguate semplificazioni sempre nel rispetto dell'obiettivo finale che resta quello della sicurezza della navigazione, della regolarità del trasporto  marittimo, della protezione dell'ambiente, nonché della tutela della salute del personale navigante e dei militari dei nuclei ispettivi della guardia costiera nonché la protezione dell'ambiente. In particolare, tenuto conto delle  raccomandazioni sviluppate dall'OMS (Organizzazione Mondiale della  Sanità), il Comando generale delle Capitanerie di porto ha adottato i seguenti provvedimenti:·      con circolare 4/2020, sono state impartite istruzioni per le visite da "remoto" su navi adibite a viaggi internazionali (regolati dalla convenzione SOLAS ed MLC,2006);·      con circolare  5/2020 sono state disciplinate le  visite in commissione (ai sensi delle norme nazionali ed unionali) attraverso attività da "remoto" ovvero procedure più snelle per i membri di commissione. A tal proposito, sentita la Commissione Europea, la certificazione delle navi rientranti nel campo di applicazione del DL 45/2000, come ad esempio le navi Ro/Ro passeggeri, potrà essere prorogata sino a 3 mesi anziché 1 mese come previsto dalla normativa unionale. Questo consentirà alla parte più rilevante della nostra flotta, impiegata in viaggi nazionali, di continuare ad operare;·      con la circolare 6/2020 è stato disciplinato il complesso delle attività obbligatorie (service periodici)di manutenzione, prova, revisione, verifica di funzionamento previste eseguirsi (da parte di ditte esterne) nella cornice degli accertamenti statutari;il Comando generale rimane costantemente in contatto con le Organizzazioni Internazionali e con la commissione europea per tutte le problematiche che vengono identificate o rappresentate dall'armamento.Le circolari possono essere consultate sul sito www.guardiacostiera.gov.it […]

  • Pesca dal 4 Maggio: OK, ma NON per Tutti e con Tanta Incertezza
    by Redazione Apnea Magazine on 3 Maggio 2020 at 18:22

    Cerchiamo di fare un po' d'ordine e capire a che punto siamo alla vigilia dell'atteso ritorno in mare... Apnea Magazin […]

  • Il contributo del Corpo nell’emergenza sanitaria nazionale
    on 31 Marzo 2020 at 13:07

    Data: 31/03/2020 00:00:00Categoria: AttivitàLuogo: RomaIn questi giorni di emergenza sanitaria nazionale, la Guardia Costiera non ha diminuito il proprio impegno nell'assolvimento dei compiti istituzionali, al fine di garantire la piena operatività dei porti, la sicurezza e la regolarità dei trasporti marittimi, come pure la salvaguardia della vita umana in mare.L'attuale situazione di emergenza legata al Covid19 ha comportato la necessità di rimodulare molti dei servizi legati al settore marittimo. Il Corpo ha così adottato adeguate semplificazioni nella gestione delle attività ispettive per la sicurezza delle navigazione a bordo delle navi mercantili e assunto il ruolo di raccordo tra Ministero delle politiche agricole e forestali e imprese di pesca, al fine di permettere a quest'ultime di accedere alla corresponsione dei contributi previsti dal Decreto "Cura Italia".Ma non solo. A seguito delle misure messe in atto dal Governo per il contenimento del contagio da Coronavirus, in alcune realtà territoriali, uomini e donne del Corpo sono stati incardinati nei dispositivi di ordine pubblico, lavorando quotidianamente al fianco delle Forze di Polizia per il controllo delle norme che limitano gli spostamenti, in particolare da e per le isole, e in molte realtà portuali come Reggio Calabria, Messina, Milazzo, Salerno, Cagliari, Livorno, Termoli, Portoferraio, Viareggio, Piombino, Capraia, Carloforte, Portoscuso e Calasetta.Nel porto di Ancona, poi, grazie alla stipula di un protocollo d'intesa con l'Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico centrale e l'Ufficio di sanità marittima aerea e di frontiera, il Corpo si è reso parte attiva per la stesura di procedure standard d'intervento per la gestione di eventuali casi sospetti di coronavirus a bordo dei vettori marittimi.  Molti, inoltre, gli interventi operativi sul territorio italiano incardinati nel dispositivo di Protezione Civile nazionale. Nei giorni scorsi, tramite il Dipartimento della Protezione Civile e su richiesta dell'Ufficio del dott. Arcuri, Commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus, un aereo "Manta" ATR 42 della Guardia Costiera è stato fatto decollare dalla Base Aeromobili di Pescara, per il trasporto urgente di dispositivi di protezione individuale (DPI) in diverse località delle regioni meridionali e delle isole maggiori. Il Manta, dopo uno scalo all'aeroporto di Fiumicino per imbarcare il materiale necessario, ha raggiunto le destinazioni di Cagliari, Palermo, Lamezia Terme e Bari, dove i DPI sono stati consegnati alle autorità regionali di Protezione Civile, per la successiva distribuzione sul territorio. Non manca il supporto alle comunità isolane, pochi giorni fa, la Motovedetta CP 324 di Lampedusa ha permesso al direttore del poliambulatorio locale e a due sanitari dell'A.S.P. di Palermo, di raggiungere l'isola di Linosa per effettuare delle visite mediche finalizzate al contenimento dell'attuale emergenza epidemiologica.Lo sforzo del Corpo non si arresta, oggi più che mai. E l'impegno di tutti gli uomini e le donne della Guardia Costiera può ben riassumersi nelle parole del Comandante Generale, l'Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino: "È un momento particolarmente difficile, nel quale siamo tutti chiamati a compiere un grande sforzo. Grazie agli uomini e alle donne della Guardia Costiera che in questi giorni continuano a svolgere quei servizi inderogabili, che assicurano la sicurezza in mare dei nostri cittadini. Il nostro lavoro è comunemente apprezzato da tutti i vertici dei dicasteri di riferimento". […]

  • Il Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione Giovanni Salvi in visita al Comando Generale
    on 28 Febbraio 2020 at 13:05

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIeri, 27 febbraio, il Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione Giovanni Salvi ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino accompagnato dal Capo del 1° Reparto, l'Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, il Comandante Generale ha offerto al Procuratore Generale un quadro dettagliato dell'attuale assetto funzionale ed ordinamentale del Corpo, ponendo in evidenza, in particolare, la spiccata complementarietà tra compiti amministrativi e competenze operative. In seguito alla firma del "libro d'onore", i partecipanti all'incontro si sono ritrovati in sala crisi dove è stato prospettato un quadro di sintesi dell'organizzazione della Guardia Costiera italiana e dei suoi compiti istituzionali, quali la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela dell'ambiente marino, la sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi.L'incontro è poi proseguito con la visita in Centrale Operativa, dove il Capo del 3° Reparto "Piani e operazioni", il Contrammiraglio Liardo, ha mostrato all'illustre ospite le moderne tecnologie ed i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo.A conclusione della visita, il Procuratore Generale Salvi ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta e per aver avuto l'opportunità di approfondire ulteriormente la conoscenza delle diverse attività svolte dal Corpo a tutela degli usi civili e produttivi del mare. […]

  • La Croce Rossa al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera
    on 27 Febbraio 2020 at 15:08

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNelle giornate del 25 e 26 febbraio, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, si è svolta una raccolta sangue a cura del personale della Croce Rossa Italiana.Il Responsabile operativo dell'attività di donazione del sangue, Sig. Giuseppe Ulzega e il Presidente del Comitato CRI del 9° Municipio di Roma, Sig. Giovanni Izzo, sono stati ricevuti dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, il quale ha espresso parole di vivo apprezzamento per il lavoro svolto dal personale della Croce Rossa Italiana.L'attività si è svolta con l'ausilio dell'autoemoteca dell'ente di volontariato situato nel piazzale del Comando e complessivamente sono stati impiegati 15 operatori CRI tra medici ed infermieri, tutti volontari.Le adesioni del personale civile e militare sono state numerose, 55 i donatori che hanno fornito un prezioso contributo a una grande collettività quale quella romana.Grande soddisfazione è stata espressa dal personale della Croce Rossa Italiana, che ha potuto contare su un ulteriore consistente bacino di raccolta, un'iniziativa di solidarietà che, auspicabilmente, verrà riproposta in futuro. […]

  • Visita al Comando Generale dell’On. Roberto Morassut Sottosegretario di Stato del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare
    on 25 Febbraio 2020 at 11:21

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Scelta n. 1Ieri, 24 febbraio, il Sottosegretario di Stato del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare On. Roberto Morassut, accompagnato dal Contrammiraglio Aurelio Caligiore, Capo "Reparto Ambientale Marino", ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, il Comandante Generale ha offerto un quadro dettagliato delle dipendenze funzionali del Corpo con particolare riferimento alle principali mission della Guardia Costiera  nei settori della salvaguardia della vita umana in mare, tutela dell'ambiente marino, sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi.In seguito alla firma del "libro d'onore", l'incontro è proseguito con la visita in Centrale Operativa, dove il Contrammiraglio Sergio Liardo, Capo del 3° Reparto "Piani e Operazioni", ha mostrato all'illustre ospite le moderne tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie con le quali il Corpo espleta le diverse attività di competenza.A conclusione della visita, il Sottosegretario di Stato, ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta, rivolgendo un particolare apprezzamento per l'attività svolta dal Corpo e per l'esaustiva illustrazione dei tratti distintivi della realtà odierna delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.&nbs […]

  • Incontro dei soccorritori marittimi al Comando Generale
    on 19 Febbraio 2020 at 16:14

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIeri, presso il Comando Generale, alla presenza del Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, del Capo 1° reparto – Personale, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, si è svolto l'incontro dei soccorritori marittimi della Guardia Costiera con i vertici del Corpo.Obiettivo della giornata: un confronto tecnico/operativo finalizzato alla valorizzazione della figura del Soccorritore Marittimo e allo sviluppo futuro della componente.L'Ammiraglio Pettorino, che ha tenuto molto all'incontro, ha voluto rivolgere sentite parole di apprezzamento ai soccorritori marittimi per il prezioso servizio svolto, durante il quale, con grande passione, motivazione e preparazione, mettono a volte a rischio anche la loro vita per salvare quella degli altri. Il soccorritore marittimo è una figura professionale specializzata nelle attività di ricerca e soccorso. Opera direttamente in acqua con l'ausilio di un'attrezzatura specifica ed all'occorrenza anche in zone precluse a qualsiasi mezzo nautico o in condizioni critiche.Il personale appartenente al Corpo delle Capitanerie di Porto consegue la qualifica di "Soccorritore Marittimo" attraverso la frequenza ed il superamento di un percorso formativo svolto presso il Centro specialistico di Messina, dove acquisisce competenze di primo soccorso sanitario, elevate capacità natatorie e una conoscenza approfondita delle procedure di recupero naufraghi. Dal 2012 ad oggi sono stati attivati diversi momenti formativi, che hanno portato alla creazione di una figura professionale, specificatamente addestrata e adeguatamente equipaggiata.&nbs […]

  • Maritime Security: la Commissione Europea ispeziona il porto di Genova
    on 13 Febbraio 2020 at 14:23

    Data: 13/02/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: GenovaNei giorni scorsi, la Commissione Europea ha condotto un'ispezione al porto di Genova al fine di verificare lo stato di attuazione - da parte dell'Italia - delle norme in materia di maritime security, cioè la sicurezza marittima e portuale intesa quale: combinazione delle misure preventive dirette a proteggere il trasporto marittimo e gli impianti portuali contro le minacce di azioni illecite intenzionali.Tali ispezioni vengono condotte - ai sensi del REG CE 324/2008 come emendato nel 2016 – da team di ispettori esperti della materia della Commissione europea, che proprio in considerazione della delicatezza ed importanza della materia, non ha delegato tale attività ispettiva a nessuna Agenzia esterna.    Il citato team della Commissione, composto da sei ispettori di diversa nazionalità, ha proceduto a individuare tre impianti portuali per l'attività di controllo della port security (sicurezza degli impianti portuali), mentre, per l'attività ispettiva afferente la ship security (sicurezza a bordo delle navi)  sono state selezionate tre navi, di cui due italiane ed una comunitaria. Nel corso del de-briefing, a chiusura dell'attività ispettiva, il rappresentante leader della Commissione Europea ha espresso il suo apprezzamento per il personale della Guardia Costiera, che ha operato nella duplice veste di Autorità Competente, ruolo rivestito dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie, presente con una rappresentanza del 6° Reparto – Sicurezza della Navigazione, e di Autorità Designata/di Sicurezza, figura propria della Capitaneria di Porto.È stato, altresì, elogiato il livello di preparazione e competenza degli ispettori italiani del Corpo i quali rappresentano una garanzia nell'applicazione delle normative dedicate del settore.Gli esiti dell'ispezione sono stati molto positivi, la Commissione non ha rilevato irregolarità ed ha voluto condividere con tutti gli attori interessati, sempre in ottica collaborativa e di perfezionamento, alcune osservazioni volte a garantire ed incentivare un livello sempre più alto degli standard nei porti italiani. Il team della Commissione Europea ha lasciato Genova ringraziando il Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, per l'ospitalità offerta e per la piena collaborazione durante lo svolgimento dell'attività. […]

  • Il Comandante Generale in visita ai compartimenti marittimi di La Spezia ed Imperia
    on 9 Febbraio 2020 at 12:38

    Categoria: Attività, EventiLuogo: La SpeziaVenerdì 7 febbraio, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha visitato il Compartimento Marittimo della Spezia.Nel suo discorso, l’Ammiraglio Pettorino ha ringraziato gli uomini e le donne della Capitaneria per il loro impegno costante e instancabile, sottolineando che ogni militare fornisce un prezioso contributo alla collettività e al Corpo, indipendentemente dal grado rivestito.Il Comandante Generale, accompagnato dal Capitano di Vascello Giovanni Stella, comandante della Capitaneria di porto, ha poi proseguito la sua visita recandosi presso gli Uffici Locali Marittimi dipendenti. A Foce della Magra, incontrando il titolare dell’Ufficio Locale Marittimo – Primo Maresciallo Bussolino Alberto – il personale militare e il sindaco del Comune di Ameglia – dott. Andrea De Ranieri – ha confermato l’importanza del presidio, prospettando un’implementazione della logistica, rendendola più adeguata all’evoluzione delle esigenze operative.  Anche a Lerici, l’Ammiraglio Pettorino ha incontrato il titolare dell’Ufficio Locale Marittimo – Primo Maresciallo Apollonio Christian – con il dipendente personale militare e, in rapida successione, il sindaco del Comune – dott. Leonardo Paoletti – e alcuni rappresentanti dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia di Lerici, ringraziando per l’attenzione che dedicano alla Guardia Costiera ed il costante e fattivo supporto fornito in ogni circostanza.Ultima tappa della visita è stata riservata ai locali destinati al Welfare della Gente di Mare, dove l’Ammiraglio Pettorino, nella duplice veste di Comandante Generale e di presidente del Comitato Nazionale del Walfare, ha rimarcato la vicinanza e l’attenzione nei confronti del personale marittimo.A conclusione della giornata spezzina l’Ammiraglio Pettorino ed il Capitano di Vascello Stella hanno ricevuto in visita, presso la sede della Capitaneria, il Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti On.le Roberto Traversi al quale sono state illustrate problematiche e prospettive future dello scalo spezzino. Il signor Sottosegretario, ringraziando per l’ospitalità ricevuta, ha espresso parole di estrema soddisfazione per l’operato svolto quotidianamente dalle donne e uomini della Guardia Costiera, virtuoso esempio di professionalità ed efficienza.La visita è poi proseguita nel ponente ligure giungendo sino all’ufficio locale marittimo di Ventimiglia. In tale occasione l’Ammiraglio Pettorino ha fatto visita al porto di Ventimiglia che verrà ufficialmente inaugurato il prossimo 7 luglio. Ad accompagnare il Comandante Generale durante la visita, il capo del Compartimento marittimo di Imperia, il capo del circondario marittimo di Sanremo ed il Sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino. Nel corso della visita l’Ammiraglio Pettorino ha potuto prendere visione delle qualità della struttura portuale che ospiterà anche il personale della Capitaneria di porto locale. […]

  • Incontro degli Ufficiali con attribuzione dell’incarico di Comandante in 2^ presso il Comando Generale
    on 7 Febbraio 2020 at 12:39

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaDal 3 al 5 febbraio, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto in Roma, si è svolta una tre-giorni di incontri che ha coinvolto gli Ufficiali del Corpo che ricoprono l'incarico di Comandante in 2 a di Capitaneria di porto/Base aerea GC, attraverso un ciclo di conferenze, tenute dai Capi Reparti/Uffici del Comando Generale, sull'importanza e la delicatezza del ruolo di Comandate in 2a, principale collaboratore del Comandante, costituendo altresì una preziosa occasione di incontro e confronto fra Ufficiali superiori.Numerosi i temi trattati, tra i quali l'illustrazione delle principali direttive in campo operativo, il corretto rapporto con i mezzi di informazione, la gestione del personale, l'organizzazione dei servizi negli Uffici marittimi periferici, gli adempimenti in materia di sicurezza luoghi di lavoro.A conclusione della serie di incontri, nel pomeriggio del 5 febbraio, il Comandante generale del Corpo, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino, ha desiderato incontrare gli Ufficiali Comandanti in 2a insieme ai delegati della rappresentanza militare COBAR/COIR ed ai responsabili del Servizio amministrativo logistico (SAL) delle Direzioni marittime.«È per me un piacere» ha esordito l'Ammiraglio «essere qui quest'oggi. Voi rappresentate gli elementi centrali della nostra organizzazione. I Comandanti in 2a sono coloro che si trovano più vicino al personale, facendo da tramite con il Comandante: un ruolo essenziale, sul quale si basano gli equilibri dei Comandi territoriali».Ai responsabili SAL ha riconosciuto la competente cura della complessa macchina amministrativa «senza la quale sarebbe impossibile portare avanti i nostri impegni istituzionali». Ai delegati COBAR/COIR l'Ammiraglio ha rivolto un sincero ringraziamento «perché con il loro operato ci permettono uno scambio fruttuoso e genuino di idee e suggerimenti a vantaggio di tutti gli uomini e le donne del Corpo». […]

  • La mostra della Guardia Costiera ad Euroma2
    on 2 Febbraio 2020 at 8:52

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma Si è svolta nei due week-end scorsi, presso il centro commerciale Euroma2, la mostra della Guardia Costiera che ha visto all’interno del Centro l’esposizione di alcune foto aeree estratte dal Calendario della Guardia Costiera 2020. Scenari unici e mozzafiato che ritraggono le coste ed i mari tra i più belli d’Italia, questo il tema scelto dal Corpo delle Capitanerie di porto per il calendario dell’anno corrente.Riscoprire i paesaggi italiani attraverso il lavoro degli uomini e donne della Guardia Costiera che ogni giorno con impegno e dedizione se ne prendono cura: questo il messaggio racchiuso nella mostra che si è posta come obiettivo quello di porre l’attenzione sulle coste, contribuendo in questo modo a diffondere ai cittadini il rispetto del mare e dell’ambiente. Un evento ideato soprattutto per sensibilizzare i più giovani sull’importanza di tutelare le coste e l’ambiente marino.All’interno della mostra è stato installato, durante i week-end, uno stand dove il personale presente della Guardia Costiera ha potuto incontrare i cittadini per rispondere alle domande fornitegli e per mostrare al pubblico presente il lavoro quotidiano che il personale svolge. Gli ospiti presenti hanno inoltre potuto vivere grazie a speciali visori VR a 360° presenti nello stand, un’emozionante simulazione di un’esperienza di volo, che ha concesso loro di vedersi a bordo dell’elicottero Nemo AW139 della Guardia Costiera. Una realtà virtuale che ha permesso ai cittadini di ammirare più da vicino e con un viaggio avventuroso le ricchezze e le preziose meraviglie che si celano all’interno delle nostre coste.&nbs […]

  • UNA DELEGAZIONE DI COMMISSARI UNESCO IN VISITA ALLA DIREZIONE MARITTIMA DEL VENETO
    on 1 Febbraio 2020 at 11:09

    Data: 01/02/2020 00:00:00Categoria: AttivitàLuogo: Venezia Giovedì 30 gennaio una delegazione di commissari dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura, ha fatto visita alla Direzione Marittima di Venezia. I delegati sono stati accolti dal Direttore Marittimo Contrammiraglio (CP) Piero Pellizzari, nel corso di un significativo incontro avvenuto nella sala storica “Guarana” della Direzione marittima nella sede di San Marco.La visita rientra nell’ambito della advisory mission (missione consultiva) che la Commissione valutatrice UNESCO - composta dai rappresentanti del World Heritage Commitee, di Icomos e di Ramsar, rispettivamente Réka Viragos, Bernhard Furrer e Tobias Salathé  - sta svolgendo in questi giorni nella città lagunare, attraverso una serie di tappe nei luoghi più rappresentativi di una città da tempo riconosciuta di “eccezionale valore universale”, con l’obiettivo di valutare lo stato di conservazione e la gestione della città e della gronda lagunareNell’occasione sono stati illustrati i principali compiti attribuiti istituzionalmente al Corpo con un focus sulle attività svolte dalla Capitaneria di porto per la tutela di questo gioiello unico del patrimonio architettonico, culturale e ambientale della comunità internazionale che è la città di Venezia.Nel corso di una apprezzata presentazione L’Ammiraglio Pellizzari ha voluto riaffermare il fondamentale ruolo di garante del primario interesse della sicurezza marittima e portuale che fa capo alla Guardia Costiera, interlocutore privilegiato e sportello unico per l’intera collettività che utilizza la risorsa mare per usi civili e attività produttive.È stata altresì posta all’attenzione l’ulteriore missione istituzionale di protezione dell’ambiente marino e prevenzione dei rischi connessi alla contaminazione delle matrici ambientali specifiche con l’obiettivo di salvaguardare il contesto ambientale veneziano, pregiato sia per la ricchezza e peculiarità del patrimonio naturalistico lagunare, sia per i rilevanti interessi sociali ed economici coinvolti nell'utilizzo delle relative risors […]

  • L’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria conferisce il premio “Umanizzazione della Medicina”al Corpo
    on 27 Gennaio 2020 at 14:49

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Nei giorni scorsi, nell'ambito della Cerimonia di inaugurazione dell'Anno Accademico 2020 e del Centenario della fondazione dell'Accademia di Storia dell'Arte Sanitaria di Roma il Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera ha ricevuto il "Premio Umanizzazione della Medicina".Il prestigioso riconoscimento, assegnato ogni anno dall'Accademia di Storia dell'Arte Sanitaria a illustri personaggi del mondo medico e sanitario, è stato conferito per l'opera costante di soccorso e assistenza in mare svolta dal Corpo.La targa è stata consegnata al Contrammiraglio Sergio Liardo, Capo del Terzo Reparto "Piani e operazioni" della Guardia Costiera, nella Sala Alessandrina alla presenza di autorità politiche e religiose e di personalità del mondo scientifico e accademico. Durante l'evento è stato proiettato un video che ha consentito di mostrare agli ospiti presenti alcuni dei principali interventi di soccorso in mare della Guardia Costiera nell'anno 2019.Il Contrammiraglio, nel ricevere il riconoscimento, ha evidenziato come l'importante attestato esalti l'impegno sociale e lo spirito di abnegazione del Corpo, che vede la salvaguardia e la tutela della vita umana in mare tra i suoi principali compiti istituzionali. […]

  • Visita del Comandante Generale alla Direzione Marittima della Sicilia occidentale
    on 27 Gennaio 2020 at 12:00

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Palermo​Nei giorni scorsi, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha visitato la sede della Capitaneria di porto di Palermo accolto dal Direttore Marittimo della Sicilia occidentale, Contrammiraglio Roberto Isidori. L'Ammiraglio Pettorino ha incontrato il personale militare e civile, nonché gli equipaggi dei mezzi nautici, esprimendo il proprio compiacimento per l'attività svolta dal personale della Direzione Marittima, anche in considerazione della vastità e complessità del territorio di giurisdizione e delle dimensioni dell' area SAR che, con i suoi 98.000 Km quadrati, risulta la più estesa a livello nazionale. In occasione della visita a Palermo, il Comandante Generale ha altresì incontrato il Prefetto, Dott.ssa Antonella De Miro ed il Sindaco, Prof. Leoluca Orlando che hanno manifestato il proprio apprezzamento per l'attività svolta dalla Guardia Costiera nei settori di competenza.&nbs […]

  • Certificato il sistema di gestione della qualità della formazione del Corpo delle Capitanerie di porto
    on 24 Gennaio 2020 at 12:52

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaSi è recentemente concluso il processo di certificazione attestante la conformità del Sistema di Gestione della qualità della formazione specialistica del personale del Corpo in virtù della normativa ISO 9001:2015, che si affianca a quella recentemente ottenuta dal Comando Generale quale Stato di bandiera ai sensi del decreto legislativo 164/2011. Sono stati oggetto di certificazione i processi di pianificazione, progettazione ed attuazione dell'attività formativa svolti sia a livello centrale - direttamente dall'Ufficio Scuole e formazione del Reparto Personale - che in ambito territoriale dai Centri di formazione specialistica di Genova, Livorno e Messina. La certificazione attesta la bontà dell'approccio programmatico e sistematico dell'attività formativa volto a garantire l'efficienza delle attività erogate e la qualità delle stesse. La rilevanza del risultato raggiunto è sottolineata anche dall'importanza riconosciuta a tale certificazione dagli interlocutori internazionali con cui l'Ufficio Scuole e Formazione ed i Centri specialistici del Corpo costantemente si interfacciano (Partnership Accademy di Frontex, IALA, EMSA). […]

  • Visita al Comando Generale di Leo BRINCAT, membro della Corte dei Conti dell’Unione Europea
    on 20 Gennaio 2020 at 14:17

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Lo scorso 17 gennaio, presso la sede del Comando Generale, si è tenuto un incontro tra il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e Mister Leo BRINCAT, membro della Corte dei Conti dell'Unione Europea (III Sezione – Azioni esterne sicurezza e giustizia) e delegato della Corte degli Auditori, accompagnato dal suo Capo di Gabinetto Romuald KAYIBANDA, in visita in Italia a seguito dell'Audit con oggetto il "controllo di gestione" sulle attività dell'Agenzia Frontex nel nostro Paese.Lo scopo della visita è stato quello di avere un confronto con tutti i vertici delle Amministrazioni Italiane impegnate nelle attività di border control e coast guard, quale completamento della verifica di Audit per valutare l'ottimale utilizzo dei fondi UE da parte dall'Agenzia Frontex.Dopo i saluti del Comandante Generale, sono stati illustrati i compiti istituzionali del Corpo, sottolineando come l'ambito delle attività della Guardia Costiera riguardi la gestione degli usi civili del mare, in particolare il SAR, e come le attività di controllo delle frontiere marittime (border surveillance) siano svolte dal Corpo solo in attività di mero concorso. Durante l'incontro è stata approfondita la partecipazione del Corpo nelle attività Frontex e le tematiche di rilievo internazionale e comunitario che vedono impegnata la Guardia Costiera. &nbs […]

  • Conferimento della cittadinanza onoraria di Santa Margherita Ligure al Capitano di Corvetta Antonello Piras
    on 19 Gennaio 2020 at 10:43

    Data: 19/01/2020 00:00:00Categoria: EventiLuogo: Santa Margherita Ligure​Ieri, a Santa Margherita Ligure, nel Salone degli Stucchi di villa Durazzo, alla presenza del Sindaco Paolo Donadoni, del Direttore marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone nonché dei rappresentanti delle amministrazioni locali, si è tenuta la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Santa Margherita Ligure al Capitano di Corvetta Antonello Piras.Il riconoscimento ha trovato fondamento nell’attività di soccorso svolta in occasione della mareggiata che nell’ottobre del 2018 colpì il golfo del Tigullio e che vide protagonista il Comandate Piras e tutto il personale dell’ufficio Circondariale marittimo, di cui era al tempo Comandante. In quella occasione drammatica furono salvate le vite di sei persone.Il Comandante Piras, a cui è stata anche conferita per questo motivo nel 2019 la medaglia d’oro al merito di Marina, ha ringraziato per il privilegio ricevuto con il conferimento della cittadinanza onoraria, un gesto simbolico che corona quel forte senso di appartenenza alla comunità locale, consolidatosi nel tempo grazie alle esperienze condivise durante il periodo di comando. […]

  • Al via il Corso Pre-Comando per Tenenti di Vascello del Corpo delle Capitanerie di porto - anno 2020
    on 14 Gennaio 2020 at 14:30

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LivornoLo scorso 7 gennaio, presso l'Accademia Navale di Livorno, ha avuto inizio il corso Pre-Comando per Tenenti di Vascello in procinto di assumere l'incarico di Ufficio Circondariale Marittimo.Tale attività formativa costituisce un momento di aggiornamento professionale fondamentale nel percorso propedeutico all'assunzione del futuro incarico di Titolarità. Obiettivo del Corso sarà quello di aggiornare, uniformare ed integrare la preparazione generale e tecnico – professionale degli Ufficiali frequentatori sulle principali tematiche di interesse di un Ufficio Circondariale Marittimo, trasferendo elementi di conoscenza per la gestione del personale e dei mezzi assegnati, i rapporti con le Istituzioni locali e l'interfaccia con i media.Il saluto di inizio attività formative, in rappresentanza del Comando generale, è stato portato dal Capo Ufficio Scuole e Formazione, il Comandante Gennaro Pappacena che, nel raccomandare l'importanza del momento didattico, ha avuto modo di illustrare ai frequentatori l'intero percorso formativo che si concluderà nel mese di marzo. […]

  • Visita del Comandante Generale all'Ufficio Circondariale Marittimo di Sant'Antioco
    on 2 Gennaio 2020 at 15:22

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: Sant'AntiocoLo scorso 31 dicembre, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, insieme al Contrammiraglio Sergio Liardo, Capo del 3° Reparto – Piani e Operazioni, si è recato in Sardegna in segno di vicinanza al personale in servizio sulla costa sud occidentale dell'isola. Una visita simbolica ad uno dei presidi territoriali più lontani del Corpo, quotidianamente impegnato in attività di carattere operativo e ammimistrativo.Al suo arrivo nell'aeroporto di Decimonannu, l'Ammiraglio Pettorino, ricevuto dal Direttore Marittimo di Cagliari, il Capitano di Vascello Giuseppe Minotauro, dopo aver partecipato ad un briefing operativo inerente la situazione della M/N CDRY BLUE, incagliata a Sant'Antioco, e sulle relative operazioni di messa in sicurezza e bonifica, si è trasferito sull'isola di Sant'Antioco. Ad attenderlo il Comandante del porto il Tenente di Vascello Francesco D'Istria che lo ha accompagnato presso la sede dell'Ufficio Circondariale marittimo dove, oltre a salutare il personale dipendente, l'Ammiraglio ha incontrato il Sindaco di Sant'Antioco, On. Ignazio Locci. Successivamente il Comandante Generale si è recato in visita alla Delegazione di spiaggia di Calasetta, accolto dal comandante, il Luogotenente Gianluca Rivano e successivamente ha raggiunto Carloforte, dove ha incontrato il personale dell'Ufficio Circondariale marittimo, diretto dal Tenente di Vascello Francesco Marsili.Nel corso dei suoi incontri, il Comandante Generale ha espresso la sua personale vicinanza e il sincero apprezzamento a tutto il personale militare e civile in servizio presso gli uffici marittimi visitati, in un periodo dell'anno durante il quale, pur in un periodo di festività, non viene meno l'impegno per assolvere i diversi compiti affidati alla Guardia Costiera, in particolare a tutela della vita umana in mare e a salvaguardia dell'ambiente. Durante il viaggio di trasferimento l'Ammiraglio Pettorino ha anche sorvolato il tratto di mare che dallo scorso 21 dicembre la guardia costiera sta costantemente monitorando a seguito del sinistro occorso alla motonave CDRY BLUE, il mercantile italiano che a causa delle avverse condizioni meteomarine si è incagliato al largo delle coste sarde. L'equipaggio, composto da 12 marittimi, fu tratto in salvo grazie all'intervento di un elicottero AW139 della Guardia costiera decollato dalla base di Decimomannu. […]

  • Consegnata la certificazione di conformità del Sistema di Gestione della Qualità del Corpo
    on 24 Dicembre 2019 at 10:43

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaLo scorso 17 Dicembre, il Comandante generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha ricevuto dalle mani dell'Ing. Ugo Salerno – Amministratore Delegato del Rina Services S.p.A. – la certificazione attestante la conformità del Sistema di Gestione della Qualità del Corpo (SGQ), quale Stato di bandiera ai sensi del decreto legislativo 164/2011(trasposizione della Direttiva 2009/21/EC), alla norma armonizzata ISO 9001:2015 standard internazionale dei sistemi di qualità.Presenti all'incontro il vice Comandante generale ed i Capi del I e VI Reparto.L'Ing. Salerno si è rivolto al Comandante generale per ringraziare del graditissimo invito a Roma, esprimere il senso dell'onore per avere certificato una Organizzazione così prestigiosa – a livello nazionale, europeo ed internazionale – ed attestare l'appassionato impegno ed il forte coinvolgimento profuso da tutta l'Organizzazione nell'articolato percorso che ha condotto al raggiungimento dei risultati attesi.Il sistema di gestione del Comando generale adottato, in prima edizione, nel lontano anno 2012 è ormai alla sua terza verifica da parte di enti terzi. Esso è sviluppato e seguito dal VI Reparto – Sicurezza della navigazione -  e coinvolge l'operato dei Reparti del Comando generale che operano trasversalmente tutti i processi del Corpo per l'efficace ed efficiente erogazione, in ambito territoriale, dei seguenti servizi: certificazione del naviglio mercantile nazionale, per quanto attiene gli aspetti di safety e quelli di maritime security;emanazione della normativa nazionale sull'addestramento del personale marittimo;riconoscimento e monitoraggio dei centri di formazione del personale marittimo;emanazione delle tabelle minime di armamento delle navi nazionali. La verifica è terminata nel Luglio del corrente anno con la delibera positiva da parte del RINA che ha validato un ciclo di verifiche presso il VI Reparto ed 8 capitanerie di Porto. […]

  • Il Comandante Generale augura buone feste al personale militare e civile
    on 23 Dicembre 2019 at 16:07

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato per l'occasione dal Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile,  ha incontrato nei giorni scorsi gli ex Comandanti e Vice Comandanti Generali, i Capi Reparto, i Capi Ufficio, il Capo Dipartimento per i trasporti la navigazione gli affari generali e il personale dott.ssa Speranzina De Matteo, il Direttore Generale per i sistemi informativi e statistici ing. Mario Nobile e il Direttore Generale per la vigilanza sulle autorità portuali le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne arch. Mauro Coletta, nonché una rappresentanza del personale militare e civile impiegato presso la sede del Comando Generale e degli Enti Centrali, per rivolgere a tutti un saluto di augurio in occasione delle prossime festività.L'evento, che si è svolto presso la sala cinema del Comando Generale, si è aperto con la celebrazione di una Santa Messa presieduta dal cappellano militare don Rino De Paola.Al termine della santa messa, il Comandante Generale ha rivolto un saluto benaugurale all'ammiraglio Luigi Romani, decano degli ex Comandanti Generali, che per sopravvenuti motivi personali non ha potuto partecipare all'evento. In un breve video-messaggio, l'ammiraglio Romani ha ringraziato per i segni di affetto e vicinanza ricevuti in questi giorni e ha colto l'occasione per estendere a tutti i membri del Corpo sinceri auguri di buon Natale.È stata l'occasione anche per il conferimento di 23 onorificenze sia al personale in servizio che a quello in congedo. Tra gli altri sono stati chiamati a ricevere un encomio solenne per meriti sportivi, il Sottotenente di Vascello (CP) Elisa Mammi - pluricampionessa di nuoto pinnato - e il Sottocapo Matteo Signani - campione d'Europa dei pesi medi (E.B.U.): il momento delle loro vittorie, ripercorso tramite le immagini di due brevi video, ha suscitano in tutti i presenti sentimenti di entusiasmo.Successivamente è stato mostrato il video con i protagonisti e i luoghi del Calendario 2020 della Guardia Costiera. Nel presentarlo ai convenuti, il Comandante Generale ha ricordato la presentazione ufficiale avvenuta lo scorso 21 novembre nella splendida cornice di Castel dell'Ovo a Napoli, alla presenza della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Paola De Micheli. Un calendario - ha sottolineato l'ammiraglio Pettorino - che vuole evidenziare tutto il nostro impegno anche in sostegno dell'ambiente.L'evento si è quindi concluso con la proiezione in anteprima del video di Buone Feste della Guardia Costiera, a seguito del quale il Comandante Generale ha rinnovato gli auguri a tutti i convenuti, estendendoli - altresì - agli 11.000 uomini e donne della Guardia Costiera impiegati presso i Comandi Territoriali, ed esprimendo loro la sua personale vicinanza in un periodo dell'anno durante il quale, pur condividendo la gioia delle festività, non viene mai meno l'impegno operativo per assolvere ai diversi e molteplici compiti ai quali il Corpo è chiamato. […]

  • Visita della Ministra delle Infrastrutture e dei trasporti On.Paola De Micheli e del Viceministro On.Giancarlo Cancelleri al Comando Generale
    on 23 Dicembre 2019 at 15:48

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Oggi, in occasione delle festività natalizie, la Ministra delle Infrastrutture e dei trasporti On. Paola De Micheli ha incontrato il personale civile del MIT e quello militare della Guardia Costiera presso la sede del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti di viale dell'Arte.La Ministra è stata accolta dal Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, dal Dott. Enrico Finocchi, Direttore generale del personale e degli affari generali, dall' Ing. Mario Nobile, Direttore Generale per i sistemi informativi e statistici e dall'Arch. Mauro Coletta, Direttore Generale per la vigilanza sulle autorità portuali le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne.Nel corso dell'incontro il Comandante Generale ha mostrato alla Ministra le immagini che hanno visto protagonista la Guardia Costiera in due distinte operazioni di salvataggio, rispettivamente nel soccorso operato dall'elicottero Nemo nella giornata di ieri a sant'Antioco a favore dei 12 membri dell'equipaggio della motonave CDRY BLUE ed il salvataggio di una bambina effettuato dal Rescue Swimmer della Guardia Costiera a Lampedusa durante il naufragio avvenuto il 23 novembre scorso. "Guardo commossa, incredula ed estasiata le vostre immagini, sono qua oltre che per porgere i miei auguri di Natale a voi, anche perché vorrei che sentiste vicino il Governo e lo Stato, vorrei che vi rendeste conto dell'ammirazione che tutti gli italiani hanno verso di voi quando vedono quello che fate". La giornata si era aperta con il saluto del Viceministro On. Giancarlo Cancelleri: "ho voluto essere qui con voi per avere il piacere e l'onore di augurare a tutti voi buone festività natalizie, uomini e donne capaci di rendere orgogliosi noi italiani per il vostro professionale e quotidiano impegno per la salvaguardia della vita umana in mare a favore di tutto il territorio nazionale. Vi incontro spesso nelle mie visite istituzionali sul territorio e posso osservare con orgoglio quanta umiltà, professionalità passione ed impegno accomunino l'intero equipaggio della Guardia Costiera".&nbs […]

  • A Noumea la 70esima Sessione del Consiglio della IALA
    on 23 Dicembre 2019 at 12:03

    Categoria: Attività, EventiLuogo: NoumeaSi è svolta a Noumea, Nuova Caledonia, dal 9 - 13 dicembre 2019 la 70esima Sessione del Consiglio della IALA di Parigi (International Association of Lighthouse Authorities and Aids to Navigation). Lo scopo di questa Associazione internazionale è quello di promuovere la sicurezza della navigazione marittima e l'economico ed efficiente movimento delle navi attraverso il miglioramento e l'armonizzazione dei servizi internazionali di ausilio alla navigazione a beneficio della Comunità marittima e della protezione dell'ambiente. Il Corpo, da lungo tempo membro nazionale dell'Associazione, è presente nel Consiglio a seguito dell'elezione dell'Ammiraglio Piero Pellizzari avvenuta a Incheon nel 2018 unitamente agli altri 20 membri nazionali del consesso in carica per quattro anni. Inoltre diversi Ufficiali del Corpo partecipano ai lavori dei Comitati dell'Associazioni nelle materie di diretto interesse. Come d'uso anche nel corso di questa sessione del Consiglio sono state presentate dai Membri le rispettive situazioni nazionali in ordine allo stato dei sistemi, alle innovazioni introdotte ed ai programmi di sviluppo. Sono state inoltre definitivamente approvate alcune Linee guida, Raccomandazioni e Standard di rilevante interesse, di prossima immediata pubblicazione.L'Associazione, ormai centrale nella standardizzazione dei dati - dei sistemi e dei processi di digitalizzazione, ha iniziato nel 2014 un percorso di trasformazione in Organizzazione Intergovernativa, a similitudine dell'IMO (International Maritime Organization). In virtù dei positivi riscontri internazionali consolidatisi nel corso di tre Pre Conferenze internazionali preparatorie, è stata convocata nel prossimo febbraio a Kuala Lumpur una Conferenza internazionale che avrá l'obbiettivo di giungere all'adozione del testo definitivo della Convenzione istitutiva della nuova Organizzazione Intergovernativa a cui successivamente seguirà la firma della Convenzione a Parigi e la ratifica da parte dei singoli Stati. […]

  • A Civitavecchia l’operazione complessa “Mercato Globale” della Guardia Costiera
    on 20 Dicembre 2019 at 15:06

    Categoria: AttivitàLuogo: Civitavecchia​Quest'oggi nel porto di Civitavecchia, alla presenza della Ministra delle Politiche agricole alimentari e forestali, Senatrice Teresa Bellanova, e del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, sono stati presentati alla stampa i risultati di un'intensa attività di prevenzione e controllo condotta dalla Guardia Costiera su tutto il territorio nazionale.Presenti alla conferenza stampa, anche il Capo Dipartimento PQAI (promozione della qualità agroalimentare, dell'ippica e della pesca) Francesco Saverio Abate, il Direttore Generale della pesca e dell'acquacoltura Riccardo Rigillo ed il Direttore Marittimo del Lazio, Capitano di Vascello Vincenzo Leone.L'operazione complessa "Mercato Globale" - partita a fine novembre e tuttora in corso - vede impegnati oltre 5mila uomini e donne della Guardia Costiera in una serie di controlli lungo l'intera filiera ittica, dal mare agli esercizi commerciali, fino alla tavola dei consumatori.Nel periodo in cui è massima la commercializzazione di prodotti originati dall'attività di pesca e a completamento delle molte attività condotte dai militari del Corpo delle Capitanerie di porto durante tutto l'arco dell'anno, l'operazione garantisce che sulle tavole degli italiani non arrivino prodotti inidonei al consumo e pertanto potenzialmente pericolosi per la salute umana.Con un'azione coordinata di tutti i Comandi Territoriali e con l'impiego congiunto di mezzi aeronavali, tra i quali anche Nave Gregoretti CP920 - un'unità alturiera specializzata nel controllo dell'attività di pesca -, ad oggi sono state compiute oltre 13mila verifiche, sequestrate circa 80 tonnellate di prodotto ittico non conforme, effettuati oltre 600 sequestri (di cui 355 attrezzi da pesca), ed elevate sanzioni per un importo superiore a 1,3 milioni di euro. Gli accertamenti sulla filiera ittica, oltre che in mare, sono stati condotti presso i grossisti (330 verifiche), presso la grande distribuzione (574 verifiche), come pure sui piccoli esercizi commerciali (4.454 verifiche a ristoranti, pescherie, mercati ittici).Questi gli obiettivi prefissati dall'attività posta in essere: verificare la correttezza delle attività commerciali che operano all'ingrosso e al dettaglio, al fine di tutelare il prodotto ittico nazionale (Made in Italy);tutelare il consumatore finale verificando che il prodotto ittico sia conforme ai requisiti di legge per quanto attiene alla tracciabilità e all'etichettatura, in contrasto al fenomeno della contraffazione delle etichette; garantire l'osservanza delle leggi sulla pesca, nell'intento di favorire un'attività di cattura ecosostenibile, nel rispetto degli stock ittici e dell'ecosistema marino e costiero.Se ai risultati sopra evidenziati, inoltre, si sommano anche quelli riferiti a tutto il 2019, i livelli si attestano ad oltre 110mila verifiche, con ispezioni approfondite sia in mare che lungo la filiera commerciale, con l'elevazione di circa 6mila sanzioni tra amministrative e penali, per un importo complessivo di oltre 10milioni di euro e il sequestro di oltre 500 tonnellate di prodotto ittico proveniente, per un terzo, da piattaforme logistiche e centri all'ingrosso che commerciano principalmente prodotto non nazionale. Tali risultati rappresentano lo sforzo profuso in tutto l'anno nell'assolvimento della funzione di controllo del settore della pesca, affidato al Corpo dal competente Dicastero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.«Con questa operazione» ha dichiarato nel suo intervento il Comandante Generale del Corpo, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino «abbiamo confermato il nostro impegno nel campo dei controlli della filiera ittica, fornendo una risposta concreta alle aspettative e alle necessità di tutela dei nostri cittadini».Prendendo la parola, la Ministra Bellanova ha voluto ringraziare la Guardia Costiera per l'encomiabile lavoro di controllo e prevenzione svolto a tutela dei consumatori finali e del made in Italy. «La Guardia Costiera», ha puntualizzato la Ministra «svolge un'azione preziosissima, assicurando - col suo operato - non solo la genuinità del pescato che arriva sulle nostre tavole, ma anche la piena sostenibilità dell'attività di pesca nei nostri mari». […]

  • A Lampedusa la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Paola De Micheli, incontra gli equipaggi della Guardia Costiera
    on 20 Dicembre 2019 at 15:06

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LampedusaIeri, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Onorevole Paola De Micheli, si è recata in visita presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Lampedusa. Ad accompagnarla, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. La Ministra dopo aver incontrato il Sindaco dell'isola, Salvatore Martello, si è recata presso la sede della Guardia Costiera , dove ha incontrato il personale dell'Ufficio Circondariale Marittimo insieme agli equipaggi delle unità navali.L'On. De Micheli dopo aver formulato gli auguri per le prossime festività natalizie, rivolgendosi agli uomini e donne schierati, ha voluto sottolineare l'altezza morale di chi ha scelto questa professione, che rappresenta una vera e propria missione al servizio della collettività.  La sua presenza ha voluto testimoniare la gratitudine e l'ammirazione che i cittadini provano verso l'operato della Guardia Costiera. Con l'occasione, ha incontrato i Comandanti delle motovedette e i soccorritori marittimi che, durante l'operazione di soccorso avvenuta al largo dell'isola il 23 novembre scorso, hanno tratto in salvo 149 persone che stavano annegando a causa del ribaltamento di un barcone. […]