Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • Il ricordo dell’Ammiraglio Pollastrini in un quadro donato al Comando Generale
    on 20 luglio 2018 at 13:39

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Lo scorso 18 luglio, il Comando Generale ha ricevuto il dono di un quadro raffigurante l'Ammiraglio Ispettore Capo Raimondo Pollastrini, uomo di profondo valore, scomparso prematuramente il 15 agosto del 2013, dopo una lunga e onorata carriera che lo ha visto Comandante Generale del Corpo dal 5 luglio 2007 al 18 giugno 2010.Il quadro, realizzato dal noto artista livornese Marc Sardelli, è stato donato dalle Corporazioni piloti dei porti di Genova e Livorno, dove l'Ammiraglio ha prestato servizio per lunghi anni, lasciando un ricordo indelebile nella memoria di quanti lo hanno conosciuto e hanno avuto l'onore di lavorare con lui.Il quadro di Pollastrini è stato affisso nella sala che porta il suo nome, alla presenza della moglie, la signora Maria Gloria Giani, e del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera Ammiraglio Giovanni Pettorino.Uomo di straordinaria sensibilità e umanità, l'Ammiraglio Pollastrini viene ricordato anche per il prezioso contribuito accademico, come autore di libri di testo nell'ambito del diritto marittimo e di articoli pubblicati tra le pagine di importanti periodici di settore, e per aver ricoperto, inoltre, l'incarico di professore universitario a contratto presso alcuni dei più prestigiosi atenei italiani.Significativa la presenza dell'Ammiraglio Pettorino, il quale è stato Assistente di Pollastrini per tutto il periodo in cui il compianto Ammiraglio ha ricoperto l'incarico di vertice del Corpo. […]

  • La Guardia Costiera festeggia il 153° anniversario
    on 19 luglio 2018 at 7:34

    Categoria: EventiLuogo: RomaIn data odierna, il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ha celebrato il 153° anniversario della sua istituzione, avvenuta il 20 luglio 1865 con la firma da parte del re Vittorio Emanuele II del Decreto 2438 istitutivo del Corpo delle Capitanerie di Porto, frutto della fusione dei preesistenti Corpi di Stato Maggiore dei Porti e dei Consoli di Marina.Alla cerimonia, che per la seconda volta nella storia si è tenuta presso la sede del Comando Generale a Roma, erano presenti, oltre al Comandate Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, il Presidente della Camera dei Deputati, Onorevole Roberto Fico, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Senatore Danilo Toninelli, il Ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, il Ministro delle Politiche Agricole, Senatore Gian Marco Centinaio, il Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Valter Girardelli e un'ampia platea di Autorità militari, politiche e religiose. A rendere gli onori alle Autorità, la Compagnia d'Onore del Corpo delle Capitanerie di porto, una rappresentanza dei corpi specialistici e la Banda Musicale della Marina Militare.Dopo l'esecuzione dell'inno della Guardia Costiera "Angeli del Mare", sono intervenuti l'Ammiraglio Pettorino, che ha sottolineato come l'evento di oggi sia "un compleanno da celebrare per quanto il Corpo ha fatto nel suo lungo passato e ha in animo di fare nel prossimo futuro", l'Ammiraglio Girardelli, che ha portato il proprio saluto "a tutti gli uomini e donne, militari e civili, del Corpo delle Capitanerie di porto, soprattutto a quelli impegnati in questo momento a bordo dei mezzi navali e aerei, al Comando Generale e nei Comandi territoriali, al servizio e per il bene della comunità", e il Ministro Toninelli, che ha concluso con un caloroso ringraziamento: "Un grazie di cuore per la tutela del nostro mare e delle nostre coste. Ma anche per la grande professionalità e umanità al servizio della vita degli altri". La cerimonia si è conclusa con la consegna di 3 medaglie al valore di Marina, due d'argento e una d'oro, a militari del Corpo, che, dimostrando professionalità e perizia marinaresca in diversi scenari operativi, hanno salvato la vita di numerose persone, mettendo a rischio la propria incolumità.Link per visualizzare l'intera cerimonia.&nbs […]

  • Pescasub Illegale: Agonista Fermato in Zona A in Parco, Rischia la Radiazione
    by Redazione Apnea Magazine on 18 luglio 2018 at 17:40

    È di ieri la notizia che un “campione di pesca in apnea” è stato fermato all’interno del perimetro del Parco... Apnea Magazin […]

  • Sardegna: a Decimomannu potenziato il servizio di Ricerca e Soccorso
    on 17 luglio 2018 at 12:06

    Categoria: Attività, EventiLuogo: DecimomannuCostituita presso l'aeroporto militare di Decimomannu (Ca) la 4ª Sezione Elicotteri del Corpo delle Capitanerie di Corpo - Guardia Costiera che opererà nel campo della ricerca e soccorso in sinergia con l'80° Centro C\SAR del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare. Con l'arrivo questa mattina di 1 elicottero AW139 sull'aeroporto militare di Decimomannu (Ca), sede del Reparto Sperimentale e di Standardizzazione al Tiro Aereo dell'Aeronautica Militare, è iniziata ufficialmente l'attività operativa della 4ª Sezione Elicotteri del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.La nuova componente aerea della Guardia Costiera opererà in Sardegna con mezzi, equipaggi e personale tecnico per lo svolgimento delle proprie attività istituzionali quali la ricerca e soccorso in mare (SAR), il servizio di vigilanza delle attività di pesca e delle risorse biologiche, la tutela dell'ambiente marino e della costa, concorrendo a potenziare il servizio di allarme già attivo presso l'80° Centro Combat/Search and Rescue del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare, operante a Decimomannu dal 1961. Tutto il supporto tecnico-logistico sull'aeroporto militare verrà garantito dal personale del Re.S.S.T.A. dell'Aeronautica Militare.La costituzione della neo Sezione Elicotteri sull'aeroporto militare sardo è un esempio tangibile di modello virtuoso attuato per realizzare sinergie tra Amministrazioni che permettono così, oltre che ad elevare il livello di interoperabilità tra le varie componenti, di generare economie e di ottimizzare le risorse a disposizione mettendo a sistema e al servizio della collettività competenza, standardizzazione, economie di scala ed efficienza del servizio in un'ottica interforze e inter-agenzia.L'80° Centro è uno dei reparti del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare che garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all'anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà. Inoltre concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato circa 7.300 persone in pericolo di vita.L' Aeroporto di Decimomannu, sede del Reparto Sperimentale e di Standardizzazione Tiro Aereo (R.S.S.T.A.) è un Reparto di addestramento che ha il compito di assicurare il supporto a tutti i reparti di volo dell'Aeronautica Militare. La Base è ubicata in Sardegna a circa 20 km dalla città di Cagliari e, grazie alle favorevoli condizioni climatiche, alla disponibilità di ampi spazi aerei, nonché alla presenza di importanti infrastrutture logistiche, è annoverata come luogo ideale per l'addestramento aereo. Il R.S.S.T.A. garantisce, inoltre, importanti servizi di cui beneficia anche la collettività locale: il servizio meteo di osservazione e previsione, il controllo di avvicinamento radar del traffico aereo civile e militare operante nell'area centro-sud della Sardegna e la ricerca e soccorso assicurata dall' 80° Centro "Combat Search and Rescue" equipaggiato con elicotteri HH -212.Il Corpo delle Capitanerie di Corpo - Guardia Costiera, cui compete il coordinamento delle attività di ricerca e soccorso in mare (SAR), già dotato di 3 Nuclei Aerei a Sarzana, Catania e Pescara, potrà così garantire un servizio di allarme h24 di ricerca e soccorso in mare (SAR) più rapido ed efficace anche nella vasta area di mare di competenza che circonda l'isola. La sinergia tra le due Amministrazioni discende da un accordo firmato il 7 febbraio, che prevede, oltre alla messa a disposizione della base dell'Aeronautica Militare di Decimomannu per il rischieramento permanente dei mezzi aerei della Guardia Costiera, anche l'erogazione da parte della Forza Armata dell'aria di corsi di specializzazione, abilitazione, qualificazione, addestramento e formazione a favore del personale del Corpo, il quale, in cambio, mette a disposizione un elicottero AW 139 per 300 ore annue per fini addestrativi. L'accordo, quindi, si configura come esempio virtuoso dell'integrazione interforze/interagenzia, finalizzato alla riduzione dei costi e a garantire una maggiore efficacia nell'espletamento dei compiti istituzionali. […]

  • Il Comandante Generale della Guardia Costiera visita la penisola sorrentina
    on 17 luglio 2018 at 10:50

    Categoria: Attività, EventiLuogo: SorrentoLo scorso fine settimana il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino - accompagnato dal Direttore Marittimo della Campania, Contrammiraglio Arturo Faraone, e dal Comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, Capitano di Fregata Guglielmo Cassone - ha fatto visita agli Uffici Locali Marittimi di Sorrento, Piano di Sorrento, Vico Equense e Massa Lubrense.In particolare l'Ammiraglio, nella giornata di venerdì, ha visitato l'Ufficio Locale Marittimo di Sorrento dove, accolto anche dal Sindaco di Sorrento, Dott. Giuseppe Cuomo, si è intrattenuto con il personale militare al quale ha manifestato la propria vicinanza e la stima per le attività svolte a tutela della vita umana in mare e a salvaguardia dell'ambiente. La visita è stata anche l'occasione per apprezzare l'impegno ed i risultati conseguiti nel contrasto alle varie tipologie di illeciti a danno dell'ecosistema marino.Successivamente, nella giornata di sabato, l'Ammiraglio Pettorino ha visitato l'Ufficio Locale Marittimo di Massa Lubrense e l'Area Marina Protetta di Punta Campanella; ad accoglierlo anche i vertici dello stesso Parco Marino, il Presidente Michele Giustiniani e il Direttore Antonino Miccio, assieme al Sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli.Nella giornata di domenica infine, sono stati visitati gli Uffici dipendenti di Piano di Sorrento e di Vico Equense; anche in questo caso il Comandante Generale ha espresso sentimenti di vicinanza e ringraziamento ai militari presenti, incontrando anche i rispettivi "primi cittadini". […]

  • Redentore 2018: il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ospite della motovedetta CP 292 della Guardia Costiera
    on 17 luglio 2018 at 6:51

    Data: 16/07/2018 00:00:00Categoria: AttivitàLuogo: Venezia​Lo scorso fine settimana si è svolta a Venezia la tradizionale Festa del Redentore. Durante l'evento il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati è stata ospite a bordo della Motovedetta CP292 della Guardia Costiera, ormeggiata in Bacino San Marco presso San Zaccaria e configurata come centro operativo di coordinamento dell'imponente dispositivo di sicurezza appositamente costituito per vigilare sull'intero svolgimento della manifestazione. Alla Senatrice, accompagnata dal Sindaco di Venezia e dal Direttore Marittimo del Veneto, Contrammiraglio Piero Pellizzari, sono stati illustrati i sofisticati sistemi tecnici di controllo, telecomunicazione e trasmissione di dati dell'unità navale, impiegata come piattaforma di comando polifunzionale, in grado di gestire operazioni complesse e che ha permesso alla Guardia Costiera di assicurare i primari compiti di polizia marittima e sicurezza della navigazione e gestire con tempestività ogni eventuale intervento per la salvaguardia della vita umana durante l'evento. Il Presidente del Senato ha portato infine un saluto all'intero equipaggio delle unità navali, al personale della Guardia Costiera di Venezia e ai rappresentanti delle varie Forze di Polizia e di soccorso integrate nel dispositivo di sicurezza. Nonostante un momentaneo peggioramento delle condizioni meteo prima dell'inizio dei fuochi pirotecnici, l'afflusso ed il successivo deflusso delle centinaia di imbarcazioni presenti si è svolto regolarmente senza alcuna criticità. […]

  • Divieto d’Uso Aquascooter nella Pescasub: Facciamo Chiarezza
    by Redazione Apnea Magazine on 17 luglio 2018 at 5:23

    Cosa c'è dietro il presunto divieto d'uso degli acquascooter nella pescasub, recentemente diffuso in Puglia? Apnea Magazin […]

  • Compensazione: Attenzione agli Spray Decongestionanti Nasali
    by Redazione Apnea Magazine on 15 luglio 2018 at 13:14

    Vasocostrittori nasali e apnea non vanno d'accordo per i troppi effetti secondari, meglio sarebbe rivolgersi a prodotti... Apnea Magazin […]

  • FEAMP 2014-2020, tavola rotonda a Napoli sui temi della pesca marittima
    on 13 luglio 2018 at 13:59

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Napoli​Si è conclusa oggi, a Napoli, la tavola rotonda dedicata al settore della pesca svolta nell'ambito del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP 2014-2020) e realizzata attraverso lo scambio di esperienze tra la Direzione Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e il personale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera destinato alle attività di vigilanza e controllo.L'incontro si è aperto ieri con il saluto del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e del Direttore Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Dott. Riccardo Rigillo.L'evento è proseguito nella giornata odierna con approfondimenti e confronti in materia di pesca tra il personale della Direzione Generale e quello della Guardia Costiera, impiegato presso il Centro di Controllo Nazionale Pesca (CCNP) e i 15 Centri di Controllo Area Pesca (CCAP) dislocati presso i Comandi regionali.Il Direttore Generale Rigillo ha evidenziato, nel suo intervento, la grande utilità di questo momento di confronto sulle tematiche di interesse generale nel settore della pesca. Il Comandante Generale ha sottolineato l'importanza del dialogo costante con la Direzione Generale, in linea con la dipendenza funzionale del Corpo dal suddetto Ministero, in un settore strategico per il nostro Paese, caratterizzato da una flotta peschereccia tra le più numerose del Mediterraneo.Nel corso dell'evento sono stati presentati anche gli esiti delle operazioni condotte da Nave Bruno Gregoretti (CP920) - Supply Vessel della Guardia Costiera di base a Napoli e specializzata nell'attività di vigilanza pesca. Tra queste, quella avvenuta nella notte tra l'11 ed il 12 luglio, svolta nell'ambito dei controlli a tutela del patrimonio ambientale e delle risorse ittiche.Nave Gregoretti, nel corso dell'attività di pattugliamento nel Mar Tirreno meridionale, ha individuato e sanzionato, al largo di Maratea, un peschereccio che aveva, sia in mare che a bordo, reti da posta derivanti illegali per un totale di quasi 11.000 mt, poste successivamente sotto sequestro. Una tipologia di rete vietata dalla normativa, in quanto strumento di pesca non selettivo che costituisce un vero e proprio muro galleggiante, determinando la cattura anche di specie protette, come delfini e tartarughe, che rimangono spesso impigliate in tali attrezzi di pesca illegali.L'operazione, condotta la scorsa notte, segue le intense attività che hanno impegnato Nave Gregoretti nel periodo tra il 29 maggio e il 30 giugno 2018 nell'ambito del piano di ispezione congiunta JDP (Joint Deployment Plan), previsto dall'Agenzia Comunitaria per il controllo della pesca EFCA (European Fisheries Control Agency) con sede a Vigo (Spagna). Il piano di attività ha visto impegnati gli Stati dell'Unione, che si affacciano sul Mediterraneo, nello svolgimento di controlli mirati alla tutela del tonno rosso e del pesce spada, effettuati da propri ispettori specializzati.Le attività operative si sono svolte nel basso Tirreno, congiuntamente a quelle sul contrasto all'utilizzo di strumenti da pesca irregolari. Durante tutto il periodo sono state ispezionate 48 unità per un totale di 218 controlli comprensivi di documenti, catture ed attrezzi nonché ispezioni alle catture di tonno rosso vivo trasferito sulle gabbie rimorchiate. Le attività ispettive hanno portato all'elevazione di sanzioni amministrative per un totale di 60.992,66 €, al sequestro di circa 30.000 mt di reti da posta (ai quali si aggiungono gli 11.000 sequestrati la scorsa notte) derivanti illegali e di 309 kg di pescato, proveniente da catture illegali.I primi sei mesi dell'anno sono stati un periodo molto inteso per la Guardia Costiera sul fronte della lotta alla pesca illegale ed al contrasto della commercializzazione di prodotto ittico non tracciato e di dubbia provenienza. Il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ha operato e coordinato un numero di attività lungo tutto il territorio nazionale che hanno portato ad elevare 2.268 sanzioni amministrative e 206 illeciti penali per un importo complessivo che supera i 5.200.000 €  di sanzioni pecuniarie ed il sequestro di oltre 135.000 kg. di prodotto ittico, pescato o commercializzato in contrasto con le vigenti norme europee e nazionali.Tale attività fa parte della strategia della Guardia Costiera a tutela del patrimonio ittico, dell'ecosistema marino, delle aziende di pesca che operano nella legalità e dei consumatori finali. […]

  • Il Comandante Generale incontra il Presidente della 13^ Commissione Territorio e Ambiente
    on 11 luglio 2018 at 17:03

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Oggi, 11 luglio, Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha incontrato a Palazzo Madama, la Senatrice Vilma Moronese, Presidente della 13^ Commissione Territorio e Ambiente.Durante l'incontro il Comandante Generale ha illustrato, alla Senatrice Moronese, la struttura, le dotazioni e le funzioni esercitate dal Corpo, con specifico riferimento alla vigilanza e alla tutela dell'ecosistema marino. Particolare attenzione è stata posta all'evoluzione della normativa in materia ambientale - dalla legge sulla difesa del mare al decreto ambientale - e come questa abbia influito sull'organizzazione e sulle attività svolte dal Corpo lungo le coste e nelle acque di giurisdizione.Al termine della visita la Presidente Moronese ha espresso apprezzamento per il Corpo e per le attività che esso svolge in materia di tutela dell'ecosistema marino, auspicando che l'incontro odierno costituisca la base per un sempre più frequente scambio di informazioni fra il Comando Generale e la  Commissione Ambiente, allo scopo di coadiuvare la stessa nell'esercizio della funzione legislativa in maniera efficiente e proficua, grazie anche alle informazioni ricevute dagli operatori del settore, in stretta collaborazione con il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. […]

  • Pescasub e Selfie: Una Moda, a volte, Inutilmente Pericolosa
    by Redazione Apnea Magazine on 9 luglio 2018 at 14:52

    L'actioncam ha finito anche per mostrare comportamenti inutilmente pericolosi su cui, specie i meno esperti, dovrebbero... Apnea Magazin […]

  • Il Direttore Generale per la vigilanza sulle Autorità portuali visita la Direzione Marittima di Napoli
    on 9 luglio 2018 at 14:14

    Data: 09/07/2018 00:00:00Categoria: EventiLuogo: NapoliNella giornata di ieri, il personale della Direzione Marittima della Campania ha ricevuto la visita del dott. Mauro Coletta, Direttore Generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, accompagnato da una delegazione di dirigenti composta dal dott. Domenico Impagliazzo, dott.ssa Emanuela Varone, dott.ssa Stefania Moltoni, dott.ssa Livia Contarini e dal dott. Eugenio Minici.Dopo la firma del Libro d'onore e la consegna del crest, la delegazione Ministeriale ha assistito ad una presentazione incentrata sulle principali attività istituzionali svolte dalla Capitaneria di porto e sulle peculiarità della realtà partenopea.Particolare attenzione è stata dedicata al servizio Gente di Mare con riferimento al comparto personale Marittimo, ed al Servizio Sicurezza della navigazione. Al termine della visita il Direttore Generale, ha proposto l'apertura di un tavolo tecnico-operativo quale laboratorio di analisi delle connesse tematiche istituzionali aventi risvolti sull'intero territorio nazionale, in accordo con il Direttore Marittimo. […]

  • Il Comandante Generale interviene nella tappa ischitana di “Mediterraneo da remare”
    on 8 luglio 2018 at 14:18

    Categoria: EventiLuogo: ForioIn data odierna, domenica 8 luglio, nel Comune di Forio dell'Isola di Ischia, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, è intervenuto durante la conferenza di "Mediterraneo da remare", campagna nazionale promossa dalla fondazione "UniVerde" e dall'associazione ambientalista "Marevivo" per la sensibilizzazione sulla tutela del Mar Mediterraneo. Nel corso del suo intervento, l'Ammiraglio Pettorino ha sottolineato l'importanza di ogni iniziativa volta a migliorare l'ecosistema del Mar Mediterraneo, ricordando che è attraversato ogni giorno dal 20% del traffico mondiale di navi mercantili, per poi concludere che "fare del male al mare significa far del male a noi stessi".All'evento, sono intervenuti anche il Sindaco di Forio, Dott. Francesco Del Deo, che ha aperto la giornata con il proprio saluto di benvenuto, Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, il Direttore dell'Area Marina Protetta Regno di Nettuno, Antonino Miccio, il Responsabile Delegazione Marevivo Campania, Carmine Esposito, e il Funzionario della Soprintendenza per l'Area Metropolitana di Napoli, Paola Bovier. Nel corso della recente tappa romana di lancio della campagna "Mediterraneo da Remare", è stato firmato un protocollo d'intesa tra il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e l'Associazione Marevivo, finalizzato all'adozione di programmi e iniziative volte a favorire la ricerca scientifica in ambito marino, a realizzare specifiche attività di educazione ambientale, soprattutto nelle scuole, e a promuovere ogni iniziativa culturale ed educativa sul tema della sostenibilità, tutela, valorizzazione ambientale e difesa del mare e delle sue risorse. […]

  • Provati per Te: Sigalsub Nemesis 104, Potenza e Innovazione
    by Redazione Apnea Magazine on 7 luglio 2018 at 17:54

    Il Nemesis, è la prova che un occhio critico può analizzare e riprogettare un concetto acquisito, mutandolo in... Apnea Magazin […]

  • Il Comandante Generale visita i Comandi territoriali della Guardia Costiera di Ischia
    on 7 luglio 2018 at 14:16

    Categoria: EventiLuogo: Ischia​Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Direttore marittimo della Campania, Contrammiraglio Arturo Faraone e dal Comandante del porto di Ischia, Tenente di Vascello Alessio De Angelis, si è recato oggi presso i Comandi territoriali di Casamicciola, Forio e Sant'Angelo, dove, accolto dai Sindaci delle tre località, dottor Giovanni Battista Castagna, dottor Francesco Del Deo e Ingegner Rosario Caruso, ha incontrato il personale militare dipendente per esprimere sentimenti di vicinanza per quanto fanno nel loro quotidiano servizio sul territorio a garanzia e salvaguardia della vita umana in mare, della sicurezza della navigazione e della tutela ambientale esortandoli a proseguire con entusiasmo e dedizione nell'esercizio della professione nell'interesse dell'intera collettività. […]

  • Il Comandante Generale in visita alla sede della Guardia Costiera di Capri
    on 6 luglio 2018 at 16:21

    Categoria: EventiLuogo: CapriIn data odierna, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato da personale della Direzione Marittima di Napoli, ha fatto vista all'Ufficio Circondariale Marittimo di Capri. Accolto dal Comandante del porto, Tenente di Vascello Daniele Praticò, l'Ammiraglio Pettorino si è intrattenuto con il personale militare dell'Ufficio al quale ha manifestato la propria vicinanza e l'apprezzamento per le attività svolte in favore della collettività, in particolare per garantire la salvaguardia dell'ambiente e della vita umana in mare, ricevendo in dono il crest di Circomare Capri. Nel corso della giornata il Comandante Generale si è recato anche presso la Casa Comunale, per incontrare il Sindaco di Capri, Ing.Giovanni De Martino e il Vice Sindaco del Comune di Anacapri Pasquale Mazzarella.Successivamente l'Ammiraglio Pettorino ha raggiunto il porto Turistico di Capri per incontrare il Direttore del Porto turistico di Capri e una rappresentanza dello Yatch Club Capri.La visita del Comandante Generale proseguirà nella giornata di domani presso Ischia, dove incontrerà il personale della Guardia Costiera in servizio sull'isola. […]

  • Visita del Presidente della Corte Militare d’Appello
    on 5 luglio 2018 at 14:34

    Categoria: EventiLuogo: RomaIeri, mercoledì 4 luglio, il Presidente della Corte Militare d'Appello, dott. Giuseppe Mazzi, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. Dopo la firma del Libro d'onore e la tradizionale consegna del crest, l'Ammiraglio Pettorino ha illustrato all'ospite le principali linee di azione del Corpo in favore della collettività, a tutela degli interessi civili e produttivi del mare e dei porti.La visita è proseguita presso la Centrale Operativa del Comando Generale, Centro nazionale di Coordinamento dei soccorsi in mare, il cui funzionamento è stato descritto dal Capo 3° Reparto – Piani e operazioni, Contrammiraglio Sergio Liardo, affiancato dal Capo Centrale Operativa, Capitano di Vascello Andrea Tassara. […]

  • Video Pescasub: Stessa Tana, in 1 anno, 4 Cernie Bianche e 1 Grosso Dentice
    by Redazione Apnea Magazine on 5 luglio 2018 at 11:58

    Cosa può fruttare una bella tana, gelosamente custodita, soprattutto se a profondità abissale? Ce lo mostra Giannis Kalokathis con un breve montaggio delle catture più importanti avvenute nel corso di un anno, sempre sullo stesso segnale: un bel ciglio appoggiato sulla sabbia ad "appena" 43 metri di profondità! Il buco è sicuramente molto gradito alle cernie bianche visto che Giannis ne ha catturate ben 4 di peso variabile tra i 5 e i quasi 12 kg...ma neppure i grossi dentici lo disdegnano per un sonnellino, e infatti uno da 7,5 kg è la ciliegina sulla torta. Apnea Magazin […]

  • Una delegazione della Guardia Costiera italiana in visita in Egitto
    on 4 luglio 2018 at 14:51

    Categoria: EventiLuogo: Alessandria d'Egitto​Dal 25 al 27 giugno 2018 una delegazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera ha fatto visita al Comando della 1^ Coastal Patrol Brigade ed al Diving and Salvage Training Center nei pressi di Alessandria d'Egitto, per una riunione di esperti nel campo delle capacità marittime di ricerca e soccorso (S.A.R.).La delegazione, composta dal Capitano di Fregata Marco Patrick Mincio del 3° Reparto - Piani ed Operazioni e dal Capitano di Corvetta Fabio Borriello dell'Ufficio Affari Internazionali, accompagnata dall'Addetto aggiunto per la Difesa presso l'Ambasciata d'Italia in Egitto, Tenente Colonnello Antonello Matano, è stata ricevuta dal Comandante della 1^ Coastal Patrol Brigade della Egyptian Navy, presso la nuova base navale situata nel Porto di Abukir in Alessandria. Durante l'incontro, sono state illustrate organizzazione, funzioni e competenze del Corpo, con particolare riguardo all'attività S.A.R. svolta nel Mediterraneo. La delegazione egiziana ha rappresentato i compiti e le capacità operative della 1^ Coastal Patrol Brigade, tra cui le attività di contrasto al traffico di migranti. Al termine dei colloqui è stata effettuata una visita alle unità navali costiere ormeggiate presso la base navale.Il secondo giorno, la delegazione ha fatto visita al Comando della Salvage Unit della Egyptian Navy, dove è stata ricevuta dal Comandante che, oltre ad essere il responsabile del centro di formazione dei soccorritori e dei nuclei operativi subacquei, assume anche le funzioni di responsabile del Rescue Coordination Centre di Alessandria. Successivamente, gli istruttori del Centro di addestramento hanno illustrato le principali attività condotte nel campo della formazione del personale subacqueo ed hanno manifestato interesse per la figura del Rescue Swimmer, che rappresenta una delle eccellenze della Guardia Costiera italiana.I colloqui, che si collocano all'interno dei Piani di Cooperazione militare bilaterale sottoscritti dall'Amministrazione Difesa (che vedono il coinvolgimento del Corpo per quanto riguarda le attività con Marine Militari del bacino mediterraneo che svolgono una o più funzioni di Guardia Costiera), si sono svolti in un clima di fattiva collaborazione e reciproca volontà di rafforzare gli scambi di esperienze nel settore della ricerca e soccorso in mare. […]

  • Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri visita il Comando Generale della Guardia Costiera
    on 3 luglio 2018 at 19:18

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaOggi, martedì 3 luglio, il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri, si è recato in visita alla sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Ad accoglierlo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e il Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile. Dopo la firma del Libro d'onore e la tradizionale consegna del crest, il Generale Nistri ha assistito a una presentazione, a cura dell'Ammiraglio Pettorino, incentrata sulle principali linee di azione del Corpo in favore della collettività, a tutela degli interessi civili e produttivi del mare e dei porti. La visita è proseguita presso la Centrale Operativa del Comando Generale, Centro nazionale di Coordinamento dei soccorsi in mare, il cui funzionamento è stato descritto dal Capo 3° Reparto – Piani e operazioni, Contrammiraglio Sergio Liardo.Un particolare approfondimento, curato dal Capo Centrale Operativa, Capitano di Vascello Andrea Tassara, è stato dedicato ai numerosi sistemi di monitoraggio del traffico marittimo, a disposizione della Guardia Costiera, per garantire la sicurezza della navigazione e la protezione dell'ambiente marino. […]

  • Mediterranean Coast Guard Functions Forum: la Guardia Costiera partecipa alla Conferenza Annuale
    on 3 luglio 2018 at 14:25

    Categoria: EventiLuogo: MarsigliaSi è svolta gli scorsi 27 e 28 giugno, nel Palazzo del Faro di Marsiglia, la Conferenza Annuale del Mediterranean Coast Guard Functions Forum, sotto la copresidenza franco-marocchina. Durante l'evento, si è parlato principalmente di tutela dell'ambiente marino, ma anche di sorveglianza marittima e dello scambio di informazioni in tale settore. Per il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, riconosciuto come uno dei partner principali del Forum – del quale ha avuto la presidenza nel 2016 –, erano presenti l'Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, Direttore Marittimo della Liguria, i Capitani di Vascello Giuseppe Aulicino, Capo 7° Reparto - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni, ed Enrico Castioni, Capo Ufficio Affari Internazionali, e il Capitano di Fregata Alberto Adamo, del medesimo Ufficio.L'agenda proposta dal Segretariato Generale del Mare francese per lo svolgimento dell'evento ha visto alternarsi sul palco i rappresentanti delle principali Istituzioni europee e della riva sud del Mediterraneo, i quali hanno ricordato i più importanti traguardi raggiunti negli ultimi anni grazie alle tecnologie sempre più sofisticate messe a disposizione dalle Agenzie UE, ma anche all'impegno delle Organizzazioni di Guardia Costiera operanti nel Mare Nostrum.In tema di salvaguardia dell'ambiente, uno degli obiettivi principali proposti dalla copresidenza francese è l'istituzione di un comune quadro legale di riferimento per la repressione dei reati legati all'inquinamento marino, in modo da superare i vincoli giuridici che spesso impediscono il perseguimento di comportamenti illeciti.Nel corso del suo intervento, il Comandante Aulicino ha presentato il sistema MARE∑, di fondamentale importanza nell'acquisizione e condivisione con il sistema SafeSeaNet di EMSA delle informazioni sulle unità operanti nel Mediterraneo.Non sono mancati i riferimenti alla componente essenziale di qualsiasi Organizzazione, ovvero formazione e addestramento. A tal proposito, il Comandante Adamo ha presentato il progetto ECGFA Net e il correlato sviluppo del cosiddetto Sectoral Qualification Framework, il quadro comune di riferimento europeo delle qualifiche richieste al personale appartenente alle Organizzazioni responsabili dell'assolvimento delle 11 Funzioni di Guardia Costiera. Il Progetto, iniziato nel 2015, si concluderà nel 2019 con l'adozione del documento finale a cui ogni Nazione potrà far riferimento per costruire percorsi equivalenti di formazione e migliorare così l'interoperabilità in ambito comunitario.L'Ammiraglio Carlone, infine, nel porgere i ringraziamenti a nome di tutti gli intervenuti per l'organizzazione dell'evento, ha annunciato lo svolgimento della Conferenza SAR del Mediterraneo, che si terrà a Roma il prossimo autunno.I lavori della Conferenza si sono conclusi con la cerimonia del passaggio della bandiera del Forum fra i copresidenti per gli anni 2018/19, Mr. Vincent Bouvier, Segretario Generale del Mare francese, e il Commodoro Mohammed Taoudi della Marina Reale del Marocco. […]

  • Pesca Illegale: Pensavano fosse Disperso invece era Dentro un Allevamento
    by Redazione Apnea Magazine on 3 luglio 2018 at 8:30

    Una vicenda surreale che è costata un grande spavento, un ingente dispendio di uomini e di mezzi per i soccorsi e un... Apnea Magazin […]

  • Sottoscritto il protocollo d’intesa tra Guardia Costiera e Marevivo durante l’evento “Mediterraneo da remare”
    on 2 luglio 2018 at 10:51

    Categoria: EventiLuogo: RomaOggi, giovedì 28 giugno, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e il Presidente dell’associazione Marevivo, Rosalba Giugni, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa tra la Guardia Costiera e l’associazione ambientalista, finalizzato all’adozione di programmi e iniziative volte a favorire la ricerca scientifica in ambito marino, a realizzare specifiche attività di educazione ambientale, soprattutto nelle scuole, e a promuovere ogni iniziativa culturale ed educativa sul tema della sostenibilità, tutela, valorizzazione ambientale e difesa del mare e delle sue risorse.La firma del protocollo è avvenuta all’interno della tappa romana della campagna itinerante “Mediterraneo da remare”, campagna nazionale promossa dalla fondazione “UniVerde” e dall’associazione ambientalista “Marevivo” per la sensibilizzazione sulla tutela del Mar Mediterraneo.  L’evento, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa, ha visto partecipe, inoltre il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio.L’Ammiraglio Pettorino, nel corso del suo intervento, ha ricordato la lunga collaborazione con Marevivo, che da ultimo, ha visto coinvolte le 15 Direzioni marittime della Guardia Costiera nell’ambito della campagna “Mare mostro”. Presso i Comandi regionali, infatti, sono stati organizzati dei momenti di incontro e approfondimento con le realtà marittime locali per sensibilizzare gli operatori alla necessità di contrastare la dispersione di plastiche e microplastiche nel mare.Il Presidente Rosalba Giugni ha dichiarato “Si concretizza un altro reciproco rapporto di collaborazione in materia di sensibilizzazione ed educazione alla tutela dell’ambiente marino e costiero. E proprio grazie alla segnalazione della Guardia Costiera che Marevivo è riuscita a far approvare la legge sulle oloturie per proteggerle dalla pesca eccessiva. Lavoreremo insieme a progetti di educazione ambientale con le scuole attraverso i Comandi presenti sul territorio e, come già fatto con “Mare Mostro”, porteremo avanti le nostre campagne per proteggere l’ecosistema marino e diffondere la cultura del mare”."In tale direzione" ha dichiarato l'Ammiraglio Pettorino "proseguiremo insieme l'attività di sensibilizzazione, che resta l'elemento fondamentale per tutelare l’ambiente marino. Un'attività rivolta ai giovani, i quali, ascoltano attentamente quando si parla di ambiente, perché ambiente significa futuro”.Sul lato operativo, la Guardia Costiera opera anche con attività di polizia giudiziaria in campo ambientale, grazie alla professionalità acquisita nel tempo e alla conoscenza approfondita del settore marittimo e della normativa nazionale e internazionale che lo disciplina. Il Comandante Generale, infine, ha colto l’occasione, per ricordare la missione internazionale “Bahar”, svolta durante la guerra del 2006 in Libano, organizzata dal Ministero dell'Ambiente, retto dall’allora Ministro Pecoraro Scanio, che vide l'intervento della Guardia Costiera, con il compito prioritario di provvedere alla bonifica dai residui dell'olio combustibile finito in mare a seguito del bombardamento della Centrale termoelettrica di Jieh, a sud di Beirut. […]

  • Permesso Gratuito per la Pesca in Mare: Prorogato a Tempo di Record!
    by Redazione Apnea Magazine on 29 giugno 2018 at 16:39

    Stavolta, nonostante un governo in carica da poche settimane, l'ufficialità arriva addittura con alcuni giorni di anticipo... Apnea Magazin […]

  • Video Pescasub: un Terzetto di Grosse Orate Incontrate all’Agguato
    by Redazione Apnea Magazine on 28 giugno 2018 at 5:47

    Ci sono incontri, come questo filamto da jmqjdesiari, che in pochi istanti ti ripagano di tutta una giornata: (minuto 6:50), dopo qualche padella e qualche pesce discreto, al termine di un lungo agguato, scapolato l'ultimo masso, ecco uno splendido terzetto di grosse orate sospese in corrente. Una frazione di secondo per scoccare il tiro verso la più grossa, lo sparo spezza l'equilibrio di quel momento quasi incantato, le due gregarie spariscono nel blu ma la regina è presa... Apnea Magazin […]

  • Una delegazione di rappresentanti delle Marine Militari dei Paesi aderenti all’iniziativa “VRMTC 5+5” visita il Comando Generale
    on 27 giugno 2018 at 14:03

    Categoria: EventiLuogo: RomaIeri, martedì 26 giugno 2018, una delegazione dei Paesi aderenti all'iniziativa "Virtual Regional Maritime Traffic Centre" ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Il "V-RMTC" è una piattaforma informatica, nata da un'idea della Marina Militare italiana nel 2004, per lo scambio di dati relativi al traffico marittimo mercantile di stazza pari o superiore alle 300 tonnellate. In particolare, nel modello "V-RMTC 5+5" sono rappresentati cinque paesi della sponda nord del Mediterraneo (Francia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna) e cinque Paesi della sponda sud (Algeria, Libia, Marocco, Mauritania e Tunisia). Erano presenti all'incontro di ieri militari delle Marine Militari francese, italiana, maltese, spagnola, algerina e tunisina. I delegati sono stati accolti dal Capitano di Vascello Massimo Di Marco dell'Ufficio Affari Internazionali del Comando Generale e dal Capitano di Fregata Dario Cau del 3° Reparto – Piani e operazioni. La visita si è aperta con un briefing durante il quale, oltre ad una presentazione generale del Corpo e dell'attività di Ricerca e Soccorso in mare, sono stati discussi i principali problemi legati alla crisi migratoria in atto nel Mediterraneo centrale, con particolare riguardo alle iniziative di capacity building promosse ed attuate dalla Guardia Costiera italiana in collaborazione con le istituzioni europee.L'incontro è proseguito con la visita della Centrale Operativa, dove la delegazione ha potuto apprezzare i principali sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le moderne tecnologie di cui si avvale il Corpo. È stata sottolineata, infine, la possibilità per i Paesi interessati di stipulare accordi con la European Maritime Safety Agency (EMSA) per l'incremento delle capacità di monitoraggio e controllo del traffico marittimo e per lo scambio di dati dell'Automatic Identification System (AIS). […]

  • Firmato l’accordo volontario “Civitavecchia Blue Agreement”
    on 27 giugno 2018 at 12:24

    Data: 27/06/2018 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: CivitavecchiaIeri mattina, presso la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, è stato sottoscritto, grazie ad una proficua collaborazione interistituzionale, l'accordo volontario denominato "Civitavecchia Blue Agreement". La Capitaneria di Porto, il Comune, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale e le Compagnie di Navigazione operanti presso lo scalo marittimo di Civitavecchia, Grandi Navi Veloci S.p.A., Tirrenia e Grimaldi Lines, dopo un percorso condiviso, iniziato dal precedente Comandante, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, e durato più di un anno, hanno conseguito un importante risultato a tutela dell'ambiente marino e costiero. Il "Civitavecchia Blue Agreement" prevede che le Compagnie firmatarie utilizzino combustibili contenenti tenori di zolfo non superiori allo 0,10%, sia all'ormeggio che in navigazione, ad una distanza non inferiore alle 15 miglia dalle ostruzioni portuali. Per contenere i livelli d'inquinamento atmosferico nelle aree urbane, dovuti alle emissioni gassose provenienti dalle navi, è opportuno difatti intervenire sull'utilizzo dei combustibili per uso marittimo, e in particolare sul tenore massimo di zolfo in essi contenuto.Si tratta di un accordo virtuoso, unico in Italia, in quanto anticipa di fatto l'introduzione della normativa che impone il suddetto obbligo solo a partire dal 01.01.2020. E' stato inoltre sancito l'impegno da parte delle Compagnie di installare sulle unità depuratori dei fumi di scarico (cc.dd. scrubber) e l'utilizzo di alimentazione a batteria elettrica all'ormeggio, riducendo sensibilmente le emissioni gassose.          A corollario sono state predisposte, inoltre, norme per la gestione delle macchine e motori di bordo, ai fini della riduzione delle emissione nocive di gas. La Capitaneria di Porto di Civitavecchia garantirà l'attività di vigilanza anche sulla base di periodiche comunicazioni da parte delle compagnie circa il rispetto dell'Accordo.Il Comandante del Porto di Civitavecchia, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, dichiarandosi estremamente soddisfatto per l'approccio collaborativo e sensibile mostrato da tutte le parti firmatarie e garantendo una serena, intelligente ed efficace applicazione dell'accordo, ha sottolineato che, pur trattandosi di un piccolo passo per la tutela dell'ambiente, rappresenta un grande successo per la Comunità portuale e cittadina di Civitavecchia. […]

  • Pescasub: Come Evitare la Multa Attraversando la Fascia di Balneazione
    by Redazione Apnea Magazine on 26 giugno 2018 at 14:14

    L'attraversamento della fascia riservata alla balneazione è un momento cruciale, vediamo poche e semplici regole per... Apnea Magazin […]

  • Navigazione in acque polari: firmato il Decreto che istituisce il corso di formazione e addestramento per il personale marittimo
    on 25 giugno 2018 at 14:02

    Categoria: EventiLuogo: RomaE' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 137 del 15 giugno 2018 il Decreto Dirigenziale, firmato dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, che istituisce il corso di formazione e addestramento riservato al personale marittimo in servizio su navi in navigazione nelle acque polari.Il Decreto consente la piena applicazione della Regola V/4 della "Convenzione Internazionale sugli Standard di Addestramento, certificazione e tenuta della guardia" (STCW), introdotta a seguito dell'entrata in vigore del "Polar Code" (International Code for Ships Operating in Polar Waters) che rappresenta una pietra miliare per la storia dell'IMO perché sarà uno dei pilastri normativi su cui costruire l'impianto di norme e regole per queste regioni, così vaste e particolari.Il corso è indirizzato ai Comandanti, Primi Ufficiali di Coperta ed Ufficiali di guardia che opereranno nelle suddette acque ed è finalizzato all'acquisizione delle competenze specifiche in materia di condotta in sicurezza della navigazione, gestione ed operatività degli ausili alla navigazione, nonché alla conoscenza degli aspetti di sicurezza, di emergenza e di protezione dell'ambiente correlati alla navigazione nelle acque polari.La sicurezza delle navi che operano nelle aree polari - difficili, remote e vulnerabili - e la protezione degli ambienti incontaminati attorno ai due poli sono sempre state motivo di estrema sensibilità ed attenzione da parte dell'IMO e molti requisiti, disposizioni e raccomandazioni sono stati sviluppati nel corso degli anni.Le tendenze e le previsioni indicano che il trasporto polare aumenterà di volume e si diversificherà in natura nei prossimi anni; queste sfide devono essere affrontate senza però compromettere né la sicurezza della vita in mare né la sostenibilità degli ambienti polari. Le navi che operano negli ambienti artico e antartico sono esposte a nuove prove. Le condizioni meteorologiche particolarmente gravose e la relativa peculiarità della tipologia di navigazione, dei sistemi di comunicazione necessari e degli altri ausili alla navigazione, rappresentano una sfida anche per i "marinai" più esperti e la distanza considerevole dalle aree strutturate per l'assistenza alle navi, rende le eventuali operazioni di salvataggio o antinquinamento, se non adeguatamente e preventivamente pianificate, sicuramente più complesse e costose. […]

  • Incontro tra il Direttore Marittimo e il Governatore della Regione Veneto
    on 22 giugno 2018 at 10:55

    Data: 22/06/2018 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Venezia​Venerdì 15 giugno, presso Palazzo Balbi, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha incontrato il Comandante della Direzione Marittima del Veneto, Contrammiraglio Piero Pellizzari, che ha assunto il comando dallo scorso 8 Giugno.L'incontro, finalizzato a consolidare il già proficuo rapporto istituzionale in atto, è stato altresì importante per confermare l'attenzione del personale del Corpo, impiegato presso la Direzione Marittima, agli interessi della sicurezza della navigazione, dell'ambiente e della pesca, nel peculiare contesto territoriale della Regione. Il Governatore Zaia ha dato il benvenuto al nuovo Direttore Marittimo, augurandogli un proficuo lavoro, nella certezza che le attività d'istituto condotte dalla Guardia Costiera, ivi comprese quelle a tutela degli interessi dei consumatori, saranno condotte e implementate con la comprovata efficacia già dimostrata. […]

  • Guardia Costiera e Agenzia Regionale di Protezione Civile: un sistema integrato per rispondere alle emergenze in mare
    on 22 giugno 2018 at 10:53

    Data: 22/06/2018 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Ravenna​Lo scorso 13 giugno, nella sede della Direzione Marittima dell'Emilia Romagna, si è tenuta una riunione di coordinamento tra la Guardia Costiera, l'Agenzia Regionale di Protezione Civile ed il Volontariato di Protezione civile regionale.L'incontro, a cui hanno partecipato Il  Capitano di Vascello Pietro Ruberto, Direttore Marittimo dell'Emilia Romagna, per il Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, l'Ing. Gianluca Paggi, Capo Servizio prevenzione e gestione emergenze dell'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale di Protezione Civile, e i rappresentanti dei Coordinamenti Provinciali delle Associazioni di Protezione Civile, è stato organizzato per ribadire le intenzioni espresse del "Protocollo Operativo per l'impiego del Volontariato di Protezione Civile in ambito marittimo".Sottoscritto nel 2014 e nato con lo scopo di ottimizzare l'impiego delle risorse del volontariato operante in ambito marittimo lungo il litorale emiliano-romagnolo, molto attivo in particolare nel periodo estivo, il Protocollo operativo costituisce un sistema integrato di risorse umane e di mezzi nautici per rispondere alla sempre maggiore richiesta di sicurezza proveniente dall'utenza turistico-balneare, attraverso l'organizzazione di una articolata struttura regionale coordinata tra la Guardia Costiera e la Protezione Civile.Il Protocollo operativo è uno strumento indispensabile per poter prevenire le situazioni di rischio e concorrere ad affrontare le emergenze in mare: grazie al capillare censimento delle risorse di uomini specializzati e mezzi nautici disponibili, l'Autorità Marittima - cui compete la responsabilità del coordinamento del soccorso in mare – è in grado di sapere, in ogni momento, quali sono le associazioni di volontariato presenti sul territorio e che operano nell'ambito della più vasta cornice della Protezione Civile Regionale.L'incontro segue di qualche giorno la firma della rinnovata Convenzione quadro tra la Direzione Marittima di Ravenna e l'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e Protezione Civile.La Convenzione, ormai operativa da 20 anni, colloca la Regione Emilia Romagna tra le più virtuose a livello nazionale in quanto, già nel 1998, si è ritenuto fondamentale dotare il Corpo di nuovi e performanti battelli pneumatici, per rendere un servizio maggiormente rispondente alle mutate esigenze di sicurezza.Questo ha consentito, durante questi ultimi vent'anni, l'acquisizione di 10 battelli pneumatici che, dislocati in tutte le sedi delle Capitanerie di porto dell'Emilia Romagna, consentono una maggiore rapidità di intervento nelle immediate vicinanze della costa, creando così una sinergia tra l'Ente Regione e la Guardia Costiera che rende il Protocollo operativo un esempio di percorso virtuoso da seguire in ambito nazionale.Nell'ambito di detta Convenzione è avvenuta la consegna alla Guardia Costiera di due battelli pneumatici veloci (GC B107 - GC B108) per le esigenze operative del sistema integrato regionale di Protezione Civile.I battelli pneumatici MED DEFENCE 700, della lunghezza di 7,07 mt e larghezza 2.72 e dotati di un motore fuoribordo da 200 Hp che consente un velocità di 35 nodi a pieno carico, possono operare in funzioni multiruolo per diverse attività quali prevenzione e contrasto dell'inquinamento marino, sorveglianza delle coste e della navigazione, soccorso e salvataggio, supporto al personale in operazioni subacquee, supporto per operazioni di protezione civile, trasporto di persone e/o materiali.I battelli saranno utilizzati lungo la costa emiliano romagnola dal personale della Guardia Costiera per le primarie competenze istituzionali del Corpo delle Capitanerie di porto. […]

  • Il Comandante Generale incontra gli equipaggi della Guardia Costiera di Lampedusa
    on 21 giugno 2018 at 15:50

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Lampedusa​Oggi, giovedì 21 giugno, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha incontrato il personale dell'Ufficio Circondariale marittimo di Lampedusa e gli equipaggi della 7^ Squadriglia navale, da sempre impegnati in prima linea nelle complesse operazioni di salvataggio condotte nel Mediterraneo Centrale.Nel corso del suo intervento, l'Ammiraglio Pettorino ha condiviso con il personale le parole di vicinanza e di forte apprezzamento che il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Sen. Danilo Toninelli, ha espresso nei riguardi dell'operato degli uomini e delle donne della Guardia Costiera in diverse occasioni pubbliche negli ultimi giorni.L'Ammiraglio, durante la visita, ha ringraziato il comandante dell'Ufficio Circondariale di Lampedusa, Tenente di Vascello (CP) Leandro Tringali, e il personale in servizio sull'isola per la professionalità, l'impegno, la dedizione e il sacrificio che esprimono quotidianamente.Ha infine voluto ricordare l'importante ruolo svolto dal personale dall'Ufficio Circondariale Marittimo anche quale presidio del territorio a tutela degli usi civili e produttivi del mare, nelle quotidiane attività quali la tutela del patrimonio ambientale – particolarmente delicato e prezioso in questa meravigliosa zona di mare italiano - anche attraverso l'opera costante di vigilanza pesca condotta in queste aree. […]

  • Consegnati a Messina i brevetti del 2° corso dei soccorritori marittimi della Guardia Costiera
    on 21 giugno 2018 at 14:51

    Categoria: Attività, EventiLuogo: MessinaIn data odierna, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, presso la banchina San Salvatore di Messina, sono stati consegnati i brevetti di "Soccorritore marittimo" a 8 militari del Corpo. I "soccorritori marittimi" della Guardia Costiera sono figure altamente specializzate che integrano l'ordinario dispositivo di soccorso, operando direttamente in acqua, con una tempestiva e qualificata azione di salvataggio, all'occorrenza anche in zone precluse a qualsiasi mezzo nautico o in condizioni critiche. La cerimonia si è aperta con un indirizzo di saluto da parte del Comandante del "Centro di Formazione Specialistica VTMIS e attività operative" di Messina, Capitano di Vascello Antonino Marcello Zanghì, per proseguire con l'intervento dell'Ammiraglio Pettorino, il quale ha voluto elogiare l'operato dei soccorritori marittimi già in servizio, "ragazzi e colleghi che ogni giorno, mettono a rischio la loro vita per salvare quella degli altri". L'Ammiraglio, poi, si è congratulato con gli 8 militari che hanno portato a termine con successo il percorso formativo, ricordando che "dal vostro intervento dipende la vita di chi è in pericolo di perderla". Il personale appartenente al Corpo delle Capitanerie di Porto consegue la qualifica di "Soccorritore Marittimo" attraverso la frequenza e il superamento di un evento formativo svolto presso il Centro specialistico di Messina, dove acquisisce competenze di primo soccorso sanitario, elevate capacità natatorie e una conoscenza approfondita delle procedure di recupero naufraghi da unità navali. Al termine del corso, i militari brevettati torneranno alle loro destinazioni di origine e faranno parte del gruppo di soccorritori che, a turnazione, si alternano in aree operative dove sono impegnate le nostre unità navali di soccorso"Grazie a voi – ha concluso l'Ammiraglio – tante persone nel prossimo futuro potranno vedere sorgere e tramontare il sole, la vostra presenza e la vostra attività salveranno molte persone. Grazie per quello che fate, grazie per quello che farete". Erano presenti alla cerimonia anche il Direttore Marittimo della Sicilia Orientale, Contrammiraglio Gaetano Martinez, IL Direttore Marittimo di Reggio Calabria, Contrammiraglio Giancarlo Russo, il Prefetto di Messina, Dott.ssa Maria Carmela Librizzi, e il Questore di Messina, Dott. Mario Finocchiaro, oltre ad altre cariche religiose, militari e civili regionali.Clicca per visualizzare il video dedicato ai soccorritori marittimi. […]

  • Una delegazione sudcoreana visita il Comando Generale della Guardia Costiera
    on 20 giugno 2018 at 13:34

    Categoria: EventiLuogo: RomaLunedì 18 giugno, una delegazione del "Korea Institute for Defence Analysis" (KIDA) ha fatto visita alla sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, per approfondire la conoscenza dell'organizzazione, dei compiti e delle attribuzioni del Corpo, ai fini di uno studio in corso relativo alla riforma delle infrastrutture militari e marittime della Corea del Sud.La delegazione, guidata da Mr. Sunggyu Kim e composta, tra gli altri, dall'addetto militare accreditato a Roma, Colonnello Ingook Hwang, è stata accolta dal Capitano di Vascello Massimo Di Marco, dell'Ufficio Affari Internazionali del Comando Generale, che ha curato una presentazione generale sui compiti e sulle dipendenze della Guardia Costiera italiana. Il Capitano di Fregata Sergio Mingrone, del 3° Reparto – Piani e operazioni, in seguito, ha illustrato l'attività di Ricerca e soccorso in mare, nonché i sistemi informatici utilizzati per il monitoraggio del traffico marittimo. A conclusione dell'evento, la delegazione coreana si è recata presso la sede della Capitaneria di porto di Roma Fiumicino, per toccare con mano un esempio di realtà portuale italiana. Il leader della delegazione coreana, infine, ha espresso parole di gratitudine per l'accoglienza ricevuta, auspicando, per il futuro, di poter proseguire la fruttuosa collaborazione.&nbs […]

  • Il Comandante Generale della Guardia Costiera parla al personale del Corpo attraverso le rappresentanze
    on 20 giugno 2018 at 8:15

    Categoria: EventiLuogo: RomaSi è tenuta nei giorni scorsi, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, l'adunata di categoria, per il ruolo Ufficiali e Marescialli, del Consiglio di Base di Rappresentanza, in vista delle elezioni del Consiglio Intermedio di Rappresentanza (CoIR), cui hanno preso parte i delegati dei comandi territoriali di tutta Italia.In tale occasione, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha voluto incontrare il personale presente per parlare idealmente con tutto il personale del Corpo dislocato sul territorio nazionale. L'Ammiraglio, nel suo indirizzo di saluto, ha evidenziato come il proprio incarico rappresenti un grande onore, ma soprattutto una grande responsabilità. Una responsabilità volta a continuare nel solco dell'alta professionalità dimostrata dai propri predecessori, che hanno reso la Guardia Costiera un Corpo ben organizzato e strutturato. Una responsabilità nel mettere in campo ogni utile sforzo per lasciare alle future generazioni un Corpo sempre più operativo e all'avanguardia.L'Ammiraglio, nel suo intervento, ha poi raccontato di come si è evoluto il ruolo della Guardia Costiera nel corso degli ultimi anni, portando all'attenzione dei presenti le parole di stima espresse dal neo-Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Danilo Toninelli, che nei giorni scorsi, in diverse occasioni, ha elogiato la Guardia Costiera dichiarando "che fa un lavoro eccezionale per professionalità e dedizione". In tale contesto, è emerso come il ruolo della Guardia Costiera italiana sia centrale nello scenario del Mediterraneo e costituisca un punto di riferimento fondamentale per l'Unione Europea. Nelle parole dell'Ammiraglio Pettorino, la promessa di indirizzare ogni possibile sforzo verso l'implementazione ulteriore delle capacità operative del Corpo, rendendolo ancor più efficiente ed efficace nell'espletamento dei propri compiti istituzionali, anche valorizzando il "fattore umano", cioè gli 11.000 donne e uomini della Guardia Costiera, vera forza motrice senza la quale ogni risultato sarebbe irraggiungibile. Infine, ha ricordato ai presenti che la nostra professione è al servizio degli utenti, nei confronti dei quali la Guardia Costiera si pone in ascolto, a garanzia degli interessi della collettività. […]

  • Il Sig. Ministro, Senatore Danilo Toninelli, visita la sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di Viale dell’Arte
    on 19 giugno 2018 at 16:22

    Categoria: EventiLuogo: RomaNella giornata di oggi, il Sig. Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Senatore Danilo Toninelli, si è per la prima volta recato in visita alla sede di Viale dell'Arte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Accolto dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e dai Capi Reparto e Capi Ufficio di staff del Comando Generale, il Sig. Ministro ha incontrato il Direttore Generale della vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo per vie d'acqua interne, Dott. Mauro Coletta, il Direttore Generale dei sistemi informativi e statistici, Dott. Mario Nobile, e il Direttore Generale del personale e degli affari generali, Dott. Enrico Finocchi, nonché il personale militare e civile del Ministero.L'Ammiraglio Pettorino, nel suo indirizzo di saluto, ha presentato al Sig. Ministro gli uomini e le donne al servizio di un'eccellenza, la realtà marittima e portuale italiana, elemento essenziale per lo sviluppo economico del Paese. Il Ministro Toninelli, nel corso del suo intervento, ha ringraziato i presenti, esprimendo il proprio apprezzamento per il lavoro svolto: "È un grande onore per me essere di fronte a chi rappresenta il cuore pulsante di chi lavora per il bene dei cittadini. Le operazioni di salvataggio e di messa in sicurezza di tantissime vite umane rendono il vostro lavoro straordinario agli occhi degli italiani e del sottoscritto".Ultimo intervento è stato quello del Direttore generale del personale e degli affari generali, Dott. Finocchi, che ha ringraziato il Ministro per la vicinanza al personale dimostrata fin dai primi giorni dall'insediamento nel Dicastero.La visita è proseguita con la presentazione a cura del Comandante Generale delle principali linee di azione del Corpo. Il Sig. Ministro ha, poi, visitato la Centrale Operativa del Comando Generale, Centro nazionale di Coordinamento dei soccorsi, il cui funzionamento è stato descritto dal Capo 3° Reparto – Piani e operazioni, Capitano di Vascello Sergio Liardo, affiancato, per l'approfondimento dei sistemi di monitoraggio del traffico marittimo, dal Capo Centrale Operativa, Capitano di Vascello Andrea Tassara. […]

  • Il Comandante Generale della Guardia Costiera a Napoli per il convegno di ANGOPI
    on 15 giugno 2018 at 18:04

    Categoria: EventiLuogo: NapoliNella giornata odierna, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, insieme al Direttore Marittimo della Campania, Contrammiraglio Arturo Faraone, ha preso parte, a Napoli, al convegno promosso da ANGOPI (Associazione Nazionale Gruppi Ormeggiatori Italiani) "Porti, controllo pubblico e snellezza operativa" dedicato alla portualità. Nell'intervento, centrato sul contributo delle Capitanerie di porto al sistema portuale nazionale, ha evidenziato come il ruolo dell'Autorità Marittima sia costantemente orientato ad offrire supporto all'operatività portuale e piena attuazione a misure improntate alla "sicurezza produttiva" degli scali. "Il servizio di ormeggio" – ha dichiarato l'Ammiraglio Pettorino – "si colloca pienamente tra i servizi portuali a più spiccata rilevanza pubblica, basandosi su una prestazione d'opera quasi esclusivamente incardinata sulle capacità professionali e sulla specializzazione dell'elemento umano. Gli ormeggiatori sono un cardine su cui poggia la sicurezza e l'efficienza delle attività portuali e nel quale l'incidenza del "fattore umano" è essenziale e direttamente funzionale all'elevato standard qualitativo delle prestazioni rese". Nel corso del suo intervento, il Comandante Generale ha, altresì, evidenziato come, anche a seguito della recente riforma della legislazione portuale, sia aumentata la competitività complessiva del sistema portuale italiano e conseguentemente la sua centralità nel panorama economico nazionale ed europeo. E' stato, infine, sottolineato, in tale favorevole contesto, l'importanza del ruolo e delle attività svolte dai servizi tecnico-nautici al servizio della sicurezza dei traffici, quale elemento di un modello sempre più integrato di competenze e professionalità in grado di accrescere l'efficienza e la sicurezza degli scali anche con il coordinamento e la supervisione dell'Autorità Marittima.&nbs […]

  • Passaggio di consegne alla Direzione Marittima del Veneto
    on 12 giugno 2018 at 5:59

    Data: 08/06/2018 00:00:00Categoria: EventiLuogo: VeneziaSi è tenuta oggi la cerimonia di passaggio di consegne alla Direzione Marittima del Veneto. Dopo due anni di comando, il Contrammiraglio Goffredo Bon, ha passato il testimone al Contrammiraglio Piero Pellizzari, ufficiale con una consolidata esperienza internazionale, proveniente dal Comando Generale, dove da ultimo ha ricoperto l'incarico di Capo del 7° Reparto – Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni.La solenne cerimonia, presieduta dal Vice Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile, ha visto presenti i maggiori rappresentanti delle Istituzioni, tra cui il Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Venezia e Procuratore Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo, Dott. Bruno Cherchi, il Viceprefetto Vicario di Venezia, Dott. Sebastiano Cento, l'Assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, Dott.ssa Elisa De Berti, in rappresentanza del Prefetto di Verona il Dott. Gianmaria Meneghini, il Vicesindaco di Venezia, Luciana Colle, le autorità religiose, civili e militari, i rappresentanti delle amministrazioni comunali nonché tutto il cluster marittimo e portuale. Nel suo saluto, l'Ammiraglio Bon ha ringraziato tutto il personale della Direzione Marittima per il lavoro svolto in questi anni, sottolineando che gli obiettivi sono stati raggiunti grazie all'impegno di tutto il suo equipaggio e all'importante collaborazione tra Autorità marittima ed Istituzioni tutte. Da quest'ultima sono nate importanti sinergie che hanno portato al raggiungimento di obiettivi funzionali al bene della collettività. Tra tutte, il rapporto proficuo instaurato con la Procura della Repubblica che ha affidato nel corso di questi anni numerose deleghe di indagini alla Guardia Costiera di Venezia su tutto il territorio regionale. L'Ammiraglio Pellizzari, nel suo discorso di insediamento, ha voluto sottolineare il grande onore ricevuto e il privilegio concesso nel poter servire il Paese a capo di una Direzione Marittima prestigiosa quale quella del Veneto. Un compito che svolgerà con piena e assoluta dedizione, assicurando al cluster marittimo e portuale l'impegno ad ascoltare, per generare scelte intelligenti nel rispetto delle norme di riferimento e con occhio attento alla sicurezza ed alla salvaguardia dell'ambiente.Nell'occasione, il Procuratore Capo Cherchi ha riconosciuto l'importante lavoro svolto dalla Direzione Marittima e la proficua collaborazione instaurata negli anni con l'Ammiraglio Bon, con la certezza che tale rapporto consolidato proseguirà anche con l'Ammiraglio Pellizzari.Al termine della cerimonia, l'Ammiraglio Basile, nel suo intervento, ha portato il saluto del Comandante Generale e ringraziato i presenti per la vicinanza al Corpo in questi momenti importanti, quale è l'assunzione del comando di un porto, soprattutto all'interno di una realtà marittima così sensibile e di pregio, che rappresenta non solo un elemento di alta responsabilità ma, principalmente, uno strumento per soddisfare le necessità della collettività, attraverso un continuo ascolto delle esigenze del territorio.&nbs […]

  • La Guardia Costiera al Festival della Sostenibilità della LUISS con il docu-film sul Comandante De Grazia
    on 7 giugno 2018 at 15:34

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Nelle ultime settimane, la LUISS – Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli, ha organizzato, in collaborazione con l'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), il Festival della Sostenibilità, che prevede oltre 40 iniziative, tra cui seminari, conferenze, presentazioni di progetti e incontri con la comunità, volte a richiamare l'attenzione sui 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) contenuti nell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite. In questo contesto, l'Università ha ospitato il ciclo di proiezioni "Nel Nome del Popolo Italiano", prodotto dalla casa di produzione cinematografica Anele, dedicato alla memoria di eroi nazionali dell'antimafia e volto a promuovere la cultura della legalità. Quattro sono i protagonisti dei docu-film: il professor Marco Biagi, il magistrato Vittorio Occorsio, il Presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella e il Capitano di Fregata Natale De Grazia, ufficiale della Guardia Costiera, medaglia d'oro "alla memoria" al merito di Marina.La giornata dedicata al Comandante De Grazia si è svolta martedì 5 giugno, con la proiezione del docu-film a lui dedicato, che ripercorre la complessa attività di indagine sui traffici illeciti operati da navi mercantili nel Mediterraneo, condotta dal Comandante De Grazia con la Procura della Repubblica di Reggio Calabria, fino alla sua prematura scomparsa avvenuta il 12 dicembre del 1995.All'evento è intervenuto l'Ammiraglio in congedo Vittorio Alessandro, già Capo del Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera, accompagnato dal Capo Ufficio Relazioni Esterne del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Capitano di Fregata Cosimo Nicastro. L'Ammiraglio Alessandro, nel suo intervento, dopo aver descritto il contesto normativo all'interno del quale si è svolta l'attività di polizia giudiziaria condotta dal collega, ha ricordato la figura del Comandante De Grazia sottolineando il suo lato umano ed il rapporto di amicizia che li univa. […]

  • Firmato oggi protocollo d'intesa tra Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera e associazione "WWF Italia ONLUS"
    on 6 giugno 2018 at 14:30

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ed la Presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi, hanno siglato oggi un Protocollo d'intesa fra il Comando Generale e l'Associazione, che recentemente ha lanciato la campagna #GenerAzioneMare, finalizzato alla tutela del patrimonio ambientale, con particolare riguardo all'ambiente marino e costiero. "Si tratta di una importante sinergia - ha dichiarato l'Ammiraglio Pettorino - realizzata allo scopo di proteggere un mare sensibile come il Mediterraneo, a tutela del quale è fondamentale l'attività di prevenzione: il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, attua costantemente programmi di comunicazione ed educazione in materia ambientale rivolti alle giovani generazioni allo scopo di incrementare la coscienza civica e ambientale".Proprio in tale ambito, si incardina l'accordo siglato con il WWF, con cui la Guardia Costiera collabora da diversi anni: "Questo progetto rientra nelle grandi sfide lanciate a salvaguardia del mare per raggiungere traguardi comuni, che mettano in primo piano lo stato di salute del Mediterraneo, responsabilizzando le istituzioni, le imprese e cittadini. I nostri mari vivono uno stato di emergenza molto grave: è necessario quindi unire le forze e passare dalle parole ai fatti. Il protocollo sottoscritto oggi rappresenta uno strumento operativo per i volontari del WWF e la rete delle Capitanerie di porto, che adesso, possono collaborare in modo ancora più efficace per difendere la salute dei nostri mari", ha affermato la presidente del WWF Donatella Bianchi.Tra gli obiettivi del Protocollo d'Intesa la promozione di studi e ricerche sull'ambiente marino e costiero riguardanti gli aspetti naturalistici, sociali ed economici di aree di particolare interesse; l'elaborazione e l'attuazione di programmi congiunti di formazione, comunicazione ed educazione ambientale sulla salvaguardia delle risorse del mare; la collaborazione nell'ambito dei progetti volti a migliorare la sostenibilità delle attività di pesca. […]

  • A Gaeta, il Comandante Generale della Guardia Costiera interviene alle Giornate del nuoto e della sicurezza in acqua “Per evitare un mare di guai”
    on 6 giugno 2018 at 6:35

    Categoria: Attività, EventiLuogo: GaetaNella giornata odierna, a Gaeta, in occasione delle Giornate del nuoto e della sicurezza in acqua denominate "Per evitare un mare di guai", organizzate dalla Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha voluto portare la testimonianza degli uomini e delle donne del Corpo impegnati ogni giorno nell'attività di salvaguardia della vita umana in mare, quale uno dei principali compiti istituzionali affidati al Corpo delle Capitanerie – Guardia Costiera. L'occasione è stata utile per raccontare alla numerosa e qualificata platea le missioni del Corpo, dall'attività di ricerca e soccorso in mare, alla tutela dell'ambiente marino e costiero, fino al controllo della filiera della pesca. Tali attività non possono prescindere dalla prevenzione, che riveste un ruolo importantissimo per il mantenimento di elevati standard di attenzione e sensibilità nell'approccio con il mare.Al termine della mattinata, cui ha partecipato il campione di nuoto Massimiliano Rosolino, dopo vari interventi tra i quali ricordiamo quello del Presidente della F.I.N., On. Paolo Barelli e del Sindaco di Gaeta, dott. Cosmo Mitrano, il Comandante Generale, accompagnato dal Direttore Marittimo del Lazio, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, si è recato in visita alla sede della Capitaneria di porto di Gaeta, accolto dal Comandante, Capitano di Fregata Andrea Vaiardi, dove ha incontrato il Procuratore Capo presso il Tribunale di Cassino, dott. Luciano d'Emmanuele, e ha portato il proprio saluto al personale militare e civile in servizio presso il Compartimento marittimo. In seguito, sulla spiaggia di Serapo, si è svolta un'esercitazione complessa di ricerca e soccorso di un naufrago, che ha visto la partecipazione di un elicottero Nemo del 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara, di un aerosoccorritore marittimo e di alcune motovedette della locale Capitaneria che hanno assicurato anche la cornice di sicurezza dell'area dove si è svolta l'esercitazione. L'evento è proseguito nel pomeriggio con altri interventi di settore, tra cui quello relativo alle ordinanze per la sicurezza balneare tenuto dal Comandante della Capitaneria di porto di Gaeta, e terminerà nella giornata di domani, interamente dedicata alla specialità del nuoto per salvamento.&nbs […]

  • Facciamo Luce Sulle Torce
    by zavorra on 4 giugno 2018 at 15:56

    Mi sono perso la torcia sub, colpa del perenne disordine mentale in cui vivo, e ho deciso di ricomprarla. “Ora è facile, c’è Internet, mi collego cinque minuti e vedrai se non trovo la lampada migliore al minor prezzo…”- Ma quando mai! Anche paragonare strumenti apparentemente semplici come una torcia può risultare un bel casino […] L'articolo Facciamo Luce Sulle Torce proviene da Pesca Subacquea. […]

  • La Guardia Costiera a Incheon per la 19° Conferenza Internazionale della IALA
    on 4 giugno 2018 at 8:15

    Categoria: Attività, EventiLuogo: IncheonSi è svolta ad Incheon, Korea, dal 27 maggio 2018 al 2 giugno 2018, la 19° Conferenza Internazionale della IALA (International Association of Lighthouses Autorithies and Aids to Navigation): "A new era for marine aids to navigation in a connected world" è stato il tema generale della Conferenza.Nel corso dei lavori, articolatisi in 13 Technical Panels comprensivi di 5 relazioni ognuno, il Capitano di Vascello Giuseppe Aulicino del 7° Reparto del Comando Generale – Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni ha effettuato una presentazione sul tema " AIS information sharing" nell'ambito del Technical Panel dedicato alla "Maritime Domain Awareness", evidenziando i risultati da noi conseguiti nel settore ed i connessi programmi di sviluppo. La Delegazione italiana presente ai lavori della Conferenza era completata dalla presenza del Contrammiraglio Piero Pellizzari, Capo 7° Reparto, unitamente a rappresentanti di tre Aziende nazionali impegnate nello sviluppo e produzione di sistemi di ausilio alla navigazione marittima: Leonardo SpA, Floatex Srl e Elman Srl.In occasione della Conferenza, si è svolta l'Assemblea degli 85 Membri Nazionali della IALA per l'elezione dei 21 Membri del Consiglio dell'Associazione; il Consiglio prevede altresì la partecipazione di tre Membri di diritto.L'Ammiraglio Pellizzari, già indicato dai Gabinetti Difesa e Trasporti quale rappresentante nazionale, è stato rieletto a Membro nazionale del Consiglio anche per il quadriennio 2018 - 2022.I prossimi appuntamenti espositivi della IALA prevedono un Simposio VTS che si svolgerà a Rotterdam nel 2020 e la prossima Conferenza Internazionale che si terrà in Brasile nel 2022 in una località non ancora comunicata. […]

  • Al Comando Generale, il 22° seminario per gli Ufficiali destinati al comando
    on 31 maggio 2018 at 15:38

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella giornata del 25 maggio, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto si è concluso il 22° seminario a favore di 26 Ufficiali superiori destinati ad assumere l'incarico di Comando di Capitaneria di porto.Tale attività formativa, resa di estremo rilievo per lo spessore dei relatori e conferenzieri intervenuti, costituisce un momento imprescindibile nel percorso propedeutico all'assunzione del futuro prestigioso incarico di Comando. Obiettivo del Seminario è quello di consentire l'aggiornamento sulle principali tematiche di interesse mediante interventi di personalità Militari e civili (Direttori Generali e Capi Reparto) attualmente ai vertici dei settori di riferimento per il Corpo.Nella settimana di Seminario i frequentatori hanno avuto modo di incontrare anche il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, che ha dettato loro le linee di indirizzo da seguire nell'assolvimento dell'incarico. […]

  • Comitato Nazionale Welfare per la Gente di mare: un rinnovato impulso per la piena attuazione delle norme a tutela dei lavoratori marittimi stranieri nei porti nazionali
    on 30 maggio 2018 at 15:50

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: RomaSi è riunito presso il Comando Generale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, il Comitato Nazionale Welfare per la Gente di mare, associazione tra i rappresentanti del cluster marittimo che, dal maggio 2006, avvicina istituzioni e associazioni di volontariato, per il supporto ai lavoratori marittimi. Il comitato, ancora oggi, è depositario dell'alto valore etico che volle attribuirgli l'Ammiraglio Ispettore Capo Raimondo Pollastrini, promotore e fondatore dell'iniziativa: garantire centralità alla gente di mare e riconoscere l'associazionismo come parte del sistema portuale per l'accoglienza e l'assistenza ai lavoratori marittimi stranieri.Presenti al tavolo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, nella qualità di Presidente neo eletto, e l'Arch. Mauro Coletta, Direttore Generale per la vigilanza sulle autorità portuali, le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne. A testimonianza della rilevanza del momento, presente al completo la rappresentanza delle associazioni di categoria, del terzo settore ed i sindacati dei lavoratori marittimi: Confitarma, Fedarlinea - oggi rappresentata da Assarmatori -, Fedepiloti, Angopi, Stella Maris, Apostolato del Mare, Fit-Cisl e Cirm.Nel consueto spirito di collaborazione tra istituzioni ed associazioni di categoria che lo compongono, il Comitato ha individuato una nuova missione associativa, coerente con l'intervenuta ratifica della Maritime Labour Convention (MLC 2006) per effetto della legge 23 settembre 2013, n. 113. E' stata infatti approvata, all'unanimità, la modifica dell'atto costitutivo del Comitato con l'obiettivo di dare piena attuazione alla MLC 2006, anche attraverso il coordinamento e l'indirizzo unitario delle attività dei Comitati Territoriali del Welfare della Gente di Mare a beneficio dei marittimi stranieri. Il Direttore Generale, Arch. Mauro Coletta, ha sottolineato l'importanza del Comitato, assicurando convinto sostegno alle iniziative. "La missione del Comitato "– ha proseguito il Direttore generale – "è connaturata allo spirito unitario che contraddistingue la stretta relazione tra l'articolazione centrale dell'Amministrazione delle infrastrutture dei trasporti e la propria componente sul territorio costituita dalle Capitanerie di porto. E' per questo che la direzione generale assicurerà pieno supporto istituzionale per la realizzazione degli obiettivi che il Comitato si prefigge, in linea con i compiti della direzione generale svolti a servizio del personale marittimo." Nel suo intervento, l'Ammiraglio Pettorino ha rimarcato l'importante traguardo oggi raggiunto in termini di sinergie tra categorie professionali, volontariato ed istituzioni pubbliche. "Siamo dinanzi ad una nuova fase, - ha dichiarato - per una rinnovata azione di concreta risposta ai bisogni dei lavoratori marittimi stranieri che transitano dai nostri porti. Attraverso l'importante opera di coordinamento dei comitati territoriali, distribuiti nei principali porti nazionali, il Comitato nazionale per il welfare della gente di mare, all'interno del quale sono rappresentate le diverse componenti del panorama marittimo e portuale, è portatore di un messaggio di alta valenza morale e di civiltà che oggi assume nuovo vigore". Il Comandante Generale ha infine ringraziato i componenti del Comitato per la partecipazione ed il convinto sostegno a questa nuova fase, sottolineandone l'importante valore umano e sociale. Essa rappresenta, specie nell'attuale frangente, un segno concreto di unicità di intenti e piena coesione tra le diverse componenti del cluster marittimo. Appuntamento al 25 giugno, per la convocazione straordinaria del comitato in occasione della giornata mondiale del marittimo. […]

  • Il Procuratore Generale Militare presso la Suprema Corte di Cassazione visita il Comando Generale
    on 30 maggio 2018 at 13:31

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaMercoledì 23 maggio, il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ha ricevuto la visita del Procuratore Generale Militare presso la Suprema Corte di Cassazione, dott. Maurizio Block. Ad accoglierlo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, il Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile e l’Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, Capo del 1° Reparto - Personale.Durante l'incontro sono state illustrate all'ospite le molteplici linee di attività condotte dal Corpo in favore della collettività, a tutela degli interessi civili e produttivi del mare e dei porti. Il Procuratore Generale, dopo la firma del libro d’onore, ha espresso parole di apprezzamento per i numerosi compiti che il Corpo svolge quotidianamente a beneficio dell'utenza marittima. […]

  • Quale Arbalete Scegliere?
    by Ste on 30 maggio 2018 at 12:32

    In questo articolo spiegheremo i vari tipi di fucili arbalete in commercio, i materiali, quale misura scegliere e le tecniche di pesca a cui sono più adatti. Ci rivolgiamo soprattutto ai neofiti o comunque a tutti i pescatori subacquei che hanno poca esperienza e vogliono chiarirsi le idee in materia di arbalete. Materiali Gli arbalete […] L'articolo Quale Arbalete Scegliere? proviene da Pesca Subacquea. […]

  • Il Comandante dell’Operazione SOPHIA di EuNavFor Med visita il Comando Generale
    on 28 maggio 2018 at 16:50

    Categoria: EventiLuogo: RomaNella giornata di oggi, lunedì 28 maggio, il Comandante dell'Operazione SOPHIA di EuNavFor Med, Ammiraglio di Divisione Enrico Credendino, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Ad accoglierlo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e il Capo 3° Reparto – Piani e Operazioni, Capitano di Vascello Sergio Liardo.Tra le tematiche principali affrontate durante l'incontro, particolare attenzione è stata dedicata alle operazioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera anche con l'impiego di assetti navali inquadrati nell'Operazione SOPHIA del dispositivo EuNavFor Med. […]

  • Accordo quadro tra il Comando Generale della Guardia Costiera e la Sapienza Università di Roma
    on 28 maggio 2018 at 14:56

    Categoria: EventiLuogo: RomaVenerdì 25 maggio, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è recato presso la sede del Rettorato dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" per incontrare il Magnifico Rettore, Dott. Eugenio Gaudio. Scopo dell'incontro è stato quello di rendere operativo l'accordo quadro sottoscritto nel 2016 tra il Comando Generale della Guardia Costiera e il Dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale Antonio Ruberti, guidato dal Direttore Prof. Alberto Marchetti Spaccamela. In particolare, sono stati avviati due importanti progetti di ricerca, il primo dei quali, studiando le attività svolte dalla Guardia Costiera nei settori di competenza, consentirà di fornire un'analisi scientifica dell'efficienza e dell'efficacia dell'azione operativa e amministrativa degli uffici periferici del Corpo, con proposte di up-grade dell'attuale sistema di "Controllo e Gestione". Inoltre, al fine di creare un miglior servizio di "Customer Satisfaction – Management", uno dei progetti di ricerca riguarderà lo studio per l'implementazione dei servizi di front-office e gradimento, anche attraverso la predisposizione, la raccolta e l'analisi di questionari somministrati ai cittadini direttamente da giovani laureati impegnati nel progetto. La collaborazione tra il Corpo e la prestigiosa Università, tra le più antiche d'Italia e del mondo, permetterà di raggiungere risultati importanti nell'ambito del "Controllo di gestione", consentendo ad un'amministrazione complessa come quella della Guardia Costiera di mantenere alti livelli di efficienza ed efficacia, con risultati sempre più performanti. […]

  • Il saluto del Ministro Delrio al personale del Corpo
    on 28 maggio 2018 at 14:54

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella giornata di oggi, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha voluto incontrare, presso il Comando Generale, il personale del Corpo, in segno di affetto e di riconoscenza per il prezioso lavoro che gli uomini e le donne della Guardia Costiera hanno svolto durante gli anni trascorsi alla guida del Dicastero, da cui il Corpo dipende funzionalmente. Ad accoglierlo, il Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e il Capo del I° Reparto, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello. Il Ministro ha poi salutato in video conferenza tutti i Direttori Marittimi i quali, attraverso l'Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, Direttore Marittimo della Liguria, hanno voluto ringraziarlo per la vicinanza dimostrata nei diversi momenti di incontro con i Comandi presenti sul territorio.Dopo aver firmato il libro d'Onore, ha raggiunto la sala congressi della sede del Comando Generale dove ha incontrato una rappresentanza del personale, ad attestare idealmente la presenza di tutti gli 11.000 uomini e donne del Corpo. Nell'occasione Delrio ha voluto ribadire il ruolo insostituibile nello scenario marittimo nazionale della Guardia Costiera, sottolineando come il Corpo ha sempre operato dimostrando impegno, professionalità e umanità.Un'attività silenziosa e laboriosa che ha sostenuto la crescita di un settore, il mare, divenuto fulcro dello sviluppo del nostro Paese.A conclusione, Delrio ha riconosciuto, all'interno del suo mandato, quel prezioso scambio di valori e di conoscenze, che si è rivelato il segno più tangibile di un'esperienza di grande arricchimento umano e professionale, sottolineando che continuerà a sentirsi sempre parte della famiglia della Guardia Costiera. L'Ammiraglio Pettorino, a nome di tutto il suo personale, ha espresso al Ministro Delrio la profonda e sincera gratitudine per la fiducia sempre dimostrata nei confronti del Corpo, considerandolo uno strumento indispensabile per il raggiungimento di importanti obiettivi a tutela degli interessi marittimi nazionali e comunitari. […]