Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • L’ambasciatore di Malta in Italia visita Comando Generale
    on 22 Gennaio 2021 at 14:13

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella giornata di ieri, S.E. Carmel Vassallo, Ambasciatore di Malta in Italia, ha fatto visita al Comando Generale della Guardia Costiera, dove è stato accolto dal Comandante Generale - Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.All'incontro erano presenti anche il Contrammiraglio Sergio Liardo, capo del 3°Reparto Piani e Operazioni, nonché il Capitano di Vascello Claudio Manganiello Capo Ufficio Affari internazionali del Comando generale.Al tradizionale saluto di benvenuto, che ha aperto il momento di conoscenza istituzionale tra l'Ambasciatore e il Comandante Generale, è seguito un proficuo confronto sulle principali mission del Corpo, con un focus su quelle riguardanti la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela dell'ambiente marino e la sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi; confronto, cui è seguita anche l'illustrazione delle moderne tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo della Guardia Costiera, e dei sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo.A seguire, l'Ambasciatore ha firmato il libro d'onore del Comando Generale, esprimendo all'Ammiraglio Pettorino la propria stima e il proprio apprezzamento per l'attività svolta dagli uomini e donne del Corpo in favore della collettività.

  • IL COMANDANTE GENERALE IN VISITA AI COMANDI TERRITORIALI DEL VENETO
    on 22 Gennaio 2021 at 13:49

    Data: 20/01/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Veneto​Il 20 gennaio, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha fatto visita alla Capitaneria di porto di Chioggia e ai suoi Uffici marittimi dipendenti di Porto Levante, Porto Tolle e Scardovari.Ad accogliere il Comandante Generale, accompagnato dal Direttore marittimo del Veneto, Contrammiraglio Piero Pellizzari, il Comandante della Capitaneria di porto di Chioggia, Capitano di Fregata Michele Messina.In occasione della visita al Comando chioggiotto, l’Ammiraglio Pettorino ha incontrato in assemblea una rappresentanza del personale dipendente della Capitaneria, al quale ha espresso il proprio apprezzamento per il servizio prestato e, in particolare, per l’impegno profuso nel corso del difficile anno appena trascorso per sostenere le necessità dell’utenza del mare.Dopo la rituale firma nel Registro storico della Capitaneria di porto, l’Ammiraglio Pettorino, accompagnato sempre dal Contrammiraglio Pellizzari e dal Comandante Messina, ha proseguito per gli Uffici marittimi di Porto Levante, Porto Tolle e Scardovari, ove ha incontrato i rispettivi Titolari ed il personale dipendente.L’indomani, la visita istituzionale è proseguita dapprima con l’Ufficio Circondariale Marittimo di Caorle e la dipendente Delegazione di spiaggia di Bibione e, successivamente, con L’Ufficio di Jesolo e con l’incontro del personale dipendente di ciascuno di essi.Al termine della due-giorni veneta, il Comandante generale ha inteso evidenziare l’importanza del lavoro costantemente assicurato dalle donne e uomini di quelle sedi marittime, essenziale per rispondere con prontezza e spirito propositivo alle richieste del cittadino, soprattutto in un frangente difficile, qual è quello emergenziale in atto.

  • CON LA FORZA DEL RESPIRO – Il nuovo libro di Umberto Pelizzari
    by Luca on 20 Gennaio 2021 at 16:38

    CON LA FORZA DEL RESPIRO DAL FASCINO DELL’APNEA  ALLE SFIDE DELLA VITA UMBERTO PELIZZARI «Spesso il mondo costruisce attorno a noi limiti che tendono a soffocare i nostri sogni e le nostre idee, ma è proprio davanti a queste realtà che non dobbiamo chinare il capo facendo finta di niente. Spesso bisogna essere dei ‘ribelli’.

  • Dpcm Covid-19: Regole Pesca Sportiva dal 17 Gennaio al 5 Marzo
    by Redazione Apnea Magazine on 16 Gennaio 2021 at 23:26

    Ecco come le nuove misure di contrasto al Covid-19 impattano sulla pratica della pesca sportiva, dal 17 gennaio al 5 marzo Apnea Magazine

  • Gare Pesca Sub: il 7 Febbraio la 31a Coppa Carnevale
    by Redazione Apnea Magazine on 15 Gennaio 2021 at 17:37

    L’iscrizione è aperta a tutti i tesserati FIPSAS in possesso della documentazione agonistica prevista dalla Circolare Normativa. Apnea Magazine

  • Video Pesca Sub: Grosso Dentice dalla Superficie (9 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 14 Gennaio 2021 at 18:01

    Il dentice, specialmente di mole, non è una cattura molto frequente nel bassofondo. E mai prima ci era capitato di vedere un video, come questo di roccapina, che immortalasse la cattura di un esemplare, per giunta molto corpulento (che non era solo!), colpito durante un agguato in superficie. È una di quelle poche volte in cui si può veramente dire che il fucile ha fatto veramente la differenza! Apnea Magazine

  • GARMIN ITALIA INAUGURA IL 2021 POTENZIANDO LA DIVISIONE MARINE E RINNOVANDO IL TEAM MARKETING
    by Luca on 13 Gennaio 2021 at 15:51

    COMUNICATO STAMPA 11 gennaio 2021 GARMIN ITALIA INAUGURA IL 2021 POTENZIANDO LA DIVISIONE MARINE E RINNOVANDO IL TEAM MARKETING Con decorrenza gennaio 2021, Garmin Italia presenta ufficialmente tre nuove cariche nel suo organigramma. Carlo Brevini ricopre ora il ruolo di Sales & Marketing Manager della divisione Marine, potenziata anche dalla nuova figura di Product Support

  • Il Presidente di ENI Foundation in visita al Comando Generale
    on 12 Gennaio 2021 at 10:45

    Categoria: EventiLuogo: Roma​Nella giornata odierna il dott. Domenico Giani, Presidente di ENI Foundation, ha fatto visita al Comando Generale della Guardia Costiera.Ad accoglierlo, il Comandante Generale, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, è seguito un proficuo momento di confronto  sulle tematiche di comune interesse, nel corso del quale si è parlato anche dei significativi progetti umanitari dei quali la Fondazione si fa promotrice nel mondo. Successivamente il dott. Giani ha apposto la sua firma sul libro d'onore.A conclusione della visita, il Presidente di ENI Foundation ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta e per aver avuto l'opportunità di approfondire ulteriormente la conoscenza del Corpo e delle indispensabili attività svolte a tutela dell'ambiente marino e degli usi civili e produttivi del mare.

  • Garmin: Descent Mk2 – Difficile chiamarlo “solo” computer
    by Luca on 11 Gennaio 2021 at 8:27

    Le nostre prove di Jack Cubeddu Smartwatch, multisport, profondimetro, gps e tanto altro ancora. Quando uno strumento diventa il miglior compagno per le nostre attività e per la vita di tutti i giorni La notizia dell’uscita del nuovo MK2 della Garmin ha creato non poca curiosità nell’ambiente “apneistico”, soprattutto tra chi ha avuto modo in

  • Il Comandante Generale in visita alla Capitaneria di S. Benedetto del Tronto
    on 10 Gennaio 2021 at 9:18

    Data: 10/01/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: San Benedetto del TrontoSi è conclusa ieri, 9 gennaio, la visita del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto al Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto dove, nel pomeriggio di venerdì, è stato ricevuto dal Capo del Compartimento Marittimo e Comandante della Capitaneria di porto, Capitano di Fregata Marco Mancini e dal Direttore marittimo delle Marche, Contrammiraglio Enrico Moretti.Nella circostanza, l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato il personale della Capitaneria di porto marchigiana prima e, a seguire, quello del 1°Nucleo Subacqueo della Guardia Costiera - anch'esso di stanza nella cittadina sanbenedettese - al quale ha voluto portare la propria vicinanza ed esprimere il proprio apprezzamento per il costante impegno profuso al servizio della collettività locale, fortemente legata al mare e alla sua cultura, e che vanta storiche tradizioni marittime; impegno ulteriormente accentuato dalla complessa fase emergenziale che il Paese sta attraversando.L'indomani, l'Ammiraglio Pettorino si è poi recato in visita all'Ufficio marittimo di Cupra marittima ove ha incontrato in un primo momento il personale dipendente e, successivamente, il sindaco Alessio Piersimoni, al quale il Comandante generale ha portato la propria vicinanza, nel segno della collaborazione e della sinergia tra Autorità Marittima e Amministrazione locale, per il sostegno agli interessi marittimi su cui vertono la vita e l'economia di quella realtà costiera.Al termine della due-giorni adriatica, il Comandante Generale ha visitato il museo “Cantieri della Civiltà marinara” di Porto San Giorgio, dedicato alla tradizione marinara sangiorgese ed alla storia del devastante Fortunale del ’35 travolse quella realtà marinara.

  • Curiosità dal mondo: le spigole della Penisola di Portland
    by Luca on 7 Gennaio 2021 at 17:25

    Il bravo Cristian Filingeri ci accompagna lungo la penisola di Portland, nel Dorset, in Inghilterra. Lunga 6 chilometri e larga quasi 3, si protrae nella Manica, rendendola uno dei luoghi più estremi per andare a pescare e teatro di diverse competizioni nel sud del Paese. Poche volte accessibile durante l’anno, ha acque spazzate spesso da

  • La Guardia Costiera traccia il bilancio conclusivo del 2020
    on 7 Gennaio 2021 at 9:52

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIl 2020, a causa delle particolari contingenze sanitarie, si è rivelato un anno difficile. La pandemia da Covid-19 ha stravolto le abitudini del vivere comune, del modo di lavorare, dei rapporti sociali. In tale contesto, la Guardia Costiera si è adoperata nel fornire una risposta concreta e immediata collaborando attivamente con la Protezione Civile. Molteplici gli interventi operativi sul territorio nazionale per assicurare il trasporto urgente di più di 1.300.000 DPI (dispositivi di protezione individuale). I militari del Corpo, inoltre, sono stati anche inseriti in appositi dispositivi di Pubblica sicurezza, per contribuire con le Forze di polizia alla verifica contestuale del rispetto delle disposizioni volte a contenere e contrastare la diffusione del virus. Grazie al rinnovato impegno di tutti gli uomini e le donne della Guardia Costiera, anche per quest’anno è stata garantita la continuità dei servizi indispensabili alla comunità nazionale che dal mare trae sostentamento e/o svago. Grazie al lavoro svolto dal 6° Reparto “Sicurezza della Navigazione” del Comando Generale del Corpo, nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria, è stata mantenuta in efficienza la catena logistica degli approvvigionamenti via mare dei beni essenziali, garantendo la sicurezza e la regolarità dei trasporti marittimi che non hanno mai interrotto la loro attività, né è mai mancata l’assistenza nei confronti di quegli equipaggi momentaneamente bloccati nei porti esteri. Per venire incontro al personale marittimo - inoltre - sono stati prorogati i permessi, i certificati, gli attestati e gli atti abilitativi. L’attività di controllo è altresì proseguita regolarmente con 1227 ispezioni PSC (Port State Control) eseguite nei confronti delle navi straniere approdate nei porti italiani, delle quali 64 sottoposte a fermo amministrativo per gravi irregolarità concernenti la sicurezza della navigazione. Ma non solo. Nel corso del 2020 la Guardia Costiera si è fortemente impegnata anche in favore dell’ambiente sia a livello operativo che comunicativo. La campagna ambientale “Alla natura non serve”, il cui spot è ancora in programmazione nell’emittente televisiva nazionale, nata dalla collaborazione tra il Comando Generale della Guardia Costiera e il Ministero dell'Ambiente, ha contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica a favore del corretto smaltimento di guanti e mascherine, affinché non vadano dispersi nell’ambiente marino e costiero. L’operazione “Reti fantasma”, ha visto i nuclei subacquei del Corpo impegnati in attività di recupero delle reti da pesca abbandonate lungo i fondali marini: un pericolo per la vita dell’ecosistema marino come pure per la sicurezza di bagnanti e subacquei. Ad oggi, sono oltre 7 le tonnellate di reti abbandonate sui fondali marini rimosse dai nuclei sub della Guardia Costiera, pari a circa 240mila bottiglie di plastica.  A quest’attività operativa, si è affiancata la campagna “dal lockdown alla ripartenza” e la 4^ campagna di monitoraggio ambientale nelle aree marine protette realizzata grazie all’intervento congiunto della componente aeronavale del Corpo, dei nuclei sub e dei laboratori ambientali mobili. Sul fronte “pesca”, poi, non è mancato il sostegno al ceto peschereccio destinatario di misure normative governative finalizzate ad agevolare lavoratori e imprese nell’affrontare la contingente situazione economica connessa all'emergenza epidemiologica, l’operatività delle quali è stata garantita dal Corpo delle Capitanerie di porto, in ragione della dipendenza funzionale dal MIPAAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali). Nello specifico, allo stato attuale sono state liquidate due diverse forme di sostegno al settore della pesca: 14 milioni di euro provenienti dal “Fondo pesca e acquacoltura per l’emergenza COVID-19” (Decreto ministeriale del 17/7/2020 emanato ai sensi dell’articolo 78, comma 2, del decreto-legge 17 marzo 2020, n.18), e 16 milioni di euro a favore del fermo pesca (obbligatorio e non) di cui al Decreto Direttoriale n.11 del 10/07/2020.All’impegno in ambito amministrativo, è stata affiancata l’attività di controllo pesca, che ha registrato per il 2020 un importo di oltre 7 milioni di euro di sanzioni, per 340 tonnellate di prodotto irregolare, un terzo del quale di provenienza estera. Attraverso diverse operazioni, l’ultima delle quali denominata “Frontiere tracciabili”, le ispezioni effettuate lungo l'intera filiera ittica e sulle grandi piattaforme logistiche di distribuzione, ha permesso di tutelare i prodotti made in Italy. Inoltre, solo nel 2020, in aggiunta alle attività svolte dai mezzi assegnati ai Comandi del bacino Tirrenico meridionale, l'impiego ulteriore e continuativo di assetti aereo-navali d'altura della Guardia Costiera ha portato al sequestro di oltre 120 km di reti irregolari. Di rilievo anche il lavoro amministrativo espletato dal Corpo in questo 2020. Tra certificati, autorizzazioni, pareri, nulla osta, licenze e quant’altro, sono stati erogati per l’utenza più di 270.000 atti amministrativi. Oltre 8.000 le patenti nautiche rilasciate a fronte di 2.270 sessioni di esame. A conclusione di questo anno, tuttavia, un’attenzione particolare va riservata a quello che si può definire il compito principale della Guardia Costiera: il soccorso in mare a salvaguardia della vita umana. Anche quest’anno, infatti, l’impegno del Corpo è stato notevole, basti pensare che sono stati soccorsi, a seguito di operazioni SAR (Search and Rescue), 4775 migranti e 3416 tra diportisti, pescatori, equipaggi marittimi, bagnanti e subacquei.Come di consueto, l’operazione estiva Mare Sicuro - giunta al compimento del 30esimo anno di vita - ha garantito, nonostante la particolare situazione contingente, la sicurezza in mare di bagnanti e diportisti, consentendo il regolare svolgimento delle attività ricreative e commerciali. Rimanendo nell’ambito del soccorso, soprattutto quando le condizioni meteo sono proibitive tali da impedire ai mezzi navali di raggiungere in tempi brevi il luogo delle operazioni, si è compresa l’imprescindibilità del soccorso in mare con aeromobile. Infatti, la componente aerea della Guardia Costiera, che quest’anno è stata ampliata con 4 nuove unità ad ala rotante, si è spesso rivelata di fondamentale importanza in molteplici operazioni di salvataggio, una delle quali quella occorsa alla motonave Norman Atlantic di cui ricorre in questi giorni il 6° anniversario, e che può ben dirsi il più grande soccorso via-aerea effettuato al mondo. In quell’occasione, il 28 dicembre del 2014, il Centro Nazionale di Soccorso della Guardia Costiera italiana (IMRCC), coordinò le operazioni di evacuazione di quasi 500 persone dalla nave in fiamme. Le operazioni di recupero, rese complesse dalle proibitive condizioni del mare, videro coinvolti, oltre ai mezzi aeronavali e uomini della Guardia Costiera, anche quelli della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare, dei Vigili del Fuoco e di altre unità civili e militari italiane ed estere. Le capacità professionali degli uomini e delle donne della Guardia Costiera, la loro capacità ad adattarsi ai cambiamenti, quella di offrire all’utenza del mare e dei porti soluzioni flessibili e innovative - ha dichiarato il Comandante Generale del Corpo, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino -, costituiranno le leve, su cui le Capitanerie di porto – Guardia Costiera continueranno a costruire la prossima “ripartenza”. 

  • DL Covid-19: Regole per la Pesca Sportiva dal 7 al 15 Gennaio
    by Redazione Apnea Magazine on 6 Gennaio 2021 at 17:04

    AGGIORNATO all'8/01/2021 - Ecco come le zone gialle e arancioni introdotte con il primo Dpcm del 2021, influenzeranno la pratica della pesca sportiva dal 7 al 15 Gennaio Apnea Magazine

  • Gennaio è in edicola
    by Luca on 2 Gennaio 2021 at 7:00

    In questo numero di inizio d’anno, cominceremo con il raccontarvi il retroscena degli ultimi Campionati italiani per società, tra le poche competizioni di rilievo nazionale svoltesi nell’appena concluso 2020. Sarà poi sempre Gherardo Zei ad intervistare Matteo di Bon, patron della Mac Coltellerie, per un intervista “fuori dai denti”. Andremo con Alberto Martignani, in alto

  • La Guardia Costiera riceve il riconoscimento "Quality shipping for the 21st Century" dalla US Coast Guard
    on 31 Dicembre 2020 at 9:20

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaLa Coast Guard degli Stati Uniti d'America ha assegnato, lo scorso 8 luglio, al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, il prestigioso riconoscimento denominato QUALISHIP 21-Quality shipping for the 21st Century che viene attribuito esclusivamente alle Amministrazioni di bandiera che hanno conseguito, nell'ultimo triennio, prestazioni di eccellenza nel campo marittimo.Infatti, dalla lettura del report annuale della USCG - anno 2019, si rileva che l'Italia - confermando i positivi risultati già conseguiti negli anni precedenti -con 56 distinti arrivi di navi di bandiera nazionale e nessun fermo, ha mantenuto una bassa percentuale di detenzioni nel triennio di riferimento 2017/2019, toccando addirittura lo zero percentuale nello scorso 2019 e rientrando, quindi a pieno titolo, tra i Paesi eleggibili per l'ambito riconoscimento. Questo garantirà alle navi nazionali, che scalano porti degli Stati Uniti, un regime di visite/controlli agevolato.Oltre a tale importante traguardo si ricorda che l'Amministrazione italiana ed il suo naviglio è, da numerosi anni, nella "White list" di tutti Memorandum of Understanding del mondo e si è collocata, nell'ambito del Memorandum di Parigi (ParisMou) - del quale, si ricorda, fanno parte gli Stati costieri europei con l'aggiunta di Federazione Russa e Canada - tra le prime 20 nazioni al mondo per standard qualitativi di sicurezza. Tali pregevoli risultati sono stati conseguiti grazie alla professionalità ed al rigore con i quali ha operato il personale della Guardia Costiera italiana in sinergia con gli Organismi riconosciuti, unitamente al grandissimo senso di responsabilità, all'entusiasmo ed alla elevata preparazione dimostrata dall'intero cluster armatoriale e dagli equipaggi della marina mercantile italiana. Le qualità dell'armamento, l'altissimo standard di sicurezza e la particolare attenzione per l'ambiente marino fanno di questo segmento della nostra economia uno dei settori trainanti e di eccellenza del nostro sistema Paese.

  • Concluso il ciclo di verifiche volte alla convalida della certificazione di conformità del Sistema di Gestione della Qualità del Corpo delle Capitanerie di porto
    on 29 Dicembre 2020 at 12:21

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaSi è positivamente concluso lo scorso 10 dicembre il ciclo di verifiche finalizzate alla convalida della certificazione di conformità del Sistema di Gestione della Qualità del Corpo delle Capitanerie di porto (SGQ), alla norma armonizzata "ISO 9001:2015 ".L'importante certificazione è stata rilasciata alle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, quale articolazione del Dicastero che opera quale "flag state" (Stato di bandiera), in conformità al D.Lgs. 06/09/2011, n. 164 recante "Attuazione della direttiva 2009/21/CE relativa al rispetto degli obblighi dello Stato di bandiera", ed è frutto di un complesso ed articolato ciclo di audit svolto dall'ente certificatore già da inizio anno.In una prima fase, presso alcuni uffici marittimi, individuati quale campione rappresentativo dell'organizzazione periferica (Capitanerie di porto di Cagliari, Olbia, Oristano, Porto Torres e La Maddalena) lo scrutinio dell'Ente certificatore è stato incentrato sulla modalità di erogazione di servizi specifici, quali il rilascio della certificazione di sicurezza e di security alle navi di bandiera, il monitoraggio trimestrale dei centri di formazione ed addestramento del personale navigante, l'emissione delle tabelle minime d'armamento della flotta nazionale. La verifica presso i Comandi territoriali è stata poi completata da quella svolta con gli Uffici del Comando Generale preposti alla progettazione, sviluppo e controllo delle attività anzidette, avuto riguardo all'approfondimento dei processi complementari all'implementazione del sistema di gestione della qualità, nell'ambito dell'organizzazione e, in particolare, con riferimento alla formazione del personale ispettivo ed al controllo di gestione.Auditor del Corpo – in occasione di ulteriori approfondimenti  – hanno infine accertato la corretta applicazione da parte dei Comandi periferici, su tutto il territorio nazionale, degli indirizzi applicativi relativi alle citate linee di attività. Il Sistema di Gestione della Qualità del Comando generale – la cui prima edizione risale al 2012 – giunto alla terza convalida triennale, assicura piena e completa adesione ai precisi obblighi introdotti dal Codice per l'implementazione degli strumenti IMO , di cui alla Risoluzione A.1070(28), ed è una tappa essenziale in previsione della verifica cui l'Amministrazione marittima dell'Italia sarà sottoposta, nel 2022, dall'Organizzazione Marittima Internazionale. Un risultato il cui merito deve essere ascritto all'incessante opera del personale del Reparto VI Sicurezza della navigazione del Comando Generale, diretto dall'Ammiraglio Ispettore Luigi Giardino. Al pari dei molteplici servizi assicurati da tutte le articolazioni centrali e periferiche del Corpo a supporto del "sistema Paese", la certificazione di qualità assume oggi un'ulteriore valenza per le circostanze emergenziali in cui è maturata, che hanno imposto di rimodulare, anche in remoto, lo sviluppo di talune attività, preservando l'efficacia complessiva dell'azione amministrativa condotta dai Comandi operanti sul territorio.

  • Dpcm Covid e Pesca Sportiva: Contestare il Verbale in Zona Arancione
    by Redazione Apnea Magazine on 27 Dicembre 2020 at 17:17

    Se sei proprio deciso ad andare a pesca fuori comune, in zona arancione, ti spieghiamo come preparti al meglio in caso di controllo e verbale. Apnea Magazine

  • Porto di Genova: un messaggio di vicinanza per i marittimi
    on 27 Dicembre 2020 at 10:03

    Data: 27/12/2020 00:00:00Categoria: EventiLuogo: Genova​Lo scorso 22 dicembre, in occasione delle festività natalizie, S.E. Rev.ma Mons. Marco Tasca, Arcivescovo Metropolita della città di Genova, collegandosi via radio e via web dalla Sala operativa della locale Capitaneria di porto, ha impartito una benedizione ai marittimi e alle navi presenti nel porto di Genova. L'occasione, promossa nell'ambito delle attività del Comitato territoriale Welfare della Gente di mare e sostenuta dall'associazione Stella Maris, ha rappresentato l'occasione per dimostrare, ancora una volta, l'attenzione e la vicinanza che la Guardia Costiera rivolge quotidianamente al ceto marittimo, anche in quest'anno particolarmente difficoltoso caratterizzato dal concomitante stato emergenziale.In queste festività, la vicinanza a tutti gli equipaggi nazionali e stranieri, è stata oggetto anche delle attenzioni del Santo Padre, Papa Francesco, che ha rivolto Loro la Sua preghiera nella recita dell'Angelus da piazza San Pietro, domenica 20 dicembre u.s.

  • Il Mare della Sirena – Calendario 2021
    by Luca on 24 Dicembre 2020 at 7:02

    Il “Mare della Sirena” è la nuova opera di Francesco Rastrelli che, in occasione di una sua visita a Marina di Camerota ha sviluppato questa idea.  Rastrelli ha voluto immortalare, in copertina, proprio la foto di Mariafelicia Carraturo, a 48 anni campionessa mondiale di Apnea, nella grotta azzurra di Marina di Camerota.

  • DL Covid Natale: Regole Pesca Sportiva dal 24 Dicembre al 6 Gennaio
    by Redazione Apnea Magazine on 21 Dicembre 2020 at 16:57

    Ecco come le prescrizioni dell'ultimo provvedimento anti-covid impattano sulla pesca sportiva nel periodo Natalizio Apnea Magazine

  • Il Comandante Generale traccia un bilancio dell’anno con i Direttori Marittimi
    on 18 Dicembre 2020 at 20:47

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaSi è tenuta nel corso della mattinata di mercoledì 16 dicembre a Roma, presso la sede del Comado generale, un incontro – in video collegamento – con i vertici regionali delle Direzioni marittime del Corpo, presieduto dal Comandante generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, al quale hanno preso parte anche il Vice Comandante generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile, i Capi Reparto e Capi Uffici di staff dello stesso Comando generale.La riunione di coordinamento di vertice, coincisa con il periodo di fine anno, ha costituito occasione utile per tracciare un primo bilancio dell’intenso 2020 che volge ormai al termine, rappresentando altresì circostanza importante per iniziare a delineare prospettive e obiettivi che il Corpo si prefigge per il 2021. Al termine della riunione, l’Ammiraglio Pettorino, unitamente all’Ammiraglio Basile, ha incontrato, nel corso di un’assemblea promossa in occasione dell’approssimarsi delle festività natalizie, una simbolica rappresentanza del personale in servizio presso il Comando Generale, cui ha voluto rivolgere un messaggio di vicinanza e gratitudine per l’impegno costantemente profuso nel corso dell’anno – così delicato per l’intero Pase – che si sta per concludere.Successivamente, in un momento di sobria condivisione, ha avuto luogo la consegna da parte del Comandante generale, delle onorificenze e delle decorazioni di cui è stato insignito il personale in servizio al Comando generale, ovvero che vi ha prestato servizio nel recente passato.

  • Salvimar: Manta 100
    by Luca on 18 Dicembre 2020 at 11:54

    La forma richiama quella del gigante del mare ed è stata pensata per la comodità del pescatore che ci sta sopra e per la facilità con cui può pinneggiare. Di livello le finiture  Manta 100 è una plancetta dall’aspetto decisamente insolito progettata e realizzata dalla Salvimar. Come dice il nome, richiama le forme sinuose di

  • Pikotech Modular Release: L’evoluzione della fibbia
    by Luca on 18 Dicembre 2020 at 11:51

    di Emanuele Zara L’azienda toscana ha messo a punto un sistema davvero valido e ingegnoso, un congegno di sgancio della cintura di zavorra che prende spunto dai modelli che equipaggiano i sedili egli aerei. Ci sono poi 2 kit per chi usa la doppia cintura e per chi scende in profondità con il piombo mobile

  • Pathos: muta Medi da 7 mm – Caldissima e con un mimetismo particolare
    by Luca on 18 Dicembre 2020 at 11:39

    di Emanuele Zara Questo completo viene confezionato con neoprene Sheico a media densità, un ottimo compromesso tra potere coibente e resistenza allo schiacciamento La fodera mimetica è realizzata e rielaborata partendo da una fotografia della livrea di una cernia tropicale, la Epinephelous Malabaricus Il progetto della linea di mute monofoderate mimetiche della Pathos nasce alla

  • A Lampedusa la Ministra De Micheli incontra gli equipaggi della Guardia Costiera
    on 17 Dicembre 2020 at 17:13

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LampedusaQuesta mattina, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Onorevole Paola De Micheli, accompagnata dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha fatto visita all'Ufficio Circondariale Marittimo di Lampedusa, ove ha incontrato tutto il personale del locale Comando e degli equipaggi delle unità navali di stanza sull’isola.Ad accoglierla, il Comandante del porto - Tenente di Vascello Marco Ferreri, il Prefetto di Agrigento - Maria Rita Cocciufa, il Sindaco dell'isola - Salvatore Martello, il Procuratore aggiunto della Repubblica di Agrigento – Salvatore Vella e i vertici provinciali delle Istituzioni. Motivo dell’incontro dell'On. De Micheli con gli uomini e donne della Guardia Costiera isolana – simbolico avamposto operativo del Corpo – quello di portare la testimonianza e la gratitudine dei cittadini verso tutta la Guardia Costiera Italiana, in un frangente significativo dell’anno che vede ormai prossime le festività natalizie e conclude un periodo intenso e delicato per l’intera collettività, segnato dalle note vicende connesse all’emergenza epidemiologica in atto.La Ministra De Micheli – ad un anno esatto dalla sua ultima visita sull’isola, nel corso del quale ha sempre seguito il Corpo con attenzione, apprezzandone le attività condotte per la collettività - rivolgendosi agli equipaggi di Lampedusa, ne ha voluto sottolineare la passione e l’impegno profuso, senza soluzione di continuità."In un anno così difficile e complicato - le parole della Ministra - avete lavorato instancabilmente al servizio del nostro Paese, spesso in condizioni di enorme difficoltà. E oggi, qui a Lampedusa, lembo d'Italia in mezzo al Mediterraneo, è stato per me un onore poter portare la mia riconoscenza e i miei auguri di Natale a tutta la Guardia Costiera"

  • Dietro le quinte del Campionato italiano a Coppie di Pesca in Apnea
    by Luca on 16 Dicembre 2020 at 14:40

    Si è svolto a Forio d’Ischia (NA), lo scorso 10 ottobre ed è stato combattuto fino all’ultimo grammo il Campionato italiano di Pesca in Apnea a Coppie. A imporsi, la forte coppia siciliana formata da Concetto Felice e Rosario Lopis, che, con 6 prede valide e un punteggio finale di 7.234 punti, riesce a salire

  • Varata a Messina Nave CP420 "Natale De Grazia"
    on 14 Dicembre 2020 at 19:15

    Categoria: EventiLuogo: Messina​Si è svolta il 12 dicembre scorso a Messina la cerimonia di presentazione e varo della nuova Nave della Guardia Costiera, la CP420 "Natale De Grazia", in memoria del Comandante scomparso improvvisamente nella notte tra il 12 e il 13 dicembre del 1995.Per onorare la memoria dell'Ufficiale, il giorno prima dell'evento il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ricevuto dal Direttore Marittimo della Calabria, Capitano di Vascello Antonio Ranieri, è giunto nella città di Reggio Calabria per un incontro in Capitaneria con il personale militare e con i familiari di De Grazia nonché per un momento di raccoglimento sulla tomba del Comandante De Grazia. Un uomo - De Grazia - che ha fatto della propria vita una testimonianza di umanità e di coraggio e la cui storia, di amore per la legalità e per il mare, a distanza di 25 anni, resta viva nel cuore di ognuno, cittadini e istituzioni. "Un collega, un amico, un ufficiale di grande valore. Un esempio per le nuove generazioni e un orgoglio per questa città che gli ha dato i natali" ha dichiarato l'Ammiraglio Pettorino.Il giorno successivo,  accompagnato dal Contrammiraglio Giancarlo Russo Direttore marittimo della Sicilia Orientale e dal Comandante della Capitaneria di porto di Messina, il Capitano di Vascello Andrea Tassara, il Comandante Generale ha incontrato il personale militare della locale Capitaneria di Porto, come pure gli equipaggi dei mezzi navali, con una visita - in particolare - su Nave "Diciotti" CP941. Nell'incontro l'Ammiraglio Pettorino ha rivolto a tutti parole di compiacimento e apprezzamento per il quotidiano lavoro svolto a salvaguardia della vita, come pure in difesa dell'ambiente e della legalità, ricordando l'importante ricorrenza del 12 dicembre.Successivamente, all'interno dei cantieri navali Intermarine (Gruppo Immsi) di Messina ha avuto luogo la cerimonia di varo, presenti lo stesso Comandante Generale, il Presidente di Intermarine, Antonino Parisi, l'amministratore delegato di Intermarine, Livio Corghi, e la Sig.ra Anna Vespia, moglie De Grazia e madrina dell'evento.La scelta del 12 dicembre per il varo dell'unità, fortemente voluta dal Comando Generale, è stata fatta per onorare la memoria dell'Ufficiale, un uomo valoroso delle nostre istituzioni, medaglia d'oro al merito di Marina e vittima del dovere, morto in circostanze non ancora chiarite mentre indagava, per conto della Procura di Reggio Calabria, su un traffico di rifiuti radioattivi a bordo di navi mercantili nel Mediterraneo.La CP 420 - cofinanziata con fondi europei nell'ambito del Fondo Sicurezza Interna 2014/2020 - è la prima motovedetta di una nuova classe di unità navali, chiamata "Angeli del Mare", dedicata a chi ha perso la vita in servizio con generosità e sacrificio. Navi, pensate e progettate per assolvere il compito più importante che la storia e la legge affidano alla Guardia Costiera: la ricerca e il salvataggio in mare, una missione, che la nuova unità può svolgere anche in condizioni metereologiche e marine particolarmente critiche.Eccellenza della cantieristica italiana e vanto delle capacità marinaresche del nostro Paese, si distingue per essere una delle navi del comparto SAR (Search and Rescue) più grandi al mondo, nonché la più lunga imbarcazione "autoraddrizzante" e inaffondabile mai costruita in Italia. La CP 420, con i suoi 10 uomini di equipaggio, rappresenta il meglio della tecnologia navale di oggi, con propulsione e strumenti di comunicazione all'avanguardia; un'imbarcazione di 33 metri con un sistema avanzato di comando e controllo che assicura maggiore autonomia, maggiori capacità ricettive e una migliore logistica per l'equipaggio, per il ricovero di naufraghi a bordo e, dunque, non solo in coperta, durante le operazioni di soccorso che coinvolgono grandi numeri di persone."Tenax pro maris salute" è il motto ufficiale della nave che esprime, grazie all'autorevolezza della lingua latina, il senso del lavoro di De Grazia: "Ho lottato con tenacia per l'ambiente marino".Al termine della verifica di conformità e del periodo di familiarizzazione da parte del suo equipaggio, che ufficializzeranno la consegna amministrativa, la nave potrà inalberare il Tricolore, affidata al Comandante designato, il Tenente di Vascello delle Capitanerie di porto, Massimiliano Quinto.La CP 420 "Natale De Grazia" è una nave che ambisce, insieme al suo equipaggio – ha sottolineato l'Ammiraglio Pettorino – a dimostrare quei valori, quella generosità quella passione propri del Comandante di cui porta inciso, con orgoglio e fierezza, il nome. 

  • Gare Pesca Sub: Campionato Assoluto Pesca Sub 1975, Una Lotta Sopra e Sotto!
    by Redazione Apnea Magazine on 14 Dicembre 2020 at 14:19

    Simone Belloni Pasquinelli, pesca dalla propria enciclopedia personale dell'agonismo della Pesca Subacquea, il racconto del Campionato Italiano Assoluto del 1975. Una delle gare più dure che si siano mai disputate, per le condizioni meteo, per la selettività dei fondali e per la partecipazione di una folta schiera di campioni. È anche stata l'ultima gara di Carlo Gasparri che poi si ritirerà dall'agonismo. Apnea Magazine

  • Riunione annuale del Comitato Nazionale del Welfare della Gente di Mare
    on 11 Dicembre 2020 at 11:51

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella mattinata del 9 Dicembre scorso, si è tenuta la consueta riunione annuale dei Soci del Comitato Nazionale del Welfare della Gente di Mare. L'Assemblea plenaria, svolta in modalità a distanza a causa delle note restrizioni dovute all'emergenza sanitaria in atto, è stata co-presieduta dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, in qualità di Presidente del Comitato e dalla Dott.ssa Maria Teresa Di Matteo,  Direttore Generale della Direzione generale per la Vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne. L'importante consesso che vede riunito il cluster marittimo nazionale, rappresenta il necessario momento di sintesi di un anno particolarmente impegnativo per tutti gli operatori del settore, soprattutto per gli aspetti legati alla gestione del personale navigante. La riunione ha permesso di deliberare ed approvare interessanti progettualità, proposte dai Locali Comitati Territoriali, a beneficio dei marittimi che sbarcano nei porti nazionali.Fanno parte del Comitato Nazionale i principali attori dell'economia marittima italiana; erano, infatti, presenti, anche se in videoconferenza, i rappresentanti di Federagenti, di Assarmatori, del CIRM, di ANGOPI, di Fedepiloti, del Collegio Nazionale Capitani, della FIT – ITF, della Federazione Nazionale della Stella Maris. In tale occasione è stato proposto ed accolto dal consesso anche il nuovo socio: ALIS, l'Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile, realtà associativa di riferimento del trasporto e della logistica nazionale.Il Presidente del Comitato nazionale, Ammiraglio Pettorino, vivamente soddisfatto degli esiti della riunione, ha salutato al termine dell'incontro tutti i partecipanti e nel ringraziarli per la sempre dimostrata sensibilità verso il tema della solidarietà e della assistenza sociale, così come fortemente sollecitata nella Convenzione MLC 2006 di cui l'Italia è Governo Contraente, ha dato appuntamento alla prossima riunione che si terrà entro il primo semestre del prossimo anno, allorquando si potrà verificare lo stato di avanzamento e di realizzazione dei progetti oggi approvati e cofinanziati.

  • 9 dicembre: il Comandante Generale alla maratona online anticorruzione
    on 9 Dicembre 2020 at 9:17

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaOggi, 9 dicembre, a partire dalle ore 11.00, in occasione della giornata internazionale contro la corruzione, la Fondazione De Sanctis presenta la maratona online Il virus della legalità. Un approfondimento sul tema della legalità e della corruzione - ostacolo per lo sviluppo economico, minaccia per la tenuta morale del Paese - con la testimonianza sul tema del Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e di altre personalità istituzionali.Di seguito, il link per maggiori dettagli e per seguire la diretta:http://www.ilvirusdellalegalita.com/ ​

  • Conclusa presso il Comando Generale la riunione plenaria annuale prevista dall’Accordo internazionale SARMED OCC
    on 3 Dicembre 2020 at 14:20

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Ieri, 2 dicembre, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, si è conclusa la riunione plenaria annuale prevista dall'Accordo internazionale SARMED OCC.L'accordo, sottoscritto nel 1978 tra i Governi francese, italiano e spagnolo, ha la finalità di assicurare eventuali operazioni di ricerca e soccorso per mezzo di aeromobili e salvaguardare la vita umana in mare e a terra, incentivando il coordinamento e la cooperazione tra gli Stati firmatari.Quest'importante momento di confronto, promosso dal Comando Generale, che nel biennio 2019-2020 assume le funzioni di Segreteria permanente per i lavori previsti dall'Accordo stesso, si è aperto con il saluto del Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e del Capo Reparto Piani e Operazioni, Contrammiraglio Sergio Liardo.In seguito, sotto la direzione del Contrammiraglio Giuseppe Aulicino, hanno partecipato, in videoconferenza, rappresentanti del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico, della Direction des Services de la navigation aérienne francese, del Cuartel General del Mando Aéreo del combate spagnolo e del relativo centro di soccorso marittimo spagnolo.Nella circostanza, l'Ammiraglio Pettorino - in relazione all'attuale situazione sanitaria pandemica - ha voluto evidenziare "gli sforzi che ogni Organizzazione sta conducendo per assicurare comunque l'erogazione delle funzioni di Guardia Costiera che le Convenzioni internazionali e le leggi nazionali ci hanno assegnato", "nella speranza che i sacrifici che tutti noi oggi stiamo compiendo, permetteranno a noi ed alle nostre famiglie di avere un futuro migliore e sicuro".Infine, i lavori si sono conclusi con il virtuale passaggio di testimone delle funzioni di Segreteria permanente, per il prossimo biennio, ai colleghi spagnoli.

  • Il nuovo Presidente dell’Associazione Nazionale Marinai d'Italia visita il Comando Generale
    on 2 Dicembre 2020 at 14:29

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Lo scorso 19 novembre, l’Ammiraglio di Squadra (r) Pierluigi Rosati ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, ove è stato ricevuto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.L’incontro segue il recente insediamento dell’Ammiraglio Rosati alla presidenza dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (A.N.M.I.) la quale, peraltro, ha sottoscritto, nel marzo 2017, un protocollo d’intesa con il Comando generale finalizzato alla valorizzazione e supporto delle attività che la Guardia Costiera porta avanti in materia di divulgazione della cultura e della sicurezza in mare.Il momento istituzionale rinsalda i rapporti tra il Corpo e l'Associazione nazionale, che racchiude tra i propri iscritti alle sedi territoriali anche una significativa parte del personale che, con il proprio servizio, è stato testimone della storia del Corpo, avendone fatto parte.Al termine dell'incontro, l'Ammiraglio Rosati ha espresso un particolare apprezzamento per l'attività svolta da uomini e donne del Corpo e, infine, la visita si è conclusa con attestazioni di reciproca stima.​

  • Chiara Cardoletti, rappresentante UNHCR, in visita al Comando Generale
    on 2 Dicembre 2020 at 13:25

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Lunedì 30 novembre, il Comando Generale delle Capitanerie di porto ha ricevuto la visita di Chiara Cardoletti, recentemente nominata rappresentante per l'Italia, la Santa Sede e San Marino dell'UNHCR, agenzia ONU per i rifugiati, accompagnata da Riccardo Clerici, anch'egli rappresentante UNHCR.Ad accoglierli, il Comandante Generale della Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo, Giovanni Pettorino ed il Capo del Terzo Reparto Piani e Operazioni del Comando Generale, Contrammiraglio Sergio Liardo.Al tradizionale saluto di benvenuto, che ha aperto il momento di conoscenza istituzionale tra la Rappresentante UNHCR e il Comandante Generale, è seguito un proficuo confronto sulle principali mission che il Corpo conduce quotidianamente, con un focus su quelle riguardanti la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela dell'ambiente marino e la sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi; confronto, al termine del quale, la Dott.ssa Cardoletti ha firmato il libro d'onore del Comando Generale: "siamo grati alla Guardia Costiera per il ruolo svolto nel salvare vite umane in pericolo in mare", le parole di un passaggio della testimonianza lasciata in occasione della sua visita.

  • A Roma, il 1° Workshop sulla Componente subacquea della Guardia Costiera
    on 1 Dicembre 2020 at 15:04

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaSi è concluso questa mattina a Roma, presso la sede del Comando generale, il primo workshop dedicato alla Componente Subacquea della Guardia Costiera, finalizzato ad approfondirne trasversalmente il passato, il presente e le prospettive future.L’appuntamento si è aperto con l’indirizzo di saluto del Comandante Generale, Ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino, che ha poi ceduto la direzione tecnica di coordinamento al Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile.All’intensa due-giorni di dibattito e confronto, hanno preso parte i Capi Nucleo dei cinque nuclei sommozzatori della Guardia Costiera, che hanno esaminato le principali tematiche di interesse per la Componente subacquea e il suo sviluppo. Ai lavori, hanno preso parte altresì i Capi Reparto e Capi Ufficio di staff del Comando Generale, nonché – collegati in streaming – i Comandanti regionali delle quindici Direzioni Marittime ed i rispettivi Reparti Operativi, coinvolti nella seconda giornata del Workshop, per la condivisione delle sue conclusioni e degli spunti contenutistici di approfondimento che ne sono scaturiti.L’importante momento di confronto – fortemente voluto dal Comandante Generale – è stato promosso anche quale ulteriore momento di celebrazione dell’importante traguardo raggiunto quest’anno dalla Componente subacquea, che vede ricorrere il 25° anniversario della sua costituzione, ricorrenza cui è peraltro dedicato anche il Calendario Istituzionale 2021 della Guardia Costiera che racconta il patrimonio sommerso dei nostri mari e il quotidiano impegno della Guardia Costiera e dei suoi sommozzatori per difenderlo e tutelarlo a vantaggio delle future generazioni. Era infatti il 1° gennaio 1995 quando, San Benedetto del Tronto, nasceva il 1° Nucleo Operatori Subacquei della Guardia Costiera, deputato a concorrere nella salvaguardia della vita umana in mare, nella conservazione del patrimonio storico-archeologico, nella tutela delle risorse ittiche, dell’ambiente e dell’ecosistema marino. Al Nucleo di San Benedetto si sono poi aggiunti negli anni quelli di Napoli, Messina, Cagliari e Genova.A chiudere i lavori, le parole dell’Ammiraglio Pettorino di “ringraziamento ai sommozzatori, a nome di tutti gli uomini e donne del Corpo, per l’impegno che - silente e immutato nel tempo – ha accompagnato il loro agire al servizio del mare e del suo ecosistema, rappresentando un contributo essenziale per la crescita operativa dell’intero Corpo. Un contributo essenziale, in ragione del quale – ha continuato l’Ammiraglio – la Componente subacquea avrà la continua attenzione dei vertici del Corpo, che continuerà ad investire nel settore, ritenuto di strategica importanza”.   Di seguito il video realizzato in occasione della ricorrenza del 25° anniversario della Componente subacquea.

  • Presentato il nuovo "Calendario della Guardia Costiera 2021"
    on 30 Novembre 2020 at 15:13

    Luogo: Roma​Presentato, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, il nuovo Calendario istituzionale 2021 della Guardia Costiera.L'evento, trasmesso on line lo scorso 28 novembre, in contemporanea su tutti i canali social del Corpo, ha visto la presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e dell'esploratore e fotografo del mare Alberto Luca Recchi. Presente, inoltre, il giornalista RAI e vice direttore del TG1 Filippo Gaudenzi che ha condotto l'evento, dialogando con gli intervenuti sull'importante messaggio sotteso a questa edizione del calendario istituzionale.Realizzato dal fotografo professionista e subacqueo Sergio Riccardo, sotto la direzione artistica di Alberto Luca Recchi, il Calendario istituzionale 2021 ha come tema il mondo sommerso e la componente subacquea della Guardia Costiera, che quest'anno celebra i 25 anni di vita.Ma non solo. A impreziosire ulteriormente il progetto, anche un altro grande nome, quello di Luca Ward, noto attore e doppiatore nonché "uomo di mare" che, in un suggestivo voice-over, ha prestato la sua voce per accompagnare gli scatti del Calendario.L'intento del Calendario è quello di raccontare il Mar Mediterraneo e la sua evoluzione, evidenziando come nel tempo l'azione umana abbia modificato questo complesso ecosistema, e come la stessa azione dell'uomo possa contribuire a ripristinarne lo stato originario, anche grazie al contributo della Guardia Costiera e, più in generale, di tutta la collettività."Il Mediterraneo" ha commentato il direttore artistico, Recchi, "è ferito, ma non è morto. La buona notizia è che il mare non è come una miniera, che una volta svuotata è vuota per sempre. Il mare è come una foresta: basta lasciarla in pace e ricresce, anche più velocemente. E questo è un segnale di speranza".Sul tema anche il Comandante Generale, l'Ammiraglio Pettorino. "Il Mediterraneo", ha ribadito l'Ammiraglio, "non sta male, ma potrebbe stare peggio se non mettiamo in campo tutti quegli strumenti necessari a proteggerlo. Tramite i 12 scatti del calendario - in cui risiedono tante emozioni legate al mare - vorremmo toccare la sensibilità di tutti sulla necessità di tutelare e garantire la conservazione di questo bellissimo ed essenziale elemento della natura".I 5 punti sui quali ruota il tema centrale del Calendario, infatti, (sicurezza, bellezza/degrado ambientale, pesca e archeologia), sono tutti tesi a dimostrare quanto l'azione dell'uomo possa influenzare l'habitat marino e costiero. E non a caso gli splendidi scatti realizzati da Sergio Riccardo - grazie anche al contributo della componente subacquea della Guardia Costiera - ripropongono tematiche attuali e di interesse universale sullo sfondo di location d'eccezione, quali - ad esempio - la "Cattedrale di Marettimo", il Parco Archeologico sommerso di Baia (Pozzuoli) e di Cala Reale (isola di Asinara), come pure una piattaforma estrattiva a largo di San Benedetto del Tronto.Come ogni anno - poi -, anche quest'anno il Calendario si è arricchito di preziose collaborazioni, come quella con l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che ne ha curato la grafica e la stampa, e quella con l'Unicef (di cui la Guardia Costiera italiana è "Goodwill Ambassador"), che destinerà i proventi della vendita ai progetti per la protezione dei bambini di tutto il mondo. Paolo Rozera, Direttore generale di Unicef Italia: "Ringrazio gli uomini e le donne della Guardia Costiera, non solo per il loro quotidiano impegno e lavoro, ma anche perché mettono al centro delle loro azioni la cura e la tutela dei diritti di ogni bambino. Dedicare anche quest'anno il calendario a Unicef è un gesto prezioso."L'evento si è infine concluso con il saluto della Ministra Paola De Micheli che, nel suo intervento, ha ringraziato la Guardia Costiera sottolineando come "sott'acqua" - location scelta per il calendario 2021 -  ci sia il cuore e la ragione dell'esistenza della Guardia Costiera, che si dedica ogni giorno alla difesa del nostro mare e dell'ambiente, al salvataggio delle persone e alla protezione di chi vive il mare e la sua economia, così importante per il nostro Paese. "Il racconto di questi 12 mesi sott'acqua è affascinante ed emozionante." dichiara la Ministra "È il racconto di ciò che siete voi, della vostra generosità." Non è mancato un ricordo ad Aurelio Visalli, sottufficiale che ha recentemente perso la vita nel tentativo di salvare due giovani dalla forza del mare. Il progetto editoriale del calendario istituzionale 2021, nonchè l'evento di presentazione on line, sono stati curati e coordinati dall'Ufficio Comunicazione del Comando Generale. 

  • Pesca Sportiva e Bracconaggio: Abbiamo Toccato il Fondo?
    by Redazione Apnea Magazine on 29 Novembre 2020 at 20:27

    Una brutta vicenda, che ci interessa per l’immagine che ha dato di sé la categoria, soprattutto attraverso i numerosi commenti che sono stati scritti sui social network... Apnea Magazine

  • Come Fare la Bottarga di Muggine (o di Altri Pesci) in Casa
    by Redazione Apnea Magazine on 23 Novembre 2020 at 18:27

    Con pochi accorgimenti si può preparare la bottarga in casa, ottenendo un prodotto che non ha nulla da invidiare a quello comprato in pescheria o al supermercato... Apnea Magazine

  • La Senatrice Anna Maria Bernini in visita al Comando Generale
    on 20 Novembre 2020 at 8:38

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella giornata di mercoledì 18 novembre, la Senatrice Anna Maria Bernini si è recata in visita presso la sede del Comando Generale. Ad accoglierla l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, la Senatrice ha avuto un colloquio con il Comandante Generale, che ha rappresentato un proficuo momento di conoscenza delle funzioni del Corpo. Nell'occasione, le è stato fornito un quadro dettagliato dell'organizzazione della Guardia Costiera e delle principali mission che il Corpo svolge quotidianamente  per la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela dell'ambiente marino, la sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi, oltre alle attività prettamente tecnico-amministrative. Al termine, la Senatrice ha firmato il libro d'onore e ha ricevuto il crest del Comando Generale.A seguire, l'Ammiraglio ha accompagnato la Dottoressa Bernini presso la Centrale Operativa, che ospita il Centro di Coordinamento nazionale dei soccorsi in mare. Qui, l'Ammiraglio Sergio Liardo - Capo del 3° Reparto "Piani e Operazioni" – ha mostrato alla Senatrice l'organizzazione operativa della Guardia Costiera e  i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo.A conclusione della visita, la Senatrice ha espresso parole di ringraziamento per la calorosa accoglienza e per aver avuto l'opportunità di approfondire l'operato degli uomini e donne del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera.

  • Video Pesca Sub: una Grossa Ricciola Distratta
    by Redazione Apnea Magazine on 19 Novembre 2020 at 16:13

    L'autunno, nei posti giusti, è periodo di grosse ricciole. In questa clip Sasha Orsi individua un grosso esemplare solitario già con l'ecoscandaglio, il tuffo successivo servirà solo a confermare la marcatura, ad avvicinare il pescione con una silenziosa caduta e a sorprenderlo con un tiro che gli impedisce ogni reazione. Una scena in cui l'apparente semplicità di esecuzione, nasconde invece una enorme dose esperienza e grandi capacità. Apnea Magazine

  • Il Sottosegretario di Stato per il Lavoro e le Politiche Sociali, Sen. Stanislao Di Piazza, in visita al Comando Generale
    on 17 Novembre 2020 at 15:33

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: RomaNella giornata odierna, il Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Stanislao Di Piazza, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Ad accoglierlo il Comandante Generale, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. Il Sottosegretario e il Comandante Generale  hanno avuto la possibilità di confrontarsi sulle "mission" del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, come: le attività di soccorso, la sicurezza della navigazione, la sicurezza marittima e costiera, la tutela dell'ambiente marino e costiero, la vigilanza sull'intera filiera ittica e l'amministrazione marittima.Nell'illustrare i diversi compiti d'Istituto affidati al Corpo, l'Ammiraglio Pettorino ha condiviso con il Sottosegretario Di Piazza la necessità di un costante dialogo con l'utenza del mare e i suoi lavoratori. L'incontro è poi proseguito con la visita virtuale alla Centrale Operativa, dove sono state mostrate le moderne tecnologie attraverso le quali la Guardia Costiera opera il controllo e il monitoraggio del traffico marittimo e altri servizi connessi. A conclusione della visita, il Sottosegretario Di Piazza ha ringraziato il Comandante Generale per la calorosa accoglienza ricevuta e per l'opportunità, a lui riservata, di poter approfondire l'impegno e la professionalità profusa dalle donne a dagli uomini del Corpo.

  • ADM e Comando Generale Corpo Capitanerie di Porto – Guardia Costiera firmato protocollo d’intesa per la cooperazione e scambio di informazioni
    on 11 Novembre 2020 at 16:47

    Categoria: EventiLuogo: Roma​Roma, 11 novembre 2020 – E’ stato firmato oggi, dal Direttore Generale dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM), Marcello Minenna e dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, un Protocollo che definisce gli obiettivi di una intesa-quadro per la cooperazione e lo scambio di informazioni.L’accordo prevede la costituzione di appositi Tavoli tecnici paritetici con il compito di indicare, attraverso protocolli d’intesa operativi, le modalità di realizzazione di un novero di comuni finalità.L’attività dei Tavoli tecnici – i cui componenti saranno di volta in volta designati dai vertici delle due Autorità - si esplica con particolare riferimento, ma non limitatamente, a settori quali: scambio di dati e informazioni, accesso ai reciproci sistemi informativi, formazione comune del personale, scambio di personale, realizzazione di operazioni congiunte, confronto e interazione su provvedimenti riguardanti materie di reciproco interesse, attuazione dello Sportello marittimo unico europeo, semplificazioni procedurali doganali, controlli sulla filiera ittica, controllo sullo ship recyling, utilizzo dei laboratori chimici, consulenza e supporto per i natanti dell’Agenzia.L’accordo nasce dalla consapevolezza che adottare strategie operative comuni da parte di realtà pubbliche che hanno delle mission sotto molti aspetti coincidenti, sia la strada più proficua per tutelare e realizzare gli interessi del Paese.

  • Il Direttore della rivista "Nautica" in visita al Comando Generale
    on 3 Novembre 2020 at 13:43

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Nella giornata di ieri il Direttore della rivista Nautica, il dott. Corradino Corbò, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Ad accoglierlo il Comandante Generale.L’Ammiraglio Pettorino e il dott. Corbò hanno avuto la possibilità di confrontarsi sulle tematiche inerenti al diporto nautico e alla sicurezza in mare, con un particolare focus sull’attività di prevenzione e vigilanza svolta quotidianamente dalla Guardia Costiera.Nell’illustrare i diversi compiti affidati al Corpo, l’Ammiraglio Pettorino ha condiviso con il Direttore della rivista i dati relativi all’attività svolta dalla Guardia Costiera durante la stagione estiva appena trascorsa. Dati già presentati alla 60ma edizione del Salone Nautico Internazionale di Genova, dalla cui analisi si evince quanto, anche nell’ambito delle attività turistico-ricreative, non si possa prescindere da un’efficace campagna di informazione e prevenzione per garantire una sempre maggiore sicurezza per diportisti e bagnanti.Proprio sulla necessità di un dialogo costante con l’utenza del mare nasce la collaborazione tra “Nautica” e Guardia Costiera volta a realizzare una rubrica dedicata alle storie di mare. Uno strumento attraverso il quale la Guardia Costiera metterà a disposizione dei lettori esperienza e professionalità per approfondire temi e storie legate alla salvaguardia della vita umana in mare, alla tutela dell'ambiente e alla sicurezza della navigazione.Il cordiale incontro è poi proseguito con la visita in Centrale Operativa, dove sono state mostrate le moderne tecnologie attraverso le quali la Guardia Costiera opera il controllo e il monitoraggio del traffico marittimo.A conclusione della visita, il dott. Corbò ha ringraziato il Comandante Generale per l’accoglienza ricevuta e per l’opportunità, a lui riservata, di poter approfondire l’impegno e la professionalità profusa dagli uomini e dalle donne del Corpo al servizio della collettività.

  • Il Comandante Generale incontra il presidente di Eurispes
    on 3 Novembre 2020 at 12:55

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Ieri, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, il Comandante Generale, Ammiraglio Giovanni Pettorino, ha ricevuto la visita del Prof. Gian Maria Fara, Presidente dell’Eurispes, l’Istituto italiano che opera nel campo della ricerca politica, economica e sociale e studia i cambiamenti socio-economici e culturali del Paese in comparazione con altri paesi europei ed extraeuropei. L’Istituto è riconosciuto a livello internazionale come uno dei più autorevoli think tank indipendenti.L’incontro tra l’Ammiraglio Pettorino e il Prof. Fara ha rappresentato un propositivo momento di confronto e reciproca conoscenza, nel corso del quale al Presidente Fara è stato fornito un quadro approfondito dell’organizzazione della Guardia Costiera, con particolare riferimento alle principali attività che il Corpo conduce quotidianamente sul territorio a beneficio della collettività, nei settori della salvaguardia della vita umana in mare, della tutela dell’ambiente marino, della sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi; attività che conferiscono al Corpo un  ruolo fondamentale nella crescita dell’economia marittimo-portuale del Paese.Nel contempo, il Presidente ha partecipato al Comandante Generale le principali iniziative analitiche e di indagine sulle quali l’Istituto sta operando, nello studio delle dinamiche sociali italiane, quale contributo per il dibattito e la diffusione della conoscenza.L’incontro si è concluso con l’impegno condiviso dall’Ammiraglio Pettorino e dal Presidente Fara a dialogare sinergicamente per sostenere attività di ricerca e approfondimento di tematiche sociali di settore.

  • Rinnovato l’accordo “Civitavecchia Blue Agreement”
    on 30 Ottobre 2020 at 13:21

    Data: 30/10/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: CivitavecchiaIl 29 ottobre, presso la sede della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, è stato rinnovato il "Civitavecchia Blue Agreement". L'accordo, siglato per la prima volta nell'estate 2018 tra la Capitaneria di Porto, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, il Comune di Civitavecchia e le compagnie di navigazione ro-ro pax operanti presso lo scalo marittimo locale, ha la finalità di attenuare gli effetti delle emissioni atmosferiche prodotte dalle navi presenti nello scalo.Le novità della nuova sottoscrizione sono rappresentate dalla firma di tutte le compagnie crocieristiche che, al pari degli armatori delle principali linee ro-ro pax, si sono impegnate ad assicurare emissioni associate all'uso di combustibili aventi un tenore di zolfo non superiore allo 0.1% creando un'area SECA (Shipping Emission Control Area) di 15 miglia nautiche. Un impegno che costituisce un ulteriore sforzo per rendere lo scalo di Civitavecchia sempre più competitivo anche sotto l'aspetto ambientale. E' stato infatti sottolineato come la fattiva collaborazione tra le Istituzioni che si sono rese promotrici dell'iniziativa abbia contribuito al raggiungimento dell'innovativo risultato, che pone il porto tra i più virtuosi del Mediterraneo in materia ambientale. La Capitaneria di porto, come di consueto, vigilerà sul rispetto delle regole contenute nell'accordo, sottolineando il fine non repressivo ma di reciproca condivisione e collaborazione per l'individuazione e la risoluzione di eventuali criticità, conseguendo obiettivi sempre più rilevanti a tutela dell'ambiente. A tal fine, l'accordo ha previsto anche la creazione di un gruppo di lavoro che avrà lo scopo di dare concreta applicabilità alle più recenti soluzioni tecnologiche per incrementare il contenimento delle emissioni atmosferiche che si stanno affermando nel mondo dello shipping.

  • Livorno: concluso il primo seminario foto e video per operatori della Guardia Costiera
    on 30 Ottobre 2020 at 11:23

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LivornoSi è concluso lo scorso 22 ottobre, presso il Centro di formazione specialistica della Guardia Costiera "Bruno Gregoretti", il primo seminario di formazione di base per operatori foto e video, un momento di aggiornamento professionale, oltreché pratico, su cui il Corpo attraverso il suo Ufficio Comunicazione da anni punta strategicamente.Il seminario – che rientra nella policy di implementazione dell’offerta formativa per il personale del Corpo, promossa dall’Ufficio scuole e formazione del 1°Reparto-Personale del Comando Generale – si è rivolto a una prima aliquota di militari individuati dalle 15 Direzioni marittime e si è articolato su quattro giornate di lezioni frontali sulle tecniche base di fotografica e riprese video, applicate ai diversi contesti operativi e istituzionali in cui operano i Comandi della Guardia Costiera, con un focus sugli scenari che coinvolgono mezzi navali e aerei.Al programma contenutistico si è poi affiancato un piano di esercitazioni pratiche per consentire ai corsisti di attuare le nozioni apprese in aula, attagliandole alle specifiche esigenze operative delle attività d’istituto garantite quotidianamente dal Corpo sul territorio.

  • La Guardia Costiera a sostegno del “Giro d’Italia a nuoto 2021”
    on 27 Ottobre 2020 at 15:45

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella giornata di ieri, 26 ottobre, il Comandante Generale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha ricevuto Salvatore Cimmino, ideatore del “Giro ​d’Italia a nuoto 2021” che rientra nel progetto “A nuoto nei mari del globo – Per un mondo senza barriere e senza frontiere”, un’iniziativa mirata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della disabilità, intesa nella sua accezione più ampia.L’iniziativa, presentata dallo stesso Cimmino al Comandante Generale, vedrà l’atleta - che ha fatto della propria esperienza personale e della propria passione per il nuoto, motivi di forza per contribuire a difendere i diritti delle persone con disabilità - compiere a nuoto un percorso di 3365 km, da Ventimiglia fino a Trieste, da aprile ad ottobre del prossimo anno.Il progetto troverà il sostegno dei Comandi territoriali del Corpo che seguiranno gli aspetti operativi connessi alla sicurezza dell’ “impresa”, con l’intento di perseguire l’ideale di una società sempre più inclusiva attraverso l’abbattimento delle barriere architettoniche e sociali, riconoscendo il diritto ad una vita decorosa ed indipendente alle persone con disabilità.“Il mare – ha affermato nel corso dell’incontro l’Ammiraglio Pettorino – deve unire, ancor più in circostanze come queste, a sostegno di valori come l’integrazione e la coesione, che da sempre distinguono gli uomini di mare. Un’iniziativa per questo ancor più meritevole, alla quale la Guardia Costiera intende garantire il più ampio supporto”.“La disabilità – ha chiosato Cimmino, nel ringraziare il Comandante Generale - è culturale, e risiede nei quartieri e nelle città, non nelle persone interessate. Come sta concretamente dimostrando la Guardia Costiera nella circostanza, c’è bisogno del sostegno di tutti affinchè si possano costruire ponti non solo infrastrutturali, ma soprattutto mentali”.

  • Cambio al vertice della Direzione Marittima di Olbia
    on 27 Ottobre 2020 at 11:34

    Categoria: Attività, EventiLuogo: OlbiaIl 23 ottobre, presso il piazzale della Capitaneria di porto di Olbia, si è svolta la solenne cerimonia del passaggio di consegne del Comando della Direzione Marittima del nord Sardegna, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Al Capitano di Vascello Maurizio Trogu è subentrato il Capitano di Vascello Giovanni Canu proveniente da Brindisi, ove ha ricoperto l’incarico di Comandante della Capitaneria di porto.La cerimonia, condotta nel rispetto delle misure imposte dall'emergenza sanitaria in atto, ha visto la partecipazione di una ristretta rappresentanza del personale militare e civile della sede.Nel proprio discorso di commiato, il Comandante Trogu ha richiamato i passi significativi del proprio periodo di Comando, con un riferimento particolare agli intensi momenti operativi connessi alla gestione di due sinistri marittimi che hanno interessato l’ambito portuale,  gestiti e portati a conclusione senza danni alla collettività, alle infrastrutture portuali e all’ambiente marino, a testimonianza dell’altissima valenza professionale degli uomini e donne della Guardia Costiera da lui diretti.Nel prendere la parola, il Capitano di Vascello Giovanni Canu ha ringraziato il collega cedente per quanto fatto e per il patrimonio umano affidatogli.In chiusura, l’intervento del Comandante Generale che, nel formulare l’augurio di buon lavoro al nuovo Direttore Marittimo, ha espresso il proprio apprezzamento per gli obiettivi raggiunti, evidenziando l'impegno profuso dai Comandi del nord-Sardegna nell'espletamento dei tradizionali compiti di istituto, con un richiamo particolare per l’apporto prezioso assicurato dall'Autorità marittima olbiese volto a fronteggiare il frangente emergenziale in atto.Nella circostanza del cambio di Comando della Direzione Marittima di Olbia, il Comandante Generale ha fatto visita anche agli Uffici marittimi di Oristano, Bosa, Castelsardo, Santa Teresa di Gallura, Palau e la sezione distaccata di Cannigione, incontrando i rispettivi equipaggi per ringraziarli del lavoro svolto, ed i Sindaci dei relativi Comuni costieri. 

  • Siglato un protocollo d’intesa tra il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e la Luiss, Libera Università Internazionale di Studi Sociali “Guido Carli”
    on 19 Ottobre 2020 at 8:40

    Categoria: Attività, EventiLuogo: ROMAÈ stato siglato nei giorni scorsi un Protocollo d'intesa tra il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto e la Luiss, Libera Università Internazionale di Studi Sociali "Guido Carli".Nella sede storica dell'Università Luiss intitolata a Guido Carli, economista e Governatore della Banca d'Italia, il Direttore Generale Dr. Giovanni LO STORTO ed il Comandante generale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Amm. Ispettore Capo Giovanni PETTORINO, hanno proceduto al tradizionale scambio delle firme in calce alla Convenzione che, nel quadro delle materie di comune interesse tra la Luiss e la Guardia Costiera, costituisce la base per l'avvio di una collaborazione che si svilupperà attraverso una serie di attività didattiche, di studio, ricerca e di tirocinio, tra il personale del Corpo e gli studenti del prestigioso Ateneo."Con la firma dell'odierno Protocollo d'intesa con la Luiss" – ha dichiarato l'Amm. Pettorino nel corso della breve cerimonia – si consolida ulteriormente la vocazione del Comando generale e della Guardia Costiera tutta, già da tempo sperimentata, ad aprirsi al mondo accademico per far meglio conoscere ai giovani studenti universitari la complessità del mondo marittimo, della navigazione commerciale, delle sfide ma anche le opportunità che il mare – e soprattutto il Mediterraneo quale porta d'Europa – pone alla comunità internazionale, alle imprese ed ai manager del futuro, con il sincero e convinto auspicio che, con tali premesse, il Protocollo si traduca presto in concreti progetti di ricerca e collaborazione".Il Direttore Generale della Luiss, Dr. LO STORTO, nell'accogliere la delegazione del Comando generale, ha espresso l'orgoglio di tutto l'Ateneo per l'inizio di un percorso condiviso che, con questo importante accordo, avvierà un'attività di formazione e di avvicinamento della Università ad una realtà strategica come quella del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera. Il Protocollo d'intesa ben si inserisce – ha proseguito Lo Storto – nei percorsi di apprendimento largo che il nostro Ateneo propone ai suoi studenti, con esperienze sul campo e in sinergia con le Istituzioni quotidianamente impegnate su temi di rilevanza nazionale ed internazionale.

  • Il Comandante Interregionale dell’Italia centrale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d'Armata in visita al Comando Generale
    on 16 Ottobre 2020 at 11:23

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella mattinata odierna, il Comandante Interregionale dell’Italia centrale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d'Armata Andrea De Gennaro, si è recato in visita presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.Al suo arrivo è stato accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino che, dopo il tradizionale saluto di benvenuto, ha offerto all'illustre ospite un quadro dettagliato dell'attuale assetto funzionale ed ordinamentale del Corpo, ponendo in evidenza le molteplici funzioni svolte nei settori della salvaguardia della vita umana in mare, della tutela dell'ambiente marino, della sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi, considerati fattori strategici per la crescita di un settore, quello marittimo e portuale, trainante per le economie nazionali e internazionali.La visita è poi proseguita con la firma del tradizionale “libro d’onore” e con lo scambio dei crest. Nell’occasione, il Generale De Gennaro ha ringraziato l’Ammiraglio per l'accoglienza ricevuta, esprimendo parole di vivo apprezzamento per la Guardia Costiera.L’incontro si è concluso con la visita in Centrale Operativa, dove sono state mostrate all'illustre ospite le moderne tecnologie ed i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo.

  • Visita del Comandante Generale presso la Direzione Marittima di Reggio Calabria
    on 9 Ottobre 2020 at 8:47

    Luogo: Reggio CalabriaNelle giornate del 25 e del 26 settembre, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è recato in visita presso i Comandi territoriali del basso Tirreno.Accompagnato dal Comandante regionale della Calabria e della Basilicata Tirrenica, Capitano di Vascello Antonio Ranieri, l'Ammiraglio ha incontrato il personale degli Uffici Circondariali Marittimi di Cetraro e Tropea, degli Uffici Locali Marittimi di Paola, Bagnara Calabra e Villa San Giovanni e delle Delegazioni di Spiaggia di Amantea e di Nicotera Marina, per affrontare le principali tematiche di carattere tecnico-operativo delle realtà locali, nel solco del costate dialogo tra il Comando Generale e le diverse realtà territoriali della Guardia Costiera.A seguire, l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato i sindaci delle cittadine costiere, confrontandosi con loro sulle principali questioni riguardanti la sicurezza e l'economia del mare.La visita presso la costa tirrenica del Sud si è poi conclusa presso la sede della Direzione Marittima di Reggio Calabria, dove il Comandante Generale ha incontrato tutto il personale impiegato nei servizi operativi, verso il quale ha mostrato apprezzamento per l'impegno profuso, anche in considerazione del particolare periodo emergenziale che sta attraversando il Paese.