Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • Gare Pescasub: Ecco i Campi Gara dell’Assoluto di Pesca in Apnea 2019
    by Redazione Apnea Magazine on 17 Maggio 2019 at 19:45

    Per lo svolgimento del Campionato Italiano, in programma a Marsala - Mazara del Vallo, sono stati individuati... Apnea Magazin […]

  • La Guardia Costiera al Forum PA 2019
    on 17 Maggio 2019 at 15:25

    Categoria: EventiLuogo: Roma14/16 Maggio: La Guardia Costiera al Forum PA 2019Si è concluso ieri il trentesimo Forum PA, il più importante evento nazionale dedicato al tema della modernizzazione della Pubblica Amministrazione, che ha visto anche la partecipazione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. L’evento si è svolto dal 14 al 16 Maggio all’interno del “Roma Convention Center La Nuvola”, struttura congressuale internazionale della Capitale, dove si sono svolti numerosi workshop, convegni e tavoli di lavoro sulle attività della Pubblica Amministrazione.La Guardia Costiera è stata presente sia presso lo stand del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che presso lo spazio espositivo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dove, nel corso della seconda giornata di lavori, il Ministro Danilo Toninelli, accompagnato dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha preannunciato l’operazione estiva della Guardia Costiera “Mare Sicuro”,  che verrà presentata ad Ostia, presso il porto turistico, nella mattinata del prossimo 22 maggio.Durante la stagione estiva, ha spiegato il Comandante Generale,  3 mila uomini e donne della Guardia Costiera saranno impegnati "per garantire la sicurezza dei cittadini in mare, ma anche per tutelare la regolarità di tutte le attività che si svolgono lungo il nostro meraviglioso litorale”.Nella giornata conclusiva, presso lo stand del Ministero dell’Ambiente, il Capo Ufficio Relazioni Esterne della Guardia Costiera, Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, ha parlato dell’impegno della Guardia Costiera a tutela dell’ambiente nonché della campagna di sensibilizzazione contro l’inquinamento marino da plastica.Dopo un ricordo del Capitano De Grazia, a cui si ispira l’azione quotidiana della Guardia Costiera in difesa dell’ambiente, sono seguiti gli interventi del responsabile dei Nuclei Sub della Guardia Costiera, il Capitano di Fregata Rodolfo Raiteri, che ha presentato la complessa e variegata attività  svolta dai Nuclei Subacquei del Corpo a protezione del nostro patrimonio sommerso, e del Capo Ufficio mezzi aerei, il Capitano di Fregata Luigi Amitrano, che ha illustrato i moderni sistemi di telerilevamento in dotazione alla componente aerea del Corpo, impiegati sia per il monitoraggio periodico e sistematico dell’ambiente marino e delle aree marine protette, che in occasione delle eco-emergenze. […]

  • 3° Workshop sulle Aree Marine Protette- Confronto tra Enti gestori e Autorità Marittime per l’ottimizzazione dell’attività di sorveglianza
    on 16 Maggio 2019 at 8:42

    Categoria: AttivitàLuogo: Napoli​Il 14 maggio si è tenuto a Napoli, presso il centro congressi della Stazione Marittima, il 3° workshop sulle Aree Marine Protette, teso a favorire un confronto diretto tra gli Enti gestori e le Autorità marittime per l'ottimizzazione delle attività di sorveglianza.Al convegno, presieduto dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, hanno partecipato la Direttrice Generale della Direzione per la protezione della natura e del mare del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Dott.ssa Maria Carmela Giarratano, i Direttori Marittimi ed i Comandanti delle Capitanerie di porto in cui ricadono le dieci Aree Marine Protette dell'Abruzzo, Calabria, Campania, Puglia, e del Friuli Venezia Giulia, oltre ai rappresentanti degli Enti gestori delle stesse.L'incontro si è aperto con il saluto del Direttore marittimo della Campania, Contrammiraglio Pietro Giuseppe Vella, che ha sottolineato l'importanza di un confronto diretto con gli Enti gestori per l'individuazione, la diffusione, l'interscambio e l'utilizzazione delle "buone pratiche" adottate a livello locale e per l'elaborazione dei regolamenti di organizzazione delle Aree Marine Protette in maniera più rispondente alle reali esigenze, al fine di rendere più efficiente anche l'attività di vigilanza e controllo.Nel corso del workshop sono state discusse le procedure operative applicate dalla Guardia Costiera per assicurare la vigilanza in mare, analogamente a quanto fatto nei precedenti incontri, nonché le criticità emerse a livello locale per ciascuna Area Marina Protetta. Attraverso il confronto diretto con i rappresentanti degli Enti gestori e sotto il coordinamento della Direzione generale, si è così inteso sviluppare quel rapporto sinergico tra le Autorità marittime e gli Enti gestori che, seppur consolidato nel corso degli anni, richiede oggi un nuovo impulso per meglio calibrare l'attività di sorveglianza e gli obiettivi di intervento a fronte di più rigorose procedure di rendicontazione delle risorse.Il Comandante generale ha voluto inoltre sottolineare come la condivisione delle reciproche esigenze, tra distinte realtà e Direzioni marittime, costituisce un momento di accrescimento per tutto il Corpo, quale strumento del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare per l'attività di sorveglianza delle aree marine protette, nonché elemento di efficientamento delle risorse messe a disposizione dalla Direzione generale per la tutela delle Aree Marine Protette.In conclusione, le Autorità marittime e i vertici degli enti gestori hanno voluto così consolidare l'impegno comune a garantire, all'intera comunità, di fruire di quelle eccezionali bellezze naturalistiche che l'Italia offre ad una platea di appassionati e fruitori provenienti da tutto il mondo, pur garantendo il rispetto delle norme a protezione degli habitat marini e costieri. […]

  • Gare Pescasub: Apnea Magazine Vince il 2° Trofeo Isola del Giglio
    by Redazione Apnea Magazine on 16 Maggio 2019 at 8:23

    Acqua limpida e ricchi carnieri, nonostante la selettività del campo gara e il peso minimo fissato a 400 grammi... Apnea Magazin […]

  • Allo Slow Fish il Convegno organizzato dalla Capitaneria di porto di Genova, d’intesa con Regione Liguria: “l'azione regionale a sostegno dell'economia ittica e del mare”
    on 14 Maggio 2019 at 11:40

    Data: 14/05/2019 00:00:00Categoria: AttivitàLuogo: Genova​Fornire una risposta al problema dei rifiuti dispersi in mare, garantire la sicurezza alimentare ed il rispetto delle norme, promuovere strumenti di azione locale per lo sviluppo delle imprese del comparto ittico e dell'acquacoltura, il ruolo dell'amministrazione a sostegno dell'economia ittica e del mare è diffuso e capillare. Se n'è parlato approfonditamente nel convegno di ieri, 10 maggio, che ha visto protagonisti la Capitaneria di porto di Genova, Regione Liguria e tutti gli attori della filiera, dai rappresentanti locali agli internazionali, per mostrare lo stato dell'arte e garantire uno scambio di cultura e buone pratiche quali basi per lo sviluppo. Il Convegno "L'azione regionale a sostegno dell'economia ittica e del mare", tenutosi presso la sede della Direzione marittima di Genova, ha mostrato come l'unione e la collaborazione delle parti che agiscono e svolgono il lavoro in maniera organica seppur differenziata possa rendere virtuosa una Regione a tal punto da prenderla come modello. La prima sessione dedicata alla cooperazione internazionale, a coloro che dedicano le proprie forze allo studio ed al rispetto dell'ambiente, ha visto la presentazione di quattro progetti europei, presentati come strumenti fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi. Differenti le tematiche ma comune la direzione, trovare una soluzione per la protezione ambientale e lo sviluppo delle imprese che lavorano sul mare: dai rifiuti dispersi in mare, alla concentrazione e distribuzione delle microplastiche e degli inquinanti negli ambienti portuali, alla condivisione di problematiche e tecnologie per favorire lo sviluppo delle piccole e medie imprese del settore dell'acquacoltura.Dai primi risultati del progetto P.Ri.S.Ma-Med presentati in anteprima nel corso del convegno emerge che oltre al 40 % dei rifiuti in mare sono costituiti da plastica, ancor più degli scarti vegetali che raggiungono il 30 %. L'assenza delle strutture a terra è un problema sentito e condiviso che favorisce atteggiamenti di indifferenza, oltre ad essere indispensabile la creazione di una filiera del rifiuto, da rendere virtuosa, come per gli scarti dei gusci di mitili e vongole che possono diventare preziosi monili, oggetti di arredo ed uso comune. La seconda sessione ha posto l'attenzione sulle verifiche di tracciabilità dei prodotti ittici, di sicurezza alimentare, del lavoro e del controllo della filiera. Gli stessi ispettori ICAT della Capitaneria hanno descritto la complessità dei controlli eseguiti dalla Guardia costiera in mare e a terra, nelle regioni della Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia. Delle oltre 9.700 ispezioni effettuate nel 2018, ben il 75% ha infatti interessato centri di lavorazione, importazione e distribuzione dei prodotti ittici, nonché ristoranti e punti di vendita sul territorio. Queste operazioni, condotte con periodicità, si prefiggono infatti di preservare non solo le risorse ittiche - attraverso la corretta applicazione delle norme che regolano una pesca sostenibile - ma anche tutelare i consumatori e i professionisti rispettosi delle norme per garantire una concorrenza leale e prodotti sempre conformi alla qualità dichiarata sulle etichette di vendita. Numerosi sono purtroppo gli illeciti - più o meno gravi - che vengono ancora riscontrati: ammonta a circa 1 milione di euro l'importo complessivo delle sanzioni elevate nel 2018, alle quali si aggiungono circa 70 tonnellate di prodotti sottoposti a sequestro. La sessione conclusiva ha visto protagonisti i gruppi di azione locale nel settore della pesca (FLAG) di Liguria, Sardegna e Calabria, che rispondendo alle caratteristiche delle aree in cui si creano, agiscono da veri e propri strumenti per lo sviluppo locale per la valorizzazione ed il rafforzamento della filiera della pesca, per la creazione di nuovi posti di lavoro anche per i giovani oltre a costituire un mezzo per migliorare la fruibilità del patrimonio ambientale nelle zone di pesca e acquacoltura e rafforzare le comunità dei pescatori coinvolti. Le conclusioni della giornata sono state affidate al deputato On. Viviani (Commissione agricoltura) in qualità di biologo e pescatore, che ha evidenziato come eventi di confronto e condivisione come quello odierno siano fondamentali per dare contenuti alla rete, favorire lo scambio di cultura e buone pratiche per una presa di coscienza collettiva della necessità di un lavoro capillare e condiviso tra i differenti stakeholders. […]

  • Un tuffo nei Paesi Baschi!
    by Luca on 13 Maggio 2019 at 22:52

    Pochi giorni in questa porzione assai atipica di Atlantico, le cui acque, a metà giugno, sono ormai tiepide come in Mediterraneo, con fondali molto simili. Anche le prede sono in gran parte le stesse del nostro mare, ma scordatevi catture facili e abbondanti: dovrete sudare le leggendarie sette camice!   Il gommone viaggia spedito sulla […]

  • Garmin: una razzolata con il Descent Mk1
    by Luca on 13 Maggio 2019 at 22:48

    i tratta di un computer davvero completo e ben fatto, che avevamo già provato lo scorso anno. Adesso, però, ci siamo concentrati su quella che è la sua caratteristica principale: il Gps incorporato, una funzione utilissima per marcare le tane in maniera rapida e precisa   Nel numero di qualche mese fa abbiamo avuto modo […]

  • I saraghi a nord di Roma
    by Luca on 13 Maggio 2019 at 22:45

    Abbiamo individuato tre zone dove i grossi sparidi sono una costante. Come insidiarli e, soprattutto, quando, tenendo presente che spesso si radunano nei punti in cui l’acqua è più calda e limpida     Da sempre il Lazio è una delle zone del Tirreno più ricche di saraghi. La preda che, fin da quando è […]

  • Simone Trudu senza rivali
    by Luca on 13 Maggio 2019 at 22:42

    Il forte atleta cagliaritano ha dominato la terza selettiva di Bosa Marina con un carniere di saraghi e una grossa corvina. Alle sue spalle Francesco Tangianu e Fabio Pes. 39 gli atleti al via    Il terzo appuntamento del circuito di sette selettive regionali sarde sponsorizzate dalla Salvimar Spearfishing si è svolto, per la prima […]

  • Obbligo Revisione Carrello Barca: Vale anche in Rimessaggio Privato?
    by Redazione Apnea Magazine on 12 Maggio 2019 at 22:10

    In linea di principio, l'obbligo di revisione, tanto per il rimorchio quanto per i veicoli in generale, sussiste solo se... Apnea Magazin […]

  • Visita del Comandante Generale all’Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzuoli
    on 12 Maggio 2019 at 10:17

    Categoria: Attività, EventiLuogo: PozzuoliNella giornata di ieri il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è recato in visita presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzuoli e presso gli Uffici Locali Marittimi dipendenti di Mondragone e Castel Volturno.Il Comandante Generale, accompagnato dal Direttore Marittimo della Campania, Contrammiraglio Pietro Giuseppe Vella, è stato ricevuto dal Comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzuoli, Tenente di Vascello Marco Ruberto e dai titolari dei citati Comandi territoriali.Nel corso delle visite istituzionali agli Uffici Locali Marittimi, l'Ammiraglio Pettorino, ha avuto un proficuo colloquio con i Sindaci dei Comuni di Mondragone, Cellole, Sessa Aurunca e Castel Volturno; confronti dai quali è emerso il rapporto di sinergia istituzionale tra Amministrazioni che permette di sostenere costruttivamente le tematiche marittime.Durante l'incontro con il personale dei Comandi territoriali di Mondragone e Castel Volturno, il Comandante Generale ha espresso parole di sincero apprezzamento e gratitudine per il lavoro svolto, attestando la vicinanza dell'organo di vertice anche alle realtà periferiche e ricordando al personale di improntare sempre il proprio agire ai valori e alle competenze che connotano da sempre l'operato del Corpo delle Capitanerie di Porto a favore della collettività.La visita è proseguita all'Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzuoli dove l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato il personale militare e civile del Comando ed a cui ha rivolto un vivo compiacimento per la preziosa opera prestata a favore di tutta la comunità puteolana e sempre al servizio degli interessi marittimi del nostro Paese.Nell'occasione, alla presenza del Sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, sono state affrontate le prospettive future del porto ed il primo cittadino ha sottolineato l'importanza della presenza dell'Autorità Marittima, ringraziando la Guardia Costiera per la costante presenza sul territorio, quale vero e proprio presidio di legalità.La giornata si è conclusa con una visita al complesso del Rione Terra di Pozzuoli dove sono evidenti e tangibili i segni della stratificazione storica della cittadina che per molti anni è stata crocevia e principale porto commerciale dell'epoca romana. […]

  • Video Pescasub: il Rapido Agguato all’Enorme Dentice (12 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 11 Maggio 2019 at 15:20

    Siamo in Croazia: Taras Kos, nel bassofondo di quello che sembra un frangiflutto, incontra un enorme dentice arriva dal largo e sparisce per alcuni secondi dietro una pietra, l'unico ostacolo tra lui e il pescasub. Sarà questione di attimi, e infatti il pescatore non perde tempo e inizia l'avvicinamento verso il pietrone, il pescione riappare mentre, con il muso verso il largo, è già intento ad allontanarsi, ma ormai è troppo vicino: un colpo preciso lo immobilizza e il denticione da trofeo è catturato. Apnea Magazin […]

  • La Guardia Costiera al “Villaggio dell’Ambiente”
    on 11 Maggio 2019 at 11:51

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Ieri, Piazza del Campidoglio ha ospitato i numerosi studenti che hanno partecipato al primo “Villaggio dell’Ambiente”, un’iniziativa dedicata all’educazione ambientale nelle scuole, promossa dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e il Comune di Roma. Sono stati allestiti sei gazebo dedicati alla biodiversità, al mare e ai cambiamenti climatici, tra i quali lo stand della Guardia Costiera, dove gli uomini e le donne del Corpo hanno avuto modo di richiamare l’attenzione degli studenti presenti, raccontando le attività svolte dalla Guardia Costiera a protezione dei nostri mari e dell’immenso patrimonio ambientale sommerso del nostro Paese, con la presenza di una rappresentanza della componente subacquea e dei Laboratori Ambientali Mobili. Questo momento d’incontro ha permesso, inoltre, di sensibilizzare, anche i più piccoli, su tematiche ambientali di grande rilevanza, come la lotta alla dispersione delle microplastiche in mare. Tra le autorità presenti all’evento il Presidente della Camera Roberto Fico, il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa e la sindaca della città di Roma Capitale Virginia Raggi, i cui interventi istituzionali hanno inaugurato l’importante giornata. Accompagnati dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, le autorità presenti hanno incontrato gli uomini e le donne della Guardia Costiera e approfondito le professionalità che il Corpo mette a servizio della tutela dell’ambiente marino e costiero. “È una giornata importante ed emozionante – ha dichiarato il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa - L'entusiasmo e la partecipazione dei ragazzi presenti oggi ci dimostra che un nuovo modo di concepire il nostro stile di vita, mettendo al centro il rispetto per l'ambiente, adottando comportamenti sostenibili nella quotidianità, è oggi possibile ed è l'unica speranza che abbiamo per salvare il pianeta.&rdquo […]

  • Giornata del mare: sottoscritta lettera di intenti dal Ministro Bussetti e dal Comandante Generale
    on 9 Maggio 2019 at 16:38

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaMercoledì 8 maggio, presso la sede del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha avuto luogo la sottoscrizione di una lettera di intenti tra il Ministero ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. Protagonisti di questo momento il Ministro Marco Bussetti e l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino che con tale iniziativa hanno dato vita al rafforzamento e l'istituzionalizzazione della collaborazione nelle attività rivolte all'organizzazione e  valorizzazione della "Giornata del Mare", che ricade il giorno 11 aprile di ogni anno.Con le modifiche al Codice della Nautica da diporto, il giorno 11 aprile è stato riconosciuto quale "Giornata del mare e della cultura marina" presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, al fine di sviluppare la consapevolezza del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico.Quest'anno, l'attività svolta dalla Guardia Costiera lungo tutto il territorio nazionale, in collaborazione con il Miur, in occasione della "Giornata del Mare" ha coinvolto più di 17.000 studenti in conferenze, eventi ed iniziative, volte a diffondere la conoscenza del mare, preservare le tradizioni marinaresche oltre che a valorizzare e tutelare il patrimonio ambientale, culturale e storico legato al mare.Il documento sottoscritto nella giornata di ieri è volto a rendere tale collaborazione maggiormente strutturata, con un piano d'azione puntuale per la valorizzazione delle future "Giornate del mare", attraverso il coinvolgimento di studenti e docenti di tutta Italia. […]

  • Lectio magistralis del Comandante Generale a favore degli studenti della LUISS
    on 9 Maggio 2019 at 16:00

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Ieri, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, presso l'aula Toti dell'ateneo LUISS ha tenuto una lectio magistralis sul ruolo delle Capitanerie di porto nello scenario marittimo-portuale italiano. Presenti alla conferenza più di 80 studenti universitari. Il Comandante Generale, è stato ricevuto dal Direttore Generale, Dott. Giovanni Lo Storto che ha dichiarato: "La Guardia Costiera dà un enorme contributo al Sistema Paese. Oggi abbiamo la fortuna di ascoltare una preziosa testimonianza sul valore mare, che è molto più di quello che noi immaginiamo".Nel corso dell'incontro, l'Ammiraglio Pettorino ha illustrato agli studenti presenti le molteplici funzioni esercitate dal Corpo delle Capitanerie di porto, ponendo l'attenzione sulle sfide del presente, dalla salvaguardia della vita umana in mare, alla garanzia della sicurezza della navigazione fino a giungere alla tutela dell'ambiente marino e costiero. Il Comandante Generale ha concluso l'incontro e salutato gli studenti affermando che: "Il nostro Paese ha avuto un grande passato sul mare . Mi auguro per tutti noi e, soprattutto, per le nuove generazioni, che possa avere un futuro altrettanto grande". […]

  • Boa, un rapporto di odio e amore
    by Luca on 9 Maggio 2019 at 9:25

    Il pallone rappresenta il nostro angelo custode in mare poichè ci permette di essere visibili ai natanti di passaggio, però è anche scomodo da portare appresso e limita gli spostamenti. Come si è evoluto negli anni e l’avvento dei modelli a siluro e delle plancette     La boa, il componente più controverso della nostra […]

  • Caro presidente, adesso cosa facciamo?
    by Luca on 9 Maggio 2019 at 9:21

    A seguito della ormai nota decisione di bandire le gare in acqua interne ne è scaturita una polemica dura e aspra, aggravata ancor più dal discutibile comportamento degli organi federali in questi mesi, con silenzi, contraddizioni, posizioni divergenti anche all’interno della federazione stessa. Una confusione che ha minato profondamente la fiducia di tutti gli agonisti, […]

  • IN EDICOLA PESCASUB & APNEA DI MAGGIO
    by Luca on 8 Maggio 2019 at 19:08

    L’estate si avvicina e con essa la voglia di farsi un tuffo. Non perdetevi dunque le Top 3 per andare a caccia di saraghi a nord di Roma, mentre per chi ha intenzione di organizzare una zingarata fuori dai nostri confini ecco un’opzione interessante: il Mar Cantabrico, nei Pasi Baschi. Un mare ricco di prede […]

  • Torcia Subacquea Led: 9 Cose da Sapere per Scegliere Bene
    by Redazione Apnea Magazine on 8 Maggio 2019 at 15:08

    Tra tanti prodotti, è difficile orientarsi nell'acquisto. Ecco quindi una guida su quali sono gli aspetti più importanti da... Apnea Magazin […]

  • Aree Marine Protette: a Genova il 2° workshop di confronto tra Enti gestori e Autorità marittime di Liguria, Toscana e Lazio
    on 7 Maggio 2019 at 13:53

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Genova​Ieri, si è tenuto a Genova, presso la sede della Direzione marittima della Liguria, il 2° workshop sulle Aree Marine Protette, teso a favorire un confronto diretto tra gli Enti gestori e le Autorità marittime per l'ottimizzazione delle attività di sorveglianza.Al convegno, presieduto dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e dalla Direttrice Generale della Direzione per la protezione della natura e del mare del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Dottoressa Maria Carmela Giarratano, accompagnata dal Capo del Reparto Ambientale Marino, Contrammiraglio Aurelio Caligiore, hanno partecipato le Direzioni Marittime e gli Enti gestori delle n. 7 Aree Marine Protette della Liguria, Toscana e Lazio.L'incontro si è aperto con il saluto del Direttore marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, che ha sottolineato come le buone sinergie, sviluppate negli anni, siano state garanzia di efficiente e proficua attività nel corso del programma operativo 2018/2019, ma anche elemento determinante per ricondurre alla normalità le aree di giurisdizione dopo le violente mareggiate dell'ottobre 2018.Nel corso dell'incontro sono state, quindi, discusse le procedure operative applicate dalla Guardia costiera per assicurare la vigilanza in mare, nonché le criticità emerse a livello locale per ciascuna Area Marina Protetta. Attraverso il confronto diretto con i rappresentanti degli enti gestori e sotto il coordinamento sapiente della Direzione generale, si è così inteso sviluppare quel rapporto sinergico tra le Autorità marittime e gli Enti gestori che, seppur ben instaurato nel corso degli anni, richiede oggi un nuovo impulso per meglio calibrare l'attività di sorveglianza e gli obiettivi di intervento a fronte di più rigorose procedure di rendicontazione delle risorse.Il Comandante generale ha voluto inoltre sottolineare come la condivisione delle reciproche esigenze, tra distinte realtà e Direzioni marittime, costituisce un momento di accrescimento per tutto il Corpo, nonché elemento di efficentamento delle risorse messe a disposizione dalla Direzione generale per la tutela delle Aree Marine Protette.In conclusione, le Autorità marittime e i vertici degli enti gestori hanno voluto così consolidare l'impegno comune a garantire, all'intera comunità, di fruire di quelle eccezionali bellezze naturalistiche che l'Italia offre ad una platea di appassionati e fruitori provenienti da tutto il mondo, pur garantendo il rispetto delle norme a protezione degli habitat marini e costieri. […]

  • Video Pescasub: il Lastrone della Grande Cernia Bianca (16,8 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 6 Maggio 2019 at 14:09

    Una planata silenziosa verso una lastra probabilmente già conosciuta, un affaccio circospetto all'ingresso principale, e Nikolaos Kambanis (ex CT della nazionale greca di pescasub) sorprende una grande cernia bianca. Tiro ottimo anche se non letale, e il pescione può essere semplicemente saplato dalla superficie. Apnea Magazin […]

  • Ecoscandaglio Lowrance: fino al 31 Maggio, fino a 300 Euro di Risparmio sul Nuovo
    by Redazione Apnea Magazine on 3 Maggio 2019 at 9:01

    Acquistando un ecoscandaglio a scelta tra le linee HDS Live, Elite T2 e Hook2, si potrà risparmiare fino a 300 euro.... Apnea Magazin […]

  • Video Pescasub: Quando Vorresti Aver Preso l’Altro Fucile!
    by Redazione Apnea Magazine on 2 Maggio 2019 at 15:56

    Anche se oggi si usano spesso fucili super potenti, nella maggior parte dei casi il caro vecchio monoelastico è più che sufficiente. Questa capitata a David Fernández Montero è però la volta in un ci sarebbe voluto quel qualcosa in più per portare a casa una coppiola strepitosa, peccato! Apnea Magazin […]

  • Alla Guardia Costiera il premio speciale “Periodici - Ministeri/Stati Maggiori FF.AA.” 2019.
    on 1 Maggio 2019 at 10:52

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Nella prestigiosa cornice della Biblioteca Centrale di Palazzo Marina - sede dello Stato Maggiore della Marina Militare a Roma -si è tenuta, il 30 aprile, la IV^ edizione dei Premi Annuali della Pubblicistica Militare, conferiti dall'Istituto Italiano di Uniformologia Iconografia e Pubblicistica Storico Militare "Quinto Cenni" a Enti ed Associazioni militari e civili che si sono distinti nella promozione di attività di comunicazione, di ricerca storico-militare e culturale.L'evento, presentato dalla giornalista Paola Zanoni, si è aperto con il saluto di benvenuto dell'Ammiraglio Ispettore Mauro Barbierato, Capo dell'Ispettorato e del Corpo Sanitario della Marina Militare, e quello del dott. Paolo Pierantozzi, Presidente dello IUISM.Nell'occasione nella categoria "Periodici – Ministeri/Difesa", insieme al periodico della Magistratura Militare, il Notiziario della Guardia Costiera, rivista ufficiale del Corpo delle Capitanerie di porto, ha ricevuto il Premio speciale 2019 ritirato dall'Ufficio Relazioni Esterne del Comando Generale.Il Notiziario della Guardia Costiera, completamente rinnovato nella grafica e negli argomenti ma sempre fedele alla tradizione di valori e obiettivi che hanno contraddistinto i suoi 20 anni di vita, vede così riconosciuta l'attività di comunicazione attraverso la quale il Corpo valorizza l'impegno e i risultati del proprio personale e si rivolge alle esigenze degli utenti del mare, al mondo dell'informazione, dell'economia e della ricerca. […]

  • Plastica in Mare: è Oltre il 77% dei Rifiuti sul Fondo Marino!
    by Redazione Apnea Magazine on 28 Aprile 2019 at 16:07

    La situazione dei fondali marini è tutt'altro che confortante: il numero di oggetti ritrovati, per chilometro quadrato, è... Apnea Magazin […]

  • Direzione Marittima di Catania: visita del Comandante Generale
    on 28 Aprile 2019 at 10:50

    Categoria: EventiLuogo: Catania​Il 26 aprile il Comandante Generale della Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è recato in visita al Comando Regionale della Sicilia Nord-Orientale dove al suo arrivo in aeroporto, presso la base del 2° Nucleo Aereo Guardia Costiera, è stato accolto dal Direttore Marittimo di Catania, Contrammiraglio Gaetano Martinez.L'Ammiraglio Pettorino dopo aver incontrato i militari in servizio presso la base aerea, si è recato presso la Capitaneria di Porto di Siracusa; a tutto il personale ha rinnovato la propria gratitudine per il costante impegno profuso a favore della collettività.Il Comandante Generale ha poi fatto rientro a Catania dove a bordo di Nave Diciotti - CP941, ormeggiata in porto, ha rivolto un saluto agli equipaggi delle unità maggiori del Corpo, Nave Dattilo e Nave Diciotti, esprimendo loro la propria stima e vicinanza per il lavoro che con professionalità e impegno svolgono quotidianamente nell'assolvimento dei compiti d'istituto come la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela dell'ambiente marino e la vigilanza sull'attività di pesca. […]

  • Video Pescasub: l’Appuntamento con l’Enorme Ricciola
    by Redazione Apnea Magazine on 26 Aprile 2019 at 14:43

    Alessio Siliberto racconta di una giornata in cui il richiamo del mare fosse diventato insistente. Non lo immaginava, ma aveva un appuntamento con la ricciola dei sogni, un pesce che nel bassofondo forse si incontra una sola volta nella vita... Apnea Magazin […]

  • Il Vice Comandante Generale della Guardia Costiera, in visita alla Direzione Marittima dell’Emilia Romagna
    on 23 Aprile 2019 at 11:32

    Data: 23/04/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Ravenna​Lo scorso 18 aprile, il Vice Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile ha fatto visita alla Direzione Marittima dell'Emilia Romagna.All'incontro, hanno partecipato tutto il personale militare, Ufficiali, Sottufficiali, Graduati, Marinai e i rappresentanti del COBAR dell'Emilia Romagna.Il Direttore Marittimo dell'Emilia Romagna e Comandante del porto di Ravenna, Capitano di Vascello Pietro Ruberto, ha accompagnato l'Ammiraglio Basile nel corso dei numerosi incontri istituzionali tra i quali quello con il Sig. Prefetto della Provincia di Ravenna, Dott. Enrico Caterino e con il Sindaco della Città di Rimini, Dott. Andrea Grassi.Il Vice Comandante Generale ha inoltre incontrato i rappresentanti del cluster marittimo e dei Servizi Tecnico Nautici del porto di Ravenna con i quali sono stati affrontati diversi argomenti inerenti le attività svolte quotidianamente dal cluster.L'Ammiraglio Basile, che ha avuto modo di incontrare tutti i titolari dei Comandi dipendenti, da Goro sino a Cattolica passando per il Comando della Capitaneria di porto di Rimini, al termine della sua visita, ha espresso infine il proprio compiacimento per il lavoro svolto quotidianamente da tutti gli uomini e donne della Guardia Costiera appartenenti alla Regione dell'Emilia Romagna.&nbs […]

  • Ammiraglio Luigi Romani cittadino onorario del Comune di Lerici
    on 19 Aprile 2019 at 8:39

    Data: 17/04/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: LericiLunedì 15 aprile, presso il Comune di Lerici, si è svolta la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria all'Ammiraglio Luigi Romani, già Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto nel periodo compreso tra il 1982 e il 1986.L'assegnazione della cittadinanza onoraria è il riconoscimento per il ruolo di sostenitore della cultura marinaresca, che l'Ammiraglio ha da sempre rivestito, e per la sua dedizione al territorio. Questo gesto vuole rappresentare, come si legge nella motivazione del Consiglio Comunale, la "massima espressione della gratitudine per aver contribuito alla conoscenza e diffusione dei valori legati al mare, essendosi fatto portavoce degli eventi che hanno indissolubilmente legato Lerici alla marineria e aver dato un fondamentale apporto alla comunità lericina in campo storico e culturale".Oltre sessanta le persone che hanno gremito la Sala Consiliare in cui si è svolta l'assegnazione della cittadinanza onoraria; presente una delegazione di militari della Capitaneria di porto di La Spezia."L'Ammiraglio ha contribuito a diffondere un'immagine estremamente positiva di Lerici, un onore condividere con lui la cittadinanza: è un esempio sotto molti punti di vista, capace di trasmettere passione per la cultura e il territorio" afferma il Sindaco, l'Avvocato Leonardo Paoletti.L'Ammiraglio Romani ha quindi ringraziato per il prestigioso riconoscimento, ricordando episodi della sua lunga carriera all'interno del Corpo delle Capitanerie di porto. […]

  • Visita del Comandante Generale all’Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea
    on 19 Aprile 2019 at 7:37

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: MarateaIl 17 aprile, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è recato in visita presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea. Accolto dal Contrammiraglio Giancarlo Russo, Direttore Marittimo di Reggio Calabria, e dal Capo Compartimento di Vibo Valentia, il Comandante Giuseppe Spera, l'Ammiraglio Pettorino ha avuto modo di visitare il nuovo modulo abitativo utilizzato quale front office per l'utenza portuale e diportistica. Lo stesso è stato posizionato nell'area portuale dopo che la mareggiata del 21 marzo 2018 ha colpito Maratea, producendo notevoli danni alla costa, alle calette e insenature e in special modo al porto, creando forti ripercussioni sulla sua funzionalità ed operatività. Nell'occasione il Comandante Generale ha espresso parole di vivo compiacimento a favore dei militari "per il lavoro svolto e per aver saputo far fronte alle difficoltà logistiche garantendo, senza soluzione di continuità, lo svolgimento delle proprie funzioni con il consueto rendimento, fornendo servizi alla collettività marittima e portuale". A conclusione, il Comandante Generale ha visitato la futura sede della Guardia Costiera e ha incontrato il Prefetto di Potenza, il Dottor Annunziato Vardè, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Colonnello Nicola Albanese e il Sindaco di Maratea, Domenico Cipolla, a testimonianza del rapporto di collaborazione istituzionale che ha consentito di affrontare le problematiche che hanno colpito la storica sede dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea. […]

  • Workshop sulle aree marine protette: confronto tra Enti gestori e Autorità marittime per l’ottimizzazione dell’attività di sorveglianza
    on 14 Aprile 2019 at 7:31

    Categoria: Attività, EventiLuogo: OlbiaSi è svolto venerdì 12 aprile, presso la sala convegni del Museo Archeologico di Olbia, il 1° Workshop sulle aree marine protette con l'intento di favorire il confronto fra Enti gestori e Autorità marittime per l'ottimizzazione delle attività di sorveglianza.Al convegno, presieduto dal Vice Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile, dal Capo Reparto Personale del Comando Generale, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello e dalla Direttrice Generale della Direzione per la protezione della natura e del mare del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Dottoressa Maria Carmela Giarratano, accompagnata dal Capo del Reparto Ambientale Marino, Contrammiraglio Aurelio Caligiore, hanno partecipato le Direzioni Marittime e gli Enti gestori delle aree marine protette delle regioni Sardegna e Sicilia.Nel corso dell'incontro sono stati illustrati gli approcci operativi, le criticità e le esigenze nelle aree marine protette, incentivando, attraverso un confronto diretto, un rapporto sinergico tra le Autorità marittime e gli Enti gestori, al fine di calibrare l'attività di sorveglianza, rimodulandola per obiettivi mirati di intervento, oltre a condividere le buone pratiche poste in essere. In conclusione, le Autorità marittime ed i vertici delle aree marine protette hanno voluto ribadire e consolidare il loro comune impegno, soprattutto ora che la stagione estiva è ormai alle porte, nel garantire alla comunità di poter fruire delle eccezionali bellezze naturalistiche delle nostre due regioni nel pieno rispetto delle norme in materia di protezione ambientale e degli habitat marini e costieri. […]

  • 11 aprile “Giornata del mare e della cultura marinara”
    on 11 Aprile 2019 at 16:11

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Scelta n. 1​Per la sua speciale collocazione al centro del Mediterraneo, l'Italia da sempre beneficia di una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico: il mare, un privilegio da difendere, da valorizzare e da trasmettere alle nuove generazioni.Per questo motivo, la Repubblica italiana riconosce l'11 aprile di ogni anno la Giornata del mare e della cultura marinara, allo scopo di promuovere e sviluppare presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, la cultura del mare.Su iniziativa del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, l'11 aprile si sono svolte manifestazioni in tutta Italia, in collaborazione con la Guardia Costiera, per valorizzare le tradizioni marinaresche del nostro Paese e rivalutare il patrimonio storico e culturale legato al mare, nella consapevolezza che la scuola rappresenti il miglior veicolo per educare i giovani anche in tale ambito.Una lunga serie di attività promosse dalle Capitanerie di porto su tutto il territorio nazionale, incentrate sulla sensibilizzazione dei giovani e degli utenti del mare riguardo i principi della sicurezza in mare e della tutela ambientale.L'attività, rivolta in particolare agli studenti, si ricongiunge agli obiettivi e ai compiti della Guardia Costiera, impegnata quotidianamente nella ricerca e soccorso, nella tutela della sicurezza della navigazione, nella difesa dell'ambiente, nella tutela del patrimonio ittico e dell'habitat marino e costiero, nonché in tutto ciò che riguarda gli usi civili e produttivi del mare. Gli uomini, le donne, i mezzi aerei e navali del Corpo parteciperanno con dimostrazioni pratiche delle principali attività operative della Guardia Costiera e offrendo la propria esperienza all'interno di conferenze e incontri rivolti a cittadini e studenti.La giornata ha visto la presenza, nel porto di Civitavecchia, del Direttore Generale per lo Studente, l'Integrazione e la Partecipazione Giovanna Boda e del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, che hanno fatto visita all'equipaggio di nave Corsi -  il pattugliatore della Guardia Costiera presente in banchina per l'occasione - ed incontrato alcuni studenti in visita a bordo e  partecipanti alla manifestazione.È la prima volta che le due Amministrazioni celebrano insieme l'evento, sugellando tale collaborazione, con una lettera di intenti sulla Giornata del mare, con lo scopo comune di promuovere e valorizzare, anche per i prossimi anni, tra gli studenti di tutta Italia, un patrimonio così prezioso per il Paese. Il Terminal Crociere è stata la location della presentazione e premiazione delle classi vincitrici del progetto "Cittadinanza del Mare". Nato dalla collaborazione a livello regionale della Guardia Costiera e del Miur e sviluppato durante tutto l'arco dell'anno scolastico, il progetto ha visto gli studenti protagonisti di percorsi formativi utili per renderli "cittadini attivi e consapevoli del mare".La cerimonia, introdotta dal Direttore Marittimo del Lazio, Comandante Vincenzo Leone e dal Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale Gildo De Angelis, ha visto la presenza del Sindaco della città, Ing. Antonio Cozzolino, il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centro settentrionale, Avv. Francesco Maria di Majo, nonché il consigliere regionale On. Mariella Tidei e l'Assessore della Regione Lazio alle Politiche Agricole Onorati Enrica.La manifestazione si è conclusa con un'esercitazione operativa di soccorso in mare operata dalla Guardia Costiera, con l'intervento di motovedette, un elicottero AW139 e un aerosoccorritore marittimo che ha proceduto al recupero del naufrago e la proiezione di un breve filmato realizzato dall'Ufficio Relazioni Esterne del Comando Generale in occasione della Giornata Nazionale del Mare. […]

  • Al Comando Generale il meeting annuale con l’armamento nazionale
    on 10 Aprile 2019 at 11:06

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaLo scorso 8 aprile 2019 si è tenuto presso la sala cinema del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto il consueto incontro annuale con l'armamento nazionale e gli stakeholder al quale hanno partecipato le Società di gestione, le Associazioni di categoria, gli Organismi riconosciuti, le Accounting Authority, i rappresentanti del Ministero dello sviluppo economico ed i Coordinatori regionali Flag State.Durante l'incontro il personale del 6° Reparto, guidato dal Contrammiraglio Giardino, ha dato evidenza dell'attività svolta nel 2018 a favore dell'armamento italiano e dei risultati ottenuti, illustrando le performances della flotta alla luce delle ispezioni eseguite sia dai Port State Control Officers nei porti stranieri, sia dal personale del Corpo che opera in qualità di Flag State Officer.Inoltre, sono stati resi noti gli obiettivi prefissati dal Signor Ministro per l'anno 2019 anche attraverso i contenuti dell'Annual Report – giunto alla sua terza edizione – e che si pone quale strumento di divulgazione istituzionale a supporto alle decisioni strategiche dell'Organizzazione.Infine, il Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha premiato la società "Fratelli d'Amico Armatori SpA" che ho ottenuto i migliori risultati durante l'anno 2018. […]

  • 2° Workshop del Forum Europeo delle Funzioni di Guardia Costiera “Maritime Security in the framework of Coast Guard Functions (Sicurezza Marittima nell’ambito delle funzioni di Guardia Costiera)”
    on 9 Aprile 2019 at 12:35

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Continuano i lavori della Presidenza italiana dello European Coast Guard Functions Forum – ECGFF, condivisa tra la Guardia Costiera Italiana e la Guardia di Finanza.Nei giorni 3 e 4 aprile u.s. si è tenuto a Roma il 2° Workshop dal titolo "Maritime Security in the framework of Coast Guard Functions", organizzato dal Comando Generale della Guardia di Finanza ed ospitato presso la Scuola di Polizia Tributaria di Lido di Ostia. La Guardia Costiera Italiana ha partecipato all'evento, in quanto Presidente del Forum e Copresidente dello specifico Workshop, con una delegazione composta da personale dell'Ufficio Affari Internazionali, guidata dal Capo Ufficio C.V. (CP) Enrico Castioni.Al workshop, realizzato con il supporto dell'Agenzia Frontex, hanno preso parte numerose Organizzazioni con funzioni di Guardia Costiera nazionali appartenenti a oltre 20 Paesi Europei, e i rappresentanti di DG HOME (Direzione Generale per la Migrazione e gli Affari Interni), Agenzia Frontex (Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera), EMSA (Agenzia europea per la sicurezza marittima), EFCA (Agenzia europea di controllo della pesca)e SatCen (Centro satellitare dell'Unione europea). Il Workshop è stato incentrato sul tema della Maritime Security, ponendo enfasi sulla European Union Maritime Security Strategy quale cornice strategica per l'implementazione di misure coordinate volte ad assicurare la Sicurezza Marittima europea e globale.Tra i temi trattati, tutti di grande interesse ed attualità, si evidenziano: l'armonizzazione delle procedure di  controllo delle frontiere marittime; la condivisione di esperienze nella lotta al crimine transfrontaliero e traffici illeciti, le potenzialità e valore aggiunto dei servizi di sorveglianza aerea e uso di RPAS ( Sistemi Aerei a Pilotaggio Remoto); le innovazioni tecnologiche in supporto delle funzioni di Guardia Costiera; i boarding team nelle maritime interdiction operations (operazioni di interdizione marittima), con contributi da parte della Bundespolizei tedesca, della Guardia Civil spagnola e della Marina Militare Italiana.La Guardia Costiera Italiana ha partecipato attivamente ai lavori, presentando l'attività svolta nel settore della Ship and Port security e la bozza di Sectoral Qualifications Framework for Coast Guard Functions (Quadro delle qualifiche settoriali per le Funzioni di Guardia Costiera), sviluppata sotto il coordinamento del Corpo nel quadro del progetto ECGFA Net.A margine dell'evento, si è svolta la 2^ riunione di Segretariato dell'ECGFF, nella quale sono stati discussi temi legati all'amministrazione generale del Forum e le modalità con cui affrontare le future attività.&nbs […]

  • Zingarata a Fuerteventura
    by Luca on 8 Aprile 2019 at 12:40

    Qualche giorno tra amici su quest’isola delle Canarie, dove ci si immerge dovendo sempre fare i conti con onda e risacca. Fondali davvero ricchi di pesce in inverno ma soprattutto in settembre e ottobre, quando entrano i grossi predatori   di Gherardo Zei   Siamo gli amici di sempre – racconta Massimo Repetto, forte pescatore genovese […]

  • C4: maschere Plasma
    by Luca on 8 Aprile 2019 at 12:36

    Due i modelli testati, il Camouflage e il Black. Il primo, in particolare, ha colpito per l’aspetto intrigante, una foto di fondale in 3D applicata sulla superficie. Ma non è tutto. Degni di nota, infatti, il confort e, soprattutto, la luminosità e l’ampiezza del campo visivo     La C4 ha deciso di ampliare il […]

  • Omer: muta Red Stone
    by Luca on 8 Aprile 2019 at 12:30

    Abbiamo provato questo nuovo completo mimetico che, fuori dall’acqua, non passa certo inosservato. Basta però scendere di 7 o 8 metri per assistere a una “trasformazione, con le tinte che virano dal rosso al marroncino e fanno letteralmente scomparire il sub sul fondo. Per il test avevamo pantalone da 5 e giacca da 7 millimetri   […]

  • Capitaneria di Porto della Spezia: premiata con il “Propeller Award 2018”
    on 6 Aprile 2019 at 8:04

    Data: 06/04/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: La Spezia​Ieri, è stato consegnato alla Capitaneria di Porto della Spezia, presso la splendida cornice di "Villa Marigola" di Lerici, il premio "AWARD 2018" dell'International Propeller Club Port of La Spezia.Il riconoscimento, che nel corso degli anni è stato conferito a diverse importanti personalità del mondo dei trasporti, è stato questa volta tributato alla Guardia Costiera spezzina per le capacità di coordinamento operativo dimostrate in occasione degli interventi di assistenza e soccorso posti in essere a favore delle unità navali mercantili e passeggeri attraccate nello scalo spezzino il 29 ottobre 2018, a seguito degli eventi meteorologici di eccezionale intensità che in tale giornata hanno interessato la città ed il suo porto.A dare lustro alla cerimonia il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, già Comandante della Capitaneria di Porto della Spezia dal 2005 - 2007, che in apertura ha tenuto una prolusione sul ruolo e sulle funzioni della Guardia Costiera Italiana.L'award è stato consegnato nelle mani del comandante della Capitaneria di Porto Capitano di Vascello Massimo Seno dal presidente del Propeller Club dr. Giorgio Bucchioni, alla presenza delle Autorità civili e militari nonché di una ampia rappresentanza del cluster marittimo della città.Il Comandante Seno, ha sottolineato, come vuole condividere idealmente il merito del riconoscimento con tutto il suo personale ma anche e soprattutto con gli uomini dei rimorchiatori, piloti e ormeggiatori che hanno dimostrato in quella circostanza, così come in tutte le altre cui sono chiamati ad operare sotto la guida e la supervisione dell'Autorità marittima, la massima professionalità.L'Ammiraglio Pettorino, si è quindi congratulato con il Comandante Seno e con tutto l'equipaggio del Comando di Largo Fiorillo per la professionalità dimostrata in occasione dell'evento dello scorso 29 ottobre. […]

  • Primo incontro sul tema: policy di sviluppo della componente ambientale del Corpo
    on 5 Aprile 2019 at 10:53

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Si è svolto ieri, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, il primo incontro sul tema "policy di sviluppo della componente ambientale del Corpo" a cui hanno partecipato gli Ufficiali del Corpo in possesso di pregressa formazione specialistica scientifica in materia ambientale.Dopo un saluto di benvenuto rivolto dal Vice Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Antonio Basile, il Capo del I Reparto Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello ha presieduto l'intera giornata di lavori – cui hanno partecipato anche rappresentanti dei Reparti operativo ed ambientale marino – finalizzata a condividere costruttivamente, con gli Ufficiali intervenuti, le attività che il Comando Generale sta ponendo in essere in attuazione del "Piano di rilancio della strategia ambientale" raccogliendo dagli stessi suggerimenti sull'ottimale impiego delle risorse disponibili.In esisto a tale incontro è stato predisposto un cronoprogramma di attività che vedrà impegnati coralmente il Comando Generale e tutti i Comandi territoriali per continuare a fornire risposte concrete in materia ambientale. […]

  • Il Comandante Generale in visita alla Direzione Marittima dell’Emilia Romagna
    on 30 Marzo 2019 at 13:20

    Categoria: EventiLuogo: Ravenna​Ieri, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accolto dal Direttore Marittimo dell'Emilia Romagna e Comandante del porto di Ravenna Capitano di Vascello Pietro RUBERTO, ha fatto visita alla Direzione Marittima incontrando il personale militare e civile del Comando territoriale e degli Uffici dipendenti nonché il personale in quiescenza.Molto intenso il programma della visita, prima di essere ricevuto nella sede storica di via Antico Squero, il Comandante Generale si è recato in visita di cortesia, presso il locale municipio, per un incontro istituzionale con il Sindaco Michele De Pascale. Nel corso dell'incontro il primo cittadino ha manifestato il vivo apprezzamento per il lodevole lavoro svolto dal Corpo a livello nazionale, non mancando di sottolineare la professionalità e l'impegno a livello territoriale del personale della Guardia Costiera quale punto di sicuro riferimento per le attività marittime e portuali.A seguire, l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato il personale del porto di Ravenna e nel corso dell'assemblea, dopo aver illustrato quelle che sono le attività e le prospettive future, ha voluto ringraziare tutto il personale in forza ai Comandi territoriali dell'Emilia Romagna per l'attività quotidianamente svolta in una realtà tanto bella quanto complessa, quale quella emiliano romagnola, tanto più con riferimento ai futuri sviluppi della realtà ravennate.La visita si è conclusa con una navigazione, a bordo della motovedetta CP 274, lungo il canale Candiano e relativo litorale di giurisdizione nel corso della quale sono stati illustrati al Comandante Generale i principali aspetti e tematiche del porto ravennate. […]

  • Il Comandante Generale incontra il Presidente di Assoporti
    on 28 Marzo 2019 at 19:05

    Categoria: EventiLuogo: Roma​Il 26 marzo u.s., il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha incontrato presso il Comando Generale, il Dott. Daniele Rossi, neo Presidente di Assoporti (Associazione Porti Italiani) nonché Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro settentrionale.L’incontro è stato l’occasione per fare il punto sulle principali tematiche inerenti la portualità italiana, sottolineando le necessarie sinergie che devono svilupparsi tra le Autorità marittime e le Autorità di Sistema Portuale in un settore sempre più strategico e trainante per l’economia del Paese.La visita si è conclusa con attestazioni di reciproca stima e con l’augurio da parte del Comandante Generale per l’incarico recentemente assunto. […]

  • Organizzazione IALA: la Guardia Costiera partecipa alla 3ª Pre-Conferenza Diplomatica
    on 28 Marzo 2019 at 8:13

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: Istanbul​Nei giorni dal 12 al 14 marzo 2019 si è svolta ad Istanbul, Turchia, la 3^ Pre-Conferenza Diplomatica indetta dalla IALA (International Association of Lighthouse Authorities) per concordare il testo definitivo della Convenzione istitutiva che sancisca il cambiamento dello stato giuridico dell'Associazione da Organizzazione Non Governativa - costituita ai sensi del diritto privato francese - a Organizzazione Internazionale Governativa.La conferenza, presieduta dall'ambasciatore francese per gli oceani Serge Segura e dal segretario generale della IALA Francis Zachariae, ha ospitato circa 200 delegati in rappresentanza di 54 Paesi.Per l'Italia ha partecipato una delegazione della Guardia Costiera, costituita dal Contrammiraglio Piero Pellizzari (membro del Consiglio della IALA) e dal Capitano di Fregata Gian Luca Menabene.Obiettivo dell'incontro è stato revisionare il testo della bozza di Convenzione, frutto dei lavori delle due precedenti Pre-Conferenze diplomatiche di Parigi, Francia, nel 2017 e di Marrakesh, Marocco, nel 2018, nonché dell'esame del Comitato Consultivo Legale della IALA.Le varie delegazioni hanno affrontato e discusso diversi aspetti del testo della Convenzione in considerazione delle relative implicazioni di natura organizzativa e finanziaria.La Pre-Conferenza è stata utile al fine di individuare dei punti di convergenza tra le delegazioni degli Stati intervenute alla Pre-Conferenza sulle questioni non ancora risolte, tra cui l'utilizzo delle lingue sia per le sessioni di lavoro che per gli atti ufficiali, con le relative implicazioni finanziarie.Al termine dei lavori, il Presidente della Conferenza si è mostrato fiducioso circa la concreta possibilità di addivenire alla Conferenza Diplomatica conclusiva, che sarà ospitata dal Governo della Malesia, per la firma della Convenzione istitutiva nel corso del prossimo 2020. […]

  • Protezione civile: conferita Benemerenze alla Capitaneria di porto di Livorno per l'attività svolta in occasione del naufragio della Costa Concordia
    on 22 Marzo 2019 at 14:21

    Categoria: EventiLuogo: Roma​Ieri, si è svolta a Roma, presso la sede centrale del Dipartimento della Protezione Civile, la cerimonia di conferimento delle Benemerenze di Protezione civile agli operatori del sistema. La cerimonia è stata aperta con il saluto del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte che, nel corso della mattinata, ha visitato, oltre alle Sale operative della Protezione Civile, anche "il Centro operativo emergenze marittime" presidiato dal personale militare della Guardia Costiera.  Le benemerenze a titolo onorifico sono state consegnate dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile in segno di riconoscimento a quanti Istituzioni, Associazioni e singoli si sono distinti in operazioni di protezione civile attraverso doti di altruismo e abnegazione.Alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, è stata consegnata, alla Capitaneria di porto di Livorno, un riconoscimento per il prolungato impegno e lo spirito di sacrifico dimostrato dagli uomini e delle donne della Guardia Costiera durante il naufragio della Costa Concordia nel 2012. A ricevere la Benemerenza è stato il Contrammiraglio Giuseppe Tarzia Direttore Marittimo della Toscana e Comandante della Capitaneria di porto di Livorno. […]

  • Il 1° Workshop “A new European environmental commitment” avvia i lavori della Presidenza italiana del Forum Europeo delle Funzioni di Guardia Costiera
    on 12 Marzo 2019 at 16:58

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LisbonaLa Guardia Costiera apre i lavori della Presidenza italiana del Forum Europeo delle Funzioni di Guardia Costiera (European Coast Guard Functions Forum - ECGFF). Nei giorni 26-28 febbraio u.s., nella cornice dell'Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima (EMSA) a Lisbona, si è svolto il workshop "A new European environmental commitment", il primo degli eventi previsti dal programma annuale della Presidenza italiana del Forum, condivisa tra il Corpo e la Guardia di Finanza. Dal 2009, il Forum riunisce numerose Organizzazioni con funzioni di Guardia Costiera dei Paesi marittimi dell'UE e area Schengen, con l'obiettivo di rafforzare, in maniera volontaria, indipendente, apolitica e non vincolante, la c.d coast guard cooperation e la fiducia reciproca tra tutti i suoi membriAttraverso tale workshop, il  Corpo ha voluto dare risalto alla tutela dell'ambiente marino, con particolare riguardo agli aspetti di  prevenzione, risposta ed enforcement, mettendo al centro esperienze positive, lessons learned ed aspettative dei Paesi membri. L'organizzazione dell'evento, inclusi lo sviluppo dei suoi contenuti e la moderazione degli interventi degli speaker, è stata interamente curata dal personale dell'Ufficio Affari Internazionali (UAAII) del Comando Generale, con il supporto di EMSA. La delegazione italiana, guidata dal Capo Ufficio Affari Internazionali, C.V. (CP) Enrico Castioni, era composta da personale di UAAII in qualità di ECGFF project team, e da personale dei Reparti I, III e MRSC Genova. Era, inoltre, presente una rappresentanza del Comando Generale della Guardia di Finanza e dello Stato Maggiore Marina. Al workshop hanno preso parte 50 Organizzazioni appartenenti a 24 Paesi europei, oltre a rappresentanti della DG MARE, di EMSA, di EFCA e di Frontex, per un totale di 90 delegati. L'evento si è contraddistinto, altresì, per l'alto numero di relatori, nazionali e stranieri, intervenuti con presentazioni di elevato contenuto tecnico-scientifico e divulgativo. Tra i temi trattati si menzionano:l'ampio spettro degli strumenti, delle procedure e delle linee guida messi a disposizione da EMSA a supporto degli Stati membri e della loro azione volta a prevenire al meglio le varie forme di inquinamento marino;la disponibilità e la modalità d'uso di apparecchiature tecnologicamente avanzate, quali i sistemi satellitari e i mezzi aerei senza pilota a bordo (i cosiddetti RPAS), per ottimizzare le risorse in funzione di una sempre più efficace azione di sorveglianza dell'ambiente marino;best practices in campo giurisdizionale, con particolare riferimento alle procedure penali e al sistema sanzionatorio contro i reati ambientali marini.Per quanto riguarda il Corpo, sono stati presentati tre temi di rilievo inerenti all'argomento del workshop:l'esperienza dei laboratori ambientali mobili e del laboratorio fisso quale elemento pratico e proficuo che contribuisce all'effettività dell'azione di contrasto ai reati ambientali;il Sectoral Qualifications Framework for Coast Guard Functions, sviluppato nell'ambito del progetto europeo ECGFA-Net, che fra le 10 funzioni analizzate include ovviamente anche la Maritime environmental prevention and response;l'attivazione del piano RAMOGE in occasione della collisione fra Ulysse e Virginia, che ha dato l'opportunità di descrivere l'efficacia operativa della sinergia esistente fra autorità marittime italiane e francesi. L'agenda dei lavori ha previsto, inoltre, lo svolgimento di due working group, dedicati a due temi trasversali di grande attualità e comuni a tutte le funzioni di Guardia Costiera, ossia risk management e training. Le risultanze dei lavori sono state poi esposte in conferenza plenaria.L'evento ha riscosso il plauso dei numerosi rappresentanti delle Istituzioni europee e dei delegati dei Paesi Membri, registrando un numero di partecipanti senza precedenti nell'ambito dell'ECGFF, numeri che delineano un orizzonte positivo per il futuro del Forum.A margine dell'evento, sempre sotto il coordinamento della Presidenza italiana, si è svolta la prima riunione di Segretariato dell'ECGFF, nella quale sono stati discussi temi legati all'amministrazione generale del Forum e delle modalità con cui affrontare le future attività.I prossimi appuntamenti del programma di Presidenza ECGFF saranno il 2° Workshop dal titolo "Coast Guard Functions in the framework of Maritime Security" che si terrà a Roma dal 2 al 4 aprile, curato dalla Guardia di Finanza in collaborazione con la Guardia Costiera Italiana, e il 3° Workshop "Multifunction Multiagency Operations Concept Model" che si terrà a Catania dal 2 al 5 giugno ed in occasione del quale sarà effettuata l'esercitazione multifunzione e multiagenzia denominata COASTEX19. […]

  • Santuario Pelagos: a Sanremo firmato il protocollo d’intesa tra il Comando Generale e l’Istituto Tethys ONLUS, per la protezione dei mammiferi marini
    on 11 Marzo 2019 at 14:48

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Sanremo​La mattina del 9 marzo, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, è stato sottoscritto, a Sanremo, il Protocollo d'intesa tra la Guardia Costiera e l'Istituto Tethys - organizzazione senza fini di lucro che si dedica alla conservazione dell'ambiente marino - a sigillo di un impegno comune in materia di sensibilizzazione ed educazione alla tutela dell'ambiente. Il progetto - che ha preso il via già lo scorso anno con la campagna "Cetacei, FAI attenzione!" - prevede la promozione di studi e ricerche scientifiche sull'ambiente marino e costiero, la diffusione di comportamenti virtuosi (best practice) e la valorizzazione di tematiche di sostenibilità, tutela, valorizzazione ambientale, nonché difesa del mare e delle sue risorse.Il protocollo, rientra in una serie di attività che hanno visto la Guardia Costiera partecipare a "Sanremo in fiore", la manifestazione, quest'anno dedicata al Santuario Pelagos, che si è svolta nella cittadina ligure dall'8 al 10 marzo, con la presenza di Nave Corsi, pattugliatore d'altura della "classe Fiorillo", impegnato in molteplici compiti operativi: ricerca e soccorso (SAR), antinquinamento, vigilanza pesca, controllo del traffico marittimo e polizia marittima. La visita su Nave Corsi ha registrato una presenza a bordo di oltre 500 persone che sono accorse per conoscere le diverse attività svolte dal pattugliatore, in particolare quelle rivolte alla tutela e salvaguardia dell'ambiente marino costiero.L'unità è stata dunque aperta nell'occasione alle scuole e alla cittadinanza, per parlare di tutela e salvaguardia dell'ambiente marino con l'Istituto Tethys.Sempre nella giornata del 9 marzo, nel pomeriggio, si è tenuta, alla presenza di istituzioni ed esperti in tema ambientale, la conferenza dal titolo "santuario pelagos... un mare da amare" organizzata dall'istituto Tethys Onlus, dalla Guardia Costiera e dal comune di Sanremo. Tutelare il mare e la sua biodiversità - questo il tema principale dell'incontro - promuovendo un modello sostenibile di turismo e di crescita economica del territorio, attraverso un sistema di condivisione collaborazione e creazione di reti virtuose che rafforzino i rapporti già esistenti tra i diversi stakeholder del mare."Estendo, a tutti voi, i saluti del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa – ha affermato il Comandante Generale Ammiraglio Giovanni Pettorino nel suo intervento – La tutela dell'ambiente marino è uno dei compiti principali che la Guardia Costiera svolge alle dirette dipendenze del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con uomini e donne specializzati in materia. Proprio un momento di confronto e condivisione come questo, tra Istituzioni, esperti e ricercatori - ha sottolineato l'Ammiraglio - ci offre la possibilità di affrontare da diversi punti di vista la tematica e trovare soluzioni concrete per una maggiore sostenibilità ambientale, trovando il giusto equilibrio tra fruibilità e tutela dell’ambiente marino. In questi giorni - ha ricordato Pettorino - su mandato del Ministero dell’Ambiente, stiamo lanciando una campagna di comunicazione ed educazione ambientale in materia di lotta alla dispersione delle microplastiche in mare, dal nome PlasticFreeGC.Sulla priorità della salvaguardia dei mammiferi marini e dell’ambiente in cui vivono, concorda l’Ammiraglio Aurelio Caligiore, Capo reparto Ambientale Marino del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, che ha commentato “per tutti i Comuni aderenti alla Carta di Partenariato l’impegno comune da perseguire per una maggiore tutela del Santuario dei mammiferi marini è quello di cooperare in sinergia, coinvolgendo i partner territoriali e le Istituzioni del Pelagos, allo scopo di valorizzare un patrimonio naturalistico che ha la capacità di catalizzare risorse ambientali, culturali, e di sviluppo economico per il territorio".Nella giornata di domenica, infine, è andata in scena la manifestazione "Sanremo in fiore" con l'evento, ripreso in diretta dalle telecamere RAI di Linea Verde, durante il quale il Capo Ufficio Relazioni Esterne del Comando Generale, Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, ha parlato dell'impegno della Guardia Costiera nella tutela dell'ambiente marino e della sicurezza in mare: "Sensibilizzare cittadini e diportisti sulla salvaguardia dell'ambiente marino rientra tra i nostri obiettivi più importanti: CETACEI, FAI ATTENZIONE! 2.0 e PlasticFreeGC, sono due delle nostre campagne di comunicazione".La manifestazione si è infine conclusa con la celebre sfilata dei carri fioriti, che ha visto la presenza anche di due carri della Guardia Costiera, uno dedicato all'attività operativa del Corpo e l'altro incentrato sulla campagna di sensibilizzazione per la lotta alla dispersione delle microplastiche in mare, i quali hanno suscitato la curiosità e l'apprezzamento di decine di migliaia di cittadini e turisti che hanno affollato il lungomare della Città dei Fiori. […]

  • Inaugurazione di un Ufficio Locale Marittimo di Meta
    on 7 Marzo 2019 at 17:26

    Data: 07/03/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: MetaNella giornata di ieri, 6 marzo, è stato inaugurato a Meta un nuovo Ufficio Locale Marittimo. La struttura è stata riaperta al pubblico dopo 18 anni e resa parte integrante dell’edificio comunale sito in Via del Lauro 67.Proveniente dalla Capitaneria di Porto di Napoli, il luogotenente Marco Caputo è stato designato al Comando del nuovo Ufficio, appartenente al Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia.La rinnovata presenza di un Comando territoriale della Guardia Costiera nella cittadina metese rappresenta un importante nodo di legittimità e sicurezza, sinergico, all’occorrenza, con la polizia locale.Presente, in qualità di rappresentante del Corpo, il Capitano di Fregata Ivan Savarese, Capo del Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia.Hanno presenziato all’inaugurazione diverse Autorità Civili, Religiose e Militari della zona, oltre ad una nutrita rappresentanza della comunità cittadina.&nbs […]

  • Il Presidente dell’8ª Commissione permanente al Senato, Senatore Mauro Coltorti in visita al Comando Generale
    on 5 Marzo 2019 at 15:24

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaOggi, il Presidente dell'8ª Commissione permanente al Senato, Senatore Mauro Coltorti ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera accompagnato da una delegazione della medesima Commissione.Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, i Capi Reparto e i Capi Ufficio di staff del Comando Generale.Come da tradizione, ai saluti iniziali si è susseguito con un briefing sull'organizzazione della Guardia Costiera italiana. Il meeting è stato presieduto dal Comandante Generale che ha proceduto ad illustrare le relativi attribuzioni istituzionali appartenenti al Corpo in ragione della dipendenza funzionale da diversi Dicasteri.A tal proposito grande interesse è stato mostrato nei confronti del programma di attività……….L'incontro si è concluso con la visita in Centrale Operativa, dove il Senatore Mauro Coltorti ha potuto apprezzare i principali sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le moderne tecnologie di cui si avvale il Corpo. […]

  • Sicurezza in mare e protezione dell'ambiente marino: la Guardia Costiera all'Eudi Show
    on 3 Marzo 2019 at 13:24

    Luogo: BolognaAnche quest'anno, la Guardia Costiera ha preso parte all'EUROPEAN DIVE SHOW, la più importante manifestazione europea interamente dedicata al mondo della subacquea, giunta alla sua 27^edizione. Numerose le attività che hanno coinvolto gli uomini e le donne del Corpo durante tutto l'evento, tenutosi a Bologna dal 1 al 3 marzo.All'interno del proprio stand, per tutta la manifestazione, il personale del Corpo ha incontrato i visitatori per condividere utili informazioni e consigli rivolti ad aumentare la sicurezza dei tanti appassionati della subacquea.L'evento ha visto la presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, nell'occasione insignito del premio "Ambasciatore di buone pratiche per il mare". A consegnarlo il giornalista, nonché Presidente dell'Associazione ambientalista "5 Terre Accademy", Leonardo D'Imporzano. Sabato 2 marzo, il Capo Ufficio Relazioni Esterne della Guardia Costiera, Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, ha lanciato la nuova campagna di sensibilizzazione ambientale del Corpo: il progetto #PlasticFreeGC. Un piano di comunicazione e di educazione ambientale in materia di lotta alla dispersione delle microplastiche nell'ambiente marino e costiero che sarà promosso dalla Guardia Costiera su mandato del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.Nell'occasione, si è parlato anche di "Reti fantasma". L'intervento del Capo Nucleo Sub Guardia Costiera di Genova, Tenente di Vascello Angelo Doria, nell'ambito delle attività di cui al Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014-2020, è stato incentrato sull'attività subacquea svolta dal Corpo per contrastare il fenomeno delle reti abbandonate nei mari che rappresentano un reale e duraturo pericolo per l'ambiente e la fauna marina, in quanto, sono prevalentemente costituite da plastiche non degradabili che, adagiate sui fondali marini, continuano a svolgere la loro azione di pesca indiscriminata.Sulla base dell'esperienza maturata dal Nucleo Subacqueo di Genova e delle analoghe attività svolte dagli altri nuclei subacquei della Guardia Costiera, - dislocati a San Benedetto del Tronto, Napoli, Catania e Cagliari – sono state descritte le tecniche d'intervento utilizzate durante le operazioni di recupero e gli alti standard di sicurezza cui è necessario attenersi durante le operazioni. Un'attività importante che nasce spesso, grazie alla segnalazione degli utenti del mare."La Guardia Costiera opera ogni giorno per la tutela ambientale del Mediterraneo: un mare fragile, fortemente antropizzato, che necessita di un impegno costante e comune per preservarlo" ha dichiarato l'Ammiraglio Pettorino al termine del suo intervento alla manifestazione.A chiusura della giornata, il Comandante Generale ha premiato l'apneista Alessia Zecchini, detentrice del record mondiale di apnea, con il prestigioso riconoscimento "Tridente d'oro", Nobel per la subacquea, dell'Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee. Il Presidente dell'Accademia, Prof. Sebastiano Tusa, nel salutare e ringraziare per la presenza il Comandante Generale, ha sottolineato il ruolo fondamentale della Guardia Costiera non solo per la salvaguardia di chi va per mare ma anche del suo prezioso patrimonio ambientale. Durante la giornata, accompagnato dal Direttore Marittimo di Ravenna, Capitano di Vascello Pietro Ruberto, l'Ammiraglio Pettorino ha salutato presso lo stand del Corpo, i rappresentanti del Nucleo sub di Genova nonché il Sottocapo di 1^ Classe Scelto Matteo Signani, in servizio alla Capitaneria di Porto di Rimini, recentemente laureatosi campione mondiale IBF Latino dei pesi medi di pugilato. L'Ammiraglio ha espresso il proprio compiacimento per gli eccellenti risultati sportivi ottenuti, frutto di un allenamento fatto di sacrifici, disciplina e passione; valori che animano l'impegno quotidiano del Corpo. […]

  • Funzioni pubbliche, shipping e marittimità
    on 1 Marzo 2019 at 10:57

    Luogo: Roma​Nella giornata di ieri presso la sala conferenze del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, si è tenuto il workshop dal titolo  "Funzioni pubbliche, shipping e marittimità" organizzato dal Comando generale in collaborazione con l'International Propeller Clubs e con la Federazione del MareL'incontro, in continuità con l'analogo evento tenutosi esattamente un anno fa presso il Comando in Capo della squadra navale, ha rappresentato un'ulteriore occasione di confronto tra le Istituzioni e il cluster marittimo/portuale, affinché, pur nel rispetto delle diverse competenze e specificità, si potessero gettare le basi per un lavoro comune a sostegno di un unico obiettivo: la promozione e lo sviluppo del sistema Paese nel Mediterraneo, dove la delicata situazione politica della sponda sud costituisce una variabile niente affatto trascurabile. Dopo i tradizionali saluti di benvenuto, i lavori sono stati introdotti dall'Avv. Umberto MASUCCI, Presidente Propeller Clubs, che nel prendere la parola ha voluto ringraziare il Corpo delle Capitanerie di Porto e la Marina Militare per il fondamentale servizio svolto a protezione dei nostri mari.A seguire, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, l'Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni PETTORINO, nel ribadire l'importanza per il Paese dell'economia del mare, ha sottolineato dapprima l'importante traguardo dei 25 anni raggiunto dall'attuale legge 84/1994 sulla portualità, ed ha evidenziato come la sicurezza marittima sia oggi un valore imprescindibile, senza il quale non può esserci né vita, né sviluppo, né economia dei porti, ed alla cui tutela, nelle sue varie declinazioni, contribuisce in modo determinante la Guardia Costiera.  Ha poi preso la parola il Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Donato MARZANO, che ha affrontato il tema degli "Incontri tra istituzioni, enti, agenzie, associazioni che operano o hanno interessi sul mare," sottolineando come incontri come quello odierno "sono importanti per consentire un continuo confronto, franco e aperto, tra tutti gli stakeholders sulla tematica della Sicurezza Marittima nelle aree di interesse nazionale" e fornendo, altresì, un quadro aggiornato delle principali aree di instabilità a livello globale e del contributo fornito dalla Forza armata. L'arch. Mauro COLETTA, Direttore generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne, ha dato lettura di un messaggio da parte del Vice Ministro On.le Edoardo Rixi, assente per precedenti impegni istituzionali, evidenziando come "Il ritrovarsi tutti insieme come cluster, in vari contesti, risponde soprattutto all'esigenza di un confronto sereno e produttivo, di una maggiore unità di intenti per affrontare gli effetti dirompenti di portata globale, che vedono i riflettori puntati sul Mediterraneo, per la sua strategicità geografica e quindi per le sue potenzialità".Il Direttore Generale di AssArmatori Alberto Rossi ha evidenziato l'importanza di eventi che favoriscono scambi qualificati di idee tra gli operatori del settore con la presenza della parte pubblica, individuando le prossime sfide che il settore sarà chiamato ad affrontare in conseguenza delle normative europee di imminente applicazione.Infine, il dott. Mario MATTIOLI, Presidente di Confitarma e della Federazione del Mare ha rinnovato l'esigenza di dare al settore marittimo la centralità, anche amministrativa, che merita in relazione al contributo determinante per l'economia del Paese e l'importanza di agire avendo, quale principale obiettivo, lo sviluppo della competitività del settore lavorando uniti per la semplificazione e l'eliminazione di alcune inefficienze.   Al termine del workshop, l'incontro è poi proseguito con una visita alla Centrale operativa dell'IMRCC Roma (Centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo della Guardia Costiera), dove agli ospiti sono state illustrate le tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo dei quali il Corpo si avvale per lo svolgimento delle numerose attività di competenza. […]

  • Il Procuratore Vicario della Procura della Repubblica di Venezia in visita alla sede della Capitaneria di porto – Guardia Costiera
    on 27 Febbraio 2019 at 16:05

    Data: 27/02/2019 00:00:00Luogo: Venezia​Nella giornata di martedì 19 Febbraio, accolto dal Direttore Marittimo del Veneto Ammiraglio Piero Pellizzari, il Procuratore Vicario della Procura della Repubblica di Venezia Consigliere Adelchi d'Ippolito, ha fatto visita alla sede della Capitaneria di Porto, accompagnato dai Sostituti Procuratori Dr. Giorgio GAVA e Dr. Andrea PETRONI, Magistrati dell'Area "Ambiente".Il Procuratore Vicario, durante la visita alla Sala Operativa, ha avuto modo di osservare le peculiarità dell'attività svolta dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, con particolare attenzione ai sistemi di monitoraggio presenti presso il Centro VTS (Vessel Traffic Service) della Sala Operativa, per il controllo del traffico navale al fine della salvaguardia della vita umana in mare ed il rispetto delle disposizioni impartite dall'Autorità Marittima in materia di sicurezza della navigazione.Particolare rilievo è stato dato all'attività di polizia giudiziaria ai fini della tutela dell'ambiente marino e costiero in quanto uno degli obiettivi prioritari da perseguire, sia per la ricchezza e peculiarità del patrimonio naturalistico lagunare, sia per i rilevanti interessi sociali ed economici coinvolti nell'utilizzo delle relative risorse. […]