Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • Il Comandante Generale della Guardia Costiera in visita presso il Compartimento Marittimo di Brindisi.
    on 20 Settembre 2020 at 11:28

    Data: 20/09/2020 00:00:00Categoria: EventiLuogo: BrindisiIl 19 settembre, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, ha fatto visita ai Comandi Territoriali del Compartimento Marittimo di Brindisi.Nella giornata di sabato, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, è stato ricevuto dal Capo del Compartimento Marittimo e Comandante della Capitaneria di porto di Brindisi, Capitano di Vascello Giovanni CANU.Il Comandante Generale recatosi nelle sedi dei comandi territoriali, ha incontrato il personale dipendente degli uffici di Savelletri e Villanova, esprimendo apprezzamento per l'attività svolta, manifestando vicinanza e gratitudine per il lavoro svolto e ringraziando gli uomini e le donne del Compartimento Marittimo per il loro impegno costante al servizio della collettività e della comunità locale in sinergia con il territorio, che vanta storia e tradizioni fortemente legate al mare e all'ambiente. Ha, inoltre, espresso un vivo ringraziamento al personale per aver sempre garantito un presidio di legalità e sicurezza per la cittadinanza, svolgendo un ruolo importante in sinergia con il territorio e la locale popolazione, in un momento così delicato per il Paese ed in una stagione particolare come quella 2020, imprevedibile per le restrizioni in materia di sicurezza sanitaria. Con l'occasione  l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato il Sindaco di Ostuni, Dott. Guglielmo Cavallo, confermando la volontà di proseguire costantemente nella collaborazione e proficua sinergia tra Autorità Marittima e Amministrazioni locali, assicurando la disponibilità della Guardia Costiera a sostenere tutte le iniziative volte a favorire gli usi civili del mare e collaborando sempre al continuo sviluppo turistico e commerciale dei territori.

  • Il Dott. Bruno Vespa visita il Comando Generale
    on 17 Settembre 2020 at 14:09

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIeri, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, il Dottor Vespa ha incontrato il Comandante Generale del Corpo Ammiraglio Giovanni Pettorino.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, il noto giornalista e ideatore di "Porta a Porta" ha visitato la Centrale Operativa, che ospita il Centro di Coordinamento nazionale dei soccorsi in mare. L'Ammiraglio ha prospettato all'illustre ospite un quadro dettagliato dell'organizzazione della Guardia Costiera, con particolare riferimento alle principali mission del Corpo nei settori della salvaguardia della vita umana in mare, della tutela dell'ambiente marino, della sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi.A seguito della presentazione dei sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e delle tecnologie con cui il Corpo espleta le diverse attività di competenza, il Dottor Vespa ha firmato il libro d'onore e ha ringraziato il Comandante Generale per avere avuto l'opportunità di approfondire la conoscenza delle diverse attività svolte dal Corpo e per l'accoglienza riservatagli.

  • Eudishow: Date di Novembre Cancellate, si va a Marzo 2021
    by Redazione Apnea Magazine on 17 Settembre 2020 at 10:47

    Lo scorso 16 luglio, il consiglio Assosub aveva cancellato definitivamente l'Eudishow 2020... Apnea Magazine

  • 28° Eudi Show – dal 5 al 7 marzo 2021/from 5th to 7th March 2021
    by Luca on 15 Settembre 2020 at 11:58

    Finalmente ufficializzate le date del prossimo EUDI SHOW (28° EUDI SHOW – Bologna)! L’organizzazione dell’evento ha comunicato agli espositori che avevano aderito all’iniziativa 2020, rinviata per le note vicende legate alla pandemia, che le nuove date sono state fissate per il weekend del 5-7 marzo 2021.  

  • Video Pesca Sub: Una Ricciola con Due Fucili Contemporaneamente (53 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 14 Settembre 2020 at 17:56

    Abbiamo già condiviso alcune splendide clip di GRUPER1007 pesca submarina, ma questo è senza dubbio il suo video più particolare. Non è tanto la cattura di una enorme ricciola da 53 kg, quanto più il fatto che la cattura sia stata ripresa da due punti di vista diversi (una cam fissa ad alcuni metri dal pescatore e un action cam sulla testa) e, soprattutto, che il pescatore, essendo ambidestro, impugna due fucili e spara contemporaneamente con entrambi al magnifico pelagico. Entrambi gli arbalete sono poi sono assicurati ad un bungee, quindi una tecnica tutt'altro che improvvisata. Apnea Magazine

  • Il Comandante Generale in visita presso i Comandi territoriali dell’Emilia Romagna
    on 12 Settembre 2020 at 8:00

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Emilia RomagnaIl 10 e 11 settembre 2020, il Comandante Generale ha fatto visita a tutti gli Uffici del Compartimento Marittimo ed alla Capitaneria di Porto di Rimini. Nella giornata di giovedì, l'Ammiraglio Pettorino è stato ricevuto dal Direttore Marittimo dell'Emilia Romagna, Capitano di Vascello Giuseppe Sciarrone e dal Capo del Compartimento Marittimo e Comandante della Capitaneria di porto di Rimini, Capitano di Fregata Marcello Monaco.Il Comandante Generale, recatosi nelle sedi dei comandi territoriali, ha incontrato il personale dipendente degli uffici marittimi di Rimini, Cesenatico, Bellaria, Riccione e Cattolica, manifestando vicinanza e gratitudine per il lavoro svolto e ringraziando gli uomini e le donne del Compartimento Marittimo per il loro impegno costante al servizio della collettività e della comunità locale in sinergia con il territorio, che vanta storia e tradizioni fortemente legate al mare, lungo un litorale di circa 40 km da sempre votato al turismo ed alla pesca.Ha, inoltre, ringraziato il personale per aver garantito un presidio di legalità e sicurezza per la cittadinanza in un momento così delicato per il Paese ed in una stagione particolare come quella 2020, imprevedibile per le restrizioni in materia di sicurezza sanitaria, ma che ha comunque registrato milioni di presenze nel comparto turistico/balneare.Con l'occasione l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato tutti i Sindaci del territorio, confermando la volontà di proseguire costantemente nella collaborazione e proficua sinergia tra Autorità Marittima e Amministrazioni locali, assicurando la disponibilità della Guardia Costiera a sostenere tutte le iniziative volte a favorire gli usi civili del mare e collaborando sempre al continuo sviluppo turistico e commerciale dei territori.Nella mattinata di venerdì, il Comandante Generale ha fatto visita all'ufficio marittimo di Gabicce Mare, ricadente nel territorio delle Marche, dove è stato ricevuto dal Capo del Compartimento Marittimo di Pesaro, Comandante Maurizio Tipaldi, dal titolare dell'ufficio e dal Sindaco. A seguire, ha ripreso la visita agli Uffici marittimi dell'Emilia Romagna e ha colto l'occasione per salutare i militari del Corpo oggi in congedo e residenti nel territorio, per manifestare loro gratitudine e portando il loro lavoro ed impegno quale esempio per le nuove generazioni.L'Ammiraglio ha altresì incontrato il figlio dell'Ammiraglio Cavallari, cui è intitolata la sede nuova della Capitaneria di Porto di Rimini, e il Sottocapo di 1ªcl. Matteo Signani, in servizio presso la Capitaneria di Porto di Rimini, attualmente campione in carica del titolo europeo E.B.U. dei Pesi Medi.La visita del Comandante Generale è proseguita già dal pomeriggio di venerdì presso gli Uffici Marittimi di Cervia, Goro e Porto Garibaldi.

  • L’uomo delfino – film documentario su Jacques Mayol
    by Luca on 10 Settembre 2020 at 6:52

    Il documentario su Jacques Mayol, il leggendario apneista che ispirò il film culto Le Grand Bleu di Luc Besson, in sala il 5, 6 e 7 ottobre con Wanted Cinema “Io sono il mare… C’è un delfino dormiente in ognuno di noi” – Jacques Mayol Milano, 9 settembre – “L’uomo delfino”, il documentario diretto dal regista greco Lefteris Charitos,

  • Ecoscandaglio Lowrance: fino a 500 euro di Sconto su HDS Live, fino al 31 Ottobre
    by Redazione Apnea Magazine on 9 Settembre 2020 at 16:56

    Torna la promozione Lowrance sull'acquisto di un nuovo ecoscandaglio HDS Live... Apnea Magazine

  • Gare Pesca Sub: Ecco i Campi Gara dei Campionati per Società e a Coppie 2020
    by Redazione Apnea Magazine on 7 Settembre 2020 at 8:08

    Le coordinate dei campi gara degli unici due appuntamenti agonistici che saranno disputati quest'anno... Apnea Magazine

  • Pesca Sub Travolto da un Surf, Ricoverato in Neurochirurgia
    by Redazione Apnea Magazine on 5 Settembre 2020 at 18:40

    L'impatto è stato violentissimo: il pescasub ha rimediato 50 punti di sutura, una frattura del cranio... Apnea Magazine

  • Video Pesca Sub: una Leccia all’Improvviso
    by Redazione Apnea Magazine on 4 Settembre 2020 at 17:01

    Sole, leggero vento di maestrale e una corrente che rende l'acqua leggermente velata, sono gli ingredienti della giornata perfetta nella quale TheBlackboyz intuisce che ci può scappare l'incontro magico. Nessuna presenza di mangianza nervosa o altri segni della presenza di un grosso predatore in giro, eppure all'improvviso la grossa leccia si materializza davanti alla tahitiana. Il colpo va a segno e subito il mulinello inizia a cantare. Lunghi minuti di adrenalina che si concludono con una cattura a lungo inseguita. Apnea Magazine

  • Conferita cittadinanza onoraria del Comune di Praia a Mare al Direttore marittimo della Calabria e Basilicata tirrenica e al Capo del Compartimento marittimo di Vibo Valentia Marina
    on 4 Settembre 2020 at 5:39

    Data: 03/09/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Praia a Mare​Nella giornata di ieri, presso la sala consiliare del Comune di Praia a Mare (CS), è stata conferita la cittadinanza onoraria al Direttore marittimo della Calabria e Basilicata Tirrenica, Capitano di Vascello Antonio Ranieri e al Capo del Compartimento marittimo di Vibo Valentia, Capitano di Fregata Giuseppe Spera.A consegnare il massimo riconoscimento civico, il Sindaco di Praia a Mare, dott. Antonio Praticò, a testimonianza della gratitudine dell'intera collettività locale per la quotidiana attività condotta dall'Autorità marittima a tutela del territorio calabrese, con una particolare menzione per l'impegno profuso per la tutela dell'ambiente marino e costiero, che ne costituisce autentico patrimonio. Nell'esprimere il proprio apprezzamento per i Comandanti benemeriti cittadini, il Sindaco ha voluto ringraziare - loro tramite - gli uomini e le donne della Guardia costiera che costituiscono, con il proprio agire quotidiano, riferimento di legalità ed espressione di tutela dell'ambiente marino.Il Direttore marittimo ha rivolto ai presenti parole di gratitudine per l'importante riconoscimento, dedicandolo al proprio personale, impegnato quotidianamente nelle attività che il Corpo garantisce a tutela della collettività e a garanzia degli usi civili e produttivi del mare. Nella circostanza, il Comandante Ranieri ha anche dedicato un pensiero al Comandante Natale De Grazia – la cui storia è stata recentemente raccontata nel libro "Navi Mute" – che, scomparso nella notte tra il 12 e il 13 dicembre 1995 mentre indagava sulle "navi a perdere", sospettate di essere state affondate con il loro carico di rifiuti pericolosi, ha rappresentato la figura di Ufficiale e collega del Corpo pioniere dell'attività di indagine e polizia in materia ambientale.

  • Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto visita gli Uffici Locali Marittimi della Costiera Amalfitana
    on 1 Settembre 2020 at 10:55

    Data: 31/08/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Positano, Amalfi, Maiori e CetaraSi è conclusa nella giornata di ieri la visita del Comandante Generale della Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, agli Uffici locali marittimi della Costiera Amalfitana.Accompagnato dal Direttore Marittimo della Campania, Ammiraglio Ispettore Pietro Giuseppe Vella, e dal Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del porto di Salerno, Capitano di Vascello Daniele Di Guardo, l’Ammiraglio Pettorino ha fatto visita agli Uffici locali marittimi di Positano, Amalfi, Maiori e Cetara. L’Ammiraglio, incontrando il personale dipendente, ha rivolto loro il proprio ringraziamento per l’impegno profuso nella gestione di una realtà strategica quale la Costiera Amalfitana, in un contesto territoriale di particolare pregio naturalistico e dall’elevata frequentazione turistica e balneare; una realtà in cui gli Uffici locali marittimi sono chiamati a costituire presidio di legalità sul territorio, per la tutela dell’ambiente marino e delle risorse ittiche, nonché a garanzia delle attività connesse agli usi civili e produttivi del mare che, nel periodo estivo, soprattutto in realtà come “la divina costiera”, richiedono la profusione da parte della Guardia Costiera del massimo sforzo operativo.Il programma di visite istituzionali è proseguito con l’incontro dei sindaci dei Comuni visitati, oltre a quello del Comune di Minori, che vanta la passeggiata cittadina sul pontile intitolata al Corpo delle Capitanerie di porto, in occasione del 150° anniversario della sua istituzione. Agli stessi sindaci, il Comandante Generale ha confermato  la volontà di proseguire  nel solco di una continua e proficua sinergia tra Autorità Marittima e Amministrazioni locali, per la gestione e la tutela di territori complessi e di grande pregio ambientale. D’altra parte, i sindaci hanno riconosciuto il ruolo di rilievo ricoperto dagli Uffici della Guardia Costiera in realtà a così elevata vocazione marittima.La visita del Comandante Generale, avvenuta nell’ultimo fine settimana di agosto e ancora nel pieno delle attività operative, è stata l’occasione per manifestare vicinanza agli uomini e alle donne della Guardia Costiera, impegnati quotidianamente per garantire a tutti i cittadini una serena e sicura fruizione del mare.

  • Il Comandante Generale riceve l'autore di "Caesarem Vehis", il libro dedicato alla storia della Capitaneria di Civitavecchia
    on 1 Settembre 2020 at 9:32

    Categoria: Attività, EventiLuogo: CivitavecchiaÈ stato ricevuto questo pomeriggio dal Comandante Generale della Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, il Sottocapo Andrea Giattini, scrittore trentanovenne, ricercatore storico militare e autore del libro storico "Caesarem Vehis", che racconta l’evoluzione dell’Autorità Marittima nel porto di Roma, attraverso un excursus che parte dall’Impero romano e giunge al periodo napoleonico, trovando il proprio focus nell’organismo regolatore del porto e delle attività mercantili marittime di Civitavecchia.Nell’occasione, il Sottocapo Giattini ha omaggiato l’Ammiraglio Pettorino di una copia dell’avvincente pubblicazione, presentata lo scorso giugno a Civitavecchia, nel corso di un incontro storico-letterario moderato dal giornalista e conduttore televisivo Bruno Vespa, alla presenza dello stesso Ammiraglio e delle locali autorità civili e militari; una pubblicazione, quella di Giattini, che ripercorre lo spaccato di una laboriosa realtà marittimo-portuale del Paese, tratteggiando con essa l’evoluzione di intere generazioni di Ufficiali, Sottufficiali e marinai di porto, avvicendatisi nel tempo lungo il percorso di crescita seguito dall’Autorità marittima, dalle proprie prerogative e funzioni.“Ad Andrea Giattini – ha dichiarato l’Ammiraglio – il compito non semplice di compendiare in un libro lo spaccato della vita e della storia di un Corpo, quello delle Capitanerie di porto, raccontandolo anche attraverso l’indissolubile legame che unisce i porti ai tessuti sociali ed economici di intere collettività locali. Un legame – ha continuato il Comandante Generale – che i Comandi di porto sentono proprio e conoscono profondamente, quali custodi delle attività connesse agli usi civili e produttivi del mare”.“L’auspicio – ha aggiunto infine l’Ammiraglio – è che analoghe iniziative di divulgazione della cultura storico-marittima del nostro Paese incontrino la sensibilità anche di altre Capitanerie di analoga storia e lunga tradizione, come quella di Civitavecchia.”Clicca qui per consultare la versione sfogliabile online della pubblicazione "Caesarem Vehis"

  • NON PERDETE IL NUMERO DI SETTEMBRE
    by Luca on 1 Settembre 2020 at 5:30

    Questo mese per la rubrica i Matusa della Pesca, Gianni Risso intervista il mitico Claudio Ripa. Andremo poi in Sardegna con Jack Cubeddu lungo un itinerario a sud di Alghero. Il drone, oggi tanto di moda, può diventare un valido alleato del pescasub? Ne discutiamo con Alberto Martignani. per le nostre interviste Fuori dai Denti,

  • Pesca Sportiva: solo il 5% delle Catture (Professionale il 95%) ma 90 Milioni di Indotto
    by Redazione Apnea Magazine on 31 Agosto 2020 at 16:57

    Uno studio conferma come l'impatto della pesca sportiva sia poca cosa... Apnea Magazine

  • Premio nazionale ambiente e legalità 2020: Legambiente premia la Capitaneria di porto di Salerno
    on 26 Agosto 2020 at 9:55

    Data: 26/08/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: RispesciaLo scorso 19 agosto, nell'ambito della 32ª edizione della manifestazione "Festambiente", il festival internazionale dedicato all'ecologia e alla solidarietà, organizzato da Legambiente a Rispescia, un comune della provincia di Grosseto, sito  all'interno del Parco naturale regionale della Maremma, la Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Salerno ha ricevuto il "Premio nazionale ambiente e legalità 2020". Il prestigioso riconoscimento, assegnato annualmente, intende onorare l'impegno sociale e civile di Istituzioni, Forze dell'Ordine, magistrati, giornalisti, imprenditori e cittadini che si sono particolarmente distinti nella lotta alla criminalità ambientale. Il riconoscimento è stato consegnato al Capitano di Vascello Daniele Di Guardo, Comandante della Capitaneria di porto di Salerno, per i risultati conseguiti nell'ambito dell'attività istituzionale di contrasto alle varie forme di criminalità ambientale, intesa nelle più ampie accezioni di lotta alla pesca illecita, contrasto all'uso di reti illegali, ormeggi abusivi e, con particolare menzione all'operazione che ha visto la Guardia Costiera di Salerno in prima linea nella repressione delle attività illegali di commercializzazione del corallo rosso, una specie a rischio di estinzione, assai preziosa per la conservazione dell'habitat del Mediterraneo.Il Comandante Di Guardo, nel ricevere l'importante premio, ha osservato come lo stesso renda merito alla dedizione e alla passione con cui gli uomini e le donne del Corpo, ben oltre la propria missione istituzionale, operano quotidianamente in favore della collettività e, con essa, a tutela dell'ambiente marino e costiero che ne costituisce patrimonio comune. 

  • Video Pesca Sub: Tante Ricciole da non Sapere Quale Scegliere (50 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 24 Agosto 2020 at 15:59

    Ci sono ancora secche dove può capitare di imbattersi in tante grosse ricciole, così numerose da non sapere quale scegliere. In questo caso Kike Hernández ha dimostrato una grande freddezza, quando magari a molti di noi sarebbe partito un copo d'istinto sul primo pescione che si è fiondato sul pescasub. Un tiro ottimo e un recupero dopo qualche minuto di adrenalinico "sci nautico" sono il degno coronamento di questa bella avventura... Apnea Magazine

  • Il Comandante Generale visita i comandi di Ischia e Procida
    on 24 Agosto 2020 at 11:49

    Data: 24/08/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Ischia e Procida​Si è conclusa ieri la visita istituzionale ai Comandi delle isole flegree del Comandante Generale della Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Comandante in 2^ della Direzione Marittima di Napoli, Capitano di Vascello Gaetano Angora.Lo scorso giovedì 20 agosto, l'ammiraglio Pettorino ha fatto visita alla nuova sede dell'Area Marina Protetta Regno di Nettuno, accolto dal Direttore Antonino Miccio, con il quale ha affrontato le prioritarie tematiche relative alla gestione dell'Area Marina, tra cui la necessità di dar corso ad un progetto per la realizzazione di campi d'ormeggio, quale strumento per lo sviluppo della ricettività di quel sito di pregio ambientale a vantaggio della crescita dell'intero territorio.La visita al Circondario marittimo di Ischia è poi proseguita l'indomani, venerdì 21 agosto, con l'Ammiraglio Pettorino che, accompagnato anche dal Comandante della Guardia Costiera di Ischia, Tenente di Vascello Andrea Meloni, ha incontrato il personale dell'Ufficio Locale Marittimo di Casamicciola Terme; nella circostanza, l'Ammiraglio ha preso parte alla cerimonia di consegna di un "Encomio solenne" tributato dall'Amministrazione Comunale - nel giorno dell'anniversario del sisma che nella notte tra il 21 e 22 agosto 2017 ha colpito i comuni di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio - al personale dell'Ufficio, chiamato nella drammatica occasione a gestire le delicate fasi del deflusso di migliaia di turisti presenti sull'isola per il rientro presso le proprie residenze, consentendo anche l'arrivo dei mezzi di soccorso giunti sull'isola dalla terraferma, a bordo di navi traghetto."La più grande risorsa del Corpo è il personale che dà forza al nostro lavoro; oggi desidero testimoniare loro la mia vicinanza e ringraziarli per quello che hanno fatto nella dotte di quel 21 agosto": sono queste le parole rivolte dal Comandante Generale al personale dell'Ufficio marittimo di Casamicciola all'atto del conferimento dell'importante riconoscimento, avvenuto ad opera del sindaco di Casamicciola Terme, Giovan Battista Castagna. Nella stessa mattinata, presso la sede dell'Ufficio di Casamicciola, l'Ammiraglio ha anche salutato il direttivo della Sezione UNSI (Unione Nazionale Sottufficiali Italiani) di Ischia.  A seguire, il Comandante Generale ha poi incontrato il personale dell'Ufficio Locale Marittimo di Lacco Ameno, presso la sede che lo ospitava fino al 2012 e ora accentrato presso il Comando di Ischia e quello della Delegazione di Spiaggia di S. Angelo, per portare loro il proprio saluto; a latere dell'incontro, l'Ammiraglio ha salutato anche il Sindaco di Serrara Fontana, Ing. Rosario Caruso.Il programma di incontri istituzionali ai Comandi flegrei è continuato sabato 22 agosto, con la visita alla Delegazione di Spiaggia di Monte di Procida ove, accompagnato anche dal Comandante della Guardia Costiera di Pozzuoli da cui esso dipende, Tenente di Vascello Cosimo Pichierri, l'Ammiraglio Pettorino ha portato la propria vicinanza al personale dell'Ufficio, apprezzandone l'impegno profuso nell'intensa attività operativa estiva e incontrando, a seguire, il Sindaco di quel Comune, Giuseppe Pugliese.  Il Comandante Generale ha poi visitato l'Ufficio Circondariale Marittimo di Procida - che con quello di Ischia condivide l'Area protetta Regno di Nettuno – ove, accolto dal Capo del Circondario, Tenente di vascello Calogero Carapezza, ha portato la propria vicinanza al personale di quel Comando territoriale, a poco più di un anno dall'intervenuta dichiarazione di parziale inagibilità della sede dell'Ufficio; nell'occasione, l'Ammiraglio Pettorino ha voluto manifestare il proprio apprezzamento per l'immutato impegno con cui - nonostante le difficoltà logistiche, temporaneamente fronteggiate con il supporto del Comune di Procida, che ha messo a disposizione alcuni uffici – lo stesso personale ha continuato ad operare in favore della collettività isolana, senza far pesare all'utenza le condizioni di estremo disagio vissute per le gravi problematiche che hanno colpito la sede di servizio.

  • Ischia: in occasione del Blueblitz, la storia del Comandante De Grazia
    on 21 Agosto 2020 at 9:48

    Data: 21/08/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Ischia​Ieri sera, nella suggestiva cornice del Castello aragonese di Ischia, è stato presentato “Navi mute”, il libro scritto a quattro mani dai giornalisti Giampiero Cazzato e Marco Di Milla che racconta la vita, le indagini e la misteriosa morte del Comandante Natale De Grazia, l’ufficiale delle Capitanerie di porto che nei primi anni '90 indagò sugli affari delle ecomafie e in particolare sul sospetto affondamento delle cosiddette "navi a perdere". L’incontro, incentrato sulla figura del Comandante De Grazia, si è inserito in una più ampia “parentesi blu” in occasione della quale la comunità ischitana si è “immersa” in una duegiorni dedicata all’annuale appuntamento del ”Blueblitz”, un’iniziativa promossa dall’Area Marina Protetta "Regno di Nettuno" e dedicata alla natura sommersa e alla riscoperta della biodiversità come patrimonio collettivo, raccontato attraverso immagini scattate dai diving e dagli appassionati del settore. Ad aprire le porte dell’isola alle autorità civili e militari e alla nutrita platea di spettatori, tra i quali una significativa rappresentanza delle associazioni ambientaliste, il sindaco di Forio d’Ischia, Francesco Del Deo che - anche a nome dei rappresentati di tutti i Comuni isolani presenti tra i convenuti, e alla presenza del Comandante in IIª della Capitaneria di porto di Napoli, Capitano di Vascello Gaetano Angora, nonché del Comandante della Guardia Costiera di Ischia, Tenente di Vascello Andrea Meloni - ha rivolto agli intervenuti un indirizzo di saluto e benvenuto, per poi cedere la parola al giornalista di Repubblica, Pasquale Raicaldo, moderatore dell’incontro. Così, al termine della conferenza stampa conclusiva dell’evento di lancio delle immagini scattate durante il monitoraggio fotografico dell’oasi marina delle isole flegree, presentato dal Direttore del Regno di Nettuno, Antonino Miccio, si sono accesi i riflettori sulla storia di Natale De Grazia e sul libro dedicatogli, edito dalle edizioni "All Around", rappresentate dell’editrice e giornalista Lucia Visca che, nell’introdurre la pubblicazione, ha voluto rimarcare la precisa volontà editoriale incentrata su una scelta etica dei contenuti da valorizzare, forte dei messaggi sociali ad essa sottesi. A seguire, ha preso poi la parola il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale della Guardia Costiera, nella particolare circostanza intervenuto anche nella veste di direttore della collana "Storie di mare" – di cui "Nave Mute" è la prima pubblicazione – che ha condiviso la volontà di affidare all’editoria “tradizionale” il compito di raccontare storie di vita e valori, come quelli del Comandante De Grazia, meritevoli di essere ricordati, approfonditi e tramandati, oltre ogni forma di sollecitazioni cui è sottoposto il moderno contesto della comunicazione. Successivamente, alla presentazione di un breve filmato di presentazione del libro (guarda il video), è toccato agli autori Giampiero Cazzato e Marco Di Milla il compito di raccontare rispettivamente – come fatto nel libro – gli aspetti più oscuri del caso-De Grazia, e tratteggiarne il lato umano di uomo e militare che amava il mare, proteggendolo e battendosi per la legalità. A concludere l’evento, l’intervento del Comandante Generale della Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino che, ricollegandosi alla tematica della difesa della biodiversità nel cui solco si è inserito l’intero appuntamento, ha portato la testimonianza del quotidiano impegno del Corpo per la tutela dell’ecosistema marino (guarda il video) e costiero, che sarà peraltro prossimamente raccontato attraverso le attività condotte dai 5 Nuclei Sub della Guardia Costiera. Nell’occasione, è stata infatti proiettata una breve clip di anticipazione del Calendario istituzionale 2021 (guarda il video), dedicato all’attività dei sommozzatori della Guardia Costiera a tutela dell’ambiente marino, raccontata attraverso una suggestiva selezione di scatti fotografici dedicati, tra gli altri, alla biodiversità marina.

  • Salò: il Comandante Generale in visita al 1° Nucleo Mezzi Navali Guardia Costiera del Lago di Garda
    on 15 Agosto 2020 at 7:44

    Categoria: EventiLuogo: SalòNella giornata di ieri, l’Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, si è recato in visita istituzionale al 1° Nucleo Mezzi Navali Guardia Costiera Lago di Garda, che ha sede a Salò.Durante la visita il Comandante Generale è stato accompagnato dal Contrammiraglio Piero Pellizzari, Direttore Marittimo del Veneto e dal Contrammiraglio Sergio Liardo, Capo del 3^ Reparto ”Piani e Operazioni” del Comando Generale.L’Ammiraglio Pettorino ha incontrato i militari del Nucleo, con a capo il Comandante Ragadale, presenti in forza in questa settimana ferragostana, ringraziandoli per il costante lavoro e per i numerosi soccorsi portati a compimento durante la stagione estiva in corso sul Lago di Garda.Ha poi visitato i locali del Nucleo della Guardia Costiera di Salò portando il proprio saluto anche al personale che giorno e notte opera nella Sala Operativa per il coordinamento delle attività di soccorso su tutto il Lago di Garda.Dopo aver incontrato presso il Primo Nucleo i rappresentati dell’amministrazione comunale, l’Ammiraglio si è recato in visita alla sede della Comunità del Garda, ove ad attenderlo vi era il Segretario Generale Dott. Pierlucio Cerasa, che ha ringraziato il Comandante Generale per l’eccelso lavoro quotidianamente svolto dai trenta militari della Guardia Costiera, che con il loro operato garantiscono soccorso e sicurezza ai fruitori del lago più grande d’Italia.

  • Ferragosto: incontro operativo con i comandi regionali della Guardia Costiera
    on 14 Agosto 2020 at 10:28

    Categoria: EventiLuogo: RomaIn previsione dell'imminente ferragosto, che segna il culmine della stagione estiva, si è tenuta questa mattina la consueta videoconferenza con i quindici Direttori Marittimi del Corpo presieduta dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.L'Ammiraglio Pettorino - che poco prima dell'avvio della videoconferenza si è recato nella Centrale Operativa del Comando Generale per un saluto al personale - ha condiviso con i Vertici regionali della Guardia Costiera le principali linee di indirizzo sulle attività da porre in essere durante il prossimo fine settimana, nel quale l'organizzazione ed il personale saranno chiamati ad esprimere il massimo sforzo in termini operativi e di presenza sui litorali, nei porti ed in mare, a garanzia della sicurezza della navigazione e delle attività balneari.Nel corso dell'incontro di coordinamento sono stati forniti, tra l'altro, puntuali aggiornamenti sulle novità che riguarderanno i mezzi del Corpo, quali la pubblicazione del bando di gara per la realizzazione della Unità d'altura Multiruolo (UAM) che affiancherà le Navi Dattilo CP940 e Diciotti CP941, la recente dotazione di una nuova e ancor più performante tipologia di battelli costieri veloci classe "Bravo", ed il rafforzamento delle capacità operative della componente aerea, con l'ammodernamento del velivolo ATR42 e l'entrata in linea dell'ultimo AW139 "Nemo16".La videoconferenza si è conclusa con gli auguri di "buon lavoro" e con l'attestazione di gratitudine che l'Ammiraglio Pettorino, per il tramite dei Direttori marittimi, ha rivolto a tutto il personale che – per mare, via terra o dalle sale operative dei Comandi territoriali – concorrerà a vigilare sulla sicurezza di milioni di bagnanti e diportisti presenti sulle spiagge e nei mari italiani.

  • Gaeta ospita la presentazione di “Navi Mute”, il libro dedicato alla vita del Comandante De Grazia
    on 13 Agosto 2020 at 14:26

    Data: 13/08/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: GaetaLa vita, le indagini e la misteriosa morte del Comandante Natale De Grazia hanno conquistato la scena dell'incantevole terrazza del Bastione "La Favorita", nel centro storico di Gaeta. Davanti a una nutrita platea di spettatori e alla presenza delle autorità civili e militari della cittadina del sud pontino, nel pomeriggio di ieri è stato presentato il libro "Navi Mute", evento inserito nel programma della rassegna letteraria "un mare di storie".Scritto a quattro mani dai giornalisti Giampiero Cazzato e Marco Di Milla, il libro, uscito per le edizioni "All Around", ripercorre la storia dell'Ufficiale delle Capitanerie di porto che nei primi anni '90 indagò sugli affari delle ecomafie e in particolare sul sospetto affondamento delle cosiddette "navi a perdere", sparite nel Mediterraneo con il loro carico di rifiuti tossici e nucleari.A fare gli onori di casa il sindaco di Gaeta Cosimino Mitrano che, rivolgendosi al Direttore Marittimo del Lazio, Capitano di Vascello Francesco Tomas, alla sua prima uscita nella cittadina laziale nel nuovo incarico, ha ricordato la storica e proficua sinergia tra la cittadina laziale, la sua marineria, il suo prezioso paesaggio naturalistico e il lavoro della Guardia Costiera. Un ritorno anche affettivo quello del Comandante Tomas a Gaeta, al Comando della locale Capitaneria di porto dal 2010 al 2013 che, riferendosi alla personalità di De Grazia come a una delle più nobili che il Corpo possa vantare ha ricordato la sensibilità che il Corpo ripone nella salvaguardia del mare e del suo ecosistema. La serata è stata introdotta da Carla Casale, promotrice della rassegna, che ha invitato sul palco l'editrice del libro, la giornalista Lucia Visca. Nell'occasione Visca ha tracciato un profilo delle edizioni "All Around" improntato all'etica e al significato civile del giornalismo.Successivamente ha preso la parola il moderatore dell'incontro, il giornalista Vanni Albano che ha commentato i contenuti salienti del libro coinvolgendo gli autori e il direttore della collana "Storie di mare" - di cui Nave Mute è la prima pubblicazione - il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale della Guardia Costiera, anch'egli già Comandante del Compartimento Marittimo di Gaeta, che ha raccolto il testimone da Tomas, dal 2013 al 2015. L’idea di  una collana, condivisa con la casa editrice All Around – ha spiegato Nicastro - nasce dalla comune volontà di dare profondità e memoria alla tradizione marittima del nostro Paese. I libri rappresentano uno strumento indispensabile, in una società in cui la comunicazione è sempre più veloce e a volte superficiale, perché consentono di approfondire, raccontare storie e parlare di valori importanti. Per questo motivo abbiamo ritenuto che la realizzazione di una serie di libri fosse opportuna e necessaria per far emergere episodi meno conosciuti, meno clamorosi, ma altrettanto significativi ed importanti e sicuramente meritevoli di essere ricordati. Al riguardo – ha proseguito Nicastro - colgo l'occasione per annunciare la pubblicazione di un secondo  volume che a breve arricchirà la collana; si tratta anche in questo caso di una storia vera, ambientata nel 1943, dedicata alla figura di un altro ufficiale del Corpo, l'allora Comandante della Capitaneria di porto di Savona Federico Roni, che, in forma diversa, in altri contesti storici, ma quasi in modo complementare rispetto a quella del Comandante De Grazia, ha dedicato la sua vita alle istituzioni lasciando un ricordo indelebile nel capoluogo ligure.Al giornalista Cazzato il compito di tratteggiare i lati oscuri della vicenda e il lavoro di De Grazia, asse portante del pool investigativo diretto dal Procuratore di Reggio Calabria Francesco Neri. "Morte improvvisa dell'adulto dirà la prima autopsia sul corpo di De Grazia" sottolinea Cazzato " messa in discussione anni dopo dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti.A Di Milla, giornalista e militare in servizio al Comando Generale della Guardia costiera di Roma, infine il compito di descrivere la personalità di De Grazia e il suo generoso lato umano. "Capitano di lungo corso – ha ricordato Di Milla – De Grazia amava il suo lavoro, proteggeva il mare e si batteva per la legalità. Riteneva le navi una famiglia galleggiante, fatta di polmoni d'acciaio e dal un cuore pulsante di un equipaggio. Ecco perché abbiamo scelto di chiamare il libro 'Navi Mute': la missione di De Grazia era ridare voce a queste navi, interrompere i traffici illegali in mare con il loro carico di morte".

  • Visita del Comandante Generale ai comandi territoriali della Sicilia Occidentale
    on 13 Agosto 2020 at 9:25

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Sicilia Occidentale​Si è conclusa l'11 agosto la visita istituzionale alla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale del Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Direttore Marittimo, Contrammiraglio Roberto Isidori.L'Ammiraglio ha incontrato i Comandanti e il personale dei comandi territoriali di Termini Imerese, Porticello,Terrasini e di Cefalù, Mondello e Ustica. Queste visite hanno costituito l'occasione per affrontare le principali tematiche di carattere tecnico-operativo delle rispettive realtà portuali, in un proficuo confronto diretto con le realtà locali.Dopo aver firmato il libro d'onore, l'Ammiraglio Pettorino ha colloquiato con i sindaci delle cittadine costiere trattando con loro le principali tematiche riguardanti la sicurezza e l'economia del mare, particolarmente fiorente  in quelle zone e confermando, nel contempo, la disponibilità della Guardia Costiera a sostenere, per gli aspetti di competenza, tutte le iniziative volte ad un rilancio turistico/commerciale degli stessi  territori.A conclusione della visita, il Comandante Generale  ha apprezzato l'impegno profuso dagli uomini e donne Corpo di stanza presso quei presìdi, anche in considerazione del particolare periodo emergenziale che sta attraversando il Paese, il cui rilancio passa soprattutto attraverso i porti, snodi fondamentali per l'economia nazionale.

  • Il Comandante Generale in visita agli Uffici del Circondario marittimo di Lampedusa
    on 11 Agosto 2020 at 14:55

    Luogo: Lampedusa​Il 9 agosto, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Direttore marittimo della Sicilia occidentale, Contrammiraglio Roberto Isidori, e dal Capo Ufficio Piani del 3° Reparto del Comando Generale, Contrammiraglio Giuseppe Aulicino, ha fatto visita alla Guardia Costiera di Lampedusa.Dopo aver visitato gli uffici della Capitaneria ed aver firmato libro d'onore, l'Ammiraglio si è recato presso il molo favarolo, dove sono ormeggiate le unità della Guardia Costiera, per incontrare il personale del Corpo in servizio a Lampedusa, impegnato quotidianamente nelle attività volte a garantire la salvaguardia della sicurezza della navigazione e della vita umana in mare. Nella circostanza, l'Ammiraglio Pettorino ha rivolto agli uomini e donne del Corpo di stanza sull'isola il proprio apprezzamento per la preziosa attività svolta nell'ambito dei molteplici compiti istituzionali affidati al Corpo.Al termine della visita, l'Ammiraglio ha incontrato il Sindaco dell'isola, Salvatore Martello, e con questi ha avuto un proficuo confronto su alcune delle tematiche più rilevanti che interessano la comunità lampedusana, le cui economie locali sono incentrate sul mare, inteso in tutti i suoi molteplici aspetti.

  • Il Comandante Generale in visita all’Ufficio Circondariale Marittimo di Pantelleria
    on 9 Agosto 2020 at 13:44

    Categoria: Attività, EventiLuogo: PantelleriaOggi, 9 agosto, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, accompagnato dal Direttore marittimo della Sicilia occidentale Contrammiraglio Roberto Isidori e dal Contrammiraglio Giuseppe Aulicino, si è recato in visita all'Ufficio Circondariale Marittimo di Pantelleria. Al suo arrivo, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accolto dal Comandante, il Tenente di Vascello Antonio Terrone, ha voluto in primis incontrare il personale militare assegnato al Comando pantesco portando la vicinanza e l'attenzione del Comando Generale verso chi opera in prima linea. A seguire si è tenuto l'incontro con il primo cittadino di Pantelleria dott. Vincenzo Campo nel corso del quale l'Ammiraglio Pettorino ha sottolineato l'importanza di dare avvio, con la collaborazione dell'Ufficio Circondariale Marittimo, all'iter per l'istituzione dell'Area marina protetta come peraltro già annunciato nel corso della recente visita del Ministro dell'Ambiente Sergio Costa.In ultimo il Comandante Generale, unitamente a tutto il personale dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Pantelleria, ha incontrato mister Marco Tardelli e l'esploratore dei mari Alberto Luca Recchi, entrambi grandi appassionati di mare, affettivamente legati all'isola di Pantelleria.Al termine della visita, il Comandante Generale, nell'esprimere il più sincero compiacimento, ha dedicato, sul libro d'onore della Capitaneria, un pensiero di vivissima gratitudine per la preziosa attività svolta dalle donne e dagli uomini della Guardia Costiera di Pantelleria a salvaguardia della vita umana in mare e a tutela del patrimonio marino-costiero.

  • Fiumicino: provato il nuovo battello Guardia Costiera - Classe Bravo
    on 8 Agosto 2020 at 8:11

    Categoria: Attività, EventiLuogo: FiumicinoNei giorni scorsi si è svolta a Fiumicino, presso la Base Navale della Capitaneria di Porto di Roma, la prova in mare del nuovo battello della Guardia Costiera Classe Bravo. Una linea di battelli litoranei destinati principalmente allo svolgimento di operazioni a tutela della sicurezza di bagnanti e diportisti.All'evento ha partecipato il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, insieme al Capo del 4° Reparto "Mezzi Aerei, Navali e terrestri", C.V. Luciano Del Prete.Il mezzo in questione presenta qualità tecnologicamente molto avanzate. Lungo 7.30 mt, è equipaggiato da uno scafo rigido in composito (fibra di vetro e kevlar) realizzato con la tecnica dell'infusione sottovuoto, a garantirne il massimo della resistenza e la perfetta coesione tra gli strati di rinforzo.Come per lo scafo - inoltre - anche i tubolari sono di tipo rigido, essendo composti da tre sezioni amovibili (una prodiera e due laterali) realizzate con la tecnica del fendering system: "poliurea" nella parte esterna e "poliammide a cellule chiuse a doppia densità" nella parte interna, un sistema – questo – capace di offrire resistenza e durevolezza senza pari (lo scafo è garantito per 20 anni).Notevole anche la capacità di carico e la velocità massima. Grazie ai due potenti motori da 115 HP ciascuno, il nuovo battello è capace di raggiungere i 35 nodi di velocità, per un intervento veloce e sicuro soprattutto nell'ambito costiero. Lo spazio a bordo - inoltre - è modulabile: sei sedute con la possibilità di rimuoverne quattro - quelle prodiere - per fare spazio a due barelle o, se necessario, alle dotazioni di un nucleo sommozzatori.Ma non solo. Tra le caratteristiche che connotano questo innovativo mezzo navale, anche un sistema pneumatico auto-raddrizzante ad azionamento manuale posizionato superiormente, sul rollbar. Il rollbar stesso, inoltre, è abbattibile, per un facile trasporto su carrello.Al momento il nuovo mezzo è in dotazione alla sola Capitaneria di Porto di Roma, ma altre 19 unità saranno presto consegnate (entro maggio 2022) ai comandi territoriali del Corpo.  Il Comandante Generale al termine della prova in mare si è detto molto soddisfatto della nuova Classe Bravo, evidenziando che l'impiego di questi battelli garantirà una maggiore capacità di intervento lungo le coste a garanzia della sicurezza della navigazione e delle attività balneari.

  • La Striscia Bianca sulla Bandiera della Boa Sub ha un Verso da Rispettare?
    by Redazione Apnea Magazine on 7 Agosto 2020 at 17:02

    Nel segnalamento richiesto dalla legge, la striscia diagonale bianca deve avere un verso specifico? Apnea Magazine

  • Il dott. Paolo Onelli, Capo di Gabinetto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, in visita al Comando Generale
    on 6 Agosto 2020 at 16:54

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNella giornata di oggi, il dott. Paolo Onelli, Capo di Gabinetto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, si è recato in visita presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera. Ad accompagnarlo, il Segretario particolare della Ministra Bellanova, Dott. Cosimo Durante, il Capo dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca, Dott. Saverio Abate, il Direttore Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura, dott. Riccardo Rigillo e il Capo Reparto Pesca Marittima, Capitano di vascello Donato De Carolis.Al loro arrivo sono stati accolti dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Dopo la firma del "libro d'onore"  da parte del dott. Onelli, la visita è proseguita con un briefing al quale hanno preso parte anche il Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile e il Capo del 1° Reparto "Personale", Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello. Durante l'incontro l'Ammiraglio Pettorino ha illustrato alla delegazione le principali linee di attività che ogni giorno impegnano gli uomini e le donne del CorpoA seguire, ha preso la parola l'Ammiraglio Sergio Liardo - Capo del 3° Reparto "Piani e Operazioni" -  che, con un focus sulle principali attività coordinate sul territorio dal Centro di controllo nazionale pesca (CCNP) (anch'esso incardinato all'interno dello stesso 3° Reparto), ha illustrato come il Corpo operi su tutto il territorio nazionale a garanzia della legalità e della sostenibilità dell'intera filiera della pesca, assicurando al contempo la genuinità del pescato che arriva sulle tavole degli italiani.L'incontro è poi proseguito in Centrale Operativa, dove il Capo di Gabinetto ha potuto apprezzare l'azione di vigilanza espletata dal Corpo sul naviglio da pesca attraverso i più moderni sistemi di monitoraggio, quali – ad esempio – la piattaforma digitale GIANO, che permette di seguire le attività di controllo pesca svolte su tutto il territorio nazionale e di monitorare la flotta peschereccia nazionale dotata di sistema di localizzazione satellitare (VMS - Vessel Monitoring System).Al termine dell'incontro, il dott. Onelli ha espresso parole di vivo apprezzamento per l'attività svolta dal Corpo, ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta e per l'esaustiva spiegazione circa i tratti distintivi che connotano l'odierna realtà delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera.

  • Visita del Comandante Generale al Compartimento marittimo di Imperia e all'Ufficio circondariale marittimo di Loano-Albenga
    on 5 Agosto 2020 at 10:55

    Categoria: EventiLuogo: Imperia​Nella mattinata del 3 agosto il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, ha fatto visita agli uomini e le donne del Compartimento Marittimo di Imperia e dei Comandi dipendenti da Ventimiglia a Diano Marina, ai quali ha rivolto il suo vivo apprezzamento per il lavoro quotidianamente svolto a servizio del cluster marittimo e dell'utenza del mare.Nell'occasione il Comandante Generale ha tenuto una conferenza stampa incentrata sull'importante tema della tutela e protezione dell'ambiente marino, con particolare riguardo alla difesa delle aree marine protette e alla conservazione degli stock ittici, costantemente minacciati dalla presenza delle "reti fantasma", reti da pesca realizzate in materiale sintetico che - abbandonate o perse nei fondali - sono causa di una crescente desertificazione degli ecosistemi marini.Nel corso della conferenza stampa l'Ammiraglio Pettorino ha inoltre posto l'attenzione sulla figura del Comandante Natale De Grazia, Ufficiale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, morto in circostanze misteriose nella notte tra il 12 e il 13 dicembre 1995, mentre indagava su quelle "navi a perdere" sospettate di essere state affondate, deliberatamente, con il loro carico di rifiuti pericolosi.Al termine dell'incontro, accompagnato dal Direttore Marittimo della Liguria, l'ammiraglio Pettorino si è recato in visita presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Loano – Albenga, dove è stato accolto dal Capo del Compartimento Marittimo di Savona, Capitano di Vascello Francesco Cimmino, e dal Capo del Circondario Marittimo, Tenente di Vascello Camilla Ripetti Pacchini.Nell'occasione l'Ammiraglio Pettorino ha espresso sentimenti di vicinanza alle donne e agli uomini della locale Autorità Marittima per il fondamentale contributo operativo a garanzia e salvaguardia della vita umana in mare e a tutela dell'ambiente marino e costiero. Un servizio indispensabile per tutta la comunità locale.

  • AGOSTO E’ IN EDICOLA
    by Luca on 3 Agosto 2020 at 5:00

    Questo mese, il numero apre con una storia diversa, raccontata da Nicola Refolo, che ci parla di Carmelo, pescatore professionista con le rete che si è imposto un prelievo etico e rispettoso del mare: un esempio da seguire.Sentiremo poi raccontare, direttamente dal sua autore, Matteo Pedersoli, la cattura, nel Lago di Garda, di un Luccio

  • Domande e risposte: i fucili lunghi
    by Luca on 1 Agosto 2020 at 5:52

    In questo periodo (siamo a fine aprile) l’argomento è uno solo. Cosa succederà dopo la quarantena? E la fantasia galoppa verso un mare che pullulerà di prede, verso acque mai così cristalline e verso una nuova consapevolezza dei privilegi che ci riserva la nostra passione. Da qui il discorso è scivolato sui fucili “di stagione”,

  • Una secca da sogno
    by Luca on 1 Agosto 2020 at 5:50

    Una risalita profonda spazzata dalla corrente, individuata quasi per caso in mezzo a un labirinto di isole e isolette, e un ben preparato tuffo. Uno spettacolo e una tempesta di emozioni che si traducono in una cattura da infarto di Alberto Martignani Certo, può accadere a tutti che una tranquilla uscita vacanziera con la nostra

  • 2 Gravi Incidenti con 2 Pesca Sub morti in Pochi Giorni
    by Redazione Apnea Magazine on 31 Luglio 2020 at 14:38

    2 tragici incidenti hanno funestato questa ultima settimana di luglio, e hanno purtroppo visto la morte di... Apnea Magazine

  • Orate, dalle vasche al mare
    by Luca on 31 Luglio 2020 at 10:33

    Parliamo probabilmente del pesce più furbo e sospettoso esistente, che negli ultimi anni è stato massacrato dalle “calate” dei micidiali ciancioli. Però questa rarefazione è stata, seppur in minima parte, mitigata dagli esemplari che per un motivo o per l’altro fuggono dagli allevamenti, guadagnando il mare aperto di Gherardo Zei Il mare è un ecosistema

  • Il Comandante Generale Ammiraglio Pettorino incontra il Presidente del Consiglio di Amministrazione di UIRNET (Unione Interporti Riuniti Network)
    on 30 Luglio 2020 at 12:11

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIl 28 luglio scorso, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha incontrato presso la sede del Comando Generale, il presidente del Consiglio di Amministrazione di UIRNET, Dr. Lorenzo Cardo. La visita istituzionale segna un importante consolidamento dei rapporti di cooperazione tra la società ed il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera in vista dell'avvio della fase esecutiva del progetto per la realizzazione della Piattaforma Logistica Nazionale, UIRNET, public company che raccoglie la partecipazione dei più importanti soggetti istituzionali nel settore del trasporto delle merci, dell'intermodalità e della logistica e rappresenta il soggetto attuatore unico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la digitalizzazione dei flussi di trasporto intermodale delle merci, secondo obiettivi di sostenibilità e semplificazione.Dopo l'incontro con il Comandante Generale, il Presidente Cardo, che ha da poco assunto l'incarico provenendo dalla direzione dell'interporto di Orte, ha visitato la Centrale Operativa, accompagnato dall'Ammiraglio Giuseppe Aulicino, Capo del 1° Ufficio del 3° Reparto - Piani e operazioni e dal Capitano di Vascello Enrico Castioni Capo del 7° Reparto - Informatica, sistemi di monitoraggio del traffico e comunicazioni, avendo l'opportunità di apprezzare le potenzialità dei sistemi di monitoraggio ed informazione sul traffico marittimo di cui il Comando generale ha la diretta gestione,  quale nodo di scambio che fa capo all'organizzazione centrale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.La collaborazione con UIRNET assumerà le forme di un protocollo d'intesa per l'avvio di molteplici filoni di reciproco scambio e condivisione dei dati in possesso, nel comune obiettivo di dotare il Paese di un'importante infrastruttura digitale a supporto della velocizzazione dei traffici e della crescita dei volumi delle merci in transito nei porti nazionali e lungo le rotte di avvicinamento alle coste nazionali.

  • ​Commemorazione del 77° anniversario dell'affondamento del piroscafo "Santa Lucia" presso l'isola di Ventotene
    on 30 Luglio 2020 at 9:33

    Data: 24/07/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: VentoteneIl 24 luglio, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha preso parte alle cerimonie di commemorazione per il 77° Anniversario dell'affondamento del piroscafo Santa Lucia svoltesi presso l'Isola di Ventotene.La nave postale "Santa Lucia" costituiva il collegamento delle isole ponziane con la terraferma svolgendo servizio passeggeri. Il piroscafo venne affondato il 24 luglio 1943, con la perdita di 65 vite umane tra equipaggio, passeggeri civili e militari: probabilmente fu scambiato per un mezzo offensivo dagli aerei inglesi del 47° stormo della Royal Air Force, di stanza nei pressi di Tunisi, durante una missione di ricognizione.Dopo la benedizione della corona dedicata ai caduti, depositata presso la stele eretta a ricordo del piroscafo Santa Lucia, il Comandante Generale, alla presenza del Direttore Marittimo del Lazio C.V. (CP) Francesco Tomas, delle Autorità militari, civili e religiose e della comunità di Ventotene, ha sottolineato l'importanza di tramandare anche ai più giovani la memoria storica di questi eventi, affinché non si ripetano.L'Ammiraglio Pettorino ha ricordato anche il proprio coinvolgimento emotivo legato al tragico evento, visto che il nonno, fino a pochi mesi prima dell'affondamento dell'unità, prestava servizio proprio sul piroscafo Santa Lucia.Le celebrazioni sono quindi proseguite in mare, sul luogo dell'affondamento, dove l'Ammiraglio, accompagnato dagli operatori subacquei del 5° Nucleo Sub Guardia Costiera di Genova e del Nucleo Sommozzatori Carabinieri di Roma, si è immerso per la deposizione di una corona sul relitto, in ricordo di tutti i caduti che persero la vita in quella circostanza, compresi alcuni Carabinieri del presidio di Ponza.Gli eventi di commemorazione si sono conclusi con due differenti funzioni religiose officiate presso le Chiese di Ponza e Ventotene.

  • Facciamo la conoscenza con Cinzia Cara
    by Luca on 29 Luglio 2020 at 15:29

    Classe 1995 e giovane promessa della pesca sarda, è figlia d’arte e il suo sogno nel cassetto è poter gareggiare a livello nazionale. Ha un debole per la spigola e per l’agguato, che pratica con un 90 a doppia gomma di Jack Cubeddu Cinzia Cara, classe 1995, una giovane promessa al femminile della pesca in

  • Inaugurato l’esclusivo punto vendita Garmin
    by Luca on 29 Luglio 2020 at 15:14

    LA NUOVA “EXPERIENCE” GARMIN NEL MEDIAWORLD TECH VILLAGE DI MILANO CERTOSA, UN PUNTO DI INCONTRO TRA TECNOLOGIA E PASSIONE ORIENTATO VERSO UNO STILE DI VITA ATTIVO Da oggi è aperta al pubblico l’esclusiva “bottega” tecnologica Garmin nel nuovo MediaWorld Tech Village inaugurato a Milano Certosa: un vero e proprio riferimento per tutti coloro che vogliono

  • Prima riunione in videoconferenza dei Presidenti dei Comitati territoriali per il welfare della Gente di Mare
    on 22 Luglio 2020 at 14:29

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIeri, 21 luglio, si è tenuta, per la prima volta dall'istituzione, quattordici anni fa, del Comitato Nazionale Welfare della Gente di Mare, una videoconferenza che ha visto collegati i 26 Presidenti dei Comitati territoriali. La riunione, presieduta dall'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, nella sua qualità di Presidente del Comitato nazionale per il welfare della gente di mare, ha avuto l'obiettivo di sviluppare un'importante sinergia tra il Comitato nazionale ed i Comitati territoriali. Un momento essenziale per la concreta attuazione dei progetti e delle tante iniziative a sostegno dei marittimi stranieri nei porti italiani, scaturiti, nello spirito autentico della convenzione internazionale "OIL MLC 2006", dalle proposte degli stessi Comitati territoriali.Nel discorso introduttivo, il Comandante Generale ha ricordato come l'organizzazione dei Comitati per il welfare della gente di mare, nata, nel 2006, da un'intuizione del compianto Ammiraglio Pollastrini, grazie alla cooperazione con la rete di solidarietà facente capo all'Apostolato del Mare e alla Stella Maris, ha permesso di anticipare, nei fatti, l'applicazione degli emendamenti del 2006 alla Maritime Labour Convention che sarebbero formalmente entrati in vigore solo sette anni dopo, per effetto della legge 23 settembre 2013, n. 113 .L'Ammiraglio Pettorino ha sottolineato l'importanza dell'attività dei Comitati, ricordando quei marittimi che, per svariate ragioni (ad esempio, l'abbandono delle navi nei porti da parte degli armatori), troppo spesso, si trovano in condizioni di assoluto disagio e sprovvisti degli elementi necessari per la propria sussistenza. Proprio per tale motivo, la rete di solidarietà creata dai Comitati riveste un ruolo importante nell'offrire un doveroso sostegno ad una categoria di lavoratori essenziale per lo sviluppo dell'economia legata al mare ed al trasporto internazionale delle merci, troppo spesso ingiustamente emarginata."Lo stare insieme nei Comitati territoriali è anche un momento di coesione all'interno dei porti, di quelle migliori espressioni che servono per dare forza e energia alla nostra economia portuale e marittima, fondamentale per l'economia del nostro Paese." ha dichiarato il Comandante Generale.Nel corso della  riunione, moderata dal Coordinatore della Segreteria del Comitato nazionale, C.V. (CP) Massimo Seno, Capo del 2° reparto - Affari giuridici e servizi d'Istituto, sono stati illustrati i progetti e le iniziative presentati negli ultimi mesi dai Comitati territoriali di Napoli, Taranto, Bari, Brindisi, Ancona, Gioia Tauro, Livorno, Gela, La Spezia, Milazzo, Ortona, Salerno e Ravenna.Per l'organizzazione nazionale per il welfare della gente di mare, l'appuntamento è per la riunione plenaria del Comitato nazionale, in calendario a settembre. In quell'occasione, verranno approvate le iniziative di finanziamento dei progetti proposti dai Comitati territoriali.L'evento ha fatto emergere con forza come il welfare della gente di mare, anche grazie alla "rete solidale" che i Comitati territoriali assicurano nei nostri porti, rappresenti un doveroso tributo di civiltà ed umanità per i lavoratori marittimi di tutte le nazionalità. Lavoratori, non a caso, qualificati dall'IMO parte della categoria dei "key-workwers", e che, in particolar modo nella difficile fase della pandemia, sta assicurando un contributo essenziale alla tenuta economica e sociale delle nostre comunità, in Italia e nel mondo.

  • Aggiornamenti EUDI SHOW 2020
    by Luca on 21 Luglio 2020 at 14:27

    Il consiglio Assosub del 16 luglio appena passato, ha deciso per l’annullamento dell’edizione EUDI 2020. Pertanto la manifestazione che dallo scorso febbraio era stata posticipata al prossimo novembre, non avrà luogo. Tale decisione ha raccolto la richiesta di gran parte degli espositori. Questo un passaggio della comunicazione dell’Organizzazione agli espositori: “Inoltre siamo tutti in attesa del

  • Celebrazione dei 155 anni del Corpo delle Capitanerie di porto. La visita della Ministra Paola De Micheli.
    on 20 Luglio 2020 at 14:20

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaRicorre quest'oggi il 155esimo anniversario dell'istituzione del Corpo delle Capitanerie di porto. Era il 20 luglio del 1865, infatti, quando re Vittorio Emanuele II firmava il Decreto istitutivo che sanciva ufficialmente la nascita del Corpo.La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha fatto visita, oggi, alla sede del Comando Generale, accolta dall'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Dopo un saluto ai militari in servizio al Centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo (IMRCC), la ministra De Micheli, accompagnata dal Comandante Generale, ha tenuto un incontro in video conferenza con i Comandanti regionali del Corpo. "Attraverso voi – ha detto la Ministra – saluto tutto il personale della Guardia costiera che ringrazio per il quotidiano e silenzioso lavoro al servizio della collettività. Un lavoro – ha sottolineato la Ministra - che consente al Corpo di poter rappresentare un modello di flessibilità e buona amministrazione grazie alla sua lunga storia di esperienza, di traguardi e di risultati. Il Corpo rappresenta una risorsa irrinunciabile per la collettività e per l'intera comunità marittima". "In questi 155 anni" ha dichiarato l'Ammiraglio Pettorino "il nostro Paese ha subìto grandi trasformazioni e in queste trasformazioni le Capitanerie di porto hanno sempre mantenuto il loro ruolo di sostegno alle attività marittime e portuali. Siamo consapevoli di essere una risorsa per il nostro Paese e, proprio perché amiamo il nostro Paese, facciamo del nostro lavoro una missione". Nel corso degli anni, infatti, all'attività tecnico-amministrativa, si è affiancata quella operativa, svolta dalla Guardia Costiera a salvaguardia della vita umana in mare, a tutela della sicurezza della navigazione e a protezione dell'ambiente marino. Si pensi all'operazione Mare Sicuro - ormai giunta al suo 30esimo anno – che anche quest'estate garantirà la sicurezza della navigazione e la salvaguardia di bagnanti, diportisti e subacquei, a sostegno del turismo nautico e balneare e che già registra dati molto significativi. Dal 15 giugno ad oggi sono già 200 le unità da diporto soccorse e 600 le persone salvate lungo le nostre coste.Ma non solo. Sempre quest'anno ricorrono i 25 anni della nascita della componente subacquea, il primo nucleo della quale veniva istituito il 1° gennaio 1995 a San Benedetto del Tronto. La giornata si è aperta con la cerimonia di deposizione di una corona davanti al "Monumento ai Caduti del mare e dei porti" presente nella sede del Comando Generale. La commemorazione, tenutasi nel rispetto delle misure imposte dall'emergenza sanitaria in corso, è avvenuta alla presenza del sottosegretario di Stato alla Difesa On. Giulio Calvisi, del Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen. Enzo Vecciarelli, il Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare Amm. Aurelio De Carolis e del Comandante Generale Amm. Pettorino.La celebrazione di questi 155 anni di vita delle Capitanerie, ha anche fornito l'occasione per un bilancio della crescita umana e professionale di tutto il Corpo. A questo proposito, in una prospettiva di ammodernamento costante, l'Ammiraglio Pettorino ha annunciato l'incremento della linea elicotteri a 15 unità, nonché l'avvio della procedura di acquisto di una nuova nave maggiore, che sarà protagonista insieme alle altre navi - Diciotti, Dattilo e Gregoretti - della sicurezza in mare dei prossimi anni.

  • Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto in visita al VTS dello Stretto
    on 12 Luglio 2020 at 7:03

    Categoria: Attività, EventiLuogo: MessinaIeri 11 luglio, Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera  Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è recato nel territorio della Direzione Marittima della Sicilia Orientale, facendo visita, assieme al Direttore Marittimo, Contrammiraglio Giancarlo Russo, ad alcuni uffici del Compartimento marittimo di Messina.Nella mattinata, l'Ammiraglio Pettorino, alla presenza del Comandante della Capitaneria di porto di Messina, Capitano di Vascello Gianfranco Rebuffat, ha incontrato il personale impiegato a Forte Ogliastri presso il centro VTS (Vessel Traffic Services) dello Stretto di Messina. I circa venticinque militari impegnati in tale struttura, forniscono con un turno H24, attraverso un interscambio di comunicazioni via radio, un indispensabile supporto ai comandi delle navi che attraversano tale delicatissimo ed incantevole tratto di mare, contribuendo a garantire una più sicura ed efficiente condotta della navigazione, a salvaguardia della vita umana in mare e tutela dell'ambiente marino e costiero.Il Comandante Generale si è poi recato in visita presso l'Ufficio Locale Marittimo di Giardini di Naxos dove ha incontrato, oltre a tutto il personale civile e militare, il Sindaco, Signor Pancrazio Lo Turco, ricevendo una attestazione di stima e piena sinergia fra l'amministrazione civica ed il titolare dell'ufficio marittimo.

  • Siglato l'Accordo fra Unime e Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto
    on 11 Luglio 2020 at 12:56

    Categoria: Attività, EventiLuogo: MessinaIeri, 10 luglio, si è svolta, presso l'Aula Magna del Rettorato, la cerimonia per la sigla di un Accordo generale di collaborazione tra l'Università degli Studi di Messina ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.La cerimonia sottolinea l'importanza che le due istituzioni riconoscono alle sinergie istituzionali finalizzate a promuovere lo scambio di conoscenze, di saperi e lo sviluppo di attività culturali, didattiche e di ricerca, in grado di valorizzare le risorse e le professioni del mare, come elemento identificativo del territorio e fattore di crescita economica e sociale. Le sigle sull'Accordo sono state apposte dal Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea, e dal  Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. Erano presenti, oltre ad una rappresentanza del Comando generale e dei Comandi Territoriali della Sicilia, i Direttori dei Dipartimenti di Giurisprudenza, Ingegneria e Scienze Politiche e Giuridiche, i coordinatori dei Corsi di studio in Giurisprudenza e Scienze e Tecnologie della Navigazione, i docenti di Diritto della Navigazione dell'Ateneo ed alcuni rappresentanti degli studenti. "Questo Accordo - ha commentato il Rettore - testimonia la volontà di stipulare una sinergia che potrà essere importante per la città e non solo. La cerimonia di oggi rappresenta l'avvio di un percorso che pone l'Ateneo al servizio del territorio, nell'ambito della Terza Missione. Questa collaborazione è fondamentale per accrescere il patrimonio culturale e formativo a disposizione  dei nostri studenti e dei nostri corsi dedicati al mare"."Oggi - ha aggiunto l'Ammiraglio Pettorino - è una giornata preziosa ed importante perché questo Accordo accomuna il percorso di due realtà che del mare e nel mare svolgono la propria attività. Il 20 luglio festeggeremo il nostro 155 compleanno e siamo lieti di poter collaborare con l'Università di Messina, uno dei pochi Atenei che si interessa in maniera multidisciplinare al mare e a tutto ciò che ad esso è connesso. Scambieremo vicendevolmente le nostre competenze e sono certo che da questa sinergia si trarranno frutti utili per l'intero Paese che avrà sfide importanti a livello economico da dover affrontare".

  • La Ministra delle Infrastrutture e Trasporti On. Paola De Micheli in visita alla Direzione Marittima del Veneto
    on 11 Luglio 2020 at 11:22

    Data: 11/07/2020 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: VeneziaIeri 10 luglio, si è tenuto il test di sollevamento di tutte le paratoie del Mose, alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte, unitamente alla Ministra delle Infrastrutture e Trasporti On. Paola De Micheli, alla Ministra degli Interni dell'Italia On. Luciana Lamorgese e al Ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme On. Federico D’Incà, i quali hanno assistito all’evento a bordo della motovedetta CP287 della Guardia Costiera di Venezia. Successivamente la Ministra De Micheli ha fatto visita alla Direzione Marittima del Veneto. Ad accoglierla, al suo arrivo nella sede di San Marco, il Direttore Marittimo  del Veneto  Contrammiraglio Piero Pellizzari che dopo aver illustrato alla Ministra le principali tematiche riguardanti la particolare realtà della Laguna Veneta,  ha voluto evidenziare la rilevanza che riveste nell'ambito dello scenario marittimo e portuale la Guardia Costiera di Venezia, la cui giurisdizione si estende per circa 44 mila km² comprendendo ben 1.430 Comuni del litorale e dell’entroterra.A conclusione della visita la Ministra De Micheli ha rivolto un particolare saluto al personale del Corpo esprimendo parole di apprezzamento per l’attività svolta quotidianamente.

  • Visita al Comando Generale del Direttore dell'Agenzia delle Dogane.
    on 7 Luglio 2020 at 7:50

    Categoria: EventiLuogo: RomaIeri, 6 luglio, il Dottor Marcello Minenna, Direttore dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, il Comandante Generale ha illustrato un quadro dettagliato dell'attuale assetto funzionale ed ordinamentale del Corpo, ponendo in evidenza i principali compiti istituzionali nei settori della sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi. Durante l'incontro è stato poi approfondito il ruolo fondamentale rivestito dal settore marittimo e portuale per il nostro Paese, vero e proprio volano dell'economia nazionale, allo sviluppo del quale il Corpo dedica il proprio impegno quotidiano da quasi 155 anni. L'incontro si è concluso con l'impegno comune a garantire una sempre maggiore sinergia operativa tra l'Agenzia delle Dogane e il Corpo, finalizzata a continuare a contribuire allo sviluppo del settore marittimo con competenza,  professionalità e innovazione.

  • Visita al Comando Generale del Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Giulio Calvisi
    on 2 Luglio 2020 at 13:12

    Categoria: EventiLuogo: RomaOggi, 2 luglio, il Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Giulio Calvisi ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, che, dopo il tradizionale saluto di benvenuto e la firma del "libro d'onore"., ha offerto un quadro dettagliato dell'attuale assetto funzionale e ordinamentale del Corpo presso la Sala Crisi del Comando generale.L'incontro è poi proseguito in Centrale Operativa con una chiara esposizione, delle moderne tecnologie, costituenti il "cuore" operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecniche logistiche con le quali il Corpo espleta le diverse attività di competenza."Rivolgo a tutto il personale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera l'apprezzamento delle istituzioni e dei cittadini per la preziosa attività che svolgete quotidianamente con dedizione e professionalità. Da 155 anni garantite la salvaguardia della vita in mare, la sicurezza della navigazione e del trasporto marittimo, la tutela dell'ambiente marino, dei suoi ecosistemi e la vigilanza dell'intera filiera della pesca marittima, oltre che a intervenire a tutela dei bisogni dei cittadini nelle attività di vostra competenza. Fondamentale, inoltre, il vostro intervento negli ultimi decenni che ha consentito di salvare centinaia di migliaia di vite umane nel Mar Mediterraneo. Come parte della nostra storia, da sempre rappresentate un esempio di impegno e di prossimità alla popolazione. Uno dei tasselli importanti di cui si compone la Difesa. Professionisti guidati da valori e ideali che continuano ad animare gli appartenenti al Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera nel quotidiano impegno al servizio delle Istituzioni e dei cittadini. Anche nel corso di questa emergenza sanitaria avete dato, più volte, un contributo fondamentale intervenendo, in stretta sinergia con le altre Forze Armate, a supporto dei cittadini, garantendo non solo la regolarità e la sicurezza dei trasporti marittimi, ma anche il trasporto eccezionale di materiale sanitario in tutta Italia così come le attività di supporto per il rientro in Patria delle navi da crociera.A tutte le donne e agli uomini del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, che con rara dedizione contribuiscono al bene del Paese, rinnovo la gratitudine delle Istituzioni e l'affetto degli italiani" – ha concluso Calvisi.A conclusione della visita, l'Ammiraglio Giovanni Pettorino "Siamo veramente soddisfatti della visita presso il nostro Comando generale del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Calvisi, al quale ho avuto l'onore ed il piacere di illustrare in prima persona le numerose e variegate attività del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera al servizio del Paese. Un Corpo che, pur svolgendo primariamente attività connesse agli usi produttivi e civili del mare, è assolutamente orgoglioso di appartenere alle Forze Armate italiane".

  • A Cagliari celebrato il passaggio di consegne della Direzione Marittima
    on 1 Luglio 2020 at 14:37

    Data: 01/07/2020 00:00:00Categoria: EventiLuogo: Cagliari​Martedì 30 Giugno, presso la sede della Capitaneria di Porto di Cagliari, si è svolta la solenne cerimonia per il passaggio di Comando della Direzione Marittima e Capitaneria di Porto di Cagliari, alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Al Contrammiraglio Giuseppe Minotauro è subentrato il Capitano di Vascello Mario Valente, il quale giunge a Cagliari dopo aver ricoperto, in precedenza, l’incarico di Capo del 1° Ufficio del Reparto Ambientale Marino del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.Durante la cerimonia il Contrammiraglio Minotauro ha voluto ripercorrere i passi più significativi e gli obiettivi di spicco raggiunti durante il suo comando, tra cui le operazioni di soccorso prestate in occasione dell’incaglio della motocisterna C-DRY BLUE nello scorso dicembre 2019, dove uomini e mezzi  della Guardia Costiera misero in salvo l’equipaggio della nave, sfidando le avverse condizioni meteo e le particolari caratteristiche orografiche della costa rocciosa del Circondario marittimo di Sant’Antioco. Il Contrammiraglio ha voluto inoltre ringraziare le tante autorità religiose, civili e militari con le quali la Direzione Marittima di Cagliari ha intrattenuto cordiali e proficue relazioni per realizzare le giuste sinergie protese alla tutela del pubblico interesse. Il Comandante Generale nel suo discorso ha voluto rendere omaggio all’Ammiraglio Vincenzo Di Marco, Direttore Marittimo di Cagliari dal 2011 al 2015, prematuramente scomparso, e ha rivolto parole di elogio per l’operato della Direzione Marittima sotto la guida dell’Ammiraglio Minotauro, menzionando il grande operato dei reparti operativi, tra i quali i Nuclei Subacquei (a Cagliari è presente il 4° Nucleo Sommozzatori), che nell’anno in corso hanno celebrato il 25° Anniversario dell’Istituzione, e i Reparti volo, citando le importanti attività di soccorso della locale 4ª Sezione Elicotteri Guardia Costiera di Decimomannu. L’Ammiraglio Pettorino ha infine concluso esprimendo al Comandante Valente l’augurio per un buon lavoro al comando di un'istituzione importante come la Direzione Marittima di Cagliari.

  • Ambiente: presentata la campagna Minambiente sullo smaltimento corretto di mascherine e guanti
    on 30 Giugno 2020 at 15:59

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaRoma, 30 giugno 2020 – Gettare mascherine e guanti nell'indifferenziato, servirsi il più possibile di quelli riutilizzabili, non buttarli a terra per evitare gravi danni all'ambiente. Si concentra su questi tre punti la campagna di comunicazione del ministero dell'Ambiente, in collaborazione con la Guardia Costiera, Ispra, Iss, Enea e la commissione Colao, presentata oggi in conferenza stampa – la prima in presenza post-Covid – dal ministro Sergio Costa, a Roma nella sede del Comando generale della Guardia Costiera."Ricordati: mascherine e guanti vanno nell'indifferenziata. Oh, lo faccio anche io, eh!" – dice l'attore Enrico Brignano nello spot video realizzato dal ministero insieme con la Guardia Costiera. Disponibile da oggi, sarà trasmesso anche dalla Rai. Si ispira a quello realizzato da Nino Manfredi: Brignano eredita la sua empatia mostrando le conseguenze dell'abbandono di guanti e mascherine. Oltre a questo spot, parte oggi una campagna social "Alla natura non serve", con meme e video emozionali dall'hastag #buttalibene. Il concept muove da una delle foto simbolo della pandemia: un uccellino trovato intrappolato in una mascherina, che ovviamente agli animali non serve, così come non serve alle strade, alla natura, ai mari. Un messaggio per tutti, soprattutto per chi abbandona questi rifiuti, forse inconsapevole del danno ambientale che sta causando."Mascherine e guanti monouso – ha osservato il ministro dell'Ambiente Sergio Costa – sono diventati un problema per l'ambiente, in Italia e nel resto del mondo. Da qui è nata la campagna istituzionale del ministero, affidata al carisma di Enrico Brignano, che con il suo potere di persuasione orienterà i comportamenti dei cittadini italiani nell'ottica di prestare attenzione all'ambiente. Anche tramite i social vogliamo raggiungere un pubblico vasto, soprattutto i più giovani. Perché oggi è il momento di agire per difendere la natura e il nostro pianeta dall'inquinamento. Non possiamo stare a guardare"."Una collaborazione, quella tra il Comando generale della Guardia costiera e il ministero dell'Ambiente, iniziata già lo scorso anno con il progetto di comunicazione e di educazione ambientale plasticfree, voluto per contrastare la dispersione delle microplastiche in mare e proseguita con la campagna 'reti fantasma' che vede impegnati i nostri nuclei subacquei nel recupero delle reti da pesca abbandonate nei fondali, che rappresentano un pericolo per la vita dell'ecosistema marino e per la sicurezza di bagnanti e subacquei" - ha dichiarato il Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, l'ammiraglio Giovanni Pettorino. "Quest'anno il nostro impegno a fianco del Ministro Costa si è rinnovato attraverso un'intensa attività di monitoraggio ambientale volta a 'fotografare' lo stato de mare durante il periodo di lockdown e nella fase immediatamente successiva e oggi, in particolare, per sostenere questa importante campagna del ministero dell'Ambiente e lanciare un messaggio a coloro che sceglieranno le coste italiane per loro vacanze"."L'Ispra e il Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente" – ha affermato il presidente Ispra e Snpa, Stefano Laporta – aderiscono a questa campagna che si appella principalmente al senso civico di ciascuno di noi. I numeri parlano chiaro: in Italia si ha una produzione giornaliera di rifiuti da mascherine pari a circa 410 tonnellate, con un valore medio per la fine del 2020 di 100.000 tonnellate di rifiuti; la produzione di rifiuti da guanti sino a fine anno sarà di un valore medio di 200.000 tonnellate. Questi numeri devono necessariamente indurci a comportamenti virtuosi nei confronti dell'ambiente"."Questa iniziativa – ha scritto in un messaggio istituzionale il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro – è un ottimo esempio di come il contrasto alla pandemia coinvolga tutti gli aspetti della nostra convivenza e richieda uno sforzo comune e coordinato. Anche in questa fase della pandemia è importante che tutti agiamo nelle prospettive dell'agenda per lo sviluppo sostenibile dove il tema ambiente, insieme a quello della salute, siano centrali".Inoltre, sul sito del ministero dell'Ambiente è stata creata una pagina ad hoc, "All'ambiente non servono", nella quale ci sono alcune domande e risposte sullo smaltimento corretto di guanti e mascherine e sulle modalità di uso delle mascherine riutilizzabili: https://www.minambiente.it/all-ambiente-non-servonoA questo link il video spot con Enrico Brignano:https://drive.google.com/file/d/1GA2p0LE3X-E8bW_avqkXMquB8ENzKqal/view?usp=sharingA questo link i materiali grafici per i social e lo spot radio:https://drive.google.com/drive/folders/1ynKapvLdDN2B_KknOxsaBg3wNJ_6juMt?usp=sharing

  • Civitavecchia: cambio al vertice della Direzione Marittima del Lazio
    on 28 Giugno 2020 at 6:58

    Data: 28/06/2020 00:00:00Categoria: EventiLuogo: Civitavecchia​Venerdì 26 giugno, nella splendida cornice del Forte Michelangelo a Civitavecchia, si è svolta la solenne cerimonia del passaggio di consegne del Comando della Direzione Marittima del Lazio, Comando regionale della Guardia Costiera, alla presenza del Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e del Comandante Marittimo Sud, Ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello.Al Contrammiraglio Vincenzo Leone, destinato ad assumere altro importante incarico presso la città di Roma, è subentrato il Capitano di Vascello Francesco Tomas, proveniente dalla Direzione Marittima della Toscana con sede a Livorno.Si conclude così il mandato dell’Ammiraglio Leone a Civitavecchia, caratterizzato da circa tre anni di intenso lavoro in cui, sotto la sua direzione, i 3 compartimenti marittimi di Civitavecchia, Roma-Fiumicino e Gaeta e i 14 comandi minori, dislocati sul territorio regionale, hanno garantito sui 368 km di litorale di giurisdizione, la sicurezza della vita umana in mare e della navigazione, la tutela ambientale e gli altri compiti d’istituto.La cerimonia, svolta nel rispetto delle misure imposte dall’emergenza sanitaria ancora in corso, ha visto la partecipazione di una ridotta aliquota di personale militare e civile della sede.L’Ammiraglio Pettorino ha espresso il proprio compiacimento per l’operato e gli obiettivi raggiunti dalla Direzione Marittima, congratulandosi per l’impegno profuso non solo nell’espletamento dei tradizionali compiti di istituto, ma anche per il ruolo svolto dall’Autorità marittima civitavecchiese in ambito portuale, nella gestione dell’emergenza sanitaria legata al Covid 19.Il Comandante Marittimo Sud ha elogiato l’Ammiraglio Leone e i militari della Guardia Costiera del Lazio per le importanti iniziative legate alla diffusione della cultura del mare.L’Ammiraglio Leone ed il Capitano di Vascello Francesco Tomas, nuovo Direttore marittimo del Lazio, hanno sottolineato il concetto di continuità, intesa come obiettivo primario da garantire e coltivare quale solida base per immaginare un futuro di sostenibili innovazioni.