Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • FIPSAS: Green Pass Rafforzato Obbligatorio per Gare e Attività Didattiche Outdoor
    by Redazione Apnea Magazine on 15 Gennaio 2022 at 17:02

    Il 13 gennaio anche la FIPSAS ha stabilito che il possesso del green pass rafforzato è necessario ANCHE per le attività didattiche e le competizioni outdoor, ma con dei distinguo. Apnea Magazine

  • La Guardia Costiera partecipa alla giornata commemorativa “Per non dimenticare” organizzata dal Tribunale di Grosseto.
    on 15 Gennaio 2022 at 15:04

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: GrossetoNella giornata di ieri, in occasione del decennale del naufragio della Costa Concordia, il Tribunale di Grosseto ha organizzato la giornata commemorativa "Per non dimenticare" in collaborazione, tra gli altri, con il Comune di Grosseto, il Comune dell'Isola del Giglio, l'Ordine degli Avvocati di Grosseto e la Fondazione Polo Universitario Grossetano.L'evento, tenutosi presso il Teatro degli Industri di Grosseto, si è svolto in due sessioni. La prima, in cui è intervenuta il Capitano di Fregata Monica Selene Mazzarese, Comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Santo Stefano negli anni immediatamente successivi al naufragio, è stata dedicata agli studenti degli istituti superiori di Grosseto ed agli studenti universitari, ai quali è stata fornita una ricostruzione del naufragio della Costa Concordia e dei soccorsi effettuati dalla popolazione del Giglio in favore dei naufraghi. Nella medesima giornata ha avuto luogo anche una tavola rotonda moderata dal Dott. Alessandro Leopizzi, magistrato che all'epoca dell'evento si occupò delle indagini presso la Procura di Grosseto, sul tema "Profili di interesse civilistico e di diritto della navigazione" legati alla vicenda giudiziaria sul naufragio della Costa Concordia.L'argomento, inquadrato analiticamente sotto diversi profili, è stato affidato agli autorevoli interventi di Michele Maria Comunale Pinto, Ordinario di diritto della navigazione Università di Sassari - Umberto La Torre, Ordinario di diritto delle Navigazione Università di Catanzaro - Stefano Pagliantini, Ordinario di diritto Privato Università di Siena – Piero Sandulli, Ordinario di diritto Procedura Civile Università Foro Italico di Roma. Al Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio comunicazione del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia costiera, è spettato il compito di aprire i lavori, ripercorrendo i complessi soccorsi coordinati dalla Guardia costiera la notte del 13 gennaio 2012. Nel suo intervento sono stati approfonditi gli aspetti comunicativi e mediatici afferenti alla gestione di eventi di carattere emergenziale, la cornice normativa che affida le competenze in materia di soccorso in mare alla Guardia costiera e i risvolti in materia di sicurezza della navigazione intesi ad evitare il ripetersi di situazioni analoghe.Presenti all'evento, tra gli altri, il Prefetto di Grosseto, Dott.ssa Paola Berardino, il Presidente del Tribunale di Grosseto Dott.ssa Laura Di Girolamo, il Sindaco dell'isola del Giglio Sergio Ortelli, il Capitano di Vascello Giovanni Scattola, della Direzione marittima della Toscana e il Tenente di Vascello Luigi Buta, Capo del Circondario Marittimo di Porto S. Stefano, nonché una numerosa platea di avvocati, in quanto il convegno costituiva evento formativo riconosciuto dal Consiglio Nazionale Forense.

  • Al Museo delle Navi romane presentato il libro “Sotto le stelle del Giglio - il naufragio della Costa Concordia” di Salvatore De Mola
    on 13 Gennaio 2022 at 7:16

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaAperto al pubblico solo da pochi mesi, il Museo delle Navi romane di Fiumicino, sito all'interno del Parco Archeologico di Ostia Antica, ha ospitato, nella giornata di oggi, la presentazione del libro "Sotto le stelle del Giglio", scritto da Salvatore De Mola. Nella sua opera l'autore, scrittore e sceneggiatore - premiato nel 2017 con un David di Donatello – a dieci anni dal naufragio della nave Costa Concordia ripercorre, in chiave romanzata, gli avvenimenti di quella notte. L'occasione ha rappresentato un momento importante per ricordare le vittime del naufragio. L'incontro, preceduto dai saluti di benvenuto del Direttore del Museo, dott. Alessandro D'Alessio, è stato moderato dal giornalista RAI Filippo Gaudenzi, con la partecipazione dell'autore e alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone. "Sotto le stelle del Giglio" fa parte della collana letteraria "Storie di mare", che in poco meno di due anni può contare già sei titoli all'attivo, pubblicata da Edizioni All Around di Roma in collaborazione con il Comando Generale della Guardia Costiera. L'obiettivo della collana è quello di "investire su un percorso culturale con progettualità definite di comunicazione - ha ribadito sul palco il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione della Guardia Costiera e direttore della collana, rivolgendosi in particolare agli alunni dell'Istituto Nautico M.Colonna di Roma, presenti all'incontro - volte a preservare la memoria del nostro mare e a riconoscere il valore di chi lo ha protetto, di chi lo vive e lo promuove in ogni suo aspetto, storico, culturale, scientifico, economico".Il giornalista Gaudenzi, anche lui testimone dei fatti di quella notte e che nel libro ne riporta un personale racconto, ha poi chiamato sul palco lo scrittore Salvatore De Mola e l'attore Cesare Bocci, che ha prestato la sua voce per recitare alcuni suggestivi passaggi dell'opera.In seguito Gaudenzi ha invitato sul palco alcuni dei protagonisti del libro: Giorgia Capozzella, Mirko Cugini e Marco Savastano, all'epoca rispettivamente Comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo di  Porto Santo Stefano, Comandante dell'Ufficio Locale Marittimo dell'isola del Giglio e aerosoccorritore in forza alla Base Aeromobili della Guardia Costiera di Sarzana. Il Comandante Nicastro ha ricordato l'Ammiraglio Ilarione Dell'Anna, anche lui tra i protagonisti del romanzo, che non ha potuto presenziare all'evento, all'epoca a capo della Direzione Marittima della Toscana e Comandante del porto di Livorno.A conclusione, invitato sul palco, l'Ammiraglio Carlone ha ricordato che la storia della nave Costa Concordia è una vicenda - come si legge nella sua prefazione al libro - che ha messo alla prova il dispositivo di emergenza del Paese, misurandone le capacità operative e quelle decisionali, facendone emergere competenze, professionalità e umanità. Tra queste, ma non solo, quelle di donne e uomini della Guardia Costiera, da sempre in prima linea nel portare soccorso a chi va per mare.All'evento erano presenti anche il Capo del Reparto III - Piani e Operazioni, Contrammiraglio Giuseppe Aulicino, il Direttore Marittimo del Lazio, Capitano di Vascello Filippo Marini, il Comandante della Capitaneria di porto di Fiumicino, Capitano di Vascello Giuseppe Strano e il Capo del Centro Nazionale Operativo della Guardia Costiera, Capitano di Vascello Gianluca D'Agostino.

  • Video Pesca Sub: il Grosso Sarago in un Palmo d’Acqua
    by Redazione Apnea Magazine on 11 Gennaio 2022 at 16:32

    D’inverno, quando i litorali tornano ad essere deserti, ci si può divertire ad insidiare i pesci quasi fin sulla battigia. In questa clip Kostas Madouros ci mostra la cattura di un grosso sarago in pochissima acqua e a pochi metri dalla riva! Apnea Magazine

  • Green Pass: Dal 10 Gennaio Nuove Regole per l’Accesso a Piscine, Circoli di Pesca e Fiere
    by Redazione Apnea Magazine on 9 Gennaio 2022 at 17:56

    Il decreto Festività ha introdotto delle ulteriori restrizioni legate allo status vaccinale a molte attività, tra cui anche quelle sportive; vediamo quali sono e in quale misura vanno ad incidere sulla pratica della pesca sportiva e dell'apnea. Apnea Magazine

  • Dal 1° Gennaio Vietata la Pesca dell’Oloturia, e dal 22 quella del Riccio di Mare in Sardegna
    by Redazione Apnea Magazine on 1 Gennaio 2022 at 17:31

    Entrambi i provvedimenti che, contrariamente al solito, annovera tra le fattispecie punibili anche la cattura accidentale, si sono resi necessari da quando la richiesta dei mercati orientali e una quasi assente regolamentazione sul prelievo di questi echinodermi... Apnea Magazine

  • IN EDICOLA IL NUMERO DI GENNAIO 2022
    by Luca on 31 Dicembre 2021 at 23:30

    Iniziamo questo nuovo anno con un numero pieno di incontri interessanti. Cominciamo con la rubrica Fiocina&Rossetto, con i racconti e le riflessioni della nostra Alice Ferrari. Alessandro Martorana, quindi ci parlerà delle utili invenzioni di un grande della pescasub: Giuseppe Tortorella. Quindi Nicola Refolo, intervisterà Umberto Pelizzari: “Pelo”, la leggenda. Luca Laudati, incontra Andrea Salomi,

  • Eudi Show 2022: in Vendita le VIP CARD
    by Redazione Apnea Magazine on 26 Dicembre 2021 at 10:00

    Per l’edizione del 2022, che si svolgerà a Bologna Fiere, dal 25 al 27 Febbraio, vi è la possibilità di acquistare la VIP CARD EUDI. Una tessera che oltre all’ingresso da diritto ad una serie di vantaggi ed omaggi. Apnea Magazine

  • Video Pesca Sub: la Grossa Spigola DOVE NON Immagineresti MAI! (8 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 23 Dicembre 2021 at 15:46

    La pesca si sa, è fatta anche di episodi surreali, più unici che rari, proprio come questo che ha immortalato Les Gobies. Due amici escono a pesca, uno dei due spara un bel barracuda e chiama il compagno perchè si occupi di doppiarlo. Questi scende (minuto 2:35), si accorge che il pesce è ben preso, quindi pedagna il fucile sul fondo, afferra il pesce e lo porta in superficie. Pochi minuti dopo, durante il tuffo per recuperare il fucile (minuto 4:00) appoggiato sul fondo, si rende conto che a un paio di metri di distanza, una grossa spigola è ferma immobile, adagiata sulla posidonia. Senza movimenti bruschi riesce ad impugnare il fucile, a brandeggiarlo perchè la punta della tahitiana era nel verso opposto, e a scoccare il tiro sul pescione. Un'episodio davvero particolare! Apnea Magazine

  • “Operazione Atlantide”: al Mipaaf diffusi i primi risultati dell’attività svolta dalla Guardia Costiera a tutela del consumatore e dell’intera filiera ittica
    on 23 Dicembre 2021 at 6:19

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaAnche quest’anno resta alta la domanda di prodotti ittici, soprattutto con l’approssimarsi delle festività natalizie. Per questo motivo la Guardia Costiera, in linea con gli obiettivi del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, ha confermato il proprio impegno finalizzato, da un lato, a tutelare le scelte del consumatore finale, dall’altro, a contrastare il sovra sfruttamento illecito delle risorse marine.L’operazione complessa “Atlantide” - dall’inizio di dicembre e fino al termine delle festività - vede ogni giorno impegnati 2mila donne e uomini della Guardia Costiera in una serie di mirati controlli lungo l’intera filiera ittica.Il dispositivo operativo messo in campo per l’operazione Atlantide, coordinato a livello nazionale dal Centro Nazionale di Controllo Pesca del Comando Generale della Guardia Costiera di Roma, e articolato a livello territoriale sui Centri di Controllo Area Pesca delle 15 Direzioni Marittime regionali, ha permesso di registrare, ad oggi: 6862 verifiche che hanno portato a 385 sanzioni, 259 sequestri. Per un importo sanzioni di circa 600.000 euro e 170 tonnellate di prodotto ittico sequestrato.I primi risultati sono stati condivisi ieri, 21 dicembre, nel corso di in una conferenza stampa tenutasi presso la Sala Cavour del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, alla presenza del Sottosegretario di Stato con delega alla pesca marittima e all'acquacoltura, Sen. Francesco Battistoni e dell'Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, Capo Reparto Personale del Comando Generale.Alla conferenza – moderata dal Comandante Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando generale – hanno altresì preso parte l'Ammiraglio Giuseppe Aulicino e il Comandante Alessio Morelli, rispettivamente Capo del Reparto Piani e Operazioni e Responsabile del Centro Nazionale di Controllo Pesca del Comando generale.Le attività si sono concentrate in mare, con controlli finalizzati al contrasto alla pesca illegale, ma anche a terra sulle grandi piattaforme logistiche di distribuzione, ove peraltro principalmente viene accentrato il prodotto proveniente dall'estero; presso i punti di ingresso dello stesso nel territorio italiano come porti e aeroporti, a cui si sono aggiunti controlli su strada e lungo le autostrade. Attività, quest'ultime, incentrate a verificare la genuinità dei prodotti, la loro rispondenza ai requisiti di qualità e tracciabilità, in modo che siano garantite tutte le informazioni necessarie ad attestarne la provenienza lecita.Non a caso, il nome “Atlantide” sottolinea la necessità di prevenire, individuare e contrastare questi “mondi sommersi”, salvaguardando il cittadino, gli stock ittici e, non ultimo, la regolare concorrenza tra gli operatori del settore.L’operazione ha previsto una fase iniziale di acquisizione di informazioni sul territorio e controlli incrociati allo scopo di poter mettere in atto attività ispettive sempre più efficaci. La fase operativa ha poi permesso di contrastare le attività di pesca illegale nonché vigilare sui prodotti ittici presenti nei centri di grande distribuzione e negli esercizi commerciali, allo scopo di evitare il rischio per i consumatori di acquistare prodotti ittici non sicuri per il consumo umano.Numeri dell’operazione destinati ad aumentare fino al 31 dicembre, data di termine dell’operazione, e che si inseriscono nello sforzo complessivo posto in essere dalla Guardia Costiera in materia di controllo pesca nel 2021, per un importo di circa 6 milioni di euro di sanzioni comminate, cui è scaturito il sequestro di oltre 378 tonnellate di prodotto irregolare che sarebbe potuto giungere sulle tavole degli italiani. Dati che testimoniano la portata dello sforzo profuso dal Corpo nella funzione di controllo del settore della pesca, affidatagli dal competente Dicastero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.All’attività svolta lungo tutto il territorio nazionale, si aggiunge l’attività internazionale svolta sotto il coordinamento di E.F.C.A. (European Fisheries Control Agency) da Nave Gregoretti della Guardia Costiera, che ha recentemente svolto una campagna di contrasto alla pesca illegale nel Mediterraneo orientale, nello specifico a largo della Grecia e di Cipro. L’attività, che l’Unione Europea sostiene attraverso l’Agenzia EFCA prevede operazioni congiunte di pattugliamento e di controllo nel Mar Mediterraneo e nelle altre zone marittime di interesse dell’Unione, allo scopo di sostenere gli sforzi nazionali e regionali volti a garantire la sostenibilità ambientale e a preservare la biodiversità marina.​​Le principali attività della Guardia Costiera per il controllo della filiera ittica, dal mare alla tavola del consumatore finale​​"Operazione Atlantide": le immagini di alcune delle attività più significative condotte dai comandi territoriali​​Alcuni dei principali servizi televisivi che hanno parlato dei primi risultati dell'operazione​​Alcune immagini della conferenza stampa "Operazione Atlantide"

  • Il Ministro Giovannini in visita alla sede del Comando generale
    on 18 Dicembre 2021 at 10:03

    Categoria: EventiLuogo: RomaNella giornata di ieri, in occasione delle imminenti festività natalizie, il Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, prof. Enrico Giovannini, accompagnato dal Capo di Gabinetto Alberto Stancanelli, ha incontrato il personale civile del MIMS e quello militare del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera presso la sede del Comando generale. Al suo arrivo è stato accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, dal Direttore generale per la vigilanza sulle Autorità di sistema portuale, il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne, dott.ssa Maria Teresa Di Matteo, dal Direttore generale per la digitalizzazione, i sistemi informatici e statistici, ing. Mario Nobile e dal Direttore generale del personale, del bilancio, degli affari generali e della gestione sostenibile del Ministero, dott. Massimo Provinciali. Dopo aver passato in rassegna lo schieramento militare che gli ha tributato gli onori di rito e un breve incontro con il Comandante generale e i Direttori generali, il Ministro ha effettuato una visita agli uffici delle Direzioni generali, per poi recarsi in “Sala Crisi” per uno scambio di saluti e un ringraziamento per il quotidiano impegno istituzionale, con i Direttori Marittimi dei comandi territoriali della Guardia Costiera, collegati in videoconferenza. Al termine della visita - conclusasi in Sala Cinema - il Ministro Giovannini ha incontrato una rappresentanza di tutto il personale militare e civile impiegato nella sede. A loro ha rivolto un plauso per l’importante lavoro svolto durante tutto l’arco dell’anno grazie al quale è stato possibile rispettare, nei tempi previsti, gli impegni assunti dal Dicastero per la collettività.   Al personale e alle loro famiglie, in prossimità delle feste natalizie, ha infine formulato l’augurio di buone feste, estendendolo a tutti gli uomini e le donne del Corpo impegnati quotidianamente a salvaguardia della vita umana e a tutela del mare.

  • I giovani armatori incontrano il Comando Generale
    on 16 Dicembre 2021 at 14:08

    Categoria: EventiLuogo: Roma​Ieri, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, alla presenza dell'Ammiraglio Ispettore (CP) Luigi Giardino, Capo del Reparto VI Sicurezza della Navigazione marittima, si è tenuto un incontro con i Giovani Armatori, guidati dal Presidente Salvatore D'Amico, al quale hanno partecipato anche il Gruppo Giovani Federagenti e YoungShip Italia.L'incontro ha avuto l'obiettivo di mettere in comunicazione due realtà della marittimità nazionale, una pubblica l'altra privata, per migliorare la reciproca conoscenza dei rispettivi ambiti e contesti operativi che vedono il mondo marittimo nazionale tra i protagonisti dello scenario marittimo internazionale anche alla luce del recente riconoscimento del nostro Paese nella Cat A dell'IMO.Durante l'incontro, sono stati approfonditi i molteplici compiti che l'Autorità marittima svolge, sia a livello centrale che periferico, con particolare riferimento alla salvaguardia della vita umana in mare, della sicurezza della navigazione e del trasporto marittimo."Noi giovani abbiamo tanto da imparare - ha aggiunto il Presidente D'Amico – e quindi siamo grati al Comando Generale per questa importante occasione di confronto sul contributo che le giovani generazioni del mondo marittimo possono dare nell'affrontare le sfide della transizione ecologica, della digitalizzazione e della formazione della gente di mare." A latere dell'incontro, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, ha affermato: "Il settore marittimo è ritornato ad essere elemento fondamentale per lo sviluppo del nostro Paese, snodo strategico di un futuro che, prevedibilmente, sarà sempre più caratterizzato da scambi ed interazioni a livello globale. Un macrocosmo, questo, del quale la categoria armatoriale, e con essa quella dei Giovani Armatori, è il motore silenzioso, che consente di guardare al futuro, nell'ottica della globalizzazione, con fiducia sulle potenzialità che il nostro Paese può esprimere.Uno spirito, quello che si identifica nelle generazioni emergenti, come quella dei Giovani Armatori ma anche in quella dei nostri giovani Ufficiali e Sottufficiali, che può costituire – a quasi 80 anni dall'entrata in vigore del Codice della Navigazione – elemento di spinta per l'adeguamento alle esigenze del mondo attuale e della nuova marittimità".

  • Civitavecchia: cambio al vertice della Direzione Marittima del Lazio
    on 15 Dicembre 2021 at 15:01

    Data: 15/12/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Civitavecchia​Venerdì 10 dicembre 2021, nella cornice del Terminal crocieristico di Civitavecchia, si è tenuta la solenne cerimonia del passaggio di consegne del Comando della Direzione Marittima del Lazio, Comando regionale della Guardia Costiera, alla presenza del Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone e del Comandante del Comando Marittimo Centro e Capitale, Contrammiraglio Cesare Bruno Petragnani.Al Capitano di Vascello Francesco Tomas, destinato ad assumere altro incarico nella Capitale, è subentrato il Capitano di Vascello Filippo Marini, proveniente dalla Direzione Marittima della Liguria con sede a Genova.Si conclude così il mandato del Comandante Tomas a Civitavecchia, caratterizzato da circa 18 mesi di intenso lavoro in cui i 3 compartimenti marittimi di Civitavecchia, Roma-Fiumicino e Gaeta e i 14 comandi minori, dislocati sul territorio regionale, hanno garantito sui 368 km di litorale di giurisdizione, la sicurezza della vita umana in mare e della navigazione, la tutela ambientale e gli altri compiti propri delle Capitanerie di porto.La cerimonia, svolta nel rispetto delle misure imposte dall'emergenza sanitaria ancora in corso ed alla presenza di numerose autorità civili e miliari, ha visto la partecipazione del personale militare e civile della sede, nonché dei vari comandi laziali della Guardia Costiera.L'Ammiraglio Carlone ha espresso il proprio compiacimento per l'operato e gli obiettivi conseguiti dalla Direzione Marittima, congratulandosi per l'impegno profuso non solo nell'espletamento dei tradizionali compiti di istituto, ma anche per il ruolo svolto dall'Autorità marittima civitavecchiese in ambito portuale.Il Capitano di Vascello Filippo Marini, subentrato al Comandante Tomas nell'incarico di  Direttore marittimo del Lazio, ha sottolineato come il valore della continuità costituisca il presupposto per garantire e coltivare una solida base che traguardi un futuro di sostenibili innovazioni e per ciò stesso orientata verso un armonico ed equilibrato spirito di rinnovamento

  • Il Ministro Giovannini in visita sull’Isola di Lampedusa
    on 13 Dicembre 2021 at 16:55

    Categoria: AttivitàLuogo: Lampedusa​Nella giornata odierna il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, prof. Enrico Giovannini, accompagnato dal Comandante Generale delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, si è recato a Lampedusa per incontrare tutto il personale impegnato quotidianamente nell'attività di soccorso dei migranti. Ad anticipare il momento di saluto, l'incontro istituzionale del Ministro con le autorità locali: il Prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, e il Sindaco di Lampedusa Salvatore Martello. Presente anche l'Ambasciatrice Elisabetta Belloni, Direttrice del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS).Nel corso del proprio intervento, che ha esaltato l'importanza umana e sociale dell'azione di soccorso in mare, il Ministro ha inteso portare personalmente e concretamente la propria vicinanza al personale impegnato nel soccorso ai migranti, che comprende – al fianco della Guardia Costiera – le Forze di Polizia, l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni e le associazioni di volontariato, come il CISOM : "Provo stima e ammirazione – ha affermato il Ministro – e ringrazio, a nome mio e del Governo, tutti coloro che si impegnano a vario titolo sulla questione migranti, facendo la loro parte in quello sforzo collettivo che il Paese porta avanti in questo campo. La mia presenza intende anche testimoniare la volontà del Governo di rendere Lampedusa, non solo una frontiera d'Italia, ma soprattutto una frontiera dell'Unione Europea, che è chiamata a gestire il tema della migrazione nel suo complesso."Poi, rivolgendosi al personale schierato della Guardia Costiera, Giovannini ha continuato: "Come vostro Ministro ho potuto conoscere e apprezzare il vostro operato di persone che mettono a repentaglio la loro stessa vita per soccorrere gli altri. Un esempio concreto, il vostro, in cui l'opinione pubblica ripone la massima fiducia". In un frangente così significativo dell'anno, che vede ormai prossime le festività natalizie e conclude un periodo intenso e delicato per l'intera collettività, anche l'Ammiraglio Carlone ha inteso ringraziare i militari del Corpo per il loro prezioso servizio nell'avamposto più a sud d'Europa, presidio di sicurezza in mare. "In un anno così complesso - le parole del Comandante Generale - abbiamo operato instancabilmente al servizio del nostro Paese, spesso in condizioni estreme. Siamo qui a Lampedusa, insieme al Ministro, per dimostrare la nostra vicinanza a tutto il personale e ringraziare tutti per il loro operato".Il Ministro nell'occasione ha avuto modo di incontrare le organizzazioni non governative Save the Children e Unchr, con le quali ha avuto modo di confrontarsi sul problema della protezione delle donne e dei minori, con particolare riferimento all'accoglienza e alla sicurezza dei minori non accompagnati.

  • Video Pesca Sub: La Grossa Spigola in Una Spanna d’Acqua (10 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 12 Dicembre 2021 at 16:19

    Inizia il periodo delle spigole e tutti sognano la cattura da ricordare. Emrah Arslan ci mostra come la regina dell'inverno possa apparire anche in un bassofondo ci poche decine di centimetri, addirittura con lo snorkel fuori dall'acqua. Apnea Magazine

  • Apnea, Pesca Sub e ARA con il Raffreddore: Ecco Perchè Rischi Settimane o Mesi di STOP
    by Redazione Apnea Magazine on 9 Dicembre 2021 at 16:48

    Fare un'immersione con un "banale" raffreddore in atto può sembrare una buona idea, ma in realtà è un rischio inutile che può tenerti lontano dall'acqua molto più di quanto immagini. Apnea Magazine

  • Santa Maria di Leuca. Siglato protocollo d’intesa tra il Comando Generale del Corpo e l’Agenzia del Demanio
    on 9 Dicembre 2021 at 10:37

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Santa Maria di LeucaLa scorsa settimana il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, si è recato in visita presso la Direzione Marittima della Puglia. Ad accoglierlo il Direttore Marittimo, Contrammiraglio Giuseppe Meli. Nell’occasione, il Direttore Marittimo e il Direttore Regionale dell’Agenzia del Demanio, dott. Antonio Ficchì, hanno proceduto allo scambio delle firme in calce alla Convenzione per la valorizzazione del patrimonio infrastrutturale pubblico; una convenzione - questa -  attraverso la quale il Comando Generale e l’Agenzia del Demanio procederanno alla ristrutturazione e all’ampliamento dell’edificio che attualmente ospita l’Ufficio Locale Marittimo di Santa Maria di Leuca.L’intervento, interamente finanziato dal Comando Generale del Corpo per circa 800mila €, garantirà la sostenibilità ambientale e la massima qualità funzionale, tecnica e architettonica attraverso la valorizzazione e rigenerazione urbana dell’esistente immobile. La progettazione prevedrà soluzioni green a basso impatto energetico, costi manutentivi ridotti e ottime performance ambientali: verrà ampliata la permeabilità dei terreni, si procederà al riciclo delle acque bianche e grigie, verranno ridotte le isole di calore e si farà un ampio utilizzo di materiali riciclabili. Al fine di velocizzare l’iter realizzativo delle opere, si farà ricorso a modalità, materiali e tecnologie costruttive che permettano la riduzioni dei tempi di cantiere. I progetti - infatti - verranno sviluppati attraverso piattaforme e modellazioni digitali che si avvarranno della metodologia BIM (Building Information Modeling), che permetterà di generare un modello digitale contenente le informazioni sull'intero ciclo di vita dell'opera.Con la realizzazione di questo intervento sarà quindi possibile assicurare al personale della Guardia Costiera, destinato presso l’Ufficio Locale Marittimo di Santa Maria di Leuca, le migliori condizioni di vita per poter svolgere al meglio il loro servizio in favore della collettività.

  • Il Prefetto di Lecce in visita alla Capitaneria di porto di Gallipoli
    on 7 Dicembre 2021 at 13:47

    Data: 07/12/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: GallipoliNella giornata di lunedì 6 Dicembre u.s., il Prefetto di Lecce, Dott.ssa Maria Rosa Trio, si è recata in visita alla Capitaneria di Porto di Gallipoli per portare il proprio saluto istituzionale a tutto il personale. Ad accoglierlo il Capo del Compartimento Marittimo di Gallipoli, Capitano di Vascello Pasquale Vitiello che con gli altri ufficiali presenti, tra cui il Capo del Circondario marittimo di Otranto, Tenente di Vascello Walter Francesco Di Marco, ha illustrato le varie attività istituzionali che vengono svolte sul territorio dalle donne e dagli uomini della Capitanerie di porto - Guardia costiera.Nel corso della visita, il Prefetto ha avuto modo di manifestare il proprio apprezzamento sull'operato del personale della Capitaneria di Porto, che con la sua quotidiana attività fornisce fondamentale contributo per la tutela dell'ambiente, la sicurezza dei trasporti marittimi e la salvaguardia della vita umana in mare, in una zona come quella salentina fortemente interessata dal fenomeno migratorio. In tale contesto il Prefetto ha ricordato con trasporto la propria pregressa esperienza siciliana colma di umanità, che le ha consentito di approfondire le complesse procedure da mettere in atto per la gestione dell'accoglienza dei migranti.Dopo il colloquio il Prefetto è stato accolto a bordo della motovedetta CP264 per una breve ricognizione del litorale via mare. Al termine della visita, dopo aver ricevuto in dono dal Comandante VITIELLO il crest della Capitaneria di porto, il Prefetto ha espresso, con dedica sul libro d'onore, il proprio ringraziamento al personale della Guardia Costiera per l'abnegazione, la disponibilità e la professionalità mostrata nel quotidiano operato.

  • Visita del Ministro degli Interni del Regno Unito al “Centro Operativo Nazionale Guardia Costiera
    on 5 Dicembre 2021 at 8:12

    Categoria: EventiLuogo: Roma​Nel pomeriggio di giovedì 2 dicembre il Ministro degli Interni (Secretary of State for the Home Department) del Regno Unito, Mrs. Priti Patel, è stata ricevuta dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola Carlone.Nell’occasione il Ministro ha visitato la Centrale Operativa della Guardia Costiera (Italian Maritime Rescue Coordination Centre) dove, a cura del Capo Centrale C.V. (CP) Gianluca D’Agostino, sono stati illustrati i sistemi di monitoraggio ed informazione del traffico marittimo ed è stata descritta l’organizzazione nazionale di ricerca e soccorso in mare, con particolare riferimento al ruolo del Corpo per il coordinamento delle operazioni di salvaguardia della vita umana connesse ai flussi migratori.Il Ministro, nel rivolgere il forte e sentito ringraziamento del governo britannico per la quotidiana e defatigante opera di soccorso svolta dal personale del Corpo, ha dimostrato grande interesse per le specifiche attribuzioni della Guardia Costiera, come testimoniano le numerose domande sulle attività condotte nel Mediterraneo - anche nell’ambito delle operazioni congiunte sotto l’egida dell’agenzia UE FRONTEX - e, in particolare, sulle analogie con i recenti eventi che hanno coinvolto imbarcazioni di migranti nel Canale della Manica.Al termine della visita il Comandante Generale ha offerto in dono al Ministro il tradizionale crest della Guardia Costiera.

  • Firmato il memorandum d'intesa tra il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera e la US Coast Guard
    on 4 Dicembre 2021 at 8:58

    Categoria: EventiLuogo: Roma​Il Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, ed il Comandante della Guardia Costiera degli Stati Uniti, Ammiraglio Karl L. Schultz hanno firmato  in data 02/12/2021 il protocollo d'intesa tra il Comando Generale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera e la United States Coast Guard, con lo scopo di rafforzare la cooperazione bilaterale per il conseguimento di obiettivi comuni.L'accordo, firmato in forma digitale dai rispettivi Comandi Generali, interessa diversi ambiti operativi di cooperazione: dalla salvaguardia della vita umana in mare, alla sicurezza della navigazione, dal monitoraggio e controllo del traffico marittimo alla sicurezza delle infrastrutture portuali, senza dimenticare l'importante sinergia nell'ambito della formazione del personale, per garantire un proficuo scambio di esperienze nella gestione delle situazioni di emergenza in mare.  "La salvaguardia della vita umana in mare è per noi la prima missione" ha sottolineato l'Ammiraglio Carlone che aggiunge: "Questo protocollo sancisce una collaborazione che va avanti in maniera strutturata da tempo, attraverso visite bilaterali tenute a Washington ed a Roma, ed anche a seguito dell'ambito riconoscimento Quality shipping for the 21st  Century, che da anni proprio la US Coast Guard assegna alla Guardia Costiera Italiana quale Amministrazione di bandiera che ha conseguito, nell'ultimo triennio, prestazioni di eccellenza nel campo marittimo"."Il Memorandum è il risultato di anni di collaborazione, ed assume un valore ancora più alto in un periodo così complesso come l'emergenza pandemica da Covid-19. Siamo entusiasti di condividere con la Guardia Costiera italiana i nostri modelli di intervento operativo e i nostri corsi di formazione" sono state le parole del Comandante della US Coast Guard, Ammiraglio Karl L. Schultz. All'evento erano presenti il Capo Ufficio Affari Internazionali del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Capitano di Vascello (CP) Claudio Manganiello e l'Assistant Naval Attachè dell'Ambasciata USA a Roma, Commander Michael Nunziato

  • Il Comandante Generale a Londra per una serie di incontri istituzionali
    on 2 Dicembre 2021 at 12:14

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LondraNei giorni scorsi, nell'ambito di una serie di incontri istituzionali all'estero, il comandante Generale della Guardia Costiera italiana, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, è stato ricevuto dal Segretario Generale dell'I.M.O. - l'Agenzia specializzata delle Nazioni Unite responsabile della sicurezza e della protezione della navigazione e della prevenzione dell'inquinamento marino -, il sudcoreano Kitack Lim. Ad accompagnare il Comandante generale, l'Ammiraglio Ispettore Luigi Giardino e il Capitano di Vascello Claudio Manganiello, rispettivamente Capo del 6° Reparto Sicurezza della Navigazione marittima e Capo Ufficio Affari Internazionali del Comando generale di Roma.Durante l'incontro sono stati affrontati temi di importanza strategica attinenti alla sicurezza del trasporto marittimo e alla ricerca e soccorso in mare, con riferimento anche all'impegno del Corpo nelle "mass rescue operations" condotte nel Mediterraneo centrale. Al centro della discussione, anche gli effetti del cambiamento climatico nel settore marittimo, e l'attività che la Guardia Costiera italiana ed i suoi comandi territoriali hanno garantito nel corso del frangente pandemico che ha investito la comunità internazionale.A conclusione del momento di scambio, Il Segretario Generale Lim ha espresso parole di apprezzamento e gratitudine verso la Guardia Costiera italiana, anche per la qualificata e competente azione che svolge nell'ambito delle riunioni internazionali dell'Assemblea, l'Organo di governo dell'IMO, composto dagli Stati membri, che si riunisce periodicamente e delibera sui temi di interesse marittimo. In occasione della presenza a Londra dell'Ammiraglio Carlone, si è tenuto anche l'incontro con Claire Hughes, direttrice della Her Majesty's Coastguard, organizzazione a ordinamento civile - tra le più antiche organizzazioni di salvataggio al mondo e in procinto di compiere 200 anni il prossimo 15 gennaio – che dipende dal Ministero dei Trasporti inglese, con funzioni molto simili a quelle della Guardia Costiera Italiana. La parentesi inglese del Comandante generale si è conclusa il 30 novembre, data in cui l'Ammiraglio Carlone ha incontrato l'Ambasciatore d'Italia a Londra, Raffaele Trombetta - che svolge anche funzioni di Rappresentante Permanente italiano presso l'IMO ed è stato recentemente eletto vicepresidente dell'Assemblea – con il quale sono state trattate questioni marittime legate alle funzioni e alle competenze specifiche della Guardia Costiera.

  • IL NUMERO DI DICEMBRE E’ IN EDICOLA
    by Luca on 1 Dicembre 2021 at 6:57

    Questo mese, la nostra rivista apre con la rubrica Primi Passi, in cui Gherardo Zei ci parlerà della zavorra e di tutti i suoi segreti. A seguire il racconto di Stefano Govi che ci parla di Valerio Grassi e delle ricciole di Capraia. Per le nostre interviste, Gherardo Zei incontra Luigi Puretti che ci parlerà

  • Video Pesca Sub: Il Grosso Dentice Intanato (7 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 29 Novembre 2021 at 16:59

    La sorpresa nella pesca può essere sempre dietro l’angolo. Nel caso di Rafa Castro, si è trattato di un grosso dentice che stazionava sotto una sorta di grande tettoia di roccia. Un tiro non particolarmente difficile, se non nel tempismo di anticipare il pesce prima imboccasse l’uscita di sicurezza. Un incontro davvero raro che, ai Apnea Magazine

  • LNI Follonica Festeggia il 50° Anniversario dalla Fondazione
    by Redazione Apnea Magazine on 27 Novembre 2021 at 17:05

    Quella che negli anni '70 era solo una piccola attività gestita da una manciata di amici, è oggi un ambiente sportivo tra i più fiorenti di Follonica, dove sono nate importanti eccellenze a livello agonistico, sia per le attività subacquee che per la vela. Apnea Magazine

  • Nave Gregoretti, della Guardia Costiera Italiana, impegnata all'estero in Missione Internazionale, partecipa ad esercitazione SAR
    on 25 Novembre 2021 at 14:19

    Categoria: AttivitàLuogo: CiproLo scorso 21 novembre, Nave Bruno Gregoretti della Guardia Costiera Italiana, impegnata in una missione internazionale nelle acque del Mar Mediterraneo orientale, ha effettuato una sosta operativa a Larnaca, nella Repubblica di Cipro.L'impiego in attività operativa internazionale della Nave Gregoretti, sotto il coordinamento dell'Agenzia Europea di Controllo Pesca (EFCA), mira a rafforzare la cooperazione tra gli Stati Membri dell'Unione Europea, nell'ambito della lotta alla pesca illegale, una delle più grandi minacce per gli ecosistemi marini che rischia di vanificare gli sforzi nazionali e regionali a sostegno della biodiversità marina.In occasione della sosta cipriota, l'unità italiana ha ricevuto a bordo la visita dell'Ambasciatore d'Italia a Cipro, Andrea Cavallari, che è stato accolto dal Comandante della nave, Tenente di Vascello Salvatore Malaponti.All'incontro hanno preso parte anche Mr. Andreas Eliades (Consigliere Diplomatico del Ministro della Difesa), Mrs. Marina Argyrou (Direttore del Dipartimento della Pesca del Ministero dell'Agricoltura, dello sviluppo rurale e dell'Ambiente), il Capitano di Fregata Ivan Savarese dell'Ufficio Affari Internazionali del Comando Generale della Guardia Costiera italiana, il Capitano di Fregata Minas Solomonides della Marina Militare Cipriota ed il Capitano di Corvetta (Marina Cipriota) Andreas Charalambides, Comandante del Joint Rescue Coordination Center (JRCC) di Larnaca.Nell'occasione, l'Ambasciatore ha espresso parole di vivo apprezzamento per l'impegno della Guardia Costiera Italiana nelle molteplici attività istituzionali, con particolare riguardo all'attività di ricerca e soccorso in mare, oltreché alla vigilanza sulle attività di pesca e all'azione di contrasto all'inquinamento ambientale marino e costiero.L'incontro con l'ambasciatore e gli altri illustri ospiti è poi proseguito con la conoscenza dell'Unità, delle sue capacità operative e delle tecnologie di cui essa dispone. Nel corso della sosta nel porto di Larnaca non sono mancati anche incontri bilaterali tra la Guardia Costiera Italiana e il Joint Rescue Coordination Center Cipriota, in chiave di confronto sinergico sulle reciproche esperienze e capacità operative, con la finalità di rafforzare la cooperazione internazionale tra le due Organizzazioni, unite da obiettivi e interessi comuni.In tale ottica, Nave Gregoretti ha preso parte, il successivo 23 novembre, ad un'esercitazione congiunta di ricerca e soccorso (SAREX), organizzata dal Joint Rescue Coordination Center di Larnaca nelle acque antistanti l'isola di Cipro, nell'ambito della quale, grazie anche al coinvolgimento di un elicottero AW139 della polizia cipriota è stata simulata l'evacuazione medica di un infortunato.

  • Il Comandante Generale incontra i Vertici delle agenzie europee
    on 22 Novembre 2021 at 9:20

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaNei giorni scorsi il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, si è recato in visita all'estero per svolgere diversi incontri istituzionali.In particolare, nella città di Vigo ha incontrato Susan Steele, Direttrice esecutiva dell'EFCA, l'Agenzia Europea di Controllo della Pesca. Durante il briefing che si è tenuto per l'occasione, il Comandante Generale e la Direttrice hanno discusso delle attività operative poste in essere per la tutela delle comuni risorse ittiche e di come poter rafforzare ulteriormente la collaborazione tra l'Agenzia e la Guardia Costiera. Nel corso dell'incontro - inoltre - anche un collegamento con la Nave Gregoretti della Guardia Costiera italiana, impegnata proprio in questi giorni in una missione all'estero per il controllo della pesca in mare.Ma non solo. Giunto nella città di Lisbona, il Comandante Generale si è recato nella sede dell'EMSA - l'Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima - dove ha partecipato all'apertura dei lavori per il 62° meeting del Consiglio di Amministrazione, di cui ha fatto parte dal 2008 (dal 2017 ha ricoperto anche l'incarico di deputy chairman e di rappresentante nazionale). Incarico – quest'ultimo – passato, in occasione della sua nomina a Comandante Generale, all'Ammiraglio Enrico Castioni, mentre il comandante Claudio Manganiello ricoprirà l'incarico di membro nazionale alternato. Durante la visita all'EMSA, il Comandante Generale ha incontrato Maja Markovčić Kostelac, Direttrice esecutiva, con la quale ha potuto approfondire le comuni tematiche legate alla sicurezza della navigazione. In occasione della stessa visita, inoltre, non è mancato un momento di saluto con il personale del Corpo che presso l'Agenzia svolge le molteplici funzioni di Guardia Costiera per la sicurezza della navigazione e la tutela ambientale. Sempre a Lisbona, infine, l'Ammiraglio Carlone è stato ricevuto dall'Ambasciatore Cav. Carlo Formosa; un'occasione - questa - per un saluto istituzionale tra i rappresentanti di due Amministrazioni unite da sentimenti di stima a interessi comuni.

  • Concluso il 33° Tirocinio Avanzato di Manovra propedeutico all’abilitazione al Comando delle navi maggiori del Corpo.
    on 18 Novembre 2021 at 14:25

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Messina​Si è recentemente concluso, presso il Centro di formazione specialistica VTMIS ed attività operative di Messina, il 33° Tirocinio Avanzato di Manovra propedeutico all'ottenimento dell'abilitazione al Comando unità navali maggiori del Corpo delle Capitanerie di porto.Tale attività, rivolta a favore di sette giovani Ufficiali che hanno recentemente completato l'iter formativo presso l'Accademia navale di Livorno, costituisce un momento fondamentale nel percorso professionale che vedrà il personale impiegato a bordo delle unità navali per assumerne in futuro il Comando. Obiettivo del corso è consentire al personale, mediante mirate attività addestrative, periodi di temporanei imbarchi, partecipazione a moduli di sicurezza presso i Centri di addestramento di Forza Armata, di acquisire quelle abilità necessarie per la conduzioni delle Unità navali maggiori del Corpo.Il Centro di formazione specialistica di Messina, incardinato nell'ambito del Reparto Supporto navale, ricorrendo all'esperienza pratica di personale altamente specializzato abitualmente impiegato a bordo, è centro di eccellenza per la formazione e addestramento nel settore delle attività operative in mare.In chiusura di corso, in occasione della Cerimonia di consegna attestati di superamento del momento formativo, i frequentatori hanno avuto modo di incontrare in rappresentanza del Comando Generale il Capo Ufficio Scuole e formazione, Capitano di Vascello  Gennaro Pappacena che ha sensibilizzato gli Ufficiali sull'importanza di tale momento formativo che proietta il personale nell'assolvimento di delicati futuri incarichi.

  • Nave Gregoretti, della Guardia Costiera Italiana, impegnata nella Missione Europea “IUU” per il contrasto alla pesca illegale
    on 17 Novembre 2021 at 13:55

    Luogo: GreciaIl 15 novembre 2021 Nave Gregoretti della Guardia Costiera italiana ha effettuato una sosta operativa a Heraklion, in Grecia, nell'ambito della missione IUU - Illegal, Unreported and Unregulated fishing - in contrasto della pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, vera e propria minaccia per gli ecosistemi marini.L'attività, che l'Unione Europa sostiene attraverso l'Agenzia EFCA (European Fisheries Control Agency), prevede operazioni congiunte di pattugliamento e di controllo nel Mar Mediterraneo e nelle altre zone marittime di interesse dell'Unione, allo scopo di sostenere gli sforzi nazionali e regionali volti a garantire la sostenibilità ambientale e a preservare la biodiversità marina.Durante la sosta, Nave Gregoretti ha ricevuto la visita dell'Ambasciatrice d'Italia in Atene, Patrizia Falcinelli.Accolta dal Contrammiraglio Giuseppe Aulicino, Capo del Reparto "Piani e Operazioni" del Comando Generale del Corpo, e dal Tenente di Vascello Salvatore Malaponti, Comandante della Nave - l'Ambasciatrice, nel suo indirizzo di saluto, ha ringraziato la Guardia Costiera per il contributo fornito nella missione europea in contrasto alla pesca illegale denominata IUU, esprimendo vivo apprezzamento per le attività operative svolte anche dalla componente aerea, che ha potuto apprezzare durante il volo da Atene a Heraklion a bordo del velivolo ATR42 in assetto maritime patrol.Nel suo intervento ha, altresì, enfatizzato come le funzioni della Guardia Costiera siano caratterizzate da "una serie di attività complesse e variegate, che testimoniano la fiducia che la Repubblica affida a questo Corpo d'eccellenza, sicura di porre in buone mani compiti importanti, quali la sicurezza dell'uso del mare, la tutela dell'ambiente marino, il controllo della regolarità della pesca, la sicurezza della navigazione e il contrasto ai traffici illeciti. Compiti a cui si è aggiunto, negli ultimi anni in particolare, il salvataggio nel Mediterraneo".Tra gli illustri ospiti presenti a bordo, anche il Viceministro allo sport presso il Ministero della Cultura - Eleftherios Avgenakis -,  diversi parlamentari nazionali, il Governatore di Creta, il Comandante del 7° Comando Regionale della Guardia Costiera greca di Heraklion e il presidente della Port Authority.

  • Siglato a Venezia un protocollo d’intesa tra il Corpo delle Capitanerie di porto e l'Agenzia del Demanio
    on 17 Novembre 2021 at 10:48

    Data: 17/11/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: VeneziaNella Sala Guarana della storica sede della Direzione Marittima del Veneto, ubicata di fronte al bacino di San Marco a Venezia, il Direttore Regionale dell'Agenzia del Demanio, dott. Massimo GAMBARDELLA e il Direttore Marittimo del Veneto, Ammiraglio Ispettore Piero PELLIZZARI, in rappresentanza dei rispettivi enti centrali, hanno proceduto allo scambio delle firme in calce alla Convenzione che, nel comune interesse di valorizzare il patrimonio infrastrutturale pubblico, costituisce la base per l'avvio di una serie di interventi progettuali e manutentivi di ripristino ed adeguamento funzionale di quattro diversi immobili in uso alla Capitaneria di porto di Venezia ed all'Ufficio Circondariale Marittimo di Jesolo.Tra gli altri, la convenzione prevede l'avvio delle fasi di progettazione e di analisi di vulnerabilità sismica per l'Ex Scoletta di Santo Spirito, ubicata a Venezia, e per l'Ex Casa del Littorio, ubicata nel centro di Jesolo, due immobili storici, parti integranti del tessuto urbano ai quali verrà restituito un ruolo di rilievo.

  • Si amplia la flotta navale della Guardia Costiera: al via la progettazione e costruzione di una nuova nave multiruolo “green”
    on 15 Novembre 2021 at 15:40

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​È stato firmato oggi, 15 novembre 2021, a Roma, nella sede del Comando Generale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, il contratto per la progettazione e la costruzione di un'unità d'altura multiruolo (UAM).La firma è avvenuta tra il Comandante generale, l'Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, e l'Amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, quest'ultimo in rappresentanza delle due società, Fincantieri e Cantiere Navale Vittoria, che opereranno attraverso un raggruppamento temporaneo di imprese (RTI).L'ordine, che conclude la procedura di gara di appalto ed ha un valore di circa 80 milioni di euro, prevede la costruzione di una unità d'altura multiruolo e il relativo servizio di temporary support per la durata di 5 anni, oltre alla possibilità dell'esercizio del diritto di opzione per la realizzazione di ulteriori 2 unità.Il progetto coniuga le esigenze operative della Guardia Costiera con l'esperienza maturata con le navi "Dattilo" e "Diciotti", consegnate da Fincantieri nel 2013 e 2014.La nuova nave, grazie alle sue peculiari caratteristiche, potrà operare nell'assolvimento delle diverse mission affidate dalle leggi dello Stato alla Guardia Costiera, dal soccorso in mare alla sicurezza della navigazione, dalla tutela dell'ambiente marino a quella delle risorse ittiche, fino ad arrivare all'impiego nell'ambito dei dispositivi di protezione civile.L'unità navale potrà essere impiegata in missioni d'altura a lungo raggio, con un'autonomia logistica di almeno 20 giorni, superiore a 4.800 miglia, nelle quali potrà assumere, grazie alle tecnologie e ad avanzati sistemi di comunicazione e scoperta presenti a bordo, anche il ruolo di comando e controllo per il coordinamento di mezzi aeronavali nelle aree di operazione.Con una lunghezza totale di circa 85 metri, la nave sarà caratterizzata da eccellenti qualità in termini di tenuta del mare nonché di elevata manovrabilità, garantita da un sistema di propulsione elettrico di tipo azimutale (due azipod) alimentati da una centrale di generazione elettrica e da due eliche di manovra prodiere per il posizionamento dinamico, che garantiscono la sostenibilità ambientale della nave. La presenza di un ampio ponte di lavoro con gru off-shore e una rampa di imbarco per veicoli ruotati, insieme al ponte di volo per l'appontaggio e il decollo di elicotteri, a dedicate rescue zone con relativi battelli gonfiabili a chiglia rigida (Rigid Hull Inflatable Boat), ai sistemi antinquinamento (rec-oil), alla zona ospedale e altre dotazioni, favoriscono l'elevata versatilità e la necessaria capacità multiruolo dell'unità navale."La Guardia costiera cresce al passo con lo sviluppo della cantieristica italiana" ha dichiarato l'Ammiraglio Carlone, Comandante Generale della Guardia Costiera "uno sviluppo necessario per un'organizzazione con un forte carattere tecnologico, professionale e operativo che è arrivata ad affermarsi come un'eccellenza del nostro Paese, riconosciuta anche a livello internazionale"."A pochi mesi – dichiara Paolo Duò, Presidente del Cantiere Navale Vittoria – dalla consegna delle ultime unità realizzate per la Guardia Costiera, fiore all'occhiello della nostra flotta, il Comando Generale delle Capitanerie di Porto ha nuovamente riconosciuto alla nostra azienda il know how maturato nella progettazione e costruzione di unità militari e paramilitari e di questo siamo onorati. In questa nuova avventura saremo partner di uno dei principali player mondiali della cantieristica navale al quale ci unisce da tempo un importante rapporto di collaborazione. Insieme a Fincantieri, infatti, andremo a rafforzare le capacità operative del corpo delle Capitanerie di Porto garantendo, come sempre, massima affidabilità e il rispetto dei più elevati standard qualitativi".Giuseppe Bono, Amministratore delegato di Fincantieri, ha commentato: "Siamo orgogliosi di poter nuovamente contribuire ad ampliare e potenziare le capacità operative della nostra Guardia Costiera con una nave realizzata per assolvere una varietà di missioni eterogenee. Questo ordine, infatti, conferma la grande versatilità del Gruppo, che oggi è in grado di offrire prodotti che rispondono con più alto grado tecnologico sul mercato alle esigenze specifiche di clienti diversi, in ciascun settore in cui operiamo".

  • Premio Internazionale “Nassiriya Per La Pace”: tributo speciale al personale del Corpo distintosi per coraggio e impegno civile
    on 11 Novembre 2021 at 11:47

    Data: 11/11/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: CamerotaLo scorso 9 novembre, presso l’anfiteatro del Santuario dell’Annunziata di Licusati, nel Comune di Camerota, si è tenuta l’VIIIª edizione del Premio Internazionale Nassiriya per la Pace.Il Premio - organizzato dall’associazione culturale Elaia e patrocinato, tra gli altri, anche dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, dal Ministero della Difesa, dalla Regione Campania, dalla Città Metropolitana di Roma Capitale e dalla Provincia di Salerno - ha cadenza annuale e viene conferito a persone che si sono distinte nel campo sociale e per la loro attività di promozione della pace.Durante la mattinata - alla presenza del sottosegretario di Stato alla Salute Pierpaolo Sileri (anch’egli tra le personalità premiate) e del presidente della commissione Difesa Gianluca Rizzo -, ha avuto luogo la commemorazione dei caduti di Nassiriya. Nel corso della cerimonia sono state premiate numerose personalità del mondo della cultura, dell’arte e della Difesa. Un tributo speciale è andato anche a militari del Corpo, particolarmente distintisi per coraggio e impegno civile nell’ambito della salvaguardia della vita umana in mare, della tutela ambientale e del contrasto alla pesca illegale. Nel pomeriggio - a conclusione dell’evento -, una rappresentanza di studenti ha potuto visitare Nave “Roberto Aringhieri” della Guardia Costiera, ormeggiata per l’occasione nel Porto di Camerota. L'unità - cofinanziata con fondi europei nell'ambito del Fondo Sicurezza Interna 2014/20 - recentemente consegnata al Corpo, è una delle sue navi, impegnata quotidianamente nel garantire la sicurezza marittima e la protezione dell’ecosistema marino e costiero.

  • A Viareggio, la XIV edizione del Festival della Salute, con la partecipazione anche della Guardia Costiera
    on 6 Novembre 2021 at 10:07

    Data: 06/11/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: viareggioSi è tenuta la scorsa settimana a Viareggio, la XIV edizione del Festival della Salute 2021, un evento di rilevanza nazionale per la sensibilizzazione dei cittadini sull'importanza della prevenzione e del "valore-salute", con qualificati momenti di confronto su temi emergenti nel settore della medicina e della sanità.L'evento, inaugurato in videocollegamento dal Ministro della Salute Roberto Speranza, ha trattato in maniera trasversale anche tematiche ambientali, in ragione del particolare legame che le unisce a valori importanti come "salute" e "benessere".Tematiche, quelle attinenti l'ambiente e la sua tutela, al centro di una serie di interventi che hanno interessato relatori della Capitaneria di porto di Viareggio, con l'apertura dei lavori che ha visto la partecipazione del Capitano di Fregata Alessandro Russo, Comandante della Capitaneria viareggina. Quest'ultima, infatti, ha preso parte attivamente al festival e, in particolare, a 5 dei panel che lo componevano, nel corso dei quali si è parlato dell'attività del Corpo per la tutela dell'ambiente marino e costiero e della biodiversità, della risorsa ittica e del consumatore finale della pesca.Si è tenuta la scorsa settimana a Viareggio, la XIV edizione del Festival della Salute 2021, un evento di rilevanza nazionale per la sensibilizzazione dei cittadini sull'importanza della prevenzione e del "valore-salute", con qualificati momenti di confronto su temi emergenti nel settore della medicina e della sanità.L'evento, inaugurato in videocollegamento dal Ministro della Salute Roberto Speranza, ha trattato in maniera trasversale anche tematiche ambientali, in ragione del particolare legame che le unisce a valori importanti come "salute" e "benessere".Tematiche, quelle attinenti l'ambiente e la sua tutela, al centro di una serie di interventi che hanno interessato relatori della Capitaneria di porto di Viareggio, con l'apertura dei lavori che ha visto la partecipazione del Capitano di Fregata Alessandro Russo, Comandante della Capitaneria viareggina. Quest'ultima, infatti, ha preso parte attivamente al festival e, in particolare, a 5 dei panel che lo componevano, nel corso dei quali si è parlato dell'attività del Corpo per la tutela dell'ambiente marino e costiero e della biodiversità, della risorsa ittica e del consumatore finale della pesca.

  • Presentato al "Lucca Comics & Games" il Calendario istituzionale 2022 della Guardia Costiera
    on 2 Novembre 2021 at 14:17

    Luogo: LuccaÈ stato presentato ieri, sul palco del festival Lucca Comics & Games, il nuovo Calendario istituzionale 2022 della Guardia Costiera.12 tavole d'autore - disegnate da Mauro Pallotta, in arte Maupal - dove il vissuto quotidiano delle donne e degli uomini del Corpo si fondono con lo stile tipico della street art. Sobrietà istituzionale e arte si incontrano a rappresentare le tante professionalità del Corpo in un'opera a metà strada tra immaginazione e verosimiglianza.Moderato dalla giornalista RAI Roberta Ammendola, l'evento ha visto la presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone: "Per il Calendario 2022 " - ha commentato l'Ammiraglio nel suo saluto di benvenuto - "ci siamo rivolti a Maupal, artista di fama internazionale, geniale e fantasioso, capace di connettere l'arte con l'ironia. L'idea di fondo è stata quella di avvicinare ancor di più i giovani al nostro mondo, per scoprire ogni mese dell'anno le tante figure professionali che compongono il Corpo".Alle parole dell'Ammiraglio hanno fatto eco quelle di Maupal, che nel salutare i presenti ha dichiarato: "Nel realizzare le 12 tavole mi sono ispirato alle principali professionalità presenti nel Corpo delle Capitanerie di porto. Ho potuto esprimere, così, il mio amore per il mare dando forma, espressione e significato al lavoro quotidiano di uomini e donne al servizio dei cittadini e in difesa del mare".Presente sul palco, ad animare l'evento,  anche un altro grande artista: Luca Ward, noto attore e doppiatore televisivo nonché "uomo di mare", che in un suggestivo voice-over ha prestato la sua voce per dare vita ai personaggi creati da Maupal.Come ogni anno - poi - il Calendario si è arricchito di preziose collaborazioni, come quella con l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che ne ha curato la grafica e la stampa.Ma non solo. Grazie al coinvolgimento e alla solidarietà degli artisti e dei professionisti  che hanno reso possibile la realizzazione del Calendario, anche l'Unicef (di cui la Guardia Costiera italiana è "Goodwill Ambassador") si è unita al progetto, destinando tutti proventi della vendita del Calendario 2022 alla protezione dei bambini dell'Afghanistan, come peraltro ha ben evidenziato in un suo breve intervento il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale del Corpo.L'evento è quindi proseguito con la proiezione dei video di backstage e di presentazione del Calendario 2022, un momento che ha permesso l'avvicendarsi, sul palco, di tutte le figure professionali della Guardia Costiera ritratte nel Calendario, ognuna delle quali ha potuto raccontarsi brevemente parlando di sé ai presenti. Nel corso della manifestazione - alla quale hanno preso parte anche il Direttore Marittimo della Toscana Contrammiraglio Gaetano Angora, il Capo del Compartimento Marittimo di Viareggio Comandante Alessandro Russo, il Presidente del consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo e il Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini - Luca Ward ha potuto raccontare la sua esperienza di collaborazione con la Guardia Costiera; mentre Maupal - dopo uno scambio di battute con la moderatrice - si è cimentato nella realizzazione "dal vivo" di uno dei suoi iconici bozzetti.Al termine della presentazione è intervenuto il Comandante Generale - l'Ammiraglio Carlone - che, nel ringraziare Maupal e Ward per la loro presenza e la preziosa collaborazione, ha concluso: "Voi, ormai, fate parte ufficialmente della grande famiglia della Guardia Costiera! Benvenuti a bordo!".Video di presentazione del Calendario Guardia Costiera 2022​Servizi radio/televisivi

  • Premiato l’ Ammiraglio Giardino dalla Cruise Lines International Association (CLIA)
    on 2 Novembre 2021 at 14:09

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: GenovaCLIA, l'Associazione internazionale che raggruppa le principali compagnie crocieristiche del mondo, lo scorso 28 ottobre 2021, ha organizzato, presso i locali dei Magazzini del Cotone del porto antico di Genova, l'Annual Dinner 2021.Nell'ambito di tale evento, CLIA, alla presenza di autorità civili e militari, nazionali e locali,  ha premiato tre funzionari della pubblica Amministrazione riconoscendo in loro "uno straordinario esempio di capacità professionali, dedizione, volontà e competenza a sostegno del settore crocieristico durante il corso della pandemia".Il riconoscimento è stato attribuito, in particolare, all'Ammiraglio Ispettore (CP) Luigi Giardino (Capo del VI Reparto – Sicurezza della Navigazione e Marittima del Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto), al Dott. Ulrico Angeloni (Ministero della Salute - Capo Ufficio 3 - Coordinamento tecnico degli Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera e dei Servizi territoriali di assistenza sanitaria al personale navigante USMAF- SASN) ed al Dott. Luigi D'Angelo (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Ufficio del direttore operativo per il coordinamento delle emergenze della Protezione civile).

  • Il NUMERO DI NOVEMBRE È IN EDICOLA
    by Luca on 2 Novembre 2021 at 5:43

    Nella nostra rivista, questo mese, un lungo reportage tutto dedicato ai Mondiali. Scopriremo come  il nostro Giacomo De Mola ha conquistato il titolo di Campione del Mondo e quali sono stati tutti i retroscena ed i protagonisti di questa manifestazione. Ma non solo Mondiale, in questo numero. Parleremo anche del Campionato italiano di Qualificazione svoltosi a

  • BEAT YESTERDAY AWARDS 2021: IL 2 DICEMBRE GARMIN PREMIA I SOGNI DIVENTATI REALTÀ
    by Luca on 28 Ottobre 2021 at 5:49

    COMUNICATO STAMPA 26 Ottobre 2021 Sono i premi dei sogni cullati, degli obiettivi raggiunti, dei desideri realizzati. Non solo dal punto di vista sportivo ma anche da quello umano. Anche quest’anno torna la cerimonia di consegna dei Garmin Beat Yesterday Awards 2021, che si terrà a inizio dicembre: una serata in cui verranno premiati cinque

  • Al Comando Generale, il ricordo del compianto Ammiraglio Di Marco
    on 23 Ottobre 2021 at 8:37

    Categoria: EventiLuogo: RomaIl 21 ottobre, alla presenza del Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, si è svolta presso la sala riunioni del Reparto 4^ Mezzi aerei, navali e terrestri del Comando generale una sobria cerimonia per ricordare, nel giorno del suo compleanno, l'Ammiraglio Ispettore Vincenzo Di Marco, prematuramente scomparso il 23 giugno dello scorso anno. Alla presenza dei familiari, il CV(CP) Luciano Del  Prete, amico e collega con il quale l'Ammiraglio Di Marco ha condiviso gli ultimi intensi anni di servizio, ne ha ricordato con commossa partecipazione la figura ed il tratto di persona brillante, gioviale, umana e coinvolgente, di Ufficiale del Corpo dal bagaglio professionale inesauribile e vastissimo, testimoniando il grande affetto e la profonda stima che ha lasciato nei numerosi colleghi del Reparto e del Comando generale tra i quali, presenti alla cerimonia, il Vice Comandante generale, Ammiraglio Antonio Basile ed il Capo del Reparto Personale, Ammiraglio Nunzio Martello, nonché i Capi reparto del comando generale ed il personale tutto del Reparto.La stessa sala riunioni del Reparto, modernamente rinnovata e ristrutturata, è stata, quindi, intitolata all'Ammiraglio Di Marco, quale segno tangibile di riconoscenza e di stima ed a memoria dei tanti incarichi ricoperti presso il Comando generale, momento questo suggellato dalla benedizione da parte del Cappellano militare del Comando generale e dal simbolico taglio del nastro da parte della moglie, Liliana Edith Scarazzato. Al ricordo commosso di amici e colleghi, si è unito, infine, quello dell'Ammiraglio Carlone che ha voluto rinnovare alla famiglia l'affetto e la vicinanza dell'equipaggio degli uomini e delle donne della Guardia Costiera che per tanti anni hanno rappresentato la sua "famiglia professionale" e che, in quei luoghi, lo ricorderanno animato da quella incondizionata passione e dedizione al lavoro che ne ha caratterizzato ogni istante della sua brillante carriera.

  • Le “Storie di mare” incantano il Lingotto. La Guardia Costiera al Salone Internazionale del libro di Torino con una collana dedicata al mare
    on 18 Ottobre 2021 at 12:12

    Luogo: TorinoIl Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera ha preso parte, per la prima volta, al Salone Internazionale del Libro, la più importante manifestazione italiana dedicata ai libri e all'editoria, iniziata il 14 ottobre e in programma fino a oggi al centro congressi Lingotto Fiere di Torino. Tema di questa edizione, la prima dopo la chiusura per la pandemia, è "Vita Supernova", nel settimo centenario della morte di Dante Alighieri. La vita che riparte, dunque, e lo fa attraverso il valore della cultura e della memoria. Da qui l'idea del Comando generale di presentare, in un palcoscenico importante come il Salone di Torino, la collana letteraria, "Storie di mare", edita da All Around. Un progetto che rientra nelle iniziative editoriali promosse dal Corpo per diffondere la conservazione della memoria e dell'immenso patrimonio delle tradizioni marittime del nostro Paese."Storie di mare" è stata presentata, ufficialmente, domenica 17 ottobre, presso lo stand dello Stato Maggiore Difesa, dalla giornalista Lucia Visca, amministratore delegato di All Around e dal Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, direttore della collana e Capo ufficio comunicazione del Comando Generale, alla presenza degli autori Donatella Alfonso e Marco Di Milla."Questa collana – ha detto Lucia Visca nel suo saluto introduttivo – è uno dei rari esempi di collaborazione tra pubblico e privato, con la particolarità di aver pubblicato in un anno, contraddistinto dall'emergenza sanitaria causata dalla pandemia, già 5 libri; frutto di un lavoro sinergico, caratterizzato da una grande qualità e da una attenta ricerca storica." "Un momento importante - ha dichiarato il Comandante Nicastro - che suggella un percorso comunicativo con progettualità definite di comunicazione. La Guardia Costiera – ha sottolineato il direttore della collana - da anni investe sulla cultura del mare nella convinzione che un Paese a forte vocazione marittima come la nostra Italia, circondato da 8.000 chilometri di costa, debba dare quel giusto riconoscimento e valore al mare non soltanto da un punto di vista paesaggistico ma anche culturale, scientifico, storico ed economico, per raccontarlo in maniera completamente trasversale: da un punto di vista narrativo, tecnico e divulgativo. Un'idea editoriale, quella nata dalla collaborazione fra All Around e Guardia Costiera, opportuna e necessaria per parlare di valori e cultura, ma anche per raccontare episodi meno conosciuti, meno clamorosi, ma altrettanto significativi e sicuramente meritevoli di essere ricordati e portati all'attenzione di tutti."Ad oggi, questi i cinque i libri di "storie di mare" pubblicati.il primo, "Navi Mute. Il mistero sulla morte del Comandante Natale De Grazia", scritto a quattro mani dai giornalisti Giampiero Cazzato e Marco Di Milla, quest'ultimo anche sottufficiale della Guardia Costiera, parte dai valori umani e professionali che hanno contraddistinto la preziosa esistenza di De Grazia, ripercorrendo le circostanze che portarono alla sua morte. Ufficiale in servizio alla Capitaneria di porto di Reggio Calabria e tenace investigatore – ha spiegato il suo autore – De Grazia fu chiamato dalla Procura a fare luce su un traffico illecito di rifiuti radioattivi nel Mediterraneo, in virtù della sua perizia e delle sue spiccate qualità morali.Il secondo libro della collana, dal titolo "Affondate le navi", presentato dall'autrice e giornalista Donatella Alfonso è dedicato a Enrico Roni, Comandante della Capitaneria di porto di Savona, che nel giorno dell'armistizio, l'8 settembre del '43, prese una decisione difficile: quella di far allontanare il naviglio militare, di base nel porto di Savona, per non consegnarlo ai tedeschi rischiando anche la vita. Commentando, qualche anno dopo, Roni disse "Ho fatto soltanto il mio dovere".  "Questo libro - ha commentato la scrittrice Donatella Alfonso - vuole essere il giusto riconoscimento alle scelte coraggiose di un uomo, che in un momento difficile per il Paese, scelse da che parte stare".Sono altri tre i volumi che trattano altrettanti passaggi cruciali della storia della marineria italiana."Il giorno del diavolo", scritto da Maurizio Piccirilli è un libro che racconta del difficoltoso primo grande soccorso in mare: quello prestato alla nave London Valour nelle acque genovesi, negli anni settanta - periodo in cui ancora le Capitanerie non potevano disporre delle odierne tecnologie per effettuare i soccorsi in mare – conclusosi con il salvataggio di 38 membri dell'equipaggio scampati alla morte grazie al coraggio e al valore dell'allora Tenente di vascello Giuseppe Telmon, al comando di una motovedetta della Capitaneria genovese. La quarta opera della collana, che si intitola "Incanto del blu", di Marina Viola, racconta del nostro mare e, in particolare, di quel prezioso e allo stesso tempo fragile ecosistema marino presente nelle aree di maggior pregio che percorrono gli 8.000 km di coste del nostre Paese, suddivise in zone a differente grado di tutela, da sempre affidata alla Guardia costiera, per una corretta fruizione delle stesse Aree protette da parte di turisti e cittadini.Si arriva poi al libro "Silurate", e con esso ad un altro doloroso capitolo della storia marittima della nostra nazionale, ovvero uno dei tantissimi affondamenti avvenuti per causa bellica durante la Seconda guerra mondiale. La storia che viene raccontata in questo libro dal professore Luciano Zani è una storia nota, alla quale si è però deciso di conferire ulteriore potenzialità, nonché la possibilità di essere conosciuta ai più, facendo in modo che "uscisse" dalle isole ponziane per poter continuare a navigare e raccontare al Paese un piccolo grande pezzo di storia di quel periodo. La scoperta risale al 2008 quando l'Ufficio Comunicazione del Comando generale, impegnato in ricerche storiche, si imbattè nei documenti ufficiali relativi al piroscafo Santa Lucia, grazie ai quali la storia potè emergere. A conclusione dell'evento, il comandante Nicastro ha dato appuntamento ai lettori all'edizione 2022 del salone del libro, annunciando le prossime uscite della collana Storie di mare: "Sotto le stelle del Giglio", a 10 anni esatti dal naufragio della nave Costa Concordia, il ricordo della notte del 13 gennaio 2012  - in cui, sotto il coordinamento della Guardia Costiera, furono salvate oltre 4000 persone - affidato alla penna dello scrittore e sceneggiatore televisivo Salvatore De Mola. Un altro titolo, in uscita nella primavera 2022, sarà dedicato alle processioni religiose che si svolgono in mare, che da sempre vedono la Guardia Costiera occuparsi della loro sicurezza, per capire cosa rappresentano per i tanti comuni costieri che le ospitano, per le tradizioni delle popolazioni che vivono sul mare.

  • Il Comandante Generale in visita alla Direzione Marittima di Venezia
    on 18 Ottobre 2021 at 11:43

    Data: 18/10/2021 00:00:00Categoria: EventiLuogo: VeneziaLo scorso 15 ottobre il Comandante Generale della Guardia Costiera, Ammiraglio Nicola Carlone, ha fatto visita alla sede di San Marco della Direzione Marittima di Venezia ove è stato ricevuto dal Direttore Marittimo, Ammiraglio Ispettore Piero Pellizzari, ed ha incontrato i Titolari dei Comandi dipendenti di Chioggia, Jesolo, Caorle e del Garda ed il personale dipendente.L’Ammiraglio Carlone, a Venezia anche per partecipare ai lavori dell'assemblea generale della Federazione Nazionale degli Agenti Raccomandatari Marittimi e alle celebrazioni del centenario del Gruppo Ormeggiatori Venezia , ha speso parole di vivo apprezzamento per lo sforzo giornaliero della Direzione Marittima del Veneto per garantire la sicurezza della vita umana in mare, della navigazione e dei traffici portuali nonché per l'incidenza sulla salvaguardia dell’ambiente marino e sulla sostenibilità delle attività economiche e ricreative che sul mare si svolgono in un contesto estremamente complesso ed articolato, come quello veneziano.Presente in porto, per l’occasione, Nave Dattilo, unità multiruolo tipo OPV (Off-shore Patrol Vessel) da 90 metri, in rientro presso la sede di Messina dopo aver operato nel fine settimana a salvaguardia della vita umana in mare nel corso della Barcolana.

  • A Sarzana, la commemorazione del 20° anniversario dell’incidente che coinvolse il Koala 9-07 della Guardia Costiera
    on 18 Ottobre 2021 at 11:43

    Data: 18/10/2021 00:00:00Categoria: EventiLuogo: Sarzana​Si è tenuta ieri presso la Base Aeromobili della Guardia Costiera di Sarzana, la commemorazione del 20° anniversario del tragico incidente che coinvolse il velivolo "Koala 9-07" della Guardia Costiera, impegnato nell'esercitazione internazionale di ricerca e soccorso in mare "Squalo 2001" e precipitato - sulla rotta che da Grosseto portava alla foce dell'Ombrone – nella zona impervia di Poggio Lecci, la cima più alta delle colline del parco dell'Uccellina, nel grossetano.Nel drammatico evento persero la vita quattro membri dell'equipaggio: il Capitano di Corvetta Marco Parmeggiani, il Capo di 2^Classe Pasquale Esposito, il Capo di 2^Classe Michelangelo D'Onofrio e il Sottocapo di 2^Classe Massimo Antonio Pirrotta, ieri ricordati simbolicamente dal personale dei reparti volo.Il sobrio ma partecipato momento di ricordo, alla presenza del personale della Base, dei familiari delle vittime e di molti ex colleghi dei caduti, è stato presenziato dal Direttore Marittimo della Liguria, Contrammiraglio (CP) Pilota Sergio Liardo, che ha portato la vicinanza del Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Nicola Carlone e di tutto il personale del Corpo.Nella circostanza, è stato altresì ricordato anche il Capitano di Corvetta Roberto Aringhieri - cui è intitolata la base – anch'esso caduto nell'adempimento del dovere nell'ottobre del 1995, durante un'ispezione a bordo di una unità mercantile nel Mare Adriatico, disposta al fine di verificare il rispetto dell'embargo a suo tempo imposto nei confronti dei paesi balcanici belligeranti. 

  • Barcolana - Con il Ministro Patuanelli e la Guardia Costiera si parla di sostenibilità
    on 8 Ottobre 2021 at 14:08

    Categoria: EventiLuogo: Trieste​Si è svolta nella serata di ieri, presso la sede della Capitaneria di porto di Trieste, la tavola rotonda sulla "Sostenibilità ambientale nel settore della pesca e dell'intera filiera ittica", una delle iniziative di carattere culturale che hanno qualificato la Regata Velica "Barcolana" - prestigiosa competizione sportiva internazionale giunta quest'anno alla sua 53ma edizione - che ha visto convergere intorno a un tavolo virtuale, i principali rappresentanti della filiera ittica nazionale, per discutere di sostenibilità e tutela dell'ambiente.Moderato dalla giornalista Donatella Bianchi, all'evento ha partecipato il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, sen. Stefano Patuanelli, il Presidente Alleanza Cooperative pesca, il dott. Giampaolo Buonfiglio, il Direttore generale dell'Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale, la prof.ssa Paola Del Negro; presente anche il Direttore Marittimo del Friuli V.G., Ammiraglio Vincenzo Vitale.Trasversali gli argomenti trattati nel corso dell'incontro che, partendo da alcune considerazioni sullo stato di salute del Mediterraneo, hanno portato a un'analisi più complessa sulla sostenibilità della pesca; concetto, quest'ultimo, profondamente connesso all'importanza dei controlli e al monitoraggio dell'intera filiera ittica, rimesso alla regia della Guardia Costiera che lo esercita attraverso il suo Centro Nazionale di Controllo pesca di Roma. Nell'indirizzo di saluto, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, ha ringraziato la qualificata platea, evidenziando come la sostenibilità non possa prescindere dall'impegno di tutti gli attori coinvolti, proprio in ragione della molteplicità degli aspetti in ballo, da quello scientifico a quello tecnico, da quello professionale a quello comunicativo.Parole alle quali hanno fatto eco quelle del Capo Reparto piani e operazioni del Comando Generale, Ammiraglio Giuseppe Aulicino che nel proprio intervento ha affermato: «Quando si parla di pesca, di conservazione delle risorse biologiche del mare e della tecnologia necessaria per attuare una puntuale attività di controllo, si opera nell'ambito di un contesto normativo unionale, in cui la tecnologia consente di ottimizzare i controlli, come pure garantire agli operatori professionali del settore - grazie alla presenza dei sistemi satellitari di controllo in remoto presenti a bordo - maggiore sicurezza in caso di emergenza in mare».A concludere il momento di confronto, il Ministro Stefano Patuanelli, che ha chiosato: «Consentitemi di ringraziare la Guardia Costiera per tutto ciò che fa quotidianamente sul "territorio marino", un ambiente dove il controllo di ciò che accade è fondamentale per garantire che il percorso di sostenibilità avvenga in modo reale e non veda qualcuno cercare di aggirarlo».La giornata odierna ha visto invece l'apertura dei lavori del Sea Summit a cura del Comandante Generale, accompagnato nella circostanza dal Direttore Marittimo del Friuli Venezia Giulia, Contrammiraglio Vincenzo Vitale. «Quest'oggi, con la mia presenza, vi porto il saluto di tutti i Comandanti dei porti. Voglio dare riconoscimento - ha affermato l'Ammiraglio Carlone - a chi ha pensato questo evento, perché la Barcolana è un evento unico attraverso il quale è importante parlare di mare in riferimento all'ambiente, così come alla pesca, ai porti e ai trasporti. Le città nelle quali sono presenti dei porti, costituiscono un tutt'uno con la realtà portuale. Ed è importante che questo connubio – città/porti – abbia anche una forte connotazione ambientale, uno spirito green. Non è un caso, del resto, il fatto che oggi tutte le normative internazionali prestino moltissima attenzione alla questione dell'inquinamento emesso dalle navi. E anche il Corpo delle Capitanerie di porto in questo ha giocato, e gioca, un ruolo essenziale: il Blue Agreement è un passo avanti nell'uso dell'energia pulita, giacché incentiva gli armatori all'uso di un carburante più rispettoso dell'ambiente. Da questo punto di vista il Corpo cerca di essere precursore, anticipando il futuro, in uno sforzo che dovrebbe vederci tutti uniti». A suggellare gli impegni assunti nella giornata odierna, è seguita la firma del "Trieste Monfalcone Blue Agreement" firmato, tra gli altri, dall'Ammiraglio Vitale, direttore marittimo del Friuli V.G.: un accordo volontario finalizzato a mitigare gli effetti dell'inquinamento ambientale derivanti dal traffico marittimo, a tutela della salute dei cittadini e dei lavoratori portuali, in virtù del quale è previsto che le navi in fase di avvicinamento ai porti e all'ormeggio, utilizzino già un combustibile a basso tenore di zolfo con emissioni minori di quello che sarebbe normalmente ammesso dalla legge. Un primo passo, questo, ispiratosi al modello virtuoso già attivato nei porti di Genova, Savona e La Spezia, verso la transizione ecologica e la riduzione dell'uso dei combustibili fossili tradizionali.L'impegno della Guardia Costiera nell'ambito dell'evento-Barcolana vedrà domenica la presenza di Nave Dattilo  e di un elicottero Nemo AE139, oltre a  diversi mezzi navali della Guardia Costiera per garantire una cornice di sicurezza in mare durante lo svolgimento della regata.

  • Visita delegazione rappresentanti dello Yemen, del Kenya e della Somalia.
    on 4 Ottobre 2021 at 9:42

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Il 30 settembre 2021 una delegazione di rappresentanti dello Yemen, del Kenya e della Somalia ha visitato il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, evento organizzato in collaborazione con Federpesca.La delegazione, composta dal Vice Ministro dell'Agricoltura e dall'Ambasciatrice dello Yemen, dal Consigliere del Ministero della Pesca della Somalia, dalla Direttrice del comparto Guardia Costiera keniota, e dal rappresentante Somalo presso la FAO, accompagnata dal Direttore di Federpesca e da una rappresentanza dello IORA (indian Ocean Rim Association), è stata ricevuta presso il Centro Operativo Nazionale Guardia Costiera ed ha assistito ad un briefing operativo con un focus specifico sulla tematica del controllo e vigilanza della pesca marittima.Il cordiale incontro, ha rappresentato un proficuo momento di riflessione, nell'affrontare elementi di dettaglio dell'evoluzione tecnologica dei sistemi digitali di monitoraggio del traffico navale e delle flotte pescherecce.Al termine dell'incontro, i rappresentanti della delegazione, hanno auspicato la possibilità di continuare uno scambio di esperienze e di best practices tra i Paesi coinvolti, per una sempre maggiore cooperazione nel campo delle funzioni di Guardia Costiera.

  • “Navi Mute” della collana “Storie di mare” tra i vincitori del premio letterario “Carlo Marincovich”
    on 1 Ottobre 2021 at 3:57

    Categoria: EventiLuogo: RomaLo scorso 29 settembre si è svolta, a Roma, la cerimonia del premio giornalistico-letterario "Carlo Marincovich". Giunto alla sua 12^ edizione, il premio nasce per ricordare la passione e la competenza con cui, per quasi cinquanta anni, il noto giornalista, nonché appassionato velista, ha saputo raccontare il mare divulgandone la cultura sulle maggiori testate specializzate e sul quotidiano La Repubblica. Un premio, quindi, che rende merito a coloro che attraverso le proprie opere contribuiscono alla diffusione della cultura del mare in Italia.Il libro "Navi Mute. Il mistero sulla morte del Comandante Natale De Grazia", scritto a quattro mani dai giornalisti Giampiero Cazzato e Marco Di Milla, quest'ultimo anche sottufficiale della Guardia Costiera, è risultato terzo classificato nella sezione saggistica, aggiudicandosi uno dei particolarissimi premi, costituiti da cimeli donati da navigatori e atleti, cantieri nautici e yacht club, veri oggetti d'arte che testimoniano la storia del mare e della navigazione.  [I vincitori della 12° edizione del Premio Marincovich 2021]Partendo dai valori umani e professionali che hanno contraddistinto la preziosa esistenza di Natale De Grazia, il libro ripercorre le circostanze che portarono alla morte del Comandante, ufficiale in servizio alla Capitaneria di porto di Reggio Calabria, tenace investigatore, chiamato dalla Procura a fare luce su un traffico illecito di rifiuti radioattivi nel Mediterraneo, in virtù della sua perizia e delle sue spiccate qualità morali.Navi Mute, è la prima pubblicazione di una collana intitolata "Storie di mare", edita da All Around in collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera - che in poco più di un anno ha già raccolto 5 libri.  [La collana "Storie di mare"]Quello della collana è un progetto editoriale fortemente voluto dal Comando Generale, per diffondere la cultura del mare, soprattutto fra le nuove generazioni: "il nostro intento è quello di raccontare il mare a 360°, luogo di riferimento quotidiano per 11.000 donne e uomini del Corpo, declinandolo in tutte le sue espressioni, da un punto di vista narrativo, tecnico, divulgativo, storico - ha spiegato il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Direttore della collana e capo Ufficio comunicazione della Guardia Costiera - con l'auspicio che i lettori, i cittadini, possano identificarsi nel suo immenso patrimonio culturale, economico e ambientale".

  • Ottobre è in edicola
    by Luca on 1 Ottobre 2021 at 3:46

    Questo mese, inizieremo viaggiando indietro nel tempo, con la rubrica Amarcord di Emanuele Zara, che ci porterà a Mikonos, tanti anni fa: il racconto di due incredibili catture in due momenti diversi della stessa giornata. Nicola Refolo ci presenta un signore con la muta ed il fucile: Giovanni Metafuni. Non mancheranno a corredo, naturalmente, i

  • Riolo vince ancora al Campionato italiano di Qualificazione di Terrasini
    by Luca on 27 Settembre 2021 at 5:46

    Si è concluso sabato scorso il Campionato italiano di Qualificazione di Pesca in Apnea 2021, che ha avuto come scenario le acque siciliane di Cinisi e Terrasini a pochi passi da Palermo. Ad imporsi, ancora, Nicola Riolo che con i suoi 58 anni e dopo più di 40 anni di agonismo sempre ai massimi livelli,

  • La Guardia Costiera al 61° Salone Nautico di Genova
    on 23 Settembre 2021 at 14:00

    Luogo: GenovaPer molti italiani acquistare o noleggiare una barca è stato un modo per sentirsi più liberi e sicuri dopo i diversi mesi di restrizioni affrontati negli ultimi anni. Un chiaro segno di ciò è stato il Salone nautico di Genova che ha registrato il tutto esaurito con 92 mila visitatori. La manifestazione internazionale è stata inaugurata lo scorso 17 settembre alla presenza del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Prof. Enrico Giovannini. Tra gli interventi di apertura, quello del Comandante Generale, Ammiraglio Nicola Carlone, che nel suo discorso ha affermato: "Le Capitanerie di porto  contribuiscono alla crescita e sviluppo della nautica. Un'eccellenza del Made in Italy."La Guardia Costiera è stata presente alla manifestazione con uno stand innovativo, dotato di  visori VR che hanno permesso ai numerosi visitatori di far vivere a 360° le attività della Guardia Costiera, ma anche con un evento, tenutosi nella giornata inaugurale, di presentazione del bilancio dell'operazione estiva Mare Sicuro della Guardia Costiera (CLICCA QUI PER CONSULTARE I DATI) con i numeri dell'estate 2021 degli italiani.Alla presenza dell'Ammiraglio Nicola Carlone e del Direttore Marittimo della Liguria, Contrammiraglio Sergio Liardo, il Capo Ufficio Comunicazione - Capitano di Vascello Cosimo Nicastro - ha illustrato i risultati dell'attività svolta, in mare e lungo la costa, dalla Guardia Costiera nella stagione appena conclusa.L'operazione, iniziata lo scorso 19 giugno e terminata il 19 settembre, ha visto impegnati quotidianamente 3.000 militari del Corpo, 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei dislocati lungo gli 8.000 km di coste del Paese, sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore.Un'attività costante questa che la Guardia Costiera svolge in favore di tutti coloro i quali si trovano in mare per vari motivi – dalle attività diportistiche a quelle professionali - per garantire la loro sicurezza, compito affidato al Corpo dalle leggi dello Stato."Un'estate all'insegna della sicurezza, che ha evidenziato una significativa diminuzione, rispetto agli anni passati, dei nostri interventi di soccorso e degli incidenti gravi in mare." ha dichiarato nel suo intervento il Comandante Generale, Ammiraglio Nicola Carlone.Infatti, il raffronto con gli anni precedenti, con un trend in diminuzione, conferma che l'attività operativa unita a quella di informazione e prevenzione, gioca un ruolo chiave nell'accrescere la sicurezza in mare.La presentazione è poi proseguita con un focus sull'attività comunicativa svolta dal Corpo per la sicurezza in mare. Il giornalista Rai Giulio Guazzini, intervenuto sul palco, ha evidenziato l'efficacia delle campagne di comunicazione messe in campo e tra queste lo spot "Guardia Costiera: la tua sicurezza in mare. Numero per le emergenze 1530", andato in onda durante l'estate sui canali radiotelevisivi della RAI con lo scopo di richiamare l'attenzione del grande pubblico sulle modalità per entrare in contatto con la Guardia Costiera e richiedere un intervento di soccorso in mare. Oltre 65 milioni i contatti totalizzati dalla campagna.Nell'ambito dell'evento sono state anche illustrate le principali attività svolte dalla Guardia Costiera (CLICCA QUI) durante l'anno in campo ambientale. Tra queste, l'operazione "Onda blu", grazie alla quale tra le tante attività sono stati verificati numerosi impianti di depurazione, sia urbani che industriali, nonché le modalità di trasporto e trattamento dei rifiuti in transito nei porti. L'attività di polizia giudiziaria ha portato al sequestro di oltre 850mila mq di aree per illeciti ambientali. Costante anche l'azione di controllo sulla pesca marittima, che ha permesso di sequestrare oltre 60 Km di reti illegali, estremamente pericolose per l'equilibrio dell'ecosistema marino.Di rilievo anche i risultati dell'operazione "Reti fantasma", svolta su mandato del Ministero della transizione ecologica per il recupero delle reti abbandonate sui fondali marini. "Ad oggi sono oltre 25 le tonnellate di reti rimosse dai nuclei sub della Guardia Costiera" ha precisato Nicastro, "un risultato importante se pensiamo che queste reti sono responsabili dell'alterazione dell'ecosistema marino per la dispersione nell'ambiente delle micro-particelle sintetiche delle quali sono composte". Sul palco, a parlare di impegno ambientale e salvaguardia del mondo sommerso, anche l'esploratore del mare Alberto Luca Recchi.Come da tradizione, al termine dell'evento è stato svelato il tema del Calendario 2022 della Guardia Costiera, che quest'anno è stato realizzato dal noto artista urbano Mauro Pallotta, in arte Maupal. 12 tavole attraverso le quali l'artista ha saputo coniugare il suo stile iconico - e ironico - al vissuto quotidiano, fatto di impegno e professionalità, proprio delle donne e degli uomini del Corpo.Presente a Genova durante il Salone, Nave De Grazia, che proprio oggi ha ripreso il mare e l'intensa attività operativa cui è destinata. L'unità – cofinanziata con fondi europei nell'ambito del Fondo Sicurezza Interna 2014/2020 – ha ricevuto a bordo, nei giorni della prestigiosa kermesse diportistica, cittadini e autorità locali, oltreché la visita speciale dei piccoli pazienti dell'Istituto Gaslini, diventati "marinai per un giorno" nell'ambito del progetto sostenuto dalla Guardia Costiera di Genova in collaborazione con l'associazione "Il Porto dei Piccoli".  Intervista al Comandante Generale - TG1Intervista bilancio Mare Sicuro 2021​Video backstage del CalendarioVideo attività SAR  

  • L’Ammiraglio Nicola Carlone in visita al Campus Sogei
    on 23 Settembre 2021 at 11:07

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNei giorni scorsi, l'Amministratore Delegato di Sogei Andrea Quacivi ha accolto il nuovo Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, e la sua delegazione, in visita al campus Sogei per un incontro di approfondimento e conoscenza delle rispettive realtà. L'incontro è stato organizzato per presentare la realtà Sogei e descrivere la complessità delle soluzioni e dei progetti che l'Azienda realizza per i suoi Clienti, che si inseriscono nel processo di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione. In particolare, Quacivi ha sottolineato il ruolo chiave della Società nel percorso di modernizzazione del Paese, con significativa attenzione alla Business Intelligence e Cybersecurity, ma soprattutto all'implementazione di piattaforme tecnologiche evolute e banche dati integrate anche attraverso soluzioni di cloud pubblico.  "Il nostro purpose è Semplificare la vita di Noi Cittadini, un impegno che guida ogni giorno il nostro lavoro e si realizza costruendo progetti orientati alla Citizen eXperience e avendo massima capacità di execution, innovazione e semplificazione. Siamo Polo Strategico Nazionale e la nostra infrastruttura garantisce la continuità di tutti i servizi erogati, dimostrando, specialmente nel periodo pandemico, massima affidabilità e sicurezza. Recentemente siamo stati incaricati di realizzare la piattaforma per il monitoraggio del PNRR e abbiamo implementato, in tempi record, il servizio di controllo delle Certificazioni Verdi Covid-19 per la scuola" con queste parole Andrea Quacivi ha voluto valorizzare il contributo costante dell'Azienda al sistema Paese. Sogei, ha spiegato il CEO, si contraddistingue per la sua capacità di soddisfare anche esigenze straordinarie realizzando soluzioni essenziali per tutti, come l'App Immuni e le piattaforme nazionali di erogazione e verifica dei Green Pass. La visita si è conclusa al Centro Elaborazione Dati (CED) dove è stato mostrato alla delegazione il funzionamento del complesso sistema di infrastrutture tecniche e impiantistiche e descritto il processo di gestione delle circa 200 banche dati e degli oltre 900 servizi ICT di cui Sogei è responsabile. L'Ammiraglio Carlone, nel suo saluto di commiato, oltre a ringraziare l'Amministratore delegato dott. Quacivi per l'accoglienza ricevuta, ha espresso parole di vivo apprezzamento per l'eccellente lavoro svolto da Sogei nel favorire il processo di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione. "È obiettivo comune", ha concluso l'Ammiraglio "costruire insieme la progressiva digitalizzazione dei processi amministrativi a vantaggio dei privati cittadini, delle imprese e delle istituzioni".

  • Il Comandante Generale in visita agli uffici di Santa Margherita Ligure e Portofino
    on 23 Settembre 2021 at 7:02

    Data: 23/09/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Santa Margherita Ligure - PortofinoNei giorni scorsi, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, già in Liguria per prendere parte all’inaugurazione del Salone Nautico di Genova e agli eventi istituzionali ad esso connessi, si è recato in visita presso i Comandi territoriali di Santa Margherita Ligure e Portofino, accompagnato dal Direttore Marittimo della Liguria, Contrammiraglio Sergio Liardo. Ad accoglierlo rispettivamente il Tenente di Vascello Camilla Sartori Comandante dell’ Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure e il 1° Luogotenente Vincenzo Zagaria Titolare dell’Ufficio Locale Marittimo di Portofino.In occasione delle visite ai due comandi, l’Ammiraglio Carlone ha avuto anche modo di incontrare i rispettivi sindaci che gli hanno testimoniato l’apprezzamento delle collettività locali per l’operato svolto dalla Guardia Costiera in quelle due realtà territoriali. Il Comandante Generale ha altresì incontrato il personale del comando margheritese, recentemente ritornato nella sede che è stata ristrutturata a seguito dei danni subiti nell'ottobre 2018 a seguito della mareggiata del Tigullio; circostanze, queste, in cui il personale di quel comando si distinse per l'importante apporto l'assistenza assicurata alla popolazione colpita dal drammatico evento. La visita dell'Ammiraglio Carlone è poi terminata presso ufficio marittimo di Portofino, ove egli ha manifestato l'apprezzamento al personale per il lavoro svolto - a similitudine degli altri comandi del corpo sul territorio - nel corso dell'intensa stagione estiva recentemente conclusasi.

  • Il Presidente di Confitarma in visita al Comando Generale
    on 23 Settembre 2021 at 7:00

    Luogo: RomaLo scorso 14 Settembre, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone ha ricevuto, presso la sede del Comando generale, il Presidente di Confitarma, dott. Mario Mattioli ed il Direttore generale, dott. Luca Sisto.L'incontro ha costituito occasione utile per un confronto costruttivo sulle principali tematiche inerenti lo scenario marittimo italiano ed internazionale, che trova nella sinergia tra Autorità marittima, armamento e componenti del cluster un elemento fondamentale per l'intero comparto marittimo-portuale nazionale, soprattutto in un frangente delicato e strategico come quello attuale di transizione ecologica.Nell'incontro, il Presidente Mattioli ha altresì rappresentato l'impegno di Confitarma a sostenere la crescita dei traffici nazionali e la competitività della bandiera italiana, in linea con le sfide che attendono l'industria e gli interessi marittimi ed economici del Paese.La visita si è conclusa con attestazioni di stima e apprezzamento, nel segno della continuità del dialogo e dello spirito di collaborazione che sino ad oggi hanno contraddistinto i rapporti tra le due Organizzazioni.

  • Visita del Comandante Generale alla Capitaneria di Porto di Brindisi
    on 11 Settembre 2021 at 7:46

    Data: 11/09/2021 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Brindisi​Lo scorso 09 Settembre il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone, ha fatto visita alla Guardia Costiera di Brindisi, accompagnato dal Direttore Marittimo della Puglia e della Basilicata Jonica, Contrammiraglio Giuseppe Meli ed accolto dal Capitano di Vascello Fabrizio COKE, Comandante della Capitaneria di Porto.In occasione dell'incontro con il personale, l'Ammiraglio Carlone ha rivolto parole di vivo apprezzamento sia al personale militare che a quello civile per il servizio costantemente assicurato, essenziale per rispondere con prontezza e spirito propositivo alle richieste dei cittadini ed assolvere con impegno e passione nell'adempimento dei numerosi compiti istituzionali, tra i quali la tutela della salvaguardia della vita umana in mare e la tutela dell'ambiente. Con la sua visita l'Ammiraglio Carlone ha voluto testimoniare la propria vicinanza ai Comandi territoriali e agli Uffici minori che, a livello locale, rappresentano la prima fondamentale interfaccia del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, alla quale l'utenza si rivolge per i più variegati aspetti di competenza connessi con gli usi civili del mare.Durante la sua visita, l'Ammiraglio ha inoltre incontrato il Presidente della Regione Puglia Michele EMILIANO, che, esprimendo la sua gratitudine,  ha ribadito lo spirito di collaborazione che da sempre unisce la Regione con il corpo delle Capitanerie.