Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • Conferimento della cittadinanza onoraria di Santa Margherita Ligure al Capitano di Corvetta Antonello Piras
    on 19 Gennaio 2020 at 10:43

    Data: 19/01/2020 00:00:00Categoria: EventiLuogo: Santa Margherita Ligure​Ieri, a Santa Margherita Ligure, nel Salone degli Stucchi di villa Durazzo, alla presenza del Sindaco Paolo Donadoni, del Direttore marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone nonché dei rappresentanti delle amministrazioni locali, si è tenuta la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Santa Margherita Ligure al Capitano di Corvetta Antonello Piras.Il riconoscimento ha trovato fondamento nell’attività di soccorso svolta in occasione della mareggiata che nell’ottobre del 2018 colpì il golfo del Tigullio e che vide protagonista il Comandate Piras e tutto il personale dell’ufficio Circondariale marittimo, di cui era al tempo Comandante. In quella occasione drammatica furono salvate le vite di sei persone.Il Comandante Piras, a cui è stata anche conferita per questo motivo nel 2019 la medaglia d’oro al merito di Marina, ha ringraziato per il privilegio ricevuto con il conferimento della cittadinanza onoraria, un gesto simbolico che corona quel forte senso di appartenenza alla comunità locale, consolidatosi nel tempo grazie alle esperienze condivise durante il periodo di comando. […]

  • Video Pesca Sub: Una Grossa Spigola dal Nulla (5 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 17 Gennaio 2020 at 16:55

    In questa bella clip di pesca invernale, Umberto1N dimostra come non premere il grilletto sul primo pesce sparabile che passa, può talvolta premiare con la grande cattura. Durante un aspetto nell'acqua velata, appaiono prima dei saraghi fasciati e poi finalmente alcune spigole. Pesci dignitosi, ma dietro i quali appare, peraltro vicinissima, la regina dell'inverno, una grossa spigola di oltre 5 kg. Tiro senza storia e cattura da ricordare... Apnea Magazin […]

  • OMER/OSSIDABILE – gioielli per proteggere il mare
    by Luca on 17 Gennaio 2020 at 12:54

    La OMER, in collaborazione con Ossidabile, impresa etica del settore “gioielleria”,  ha presentato il suo ciondolo personalizzato. Un ciondolo da indossare, simbolo del tempo, materia viva che si modifica cambiando sembianze e superfici. Gli ossidabili sono di bronzo e si ossidano a contatto con la pelle trasformandosi nel tempo in un gioiello unico. Con l’acquisto […]

  • Alessia Zecchini e Livia Bregonzio si raccontano ad Eudi 2020
    by Luca on 17 Gennaio 2020 at 11:45

    (Eudi show – Comunicato stampa n. 13 del 16/01/2020) Rivivere le proprie imprese sportive è sempre un momento emozionante soprattutto quando è possibile condividere gioie ed impressioni con un pubblico attento e appassionato. È quanto accadrà alle pluricampionesse mondiali di apnea, Alessia Zecchini e Livia Bregonzio, in occasione di Eudi Show 2020 che le vedrà a confronto […]

  • Gare Pesca Sub: il 2 Febbraio la 30a Coppa Carnevale
    by Redazione Apnea Magazine on 16 Gennaio 2020 at 15:53

    L’iscrizione, aperta a tutti i tesserati FIPSAS in possesso dei documenti agonistici richiesti, scade alle... Apnea Magazin […]

  • Al via il Corso Pre-Comando per Tenenti di Vascello del Corpo delle Capitanerie di porto - anno 2020
    on 14 Gennaio 2020 at 14:30

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LivornoLo scorso 7 gennaio, presso l'Accademia Navale di Livorno, ha avuto inizio il corso Pre-Comando per Tenenti di Vascello in procinto di assumere l'incarico di Ufficio Circondariale Marittimo.Tale attività formativa costituisce un momento di aggiornamento professionale fondamentale nel percorso propedeutico all'assunzione del futuro incarico di Titolarità. Obiettivo del Corso sarà quello di aggiornare, uniformare ed integrare la preparazione generale e tecnico – professionale degli Ufficiali frequentatori sulle principali tematiche di interesse di un Ufficio Circondariale Marittimo, trasferendo elementi di conoscenza per la gestione del personale e dei mezzi assegnati, i rapporti con le Istituzioni locali e l'interfaccia con i media.Il saluto di inizio attività formative, in rappresentanza del Comando generale, è stato portato dal Capo Ufficio Scuole e Formazione, il Comandante Gennaro Pappacena che, nel raccomandare l'importanza del momento didattico, ha avuto modo di illustrare ai frequentatori l'intero percorso formativo che si concluderà nel mese di marzo. […]

  • GIANNA NANNINI E COEZ AD Y-40® NEL VIDEO DEL LORO ULTIMO BRANO
    by Luca on 7 Gennaio 2020 at 17:09

    Nella piscina più profonda del mondo e nel tunnel a -5 metri, gli artisti in cima alla classifica italiana hanno girato il video di “Motivo”, tra apneisti in immersione sulla riproduzione del modulo lunare. Hanno scelto Y-40® The Deep Joy, Gianna Nannini e Coez, per girare il video del nuovo singolo Motivo. La regina incontrastata del rock […]

  • Video Pesca Sub: una Grossa Spigola Facile Facile (7 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 7 Gennaio 2020 at 16:00

    La spigola può essere un pesce molto difficile da catturare, come molto facile; dipende dai frangenti. In questa clip, antho testa, ci mostra un grosso esemplare catturato con una brevissima caduta, mentre pascola su una prateria di posidonia. Alle volte capita...! Apnea Magazin […]

  • GENNAIO E’ IN EDICOLA
    by Luca on 6 Gennaio 2020 at 8:21

    In questo numero, argomento centrale è la nostra inchiesta sullo stato di salute del nostro Mare e delle sue creature: scopriremo insieme se il Mare è da considerare in codice rosso e cosa si può fare per arginare queste problematiche. Sulla stessa scia Alessandro Martorana ci parlerà della Spigola e di come siano cambiate negli […]

  • Scaduto il Permesso Gratuito per la Pesca in Mare, Cosa Fare?
    by Redazione Apnea Magazine on 4 Gennaio 2020 at 17:03

    Il rinnovo non è arrivato, così il 31 dicembre scorso è stato l’ultimo giorno di validità del permesso... Apnea Magazin […]

  • Visita del Comandante Generale all'Ufficio Circondariale Marittimo di Sant'Antioco
    on 2 Gennaio 2020 at 15:22

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: Sant'AntiocoLo scorso 31 dicembre, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, insieme al Contrammiraglio Sergio Liardo, Capo del 3° Reparto – Piani e Operazioni, si è recato in Sardegna in segno di vicinanza al personale in servizio sulla costa sud occidentale dell'isola. Una visita simbolica ad uno dei presidi territoriali più lontani del Corpo, quotidianamente impegnato in attività di carattere operativo e ammimistrativo.Al suo arrivo nell'aeroporto di Decimonannu, l'Ammiraglio Pettorino, ricevuto dal Direttore Marittimo di Cagliari, il Capitano di Vascello Giuseppe Minotauro, dopo aver partecipato ad un briefing operativo inerente la situazione della M/N CDRY BLUE, incagliata a Sant'Antioco, e sulle relative operazioni di messa in sicurezza e bonifica, si è trasferito sull'isola di Sant'Antioco. Ad attenderlo il Comandante del porto il Tenente di Vascello Francesco D'Istria che lo ha accompagnato presso la sede dell'Ufficio Circondariale marittimo dove, oltre a salutare il personale dipendente, l'Ammiraglio ha incontrato il Sindaco di Sant'Antioco, On. Ignazio Locci. Successivamente il Comandante Generale si è recato in visita alla Delegazione di spiaggia di Calasetta, accolto dal comandante, il Luogotenente Gianluca Rivano e successivamente ha raggiunto Carloforte, dove ha incontrato il personale dell'Ufficio Circondariale marittimo, diretto dal Tenente di Vascello Francesco Marsili.Nel corso dei suoi incontri, il Comandante Generale ha espresso la sua personale vicinanza e il sincero apprezzamento a tutto il personale militare e civile in servizio presso gli uffici marittimi visitati, in un periodo dell'anno durante il quale, pur in un periodo di festività, non viene meno l'impegno per assolvere i diversi compiti affidati alla Guardia Costiera, in particolare a tutela della vita umana in mare e a salvaguardia dell'ambiente. Durante il viaggio di trasferimento l'Ammiraglio Pettorino ha anche sorvolato il tratto di mare che dallo scorso 21 dicembre la guardia costiera sta costantemente monitorando a seguito del sinistro occorso alla motonave CDRY BLUE, il mercantile italiano che a causa delle avverse condizioni meteomarine si è incagliato al largo delle coste sarde. L'equipaggio, composto da 12 marittimi, fu tratto in salvo grazie all'intervento di un elicottero AW139 della Guardia costiera decollato dalla base di Decimomannu. […]

  • Pesca Sub Notturna a Marina di Camerota, 3000 euro di Multa e Sequestro
    by Redazione Apnea Magazine on 30 Dicembre 2019 at 12:44

    Operazione mirata in quanto le attività illecite dei tre bracconieri erano state segnalate da tempo... Apnea Magazin […]

  • Pelizzari all’Apnea Club Brescia per i 95 anni di Valerio Grassi
    by Luca on 30 Dicembre 2019 at 8:08

    (by Stefano Govi.) Il 17 dicembre il grande Valerio Grassi ha tagliato il traguardo dei 95 anni e ha festeggiato questo importante evento in compagnia dei suoi amici dell’Apnea Club Brescia nella sede del sodalizio lombardo. La serata ha raggiunto il suo apice grazie alla prestigiosa presenza del grande Umberto Pelizzari che ha in Valerio […]

  • Intervista a Paolo Acanti, Product Manager di Mares: Le Novità per il 2020
    by Redazione Apnea Magazine on 28 Dicembre 2019 at 17:32

    Una breve chiacchierata di fine anno per avere le anticipazioni sullele novità del 2020 in casa Mares. Apnea Magazin […]

  • Video Pesca Sub: la Grossa Spigola Dietro gli Steli (6,6 Kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 26 Dicembre 2019 at 16:44

    In questa bella clip di nettuno 197, una grossa spigola viene sorpresa durante un agguato in bassissimo fondo. La scaduta fa ondeggiare violentemente gli steli rigogliosi della posidonia, che offrono quindi dei nascondigoi solo temporanei. Dietro uno di questi, appare in un attimo una grossa spigola...l'ultimo metro di avvicinamento è fatto quasi alla cieca e il tiro letale viene scoccato attraverso una piccola "feritoia" nella posidonia, proprio mentre il pescione si avviava verso il largo... Apnea Magazin […]

  • Consegnata la certificazione di conformità del Sistema di Gestione della Qualità del Corpo
    on 24 Dicembre 2019 at 10:43

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaLo scorso 17 Dicembre, il Comandante generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha ricevuto dalle mani dell'Ing. Ugo Salerno – Amministratore Delegato del Rina Services S.p.A. – la certificazione attestante la conformità del Sistema di Gestione della Qualità del Corpo (SGQ), quale Stato di bandiera ai sensi del decreto legislativo 164/2011(trasposizione della Direttiva 2009/21/EC), alla norma armonizzata ISO 9001:2015 standard internazionale dei sistemi di qualità.Presenti all'incontro il vice Comandante generale ed i Capi del I e VI Reparto.L'Ing. Salerno si è rivolto al Comandante generale per ringraziare del graditissimo invito a Roma, esprimere il senso dell'onore per avere certificato una Organizzazione così prestigiosa – a livello nazionale, europeo ed internazionale – ed attestare l'appassionato impegno ed il forte coinvolgimento profuso da tutta l'Organizzazione nell'articolato percorso che ha condotto al raggiungimento dei risultati attesi.Il sistema di gestione del Comando generale adottato, in prima edizione, nel lontano anno 2012 è ormai alla sua terza verifica da parte di enti terzi. Esso è sviluppato e seguito dal VI Reparto – Sicurezza della navigazione -  e coinvolge l'operato dei Reparti del Comando generale che operano trasversalmente tutti i processi del Corpo per l'efficace ed efficiente erogazione, in ambito territoriale, dei seguenti servizi: certificazione del naviglio mercantile nazionale, per quanto attiene gli aspetti di safety e quelli di maritime security;emanazione della normativa nazionale sull'addestramento del personale marittimo;riconoscimento e monitoraggio dei centri di formazione del personale marittimo;emanazione delle tabelle minime di armamento delle navi nazionali. La verifica è terminata nel Luglio del corrente anno con la delibera positiva da parte del RINA che ha validato un ciclo di verifiche presso il VI Reparto ed 8 capitanerie di Porto. […]

  • Storia di una Sincope: Gli Enormi Dentici di Lozari
    by Redazione Apnea Magazine on 23 Dicembre 2019 at 19:25

    Allineai l'asta pronto a sparare ma mentre lui stava per giungere a tiro, ebbi una sensazione bruttissima... Apnea Magazin […]

  • Il Comandante Generale augura buone feste al personale militare e civile
    on 23 Dicembre 2019 at 16:07

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato per l'occasione dal Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Antonio Basile,  ha incontrato nei giorni scorsi gli ex Comandanti e Vice Comandanti Generali, i Capi Reparto, i Capi Ufficio, il Capo Dipartimento per i trasporti la navigazione gli affari generali e il personale dott.ssa Speranzina De Matteo, il Direttore Generale per i sistemi informativi e statistici ing. Mario Nobile e il Direttore Generale per la vigilanza sulle autorità portuali le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne arch. Mauro Coletta, nonché una rappresentanza del personale militare e civile impiegato presso la sede del Comando Generale e degli Enti Centrali, per rivolgere a tutti un saluto di augurio in occasione delle prossime festività.L'evento, che si è svolto presso la sala cinema del Comando Generale, si è aperto con la celebrazione di una Santa Messa presieduta dal cappellano militare don Rino De Paola.Al termine della santa messa, il Comandante Generale ha rivolto un saluto benaugurale all'ammiraglio Luigi Romani, decano degli ex Comandanti Generali, che per sopravvenuti motivi personali non ha potuto partecipare all'evento. In un breve video-messaggio, l'ammiraglio Romani ha ringraziato per i segni di affetto e vicinanza ricevuti in questi giorni e ha colto l'occasione per estendere a tutti i membri del Corpo sinceri auguri di buon Natale.È stata l'occasione anche per il conferimento di 23 onorificenze sia al personale in servizio che a quello in congedo. Tra gli altri sono stati chiamati a ricevere un encomio solenne per meriti sportivi, il Sottotenente di Vascello (CP) Elisa Mammi - pluricampionessa di nuoto pinnato - e il Sottocapo Matteo Signani - campione d'Europa dei pesi medi (E.B.U.): il momento delle loro vittorie, ripercorso tramite le immagini di due brevi video, ha suscitano in tutti i presenti sentimenti di entusiasmo.Successivamente è stato mostrato il video con i protagonisti e i luoghi del Calendario 2020 della Guardia Costiera. Nel presentarlo ai convenuti, il Comandante Generale ha ricordato la presentazione ufficiale avvenuta lo scorso 21 novembre nella splendida cornice di Castel dell'Ovo a Napoli, alla presenza della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Paola De Micheli. Un calendario - ha sottolineato l'ammiraglio Pettorino - che vuole evidenziare tutto il nostro impegno anche in sostegno dell'ambiente.L'evento si è quindi concluso con la proiezione in anteprima del video di Buone Feste della Guardia Costiera, a seguito del quale il Comandante Generale ha rinnovato gli auguri a tutti i convenuti, estendendoli - altresì - agli 11.000 uomini e donne della Guardia Costiera impiegati presso i Comandi Territoriali, ed esprimendo loro la sua personale vicinanza in un periodo dell'anno durante il quale, pur condividendo la gioia delle festività, non viene mai meno l'impegno operativo per assolvere ai diversi e molteplici compiti ai quali il Corpo è chiamato. […]

  • Visita della Ministra delle Infrastrutture e dei trasporti On.Paola De Micheli e del Viceministro On.Giancarlo Cancelleri al Comando Generale
    on 23 Dicembre 2019 at 15:48

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Oggi, in occasione delle festività natalizie, la Ministra delle Infrastrutture e dei trasporti On. Paola De Micheli ha incontrato il personale civile del MIT e quello militare della Guardia Costiera presso la sede del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti di viale dell'Arte.La Ministra è stata accolta dal Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, dal Dott. Enrico Finocchi, Direttore generale del personale e degli affari generali, dall' Ing. Mario Nobile, Direttore Generale per i sistemi informativi e statistici e dall'Arch. Mauro Coletta, Direttore Generale per la vigilanza sulle autorità portuali le infrastrutture portuali e il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne.Nel corso dell'incontro il Comandante Generale ha mostrato alla Ministra le immagini che hanno visto protagonista la Guardia Costiera in due distinte operazioni di salvataggio, rispettivamente nel soccorso operato dall'elicottero Nemo nella giornata di ieri a sant'Antioco a favore dei 12 membri dell'equipaggio della motonave CDRY BLUE ed il salvataggio di una bambina effettuato dal Rescue Swimmer della Guardia Costiera a Lampedusa durante il naufragio avvenuto il 23 novembre scorso. "Guardo commossa, incredula ed estasiata le vostre immagini, sono qua oltre che per porgere i miei auguri di Natale a voi, anche perché vorrei che sentiste vicino il Governo e lo Stato, vorrei che vi rendeste conto dell'ammirazione che tutti gli italiani hanno verso di voi quando vedono quello che fate". La giornata si era aperta con il saluto del Viceministro On. Giancarlo Cancelleri: "ho voluto essere qui con voi per avere il piacere e l'onore di augurare a tutti voi buone festività natalizie, uomini e donne capaci di rendere orgogliosi noi italiani per il vostro professionale e quotidiano impegno per la salvaguardia della vita umana in mare a favore di tutto il territorio nazionale. Vi incontro spesso nelle mie visite istituzionali sul territorio e posso osservare con orgoglio quanta umiltà, professionalità passione ed impegno accomunino l'intero equipaggio della Guardia Costiera".&nbs […]

  • A Noumea la 70esima Sessione del Consiglio della IALA
    on 23 Dicembre 2019 at 12:03

    Categoria: Attività, EventiLuogo: NoumeaSi è svolta a Noumea, Nuova Caledonia, dal 9 - 13 dicembre 2019 la 70esima Sessione del Consiglio della IALA di Parigi (International Association of Lighthouse Authorities and Aids to Navigation). Lo scopo di questa Associazione internazionale è quello di promuovere la sicurezza della navigazione marittima e l'economico ed efficiente movimento delle navi attraverso il miglioramento e l'armonizzazione dei servizi internazionali di ausilio alla navigazione a beneficio della Comunità marittima e della protezione dell'ambiente. Il Corpo, da lungo tempo membro nazionale dell'Associazione, è presente nel Consiglio a seguito dell'elezione dell'Ammiraglio Piero Pellizzari avvenuta a Incheon nel 2018 unitamente agli altri 20 membri nazionali del consesso in carica per quattro anni. Inoltre diversi Ufficiali del Corpo partecipano ai lavori dei Comitati dell'Associazioni nelle materie di diretto interesse. Come d'uso anche nel corso di questa sessione del Consiglio sono state presentate dai Membri le rispettive situazioni nazionali in ordine allo stato dei sistemi, alle innovazioni introdotte ed ai programmi di sviluppo. Sono state inoltre definitivamente approvate alcune Linee guida, Raccomandazioni e Standard di rilevante interesse, di prossima immediata pubblicazione.L'Associazione, ormai centrale nella standardizzazione dei dati - dei sistemi e dei processi di digitalizzazione, ha iniziato nel 2014 un percorso di trasformazione in Organizzazione Intergovernativa, a similitudine dell'IMO (International Maritime Organization). In virtù dei positivi riscontri internazionali consolidatisi nel corso di tre Pre Conferenze internazionali preparatorie, è stata convocata nel prossimo febbraio a Kuala Lumpur una Conferenza internazionale che avrá l'obbiettivo di giungere all'adozione del testo definitivo della Convenzione istitutiva della nuova Organizzazione Intergovernativa a cui successivamente seguirà la firma della Convenzione a Parigi e la ratifica da parte dei singoli Stati. […]

  • A Civitavecchia l’operazione complessa “Mercato Globale” della Guardia Costiera
    on 20 Dicembre 2019 at 15:06

    Categoria: AttivitàLuogo: Civitavecchia​Quest'oggi nel porto di Civitavecchia, alla presenza della Ministra delle Politiche agricole alimentari e forestali, Senatrice Teresa Bellanova, e del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, sono stati presentati alla stampa i risultati di un'intensa attività di prevenzione e controllo condotta dalla Guardia Costiera su tutto il territorio nazionale.Presenti alla conferenza stampa, anche il Capo Dipartimento PQAI (promozione della qualità agroalimentare, dell'ippica e della pesca) Francesco Saverio Abate, il Direttore Generale della pesca e dell'acquacoltura Riccardo Rigillo ed il Direttore Marittimo del Lazio, Capitano di Vascello Vincenzo Leone.L'operazione complessa "Mercato Globale" - partita a fine novembre e tuttora in corso - vede impegnati oltre 5mila uomini e donne della Guardia Costiera in una serie di controlli lungo l'intera filiera ittica, dal mare agli esercizi commerciali, fino alla tavola dei consumatori.Nel periodo in cui è massima la commercializzazione di prodotti originati dall'attività di pesca e a completamento delle molte attività condotte dai militari del Corpo delle Capitanerie di porto durante tutto l'arco dell'anno, l'operazione garantisce che sulle tavole degli italiani non arrivino prodotti inidonei al consumo e pertanto potenzialmente pericolosi per la salute umana.Con un'azione coordinata di tutti i Comandi Territoriali e con l'impiego congiunto di mezzi aeronavali, tra i quali anche Nave Gregoretti CP920 - un'unità alturiera specializzata nel controllo dell'attività di pesca -, ad oggi sono state compiute oltre 13mila verifiche, sequestrate circa 80 tonnellate di prodotto ittico non conforme, effettuati oltre 600 sequestri (di cui 355 attrezzi da pesca), ed elevate sanzioni per un importo superiore a 1,3 milioni di euro. Gli accertamenti sulla filiera ittica, oltre che in mare, sono stati condotti presso i grossisti (330 verifiche), presso la grande distribuzione (574 verifiche), come pure sui piccoli esercizi commerciali (4.454 verifiche a ristoranti, pescherie, mercati ittici).Questi gli obiettivi prefissati dall'attività posta in essere: verificare la correttezza delle attività commerciali che operano all'ingrosso e al dettaglio, al fine di tutelare il prodotto ittico nazionale (Made in Italy);tutelare il consumatore finale verificando che il prodotto ittico sia conforme ai requisiti di legge per quanto attiene alla tracciabilità e all'etichettatura, in contrasto al fenomeno della contraffazione delle etichette; garantire l'osservanza delle leggi sulla pesca, nell'intento di favorire un'attività di cattura ecosostenibile, nel rispetto degli stock ittici e dell'ecosistema marino e costiero.Se ai risultati sopra evidenziati, inoltre, si sommano anche quelli riferiti a tutto il 2019, i livelli si attestano ad oltre 110mila verifiche, con ispezioni approfondite sia in mare che lungo la filiera commerciale, con l'elevazione di circa 6mila sanzioni tra amministrative e penali, per un importo complessivo di oltre 10milioni di euro e il sequestro di oltre 500 tonnellate di prodotto ittico proveniente, per un terzo, da piattaforme logistiche e centri all'ingrosso che commerciano principalmente prodotto non nazionale. Tali risultati rappresentano lo sforzo profuso in tutto l'anno nell'assolvimento della funzione di controllo del settore della pesca, affidato al Corpo dal competente Dicastero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.«Con questa operazione» ha dichiarato nel suo intervento il Comandante Generale del Corpo, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino «abbiamo confermato il nostro impegno nel campo dei controlli della filiera ittica, fornendo una risposta concreta alle aspettative e alle necessità di tutela dei nostri cittadini».Prendendo la parola, la Ministra Bellanova ha voluto ringraziare la Guardia Costiera per l'encomiabile lavoro di controllo e prevenzione svolto a tutela dei consumatori finali e del made in Italy. «La Guardia Costiera», ha puntualizzato la Ministra «svolge un'azione preziosissima, assicurando - col suo operato - non solo la genuinità del pescato che arriva sulle nostre tavole, ma anche la piena sostenibilità dell'attività di pesca nei nostri mari». […]

  • A Lampedusa la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Paola De Micheli, incontra gli equipaggi della Guardia Costiera
    on 20 Dicembre 2019 at 15:06

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LampedusaIeri, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Onorevole Paola De Micheli, si è recata in visita presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Lampedusa. Ad accompagnarla, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. La Ministra dopo aver incontrato il Sindaco dell'isola, Salvatore Martello, si è recata presso la sede della Guardia Costiera , dove ha incontrato il personale dell'Ufficio Circondariale Marittimo insieme agli equipaggi delle unità navali.L'On. De Micheli dopo aver formulato gli auguri per le prossime festività natalizie, rivolgendosi agli uomini e donne schierati, ha voluto sottolineare l'altezza morale di chi ha scelto questa professione, che rappresenta una vera e propria missione al servizio della collettività.  La sua presenza ha voluto testimoniare la gratitudine e l'ammirazione che i cittadini provano verso l'operato della Guardia Costiera. Con l'occasione, ha incontrato i Comandanti delle motovedette e i soccorritori marittimi che, durante l'operazione di soccorso avvenuta al largo dell'isola il 23 novembre scorso, hanno tratto in salvo 149 persone che stavano annegando a causa del ribaltamento di un barcone. […]

  • Video Pesca Sub: un Grosso Dentice nella Prateria
    by Redazione Apnea Magazine on 19 Dicembre 2019 at 17:20

    Certe volte nella pesca, come accaduto a Mikdrone in questa clip, serve anche un pizzico di fortuna e una buona occasione da cogliere al volo. In questo caso si è materializzata sotto forma di un grosso dentice, a spasso in poco fondo su una prateria di posidonia e piuttosto incerto sul da farsi...il tanto che è bastato per arrivargli a tiro in caduta, nonostante un semplice arbalete monogomma. Apnea Magazin […]

  • Il personale del Comando Generale della Guardia Costiera al 16° Meeting dell’Expert Working Group del Sistema Regionale
    on 18 Dicembre 2019 at 10:11

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaLo scorso 12 dicembre, presso la sede dell'Hotel dei Congressi in Roma, si è tenuta la 16^ riunione del Mediterranean Expert Working Group, gruppo di lavoro di esperti dei Paesi UE ed extra UE che opera nell'ambito del Sistema Regionale di monitoraggio del traffico marittimo denominato MAREΣ.MAREΣ (Mediterranean AIS Regional Exchange System) è una piattaforma informativa, realizzata e gestita dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, che sin dal 2009 assicura, in primis, lo scambio di informazioni sul traffico marittimo tra gli Stati Membri della sponda nord del bacino Mediterraneo, consentendo l'assolvimento degli obblighi imposti dalla Direttiva 2002/59/CE del 27 giugno 2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio di realizzare, da parte degli Stati membri, reti per la ricezione delle informazioni AIS (Automatic Identification System) trasmesse dalle navi e scambiate con gli Stati membri confinanti, nonché con il più ampio sistema informativo comunitario denominato "SafeSeaNet", realizzato e gestito dall'European Maritime Safety Agency (EMSA), anch'essa istituita in ottemperanza della Direttiva 2002/59/CE.MAREΣ è, altresì, utilizzata per consentire lo scambio di informazioni in Adriatico – in particolare nell'area individuata come Sub-regione Adriatico-Ionica, laddove sono presenti anche Stati extra UE, alcuni dei quali già candidati all'ingresso nell'Unione Europea (quali, ad esempio, il Montenegro). Il ruolo cruciale svolto dalla piattaforma MAREΣ, quale fattore abilitante per la "Maritime Situational Awareness" per la creazione e ridistribuzione di una singola "Common Operational Picture", è stato confermato nell'ambito del Forum delle Guardie Costiere del Mediterraneo, tenutosi a Marsiglia nel mese di giugno del 2018.I lavori sono stati congiuntamente presieduti dal Capitano di Vascello Giuseppe Aulicino, Capo del VII Reparto "Informatica, Piattaforma VTMIS e Comunicazioni" del Comando Generale della Guardia Costiera e da Mr. Lazaros Aichmalotidis, Capo Unità "Vessel and Port Reporting" di EMSA.Al meeting hanno preso parte i rappresentanti - oltre che dell'Italia e di EMSA - di Croazia, Grecia, Malta, Romania, Slovenia, Montenegro, Spagna, Norvegia (in qualità di osservatore in quanto gestore dell'analogo Sistema regionale del Nord Europa), Marocco, Tunisia, Giordania (quali Stati beneficiari del progetto comunitario SAFEMED IV), Georgia, Ucraina (quali Stati beneficiari del progetto comunitario BLACK AND CASPIAN SEA) e - per la prima volta - della Guardia Costiera turca.Nel corso dell'incontro - convocato annualmente per discutere i risultati conseguiti dalla piattaforma nei 12 mesi precedenti, nonché definire gli eventuali miglioramenti da apportare alla stessa – sono stati in particolare illustrati i risultati delle attività di monitoraggio e scambio informazioni, alcune problematiche riscontrate dal sistema, ovvero le nuove implementazioni e le previste attività di sviluppo della piattaforma.L'incontro è stato particolarmente positivo ed apprezzato per i risultati conseguiti, l'interesse mostrato durante le discussioni e per i previsti sviluppi della piattaforma, permettendo di consolidare il riconosciuto ruolo baricentrico che il Corpo ha assunto nel bacino del Mediterraneo allargato nel settore del monitoraggio del traffico marittimo. […]

  • Il Comitato Nazionale Welfare delle Gente di Mare riprende le attività Istituzionali
    on 17 Dicembre 2019 at 13:14

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaSi è tenuta nella giornata di ieri, 16 dicembre, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, la riunione ordinaria dei soci fondatori e co-fondatori del Comitato Nazionale del Welfare della Gente di Mare. L'incontro ha l'obiettivo di riattivare quel processo di coordinamento ed indirizzo dei 26 Comitati Territoriali per offrire l'indispensabile assistenza ai marittimi di ogni nazionalità che approdano nei sorgitori nazionali. Come noto il Comitato Nazionale è composto, oltre dai rappresentanti degli organi istituzionali della Amministrazione delle Infrastrutture e dei Trasporti (Comando Generale e Direzione Generale) ed INAIL, dai rappresentanti del cluster marittimo nazionale: Confitarma, Assarmatori, Assoporti, Fedepiloti, Federagenti, Assorimorchiatori,  Collegio Capitani, CIRM, ANGOPI, tutte le associazioni sindacali maggiormente rappresentative e la Federazione Nazionale Stella Maris. Anche la Sig.ra Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, On.le Paola De Micheli, ha voluto, con un messaggio di indirizzo al Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera in qualità di Presidente del Comitato Nazionale, Ammiraglio Giovanni Pettorino, esprimere la sua personale soddisfazione e gratitudine per le attività finora svolte dall'Assemblea del Comitato e che si intenderanno mettere in campo nel prossimo futuro, anche in attuazione dei principi fondanti della MLC in materia di assistenza sociale a terra.Con la riunione odierna il Comitato Nazionale, dunque, riprende la sua piena attività e dopo una prima parte della riunione, di natura contabile con approvazione del rendiconto e presentazione del nuovo Revisore dei Conti del Comitato Nazionale, sono stati definitivamente approvati i progetti dei Comitati Territoriali tesi alla tutela del benessere dei marittimi che scalano nei porti nazionali. L'assemblea ha anche affrontato i futuri impegni per l'anno 2020, tra cui anche il completo supporto ai Comitati Territoriali nella loro costante, ma imprescindibile azione di assistenza ai marittimi stranieri.I soci si sono dati appuntamento alla prossima riunione del Comitato, oltre all'auspicio che possa tenersi una speciale seduta dell'Assemblea in occasione della "Naples Shipping Week" del prossimo Settembre 2020. […]

  • Alberto Luca Recchi incontra il Comandante Generale Ammiraglio Giovanni Pettorino
    on 14 Dicembre 2019 at 11:17

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Ieri, presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera "l’esploratore del mare” Alberto Luca Recchi ha incontrato il Comandante Generale del Corpo Ammiraglio Giovanni Pettorino.Alberto Luca Recchi è un giornalista, scrittore, fotografo subacqueo. Le sue foto sono apparse su numerose riviste italiane e straniere.Ha partecipato a diverse spedizioni per studiare gli squali e le balene e da queste sono state realizzate puntate di Superquark e articoli per il National Geographic.Dagli anni '90 si dedica inoltre allo sviluppo di un calendario chiamato "A tu per tu con 12 click sott'acqua".Al termine dell’incontro Recchi  ha donato il suo ultimo libro ed il suo 30^ calendario fotografico all’Ammiraglio Pettorino che ha ricambiato donando una copia del Calendario della Guardia Costiera 2020 al fotografo, con gli auguri di serene festività natalizie. […]

  • Il personale del Comando Generale in Canada al “Technical Evaluation Group 33” sul controllo dello Stato di approdo
    on 13 Dicembre 2019 at 8:17

    Categoria: AttivitàLuogo: Cornwall​Dal 3 al 6 Dicembre 2019 a Cornwall, in Canada, si è tenuta la 33a riunione del "Technical Evaluation Group" (TEG 33) – organo tecnico del Memorandum of Understanding sul controllo dello Stato di approdo - firmato a Parigi il 26 gennaio 1982 (Paris MoU) e che coinvolge, all'attualità, le Autorità marittime di 27 Stati, coprendo i porti degli Stati dell'Unione Europea e dell'EFTA (Associazione europea di libero commercio) nonché il Canada e la Russia.Per l'Italia ha partecipato il personale del Coordinamento Nazionale PSC (Port State Control) del VI Reparto – Sicurezza della navigazione – del Comando Generale.Il meeting rappresenta un incontro annuale tra tutti gli Stati aderenti al Memorandum di Parigi che, attraverso i propri esperti, sono chiamati ad analizzare i documenti prodotti dalle diverse "task forces" (Gruppi di lavoro) composte da rappresentanti dei singoli Stati specializzati in materia di controllo dello Stato di approdo (Port State Control).Tali documenti, predisposti anche con l'attiva partecipazione di personale del Corpo, costituiscono proposte di emendamento alle vigenti procedure seguite dagli ispettori nella regione del Paris MoU al fine di armonizzare l'attività ispettiva a bordo delle navi straniere. Nell'occasione l'Italia ha presentato, d'iniziativa, tre distinti documenti di modifica delle vigenti procedure, redatti grazie alla consolidata esperienza nel settore ed al costante scambio di informazioni tra il Comando Generale e gli ispettori dislocati sul territorio nazionale. I documenti presentati riguardano l'armonizzazione: - delle procedure di re-ispezione delle navi soggette a provvedimento di rifiuto di accesso ai porti della Regione del Paris MoU;- delle procedure da attuare al fine di garantire la sicura navigazione di navi che, a seguito di danni subiti in modo accidentale, vengono inviate ad un cantiere di riparazione;- delle azioni correttive che l'ispettore può applicare per la rettifica delle carenze riscontrate.    Tali documenti sono stati discussi durante i lavori di TEG33 ed inviati per ulteriore discussione ed approvazione alla prossima riunione del "Comitato" del Memorandum di Parigi che si terrà nel prossimo mese di Maggio 2020.&nbs […]

  • Natalia Molchanova: Uscirà a Marzo 2020 il Film Ispirato alla sua Vita
    by Redazione Apnea Magazine on 12 Dicembre 2019 at 16:36

    È ufficiale la data di uscita del film ispirato alla vita di Natalia Molchanova, leggenda dell'apnea... Apnea Magazin […]

  • Passaggio di consegne alla Direzione Marittima di Ravenna
    on 12 Dicembre 2019 at 12:01

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Ravenna​Si è svolta, presso la sede storica della Direzione Marittima di Ravenna, la cerimonia del cambio di comando tra il Contrammiraglio Pietro Ruberto e il Capitano di Vascello Giuseppe Sciarrone, proveniente dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, nuovo Direttore marittimo dell'Emilia Romagna e Comandante del porto di Ravenna.Alla Cerimonia hanno presenziato l'Ammiraglio di Divisione Giorgio Lazio, Comandante del Comando Marittimo Nord della Marina Militare e il Capo del I Reparto - Personale del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto-Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello. Presenti, inoltre, il governatore della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, le più alte cariche istituzionali locali, le autorità religiose, civili e militari, i sindaci dei Comuni costieri, le associazioni combattentistiche e d'arma e tutto il cluster marittimo e portuale. Il Contrammiraglio Ruberto, nel proprio discorso di commiato, ha ripercorso con emozione gli intensi anni di comando vissuti a Ravenna, ponendo l'accento sulla costante collaborazione e sinergia offerta alle istituzioni, sempre a tutela dell'interesse pubblico.Nella sua prima allocuzione da Direttore marittimo dell'Emilia Romagna e Comandante del Porto di Ravenna, il Comandante Sciarrone, nel proprio indirizzo di saluto alle Autorità intervenute, ha riservato un particolare e riconoscente ringraziamento all'Ammiraglio Martello "per gli ammaestramenti professionali e di vita…". Ha inoltre voluto assicurare il proprio contributo e quello del personale dipendente, per la "crescita sostenibile delle attività marittime e portuali in tutta la Regione", rivolgendo, infine, un pensiero alle donne e agli uomini della Direzione Marittima, invitati a proseguire con immutato impegno e sacrificio, nell'espletamento del servizio. Il Direttore marittimo dell'Emilia Romagna ha voluto infine concludere l'intervento riservando un pensiero alla città di Ravenna alla quale ha indirizzato un "sincero e affettuoso saluto.".&nbs […]

  • Tavola rotonda a Napoli dedicata al settore della pesca nell’ambito del FEAMP 2014-2020
    on 11 Dicembre 2019 at 7:46

    Categoria: Attività, EventiLuogo: NapoliSi è conclusa oggi a Napoli la due-giorni di lavori dedicata al settore della pesca nell'ambito del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP 2014-2020).Il FEAMP è uno strumento finanziario della Politica Comune della Pesca Europea (PCP), finalizzato ad incentivare la sostenibilità del settore e fornire nuove opportunità di occupazione e di crescita nelle zone costiere.La tavola rotonda che si è tenuta a Napoli in questi due giorni, ha permesso un confronto costruttivo tra il personale della Direzione Generale e quello della Guardia Costiera, che per l'occasione ha visto la partecipazione del Comandante Generale - Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino -, del Vice Comandante Generale - Ammiraglio Ispettore Antonio Basile -, dei Capi Reparto, dei Comandanti Regionali, del personale del Centro di Controllo Nazionale Pesca (CCNP) ubicato presso il Comando Generale e di quello dei Centri di Controllo Area Pesca (CCAP) dislocati presso i 15 Comandi regionali.I lavori si sono aperti, nella giornata di ieri, con il saluto del Direttore Generale della pesca marittima e dell'acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Dott. Riccardo Rigillo, accompagnato dalla Dott.ssa Eleonora Iacovoni, la Dott.ssa Nicoletta De Virgilio ed il Dott. Salvatore Benvenuto.Il Direttore nel suo intervento, oltre a illustrare le novità normative del settore, ha ringraziato la Guardia Costiera per la proficua ed ormai strutturata collaborazione nei controlli condotti a livello nazionale sull'intera filiera ittica.Nell'ambito della giornata odierna sono stati illustrati ai partecipanti i dati raccolti dal Centro di Controllo Nazionale Pesca relativi all'attività operativa della Guardia Costiera nel 2019, quale organismo preposto a monitorare e contrastare le attività illegali nel settore ittico in accordo a quanto stabilito dal Programma Operativo Nazionale FEAMP 2014-2020, in favore di una pesca e di un'acquacoltura sostenibili e a tutela dei consumatori finali e delle aziende che operano nella legalità.Il Comandante Generale, infine, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, nel prendere la parola ha ringraziato la Direzione Generale per la fiducia accordata al Corpo, sottolineando l'impegno e lo sforzo operativo della Guardia Costiera a fronte di un'area marittima molto vasta, la più estesa del Mediterraneo, e di una flotta peschereccia, quella italiana, che è la 2a in Europa. […]

  • All’esercitazione nazionale croata antinquinamento e antincendio “Namirg Pula 2019” presente anche la Direzione Marittima del Friuli Venezia Giulia
    on 7 Dicembre 2019 at 7:54

    Data: 07/12/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Friuli Venezia Giulia​Lo scorso 22 novembre nelle acque antistanti il porto di Pola si è svolta l’esercitazione nazionale croata antincendio ed antinquinamento “NAMIRG PULA 2019” alla quale ha preso parte anche la Direzione Marittima del Friuli Venezia Giulia, rappresentata dal Direttore Marittimo, Ammiraglio Luca Sancilio.Nell’occasione, hanno operato congiuntamente, per la prima volta, squadre miste di Vigili del Fuoco delle tre nazioni rivierasche dell’alto Adriatico (Italia, Slovenia e Croazia), simulando l’impegno nell’opera di contenimento e spegnimento del fuoco divampato a bordo di una nave in mare. L’esercitazione costituiva la fase finale del progetto, co-finanziato dalla Commissione Europea DG ECHO, denominato Namirg (North Adriatic Maritime Incident Response Group), finalizzato alla creazione di un meccanismo congiunto di risposta, con squadre miste transfrontaliere, in caso di incendio a bordo di un nave in mare nell’Adriatico settentrionale. Il progetto, che ha preso il via due anni fa, ha visto la partecipazione diretta della Guardia Costiera Italiana: la Direzione Marittima del Friuli Venezia Giulia ha contribuito alla fase di formazione degli operatori dei Vigili del Fuoco delle tre nazioni coinvolte, con seminari incentrati sulla normativa e le procedure da porre in essere in ambito internazionale durante le emergenze SAR, in particolare nei casi di sviluppo di incendio a bordo di navi e al trasporto di merci pericolose. L’esercitazione si è sviluppata con l’intervento di squadre miste antincendio su una nave traghetto incendiatasi in navigazione; particolarmente significativa l’azione di discesa a bordo dei Vigili del Fuoco delle tre nazioni, verricellati da un elicottero dell’aviazione croata. Tra le autorità intervenute in rappresentanza delle tre nazioni figuravano il Ministro degli Affari Interni della Repubblica di Croazia, Davor Božinović, il Comandante Generale della Guardia Costiera Croata, Contrammiraglio Zdravko Kardum, il Direttore dell’Amministrazione Marittima della Slovenia, Jadran Klinec, il Commissario di Governo e Prefetto di Trieste, Dott. Valerio Valenti, l’assessore regionale Pierpaolo Roberti ed il Direttore regionale dei Vigili del Fuoco per il Friuli Venezia Giulia, Ing. Eros Mannino. […]

  • D’Agnano: per Polosub non sarò solo un Team Manager
    by Luca on 6 Dicembre 2019 at 14:39

    Fondatore della Totem, la prima azienda specializzata in fucili in legno e bravissimo documentarista, intraprende ora questa nuova avventura con Giuliano Tagliacozzo, al quale è legato da una profonda amicizia. Lo abbiamo incontrato per capire meglio quale sarà il suo ruolo. Fabrizio guiderà il Team internazionale di Polosub sia per gli aspetti legati all’agonismo ma anche, e sopratutto, […]

  • Intitolazione della sala operativa della Capitaneria di porto di Marina di Carrara al 2°c°np/rf Gianni Iacoviello
    on 6 Dicembre 2019 at 8:56

    Data: 06/12/2019 10:00:00Categoria: AttivitàLuogo: Scelta n. 1​Lo scorso 16 Novembre, presso la Capitaneria di porto di Marina di Carrara, si è svolta la cerimonia di intitolazione della sala operativa, che ha assunto la denominazione di "Sala 2°C° Np/Rf Gianni Iacoviello", Sottufficiale del Corpo, tragicamente scomparso nel crollo della torre piloti di Genova nel maggio 2013.Il commovente momento, ha acquisito un indelebile contenuto grazie alla presenza dei genitori, Sig.ra Maria Stella Spano' e Sig. Flaviano, delle sorelle e dei familiari del 2°C° Np Gianni Iacoviello che, con la loro partecipazione hanno conferito vero significato alla cerimonia, svoltasi alla presenza del Direttore Marittimo della Toscana, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia, del Comandante della Capitaneria, Capitano di Fregata Luciano Giuseppe Aloia e di una rappresentanza militare del Comando.Anche il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo, Giovanni Pettorino, seppur impossibilitato a partecipare fisicamente, non ha voluto – in tale solenne momento – far mancare le proprie espressioni di vicinanza, trattenendosi in un colloquio telefonico con gli stessi genitori, prima della celebrazione formale.Durante la cerimonia è stata data lettura del curriculum del 2°C° Iacoviello e della motivazione che ha determinato alla sua memoria l'intitolazione della Sala Operativa della Capitaneria di Marina di Carrara.Al termine delle emozionanti parole che hanno ricordato la figura del collega scomparso, la mamma ed il papà hanno scoperto la targa di marmo commemorativa, che reca incisa la motivazione dell'intitolazione e che il Parroco locale, Don Ezio Gigli, ha benedetto. […]

  • Il Presidente del Tribunale militare di sorveglianza di Roma in visita al Comando Generale.
    on 5 Dicembre 2019 at 14:42

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNei giorni scorsi, il Dott. Giancarlo Roberto Bellelli, Magistrato Militare e Presidente del Tribunale militare di sorveglianza di Roma ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, il Comandante Generale ha prospettato un quadro dettagliato dell'organizzazione della Guardia Costiera con particolare riferimento alle principali mission del Corpo nei settori della salvaguardia della vita umana in mare, tutela dell'ambiente marino, la sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi. In conclusione, dopo la firma del libro d'onore, il Presidente del Tribunale militare di sorveglianza ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta e ha espresso parole di vivo apprezzamento per il lavoro svolto dalla Guardia Costiera. […]

  • I dentici del Quarnaro
    by Luca on 5 Dicembre 2019 at 13:56

    State già programmando una vacanza di pesca per la prossima estate e siete “ossessionati” dai dentici? Allora mettete la prua verso il Golfo del Quarnaro, in Croazia, e precisamente all’Isola di Susak. 7 miglia al largo di Lussino e disabitata, è caratterizzata da 3 secche (con i cappelli sui 14 metri) che al tramonto si […]

  • DICEMBRE E’ IN EDICOLA
    by Luca on 5 Dicembre 2019 at 13:47

    In questo numero: seguiremo l’itinerario ligure che da Riva Trigoso porta a Vallegrande: fondali battuti e ben conosciuti ma che con le giuste accortezze consentono di avere la meglio anche su corvine e saraghi “laureati”…e la spigola può essere sempre dietro l’angolo. Faremo quindi un salto al Madera, oltre le colonne d’Ercole, dove neanche gli […]

  • Dive me to the Moon – il modulo lunare dell’Apollo 11 ad Y40
    by Luca on 4 Dicembre 2019 at 13:01

    A 410 anni dalla prima osservazione della luna , da parte di Galileo, tramite il suo telescopio, in quel di Padova, e a 50 anni dall’allunaggio, il LEM affonda a -10 metri nella piscina più profonda del mondo. Il 30 novembre passato, ad Y40 – The Deep Joy, a Montegrotto Terme, dal ponte sommerso a […]

  • La Secca di Nikà
    by Luca on 4 Dicembre 2019 at 7:15

    Vi trovate a Pantelleria o avete intenzione di andarci prossimamente? Allora non potete non tentare qualche tuffo alla Secca di Nikà. Una risalita (ci si va anche a nuoto; occhio però alle correnti) raggiungibile dall’omonima cala. Un tempo era un vero e proprio paradiso, oggi le cose sono cambiate, ma rimane sempre un posto magico, frequentato da […]

  • Presentato a Napoli il nuovo “Calendario della Guardia Costiera 2020”
    on 21 Novembre 2019 at 18:06

    Categoria: AttivitàLuogo: NapoliUn lungo viaggio attraverso il paesaggio italiano e le sue bellezze naturalistiche: immagini d’autore che ritraggono alcuni dei luoghi più suggestivi della Penisola, incorniciati dalle parole dei grandi della letteratura, a testimoniare l’immenso patrimonio naturale, culturale ed economico del nostro Paese, alla cui tutela gli uomini e donne della Guardia Costiera dedicano il loro lavoro ed impegno quotidiano.Questo il tema scelto per il nuovo calendario 2020, presentato questa mattina a Napoli, nella splendida cornice di Castel dell’Ovo, alla presenza della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Paola De Micheli.Il calendario è frutto di ormai consolidate collaborazioni: con l’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato, che ne ha curato la grafica e la stampa, e con l’Unicef, che ha destinato i proventi della vendita ai progetti per la protezione dei bambini di tutto il mondo. Condotto dal giornalista RAI Filippo Gaudenzi, l’evento si è aperto con il saluto del Comandante Generale delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Giovanni Pettorino, il quale ha ringraziato per l’ospitalità la città di Napoli, scelta per lo speciale connubio tra le bellezze naturali e le risorse economiche del suo mare, che pongono il golfo partenopeo al secondo posto nel mondo per traffici marittimi.Presenti alla manifestazione il Direttore Marittimo della Campania, Ammiraglio Ispettore Pietro Giuseppe Vella, il Capo del Reparto 1^ - Personale, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, il Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone e le massime autorità civili e militari della Regione Campania.Sul palco il Vice Sindaco di Napoli, Enrico Panini, ha ringraziato la Guardia Costiera per il prezioso contributo alla città e al Paese.Successivamente è stato mostrato il video con i protagonisti e i luoghi del calendario: «Scenari unici, paesaggi affascinanti e incantati che non abbiamo ricevuto in eredità dai nostri predecessori, ma in prestito dai nostri figli e che la Guardia Costiera ha l’onore di tutelare,» ha affermato l’Ammiraglio nella sua introduzione «custode di quella “risorsa mare” che oltre a essere un patrimonio naturale e culturale dal valore inestimabile, costituisce anche una risorsa economica fondamentale per il turismo e le attività produttive del Paese».A seguire, ha preso la parola il Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale, il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, in qualità di direttore responsabile del progetto: «Grazie a preziose collaborazioni professionali, consolidatesi nel tempo e dopo il successo dello scorso anno, abbiamo voluto cambiare il punto di vista dell’opera: il personale del Corpo non più al centro della scena, ma “dietro le quinte”, a tutelare ogni giorno il patrimonio marittimo e ambientale del Mediterraneo». Successivamente il Comandante Nicastro ha chiamato sul palco la “squadra” che ha lavorato al calendario: il Capitano di Fregata Floriana Segreto, coordinatrice del progetto, il fotogiornalista Fabrizio Villa, autore degli scatti e il giornalista Filippo Arriva, che ha scelto i testi attingendo ad un immenso patrimonio letterario per celebrare i luoghi immortalati dal calendario. Sul palco, in rappresentanza della componente di volo, anche il Pilota dell’elicottero che ha volato su Napoli in occasione dello scatto del calendario, il Tenente di Vascello Simone Ialongo. A seguire il saluto tra il portavoce dell’Unicef Italia Andrea Iacomini e l’Ammiraglio Pettorino, durante il quale è stata sottolineata la pluriennale collaborazione, iniziata nel 2016 con la nomina del Corpo a Goodwill Ambassador dell’Unicef. Oltre 50.000, solo dal 2015 a 2018, i minori non accompagnati tratti in salvo dalla Guardia Costiera nel Mediterraneo Centrale.Durante l’evento è stata ricordata la drammatica mareggiata che colpì nel 2018 la Liguria, citata in una pagina del calendario 2020. A testimoniare l’impegno della Guardia Costiera in soccorso delle popolazioni colpite, è salito sul palco il Capitano di Corvetta Antonello Piras, a quel tempo comandante della Capitaneria di Santa Margherita Ligure. L’evento si è concluso con il saluto della Ministra De Micheli, che nel suo intervento ha ringraziato la Guardia Costiera sottolineando come gli uomini e le donne che ne fanno parte siano rappresentanti di quel nuovo umanesimo che si identifica nel salvare le persone e nel proteggere il mare.“Sono una Ministra molto orgogliosa di potervi rappresentare”. La Ministra, infine, ha ricevuto dal Comandante Generale la prima copia del Calendario 2020 e un omaggio da parte del Tenente di Vascello Salvatore Malaponti , Comandante della Nave Gregoretti della Guardia Costiera che ha base operativa proprio nel porto di Napoli. […]

  • La Lega Navale Italiana, Sezione di Pisa, premia il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera
    on 19 Novembre 2019 at 13:02

    Luogo: Pisa​Venerdì 8 novembre, nel suggestivo ed emozionante scenario della Sala Nobile, all'interno del Palazzo del Consiglio dei dodici cavalieri di S. Stefano, a Pisa, si è svolta la 37° edizione del premio "Una vita dedicata al mare", che l'Istituzione dei cavalieri di Santo Stefano, insieme all'Accademia di Marina dei Cavalieri di S. Stefano, riconosce a personaggi o istituzioni che si sono particolarmente distinti per la loro opera di promozione, salvaguardia e tutela della cultura marinara.Come da tradizione, nell'ambito della cerimonia, anche la Lega Navale Italiana, Sezione di Pisa – di concerto con i Cavalieri di S. Stefano – assegna un prestigioso riconoscimento, la "medaglia d'oro", che quest'anno è stata attribuita al Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, con la seguente motivazione:"al Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera per il significativo, importante e costante impegno, dimostrando umanità, spirito di sacrificio e senso del dovere, nella encomiabile opera di salvaguardia della vita umana in mare e per l'efficace contributo al rispetto dell'ambiente marino tramite la sensibilizzazione della popolazione e interventi mirati."I saluti del presidente dell'istituzione, cavaliere di gran croce dott. Umberto M. Ascani e il discorso del presidente della Accademia di Marina dei Cavalieri, Ammiraglio Luigi Romani, decano dei Comandanti Generali del Corpo delle Capitanerie di porto, hanno preceduto la consegna del premio effettuato da parte del presidente della Lega Navale Italiana, sezione di Pisa e ritirato – in rappresentanza del Comandante Generale Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino – dal Direttore Marittimo della Toscana, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia che, nel discorso di ringraziamento, ha tra l'altro sottolineato la comunanza di valori e di principi tra il Corpo delle Capitanerie di porto e la Lega Navale Italiana, entrambi impegnati ad estendere e trasmettere, soprattutto tra i giovani, la cultura del mare, che significa conoscere il mare, coltivarne i valori dello spirito e della tradizione marinara, rispettando e salvaguardando la natura, l'ambiente e la sicurezza, con la professionalità dei veri marinai.&nbs […]

  • European Coast Guard Functions Forum Conferenza Plenaria dei Capi delle Organizzazioni di Guardia Costiera
    on 15 Novembre 2019 at 14:13

    Categoria: Attività, EventiLuogo: VeneziaSi sono conclusi, quest'oggi, a Venezia, i lavori della Conferenza Plenaria dei Capi delle Organizzazioni di Guardia Costiera.L'evento, al quale hanno partecipano oltre 90 delegati dell'European Coast Guard Functions Forum (ECGFF) (https://www.ecgff.eu/)  - un consesso internazionale che riunisce su base volontaria le autorità delle guardie costiere di 25 Stati membri dell'UE e dei paesi associati Schengen, nonché i rappresentanti della Commissione europea e delle sue Istituzioni e Agenzie con competenze correlate alle funzioni di guardia costiera -, ha rappresento l'occasione per un bilancio conclusivo dell'annualità di presidenza Italiana, tenuta congiuntamente dalla Guardia Costiera e dalla Guardia di Finanza.All'evento, che ha visto il sostegno di Fincantieri, hanno partecipano attori internazionali membri di forum analoghi appartenenti ad aree geografiche di interesse, quali la Guardia costiera giapponese (JCG), quella turca (Sahil Güvenlik), nonché organizzazioni come l'Interpol (l'organizzazione internazionale dedita alla cooperazione di polizia e al contrasto del crimine internazionale).Presenti, inoltre, in rappresentanza delle principali agenzie europee del settore, i rispettivi direttori esecutivi: Fabrice Leggeri di Frontex (European Border and Coast Guard Agency), Maja Markovčić Kostelac per EMSA (European Maritime Safety Agency) e Pascal Savouret per l'EFCA (European Fisheries Control Agency).Tra gli obiettivi raggiunti dalla Presidenza italiana, degno di nota è il consolidamento di alcuni principi e concetti di per sé imprescindibili nell'ambito delle funzioni di guardia costiera: -        la valutazione del rischio;-        lo sviluppo tecnologico;-        la formazione del personale.Durante il corso dell'anno, ciascuno di questi è stato declinato su specifiche funzioni di Guardia Costiera, quali la protezione dell'ambiente (cui è stato dedicato il 1° workshop a Lisbona, presso Emsa), la sicurezza marittima (cui è stato dedicato il 2° workshop ad Ostia, a cura della Guardia di Finanza e sotto l'egida di Frontex), e le operazioni marittime complesse multiruolo (cui è stato dedicato il 3° workshop a Catania, sotto l'egida di Efca).A quest'ultimo riguardo particolarmente interessante è stata l'esercitazione complessa Coastex19, tenutasi a Catania il 4 giugno 2019, durante la quale il personale proveniente dai paesi membri e dalle agenzie aderenti hanno collaborato su diversi mezzi con equipaggi misti, a consolidamento del concetto di Multipurpose maritime operations (MMO). I lavori della Conferenza plenaria svolta a Venezia hanno avuto inizio il 13 novembre con la cerimonia di apertura moderata dal Capo Ufficio Affari Internazionali, Capitano di Vascello Enrico Castioni - anche project leader della presidenza italiana- e presieduta dal Vice Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Ammiraglio Ispettore (CP) Antonio Basile e dal Generale di Corpo d'Armata Andrea De Gennaro, Comandante del Comando Aeronavale Centrale della Guardia di Finanza, che hanno unanimemente ribadito i principi fondanti del Forum allo scopo di incrementare la collaborazione, la cooperazione e il coordinamento tra i Paesi aderenti e le Agenzie di riferimento.Alla cerimonia sono inoltre intervenuti il  Sottocapo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Divisione Aurelio De Carolis e il Vice Sindaco di Venezia Luciana Colle.Nella giornata di ieri, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, presente a Venezia per l'emergenza maltempo che ha colpito la città nei giorni scorsi, tramite il Comandante regionale della Guardia Costiera del Veneto, Contrammiraglio Piero Pellizzari, ha portato i suoi saluti ai Capi delle guardie costiere e ai vertici delle istituzioni e agenzie europee presenti al consesso internazionale.Oggi, la conferenza plenaria si è conclusa con il formale passaggio di consegne alla Francia della presidenza del Forum per l'anno 2020, rappresentata, nell'occasione, dal Denis Robin, Segretario generale del mare francese. […]

  • A Bruxelles il 46° Meeting del Comitato Europeo COSS
    on 11 Novembre 2019 at 13:46

    Categoria: AttivitàLuogo: Bruxelles​Lo scorso 4 novembre 2019 si è svolto a Bruxelles, presso la Commissione Europea, il 46° Meeting del Committee on Safe Sea and the Prevention of Pollution from Ship (COSS) cui hanno preso parte, per il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto –Guardia Costiera, il Capitano di Vascello Giovanni Gravina, il Capitano di Corvetta Antonino Scarpato ed il Tenente di Vascello Emilia Denaro.Il Comitato, istituito con Regolamento EC 2099/2002, è composto da rappresentanti degli Stati Membri e assiste e fornisce consulenza alla Commissione europea sull'attuazione del diritto dell'UE in materia di sicurezza marittima, prevenzione dell'inquinamento e condizioni di vita e di lavoro a bordo per l'equipaggio.Nel corso della riunione la rappresentanza italiana, costituita da ufficiali esperti del 6° Reparto – Sicurezza della navigazione della Guardia Costiera Italiana - ha presentato due importanti documenti.Un documento relativo al trasporto di veicoli elettrici ed ibridi a bodo delle navi ro-ro passeggeri e da carico, nato a seguito delle sollecitazioni di passeggeri ed armatori per l'elaborazione di istruzioni sull'imbarco di tale tipologia di veicoli e sull'eventuale possibilità di ricarica elettrica degli stessi a bordo, per la predisposizione di un frame work normativo ed armonizzato nell'Unione Europea con il coordinamento della commissione Europea che è stato accolto positivamente dagli Stati membri.Un dettagliato studio nazionale (Sicurezza a bordo delle unità da pesca nazionali) in materia di sinistri marittimi ed infortuni a bordo di unità da pesca nazionali occorsi nel quinquennio 2012 – 2016, con le problematiche di sicurezza emerse al riguardo in ambito nazionale ed internazionale e comprensivo anche di possibili linee di azione e soluzioni tecniche, soprattutto con riferimento alla piccola pesca, per il possibile avvio di un processo comunitario continuo finalizzato al miglioramento delle condizioni di sicurezza a bordo. Il documento, che ha evidenziato l'importanza e la dimensione europea della problematica e la necessità di una condivisione degli sforzi a livello europeo per il miglioramento delle condizioni di sicurezza a bordo, ha riscosso il vivo interesse ed è stato accolto favorevolmente da numerosi Paesi Europei e dalla Commissione Europea che, nel  prendere atto della delicata problematica, ha sottolineato un'auspicabile, veloce ratifica del Cape Town Agreement per le unità superiori ai 24 metri e la necessità di approfondire la materia per la prevenzione dei numerosi infortuni e incidenti mortali che avvengono nel settore della Pesca. I risultati ottenuti in tale consesso internazionale testimoniano la costante attenzione del Corpo agli aspetti legati alla sicurezza della navigazione e soprattutto dei lavoratori marittimi, nell'ottica di rafforzamento della cultura europea della sicurezza marittima e di una normativa sempre più attenta alle esigenze di tutela di ogni settore del mondo marittimo. […]

  • I frequentatori del Master di II livello in “Caratterizzazione e tecnologie per la bonifica dei siti inquinati” in visita al Comando Generale e al Laboratorio Analisi Ambientali “C.F. Natale De Grazia”
    on 11 Novembre 2019 at 12:51

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaLo scorso venerdì 25 ottobre, i frequentatori del Master di II livello in "Caratterizzazione e tecnologie per la bonifica dei siti inquinati" dell'Università Sapienza di Roma hanno fatto visita al Comando Generale e successivamente al Laboratorio Analisi Ambientali situato presso la Capitaneria di porto di Roma, accompagnati dal Colonnello dell'Aeronautica Militare Salvatore Mascali, coordinatore del corso per conto del Ministero della Difesa e Capo del Dipartimento del Centro Formazione Logistica Interforze.Giunti nella Sala Crisi del Comando Generale e accolti dai Capitani di Vascello Daniele Giannelli e Gianluca D'agostino, agli studenti sono state illustrate l'organizzazione e i compiti istituzionali del Corpo; la visita è proseguita alla Centrale Operativa, dove sono stati approfonditi quattro case-studies relativi all'impiego di componenti specialistiche utilizzate per fronteggiare fenomeni critici ambientali a carattere emergenziale. I frequentatori del Master si sono poi diretti alla sede della Capitaneria di Roma Fiumicino, accolti dal Comandante della Capitaneria, il Capitano di Vascello Antonio D'Amore, ed hanno potuto visitare il Laboratorio Analisi Ambientali intitolato al Comandante Natale De Grazia, dove, dal Direttore del Laboratorio Sottotenente di Vascello Maura Pisconti, sono stati illustrati i moderni apparati strumentali e le principali attività che vengono condotte su tutto il territorio nazionale in difesa dell'ambiente. Gli studenti inoltre, hanno potuto apprezzare le capacità tecnico-operative del Laboratorio Ambientale e i principali metodi e dispositivi utilizzati durante la fase di campionamento delle acque ed analisi in situ dei campioni. […]

  • Premio Nassiriya al Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera in memoria del Comandante De Grazia
    on 6 Novembre 2019 at 15:54

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaSi è svolta quest'oggi, presso la Sala del Consiglio della Città Metropolitana di Roma (Palazzo Valentini), la sesta edizione del "Premio Internazionale Nassiriya per la Pace".La cerimonia, cui hanno partecipato giornalisti, delegazioni e studenti provenienti da tutta Italia, autorità civili, religiose e militari, si è svolta alla presenza del Ministro della Difesa, On. Lorenzo Guerini - anch'egli tra i premiati.Nell'ambito della prestigiosa iniziativa, il direttivo del Premio ha voluto conferire un riconoscimento al Corpo delle Capitanerie di porto in memoria del Capitano di Fregata (CP) Natale De Grazia, col fine di rendere una testimonianza pubblica e tangibile del valore e dello spirito di sacrificio con i quali il Corpo si spende quotidianamente a tutela della legalità e a protezione del patrimonio marino e costiero. Si legge infatti nella motivazione:  Agli uomini e alle donne della Guardia Costiera italiana, per la coraggiosa determinazione,  per l'alta competenza e per l'instancabile impegno profusi nella quotidiana attività di contrasto alle attività illegali che minacciano il futuro del nostro patrimonio marino e costiero. A tutti  coloro che ogni giorno operano in difesa dell'ambiente in nome di quei valori di onestà, dignità e legalità lasciati in eredità dal Comandante Natale De Grazia, ufficiale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera deceduto in servizio il 12 dicembre 1995, mentre indagava con la Procura della Repubblica di Reggio Calabria su una complessa attività di traffici illeciti operati da navi mercantili.Il Premio consegnato dall' On. Antonio Del Monaco, della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali, è stato ritirato, in rappresentanza del Corpo, dal Comandante Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale. Il Comandante, nell'occasione, ha ricordato come l'impegno quotidiano della Guardia Costiera in difesa del patrimonio ambientale del nostro Paese sia costantemente inspirato all'esempio dal Comandante De Grazia, a cui è stata dedicata una sentita testimonianza dell'importante e delicato lavoro svolto durante la sua carriera anche da parte del On. Del Monaco.Tra i premiati anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, la giornalista Federica Angeli e l'artista Simone Cristicchi. […]

  • Il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti On. Paola De Micheli in visita alla Capitaneria di Porto di Venezia
    on 31 Ottobre 2019 at 15:38

    Data: 31/10/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Venezia​Il 29 Ottobre il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Onorevole Paola De Micheli, ha fatto visita alla sede della Capitaneria di Porto di Venezia. Ad accoglierla, al suo arrivo, il Direttore Marittimo del Veneto Contrammiraglio Piero Pellizzari. Nell’occasione le autorità hanno avuto modo di discutere ed affrontare le principali problematiche che riguardano la particolare realtà della Laguna Veneta. La Ministra De Micheli, a bordo della Motovedetta CP 274 del Corpo, ha poi ispezionato l’area della Stazione Marittima, percorrendo il Canale Vittorio Emanuele per giungere poi infine a Porto Marghera. Presenti alla visita delle infrastrutture portuali anche il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale Dott. Pino Musolino ed il Prefetto di Venezia Dott. Vittorio Zappalorto. L’Ammiraglio Pellizzari ha voluto evidenziare la rilevanza che riveste nell’ambito dello scenario marittimo e portuale la Guardia Costiera di Venezia la cui giurisdizione si estende per circa 44 mila km² comprendendo ben 1430 Comuni del litorale e dell’entroterra. A conclusione della visita la Ministra De Micheli ha rivolto un particolare saluto al personale del Corpo esprimendo parole di apprezzamento per il lavoro svolto. […]

  • Ministro degli Affari Marittimi di Panama Noriel Araùz in visita al Comando Generale
    on 24 Ottobre 2019 at 13:25

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIl 22 Ottobre, il Ministro degli Affari Marittimi di Panama Noriel Araùz V. - accompagnato da una delegazione dell'Amministrazione Marittima panamense e rappresentanti di Ambasciata - ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera.Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Vice Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore (CP) Antonio Basile, il Capo del Reparto VI (Sicurezza della Navigazione) Contrammiraglio (CP) Luigi Giardino.Dopo i tradizionali saluti iniziali, all'ospite è stato offerto - attraverso il CV (CP) Massimo Di Marco dell'Ufficio Affari Internazionali - un quadro dell'organizzazione della Guardia Costiera italiana e dei compiti istituzionali attribuiti al Corpo con particolare riguardo all'organizzazione Port State Control del Corpo, attività di controllo, che viene svolta, in base ad accordi internazionali, sulle navi straniere che approdano nei porti nazionali.L'occasione è stata utile per un proficuo scambio di esperienze in tema di Sicurezza della navigazione e salvaguardia della vita umana in mare esplorando possibili collaborazioni future.L'incontro è poi proseguito con la visita alla Centrale Operativa, dove il Ministro ha potuto apprezzare le moderne tecnologie che costituiscono il "cuore" operativo SAR della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie delle quali il Corpo si avvale per le diverse attività di competenza.La visita si conclusa con il consueto scambio di crest. […]

  • Ispezione della Commissione Europea per la Maritime Security all’Amministrazione italiana
    on 23 Ottobre 2019 at 11:57

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaSi è conclusa con un eccellente risultato l'ispezione condotta dalla Commissione europea al sistema nazionale di maritime security tenutasi presso il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera quale Autorità competente nazionale in materia.L'attività, effettuata dal 14 al 18 ottobre,aveva lo scopo di verificare e monitorare la corretta applicazione ed implementazione - da parte del sistema Paese - delle norme in materia di maritime security sia per quanto attiene le navi e gli impianti portuali, sia dell'intero comprensorio portuale. Il fine ultimo è di assicurare un sistema armonizzato e robusto di prevenzione e protezione delle navi, delle strutture portuali e dei porti contro minacce di atti illeciti intenzionali in ambito europeo, basato anche sulle determinazioni assunte a livello internazionale dall'IMO (International Maritime Organization), Agenzia specializzata delle Nazioni Unite, a seguito dei tragici eventi dell'11 settembre.In tale quadro, la Commissione europea è chiamata a monitorare l'applicazione della normativa attraverso l'esecuzione di ispezioni ai sistemi nazionali di controllo della qualità, delle misure, delle procedure e delle strutture negli Stati membri. Ad oggi, la Commissione ha condotto più di 1000 ispezioni.L'ispezione condotta all'Autorità nazionale di maritime security, la terza dal 2006 ad oggi, arriva al termine di un intenso ciclo di ispezioni sul campo, oltre 20 presso i maggiori sorgitori nazionali, che, solo nell'ultimo triennio, ha visto coinvolti le Capitanerie e i porti di Ancona, Venezia, Trieste e Napoli oltre a una serie di verifiche su un campione di navi battenti bandiera nazionale sia in Italia sia all'estero.Gli ispettori della Direzione Generale dei Trasporti della Commissione Europea (DG MOVE) e dell'Agenzia Europea della Sicurezza Marittima hanno verificato l'efficacia delle disposizioni di legge e regolamentari emanate dall'Amministrazione nonché la loro attuazione e monitoraggio a livello nazionale con particolare attenzione al coordinamento dell'attività svolta dalle Capitanerie di porto, quali Autorità designate per l'applicazione a livello locale.La lente d'ingrandimento degli ispettori europei si è estesa anche alle funzioni di maritime security svolte dalla Centrale Operativa della Guardia costiera italiana quale I.M.R.C.C. (Italian Maritime Rescue Coordination Centre), Centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo. La Centrale Operativa assicura il monitoraggio delle unità mercantili nazionali in tutti i mari del mondo nonché la ricezione e l'attivazione delle misure discendenti in caso di allerta trasmesso dalle nostre navi. Inoltre, monitora tutte le navi che transitano nelle nostre acque. L'ispezione ha avuto un esito estremamente positivo, come sottolineato nel discorso di chiusura della delegazione, che ha avuto parole di forte apprezzamento per la gestione ed il coordinamento operato dal Comando Generale, nonché per la professionalità e la preparazione del personale della Guardia Costiera.Il team ispettivo ha inoltre apprezzato la capacità di coordinamento con tutte le altre Amministrazioni dello Stato coinvolte al fine di operare in sintonia, ognuna secondo le proprie prerogative per assicurare l'applicazione delle normative di maritime security, presupposto fondamentale per garantire la sicurezza dei traffici marittimi ed aumentare la competitività della flotta e degli scali nazionali.Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito istituzionale www.guardiacostiera.gov.it all'indirizzo https://www.guardiacostiera.gov.it/normativa-e-documentazione/Pages/security.aspx Circolare Titolo Security nr. 44 - European Commission Maritime Security Inspection Strategy e Metodologia ispettiva della Commissione Europea – Linee guida. […]

  • Una delegazione del Fai Swiss di Ginevra in visita alla Direzione marittima del Veneto
    on 19 Ottobre 2019 at 9:10

    Data: 19/10/2019 00:00:00Categoria: EventiLuogo: Venezia​Nella giornata di domenica 13 Ottobre la delegazione del Fai Swiss di Ginevra, accompagnati dal Presidente Sofia Cattani Schiabello, ha fatto visita alla Direzione Marittima di Venezia.I rappresentanti del Fai Swiss Suisse Romande, associazione no-profit nata a Ginevra nel 2015 che fa parte del Fai – Fondo Ambiente Italiano e promuove in Svizzera il rispetto, la consapevolezza e la conservazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico italiano grazie al contributo di privati, sono stati accolti dal Direttore Marittimo del Veneto, Contrammiraglio (CP) Piero Pellizzari, nel corso di un significativo incontro avvenuto nella storica sala Guarana della sede di San Marco, che, tra il 1500 e il 1700, la vide prima come unico punto di deposito e vendita di cereali macinati per le scorte alimentari dell'intera città ( da lì l'originario nome Fondaco della Farina) e poi, sede dell'Accademia delle belle Arti di Venezia, di cui restano oggi, affreschi di rinomati pittori, tra cui il Canaletto.Nell'occasione, sono stati illustrati i principali compiti attribuiti istituzionalmente al Corpo delle Capitanerie di porto con particolare focalizzazione alle attività operative e tecnico-amministrative espletate dal personale della Guardia Costiera del Veneto in materia di sicurezza della navigazione, tutela dell'ambiente e delle risorse ittiche, monitoraggio del traffico marittimo e salvaguardia della vita umana in mare.L'incontro è inserito nell'iniziativa di carattere nazionale delle Giornate Fai d'Autunno 2019, volta a promuovere l'apertura straordinaria di luoghi normalmente inaccessibili e l'esplorazione dei tesori artistici italiani. […]

  • QUALISHIP 21: la Guardia Costiera americana assegna l'ambito riconoscimento al Corpo
    on 18 Ottobre 2019 at 9:16

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaLa Coast Guard degli Stati Uniti d'America ha assegnato, lo scorso 28 agosto, al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, il prestigioso riconoscimento denominato QUALISHIP 21-Quality shipping for the 21st Century che viene attribuito esclusivamente alle Amministrazioni di bandiera che hanno conseguito, nell'ultimo triennio, prestazioni di eccellenza nel campo marittimo.Infatti, dalla lettura del report annuale della USCG - anno 2018, si rileva che l'Italia - confermando i positivi risultati già conseguiti negli anni precedenti -con 77 distinti arrivi di navi di bandiera nazionale e nessun fermo, ha mantenuto una bassa percentuale di detenzioni nel triennio 2016/2018 (0,92%) e rientrando, quindi, tra i Paesi eleggibili per l'ambito riconoscimento. Oltre a ciò si aggiunga che l'Amministrazione italiana ed il suo naviglio è nella "White list" di tutti Memorandum of Understanding del mondo e si è collocata, nell'ambito del Memorandum di Parigi (ParisMou) - del quale, si ricorda, fanno parte gli Stati costieri europei con l'aggiunta di Federazione Russa e Canada - tra le prime 15 nazioni al mondo per standard qualitativi di sicurezza. Tali pregevoli risultati sono stati conseguiti grazie alla professionalità ed al rigore con i quali ha operato il personale della Guardia Costiera italiana e degli Organismi riconosciuti, unitamente al grandissimo senso di responsabilità, all'entusiasmo ed alla elevata preparazione dimostrata dall'intero cluster armatoriale e dagli equipaggi della marina mercantile italiana. Le qualità dell'armamento, l'elevato standard di sicurezza e la particolare attenzione per l'ambiente marino fanno di questo segmento della nostra economia uno dei settori trainanti e di eccellenza del nostro sistema paese. […]

  • Capitanerie di Porto - Guardia Costiera e Terna: accordo per rafforzare la rete elettrica nazionale
    on 10 Ottobre 2019 at 8:37

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaFirmata una convenzione per potenziare la sorveglianza delle aree dove sono presenti i cavi elettrici sottomariniL'Ammiraglio Ispettore (CP) Antonio Basile, Vice Comandante Generale delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera e l'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris, hanno firmato a Roma, nei giorni scorsi, una convenzione finalizzata a potenziare la prevenzione dei danneggiamenti dei cavi sottomarini di Terna, società a cui è affidata la concessione per l'attività di trasmissione dell'energia elettrica nel territorio nazionale.Le parti si impegnano a incrementare l'efficacia dell'attività di sorveglianza degli specchi acquei dove sono presenti i circa 1.500 chilometri di cavi sottomarini di Terna. L'obiettivo è quello di definire un piano di collaborazione strutturale per effettuare accertamenti che consentano, in caso di danneggiamento dei cavi elettrici sottomarini, di risalire ai presunti responsabili dell'azione dannosa.  Il Corpo delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera, con le sue sale operative e i sistemi di monitoraggio del traffico marittimo, rappresenta un importante partner istituzionale per contribuire alla sicurezza e all'efficienza del sistema elettrico nazionale, anche attraverso il monitoraggio delle infrastrutture critiche di Terna tramite interfacciamento telematico del Security Operations Center (SOC) di Terna.La convenzione siglata consentirà di perfezionare il sistema di protezione dei cavi sottomarini da fattori di rischio quali, ad esempio, la pesca a strascico e l'ancoraggio in aree interdette.  In particolare, le aree di attività oggetto dell'intesa, riguarderanno:• la verifica congiunta dell'aggiornamento delle ordinanze che vietano l'ancoraggio e la pesca a strascico nelle aree dove sono presenti i cavi sottomarini di Terna;• il potenziamento del monitoraggio delle unità navali in transito negli specchi d'acqua oggetto di interdizione;• l'attività di supporto a Terna, da parte delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, nell'effettuare l'analisi del rischio delle aree critiche anche tramite accesso allo storico dei tracciati AIS (Automatic Identification System);• gli interventi da parte del Corpo delle Capitanerie di Porto–Guardia Costiera qualora si manifesti una situazione di criticità evidente. L'incontro, che ha visto anche la presenza dell'Ammiraglio Ispettore (CP) Nunzio Martello, Capo del 1° Reparto del Comando Generale, si è concluso con l'attestazione di reciproca stima e con l'auspicio di raggiungere  tutti gli obiettivi prefissati nel protocollo. […]