Notizie

Qui troverete tutte le notizie e le ultime novità nel mondo della pesca subacquea, inclusi gli articoli e le normative da altri siti di rilievo.

  • La Guardia Costiera al 59° Salone nautico di Genova
    on 19 Settembre 2019 at 15:48

    Categoria: EventiLuogo: GenovaQuest'oggi a Genova, nella cornice della 59esima edizione del Salone Nautico, dopo l'inaugurazione e la visita allo stand della Guardia Costiera della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Paola De Micheli, la Guardia Costiera ha incontrato la Stampa per fare il bilancio sull'attività estiva e sulle azioni intraprese a tutela dell'ambiente marino e costiero.Alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino e del Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione della Guardia Costiera, ha presentato i risultati ufficiali  dell'operazione Mare Sicuro 2019, un'attività che da quest'anno è stata anticipata per la prima volta al 1° giugno e che fino al 15 settembre ha visto impegnati 3.000 uomini e donne del Corpo, 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei dislocati lungo gli 8.000 km di coste del Paese, sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore, per la sicurezza in mare di bagnanti e diportisti, per vigilare sul regolare svolgimento delle attività ricreative, commerciali e a tutela dell'ecosistema marino. Nel corso della presentazione, sono stati illustrati i dati relativi alle campagne Spiagge Libere e Acque Libere - da quest'anno incardinate nella più ampia operazione Mare Sicuro -, svolte rispettivamente a tutela dell'ambiente marino e della pubblica fruizione dei litorali, come pure i dati relativi alla campagna Traghetti Sicuri a tutela della sicurezza della navigazione.La partecipazione della Guardia Costiera al Salone Nautico ha rappresentato un'importante occasione per avvicinare ancora di più il grande pubblico della nautica e i numerosi visitatori alla cultura della protezione del mare attraverso le numerose attività operative del Corpo.   Nel suo intervento l'Ammiraglio Pettorino ha sottolineato i risultati raggiunti con l'operazione Mare Sicuro: "Abbiamo salvaguardato 40 milioni di persone e un milione di unità da diporto che anche quest'estate hanno potuto godere delle nostre spiagge e dei nostri mari in completa serenità e sicurezza. La sicurezza" ha poi proseguito l'Ammiraglio "non è uno slogan, ma un valore essenziale per la nostra vita. Ci rendiamo conto dell'importanza della sicurezza quando la perdiamo. Per non perderla, ogni giorno, ci sono gli uomini e donne del Corpo che la consegnano al nostro Paese".A testimoniare l'importanza che l'operazione ha ricoperto a livello nazionale, ecco alcuni dati salienti: • 2.205 persone salvate;• 692 unità da diporto soccorse;• 11.940 attrezzature balneari sequestrate;• 376.924 mq, tra spiagge e specchi acquei, restituiti alla libera fruizione;• il 100% della flotta Ro-Ro/Passeggeri ha garantito il collegamento tra i principali porti nazionali con regolarità e senza far registrare incidenti di rilievo.Dall'analisi dei dati, facendo un veloce raffronto con gli anni precedenti, nonostante sia stata considerata una finestra temporale più ampia (1 giugno – 15 settembre), il numero dei soccorsi alle unità da diporto rimane stabile, segno che la vera chiave di successo per innalzare il livello di sicurezza è l'attività di informazione e prevenzione. Si consolida anche il numero dei controlli alle imbarcazioni da diporto: grazie all'iniziativa "Bollino Blu" - quest'anno sono stati rilasciati ben 6.300 bollini - i diportisti virtuosi hanno potuto evitare l'inutile duplicazione dei controlli.L'evento è poi proseguito con la presentazione del libro "Mare Sicuro", all'interno del quale - ha raccontato l'autrice Annachiara Valle - sono riportate quattro storie che mettono in evidenza l'abnegazione e la professionalità di chi ogni giorno è chiamato a salvare vite umane in mare, a tutelare l'ambiente marino e costiero e a controllare l'intera filiera ittica.Riprendendo la parola, il Comandante Nicastro si è quindi soffermato sulla campagna ambientale "PlasticfreeGC", promossa su tutto il territorio nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto su mandato del Ministero dell'Ambiente, e volta a sensibilizzare la collettività sul problema dell'inquinamento da plastica nei nostri mari e sulle nostre coste. Degno di nota il successo raggiunto dallo spot istituzionale  , che nel solo periodo compreso tra il 12 luglio e il 25 agosto ha portato a ben 180 milioni di contatti. Infine il Comandante Nicastro ha annunciato lo sbarco, sugli store iOS e Android, dell'app dedicata - PlasticFreeGC - con la quale i più giovani potranno divertirsi a ripulire il mare dalla plastica ricevendo preziosi consigli per imparare a rispettare l'ambiente. Con una ulteriore funzione dell'app, che verrà presto implementata, sarà anche possibile segnalare l'avvistamento di cetacei al largo delle nostre coste, contribuendo a censire la presenza e la salute di questi importanti mammiferi marini. Di seguito è intervenuta la dott.ssa Sabina Airoldi che ha presentato i risultati della seconda stagione della campagna "Cetacei, FAI attenzione!", ideata dall'Istituto di ricerca Tethys e condotta insieme alla Guardia Costiera. Rispetto al 2018 c'è stato un incremento delle segnalazioni di avvistamenti di cetacei da parte di diportisti, operatori di whale watching, associazioni e naturalmente dalla Guardia Costiera di oltre il 50%, passando dalle 556 dello scorso anno alle 839 ricevute fino ad oggi. Tale aumento dimostra il crescente interesse da parte dei fruitori del mare a contribuire alla ricerca scientifica e alla protezione di queste specie chiave per l'ecosistema. Ben 11 quelle segnalate, fra cui due considerate accidentali in Mediterraneo, la megattera e la pseudorca. Di rilevante importanza sono state le 16 segnalazioni di grampo, il delfino scomparso dal mar Ligure occidentale. Successivamente è stato proiettato un video in ricordo della violenta mareggiata che nella giornata del 29 ottobre 2018 ha colpito Santa Margherita, Rapallo e Portofino. Gli interventi del Comandante Generale e del Tenente di Vascello Antonello Piras, insignito della Medaglia d'Oro al Merito di Marina, hanno evidenziato il ruolo determinante della Guardia Costiera nelle operazioni di soccorso.A conclusione dell'evento è stato presentato il backstage del calendario 2020 della Guardia Costiera , dedicato quest'anno alle bellezze paesaggistiche dell'ambiente marino e costiero sul quale gli uomini e le donne del Corpo sono chiamati a vigilare quotidianamente. […]

  • FIPSAS: 3 Agonisti Squalificati per Commenti Ritenuti Offensivi su Facebook
    by Redazione Apnea Magazine on 18 Settembre 2019 at 15:40

    I tre agonisti sono stati condannati per aver postato su Facebook: “commenti offensivi per la Federazione e per gli... Apnea Magazin […]

  • La Japan Coast Guard in visita al Comando Generale
    on 17 Settembre 2019 at 13:14

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIl 9 settembre nella sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, si è tenuto un incontro bilaterale richiesto dalla Japan Coast Guard (JCG)  per discutere uno dei temi principali del “Coast Guard Global Summit (CGGS): la creazione di un Corso Comune Globale aperto a tutte le Guardie Costiere mondiali”.La delegazione giapponese, guidata dal Comandante Koyama, è stata  accolta dal Direttore per la Formazione internazionale mentre il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, dal Capo Ufficio Affari Internazionali, il Comandante Enrico Castioni e da una rappresentanza del personale del Comando Generale.Il CGGS rappresenta una piattaforma di dialogo e cooperazione globale tra le Organizzazioni con funzioni di Guardia Costiera ed in preparazione del prossimo meeting che si terrà nel mese di novembre a Tokyo la delegazione giapponese ha voluto incontrare i rappresentanti di questo Corpo per affrontare la tematica del Corso.Il Corpo è l’unica Organizzazione che la delegazione giapponese ha incontrato in quanto protagonista e principale coordinatore degli aspetti formativi dei parametri e dei criteri che fungeranno da ausilio nella definizione del Corso globale: propedeutico a tale evoluzione è stata la recente conclusione del progetto europeo ECGFA Net (European Coast Guard Functions Academy Network)  e lo sviluppo di un comune Sectoral Qualification Framework (SQF; Quadri Settoriali delle Qualifiche) per le funzioni di Guardia Costiera.Particolarmente apprezzato è stato quindi il dono che il Comandante Generale ha successivamente fatto del testo che rappresenta il prodotto finale dello sviluppo del SQF e l’invito destinato al Comandante della Japan Coast Guard per la prossima Conferenza plenaria dello European Coast Guard Functions Forum, che si terrà a Venezia dal 12 al 15 novembre.La visita si è conclusa con attestazioni di reciproca stima e la delegazione giapponese ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta e per aver avuto l'opportunità di approfondire ulteriormente la conoscenza delle diverse attività svolte dal Corpo a tutela degli usi civili e produttivi del mare.​ […]

  • Video Pesca Sub: uno Scorfano Rosso Extra Large (2,5 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 16 Settembre 2019 at 13:52

    Lo Scrofano Rosso (Scorpaena scrofa), chiamato anche "Cappone" o "Cipolla", è una delle prime catture importanti del neofita. Ma spesso, per la prelibatezza delle carni, è una preda ricercata anche dai più esperti e magari abituati a ben altre catture di peso. Stavolta ci pensa Chrisdu98000 a farsi invidiare da tutti: durante una planata su un fondale con tanta posidonia morta e qualche sasso, proprio accanto ad uno di questi, si materializza un peso massimo della specie. Risalita per ridurre la potenza degli elastici (quanti invece avrebbero sparato subito per paura di non trovarlo più al tuffo successivo eh?!) e cattura senza storia di un gigantesco scorfanone di ben 2 chili e 500 grammi. Davvero un'incontro raro, se non unico, per il pescasub...decisamente meno, forse, per chi pesca in alto e altissimo fondale dalla barca. Apnea Magazin […]

  • Assegnato al Comandante Generale il Premio Internazionale Portonovo
    on 16 Settembre 2019 at 13:14

    Categoria: EventiLuogo: PortonovoSi è svolta venerdì 13 settembre 2019, presso il Seebay Hotel di Portonovo, la Cerimonia per il conferimento del Premio "I Marchigiani dell'anno - Internazionale Portonovo".Nell'ambito della manifestazione, al Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, è stato assegnato il Premio Internazionale Portonovo, rivolto a quelle figure non necessariamente marchigiane che hanno però contribuito nella promozione del territorio della Regione.Nel prendere la parola, l'Ammiraglio Pettorino ha ringraziato gli organizzatori per l'assegnazione del prestigioso riconoscimento, evidenziando come, tra i compiti precipui del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia costiera, ci sia quello della protezione e, quindi, della valorizzazione del territorio marino e costiero. A questo riguardo, il Comandante Generale ha poi fatto cenno alla campagna di comunicazione ambientale promossa quest'anno dalla Guardia Costiera, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e del Territorio e del Mare, introducendo ai presenti lo spot ufficiale della campagna "#PlastiFreeGC". […]

  • Le Misure Minime dei Pesci nella Pesca Sportiva in Mare
    by Redazione Apnea Magazine on 13 Settembre 2019 at 16:14

    Spesso, sulle taglie minime, si fa una gran confusione, citando tabelle datate o che riguardano solo particolari ambiti. Apnea Magazin […]

  • Il Comandante Generale delle Capitanerie di Porto in visita agli Uffici Locali Marittimi della Capitaneria di Porto di Livorno
    on 12 Settembre 2019 at 10:10

    Categoria: Attività, EventiLuogo: LivornoIl Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia  Costiera Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino è  tornato sul territorio toscano  per proseguire gli incontri con gli uomini e le donne degli Uffici Locali Marittimi dipendenti dalla Capitaneria di Porto di Livorno. Nella giornata di venerdì, quindi, l'Ammiraglio Pettorino, ricevuto ed accompagnato nella visita dal Comandante in 2^ della Capitaneria di Porto di Livorno, Capitano di Vascello Francesco Tomas, ha fatto una prima tappa all'Ufficio Locale Marittimo di Cecina, proseguendo poi per l'omologo Comando di Vada ed infine alla sede dell'Ufficio Locale Marittimo di Castiglioncello.Lo scopo degli incontri, ha tenuto a ribadire l'Ammiraglio Pettorino durante i vari colloqui con il personale, è quello innanzitutto di portare un concreto segno di vicinanza del vertice del Corpo a quei Comandi ed a quei colleghi che, proprio perché operativi a livello locale, sono più a contatto con il territorio costiero e con l'utenza, e rappresentano per quest'ultima la prima, fondamentale, interfaccia per tutti quegli aspetti di competenza che rientrano nel più ampio settore degli usi civili del mare.In particolare, in questa fase conclusiva dell'estate, gli incontri sono serviti anche per fare un primo bilancio dei risultati ottenuti attraverso le mirate campagne di tutela dell'ambiente, vigilanza sulle corrette forme di sicurezza della balneazione, sul legittimo uso del demanio marittimo. Il Comandante generale, al riguardo, ha voluto sottolineare lo straordinario pregio ambientale del Santuario dei Cetacei, ricordando come proprio le località visitate siano state quelle più a nord che hanno potuto recentemente assistere ad eccezionali eventi di nidificazione di tartarughe marine, e quanto sia sempre più necessario proseguire in quelle campagne di sensibilizzazione volte a diffondere i comportamenti corretti da tenere in caso di avvistamento di mammiferi marini, citando, nello specifico, quella promossa dall'Istituto Thesys denominata "Cetacei, FAI attenzione", in corso di svolgimento sull'intero territorio nazionale.Alle visite al personale si è naturalmente accompagnato, di volta in volta, l'incontro con gli Amministratori comunali. Attraverso un collaborativo ed aperto confronto con essi, il Comandante Generale ha avuto modo di approfondire le problematiche di queste comunità, per le quali le attività incentrate sul turismo estivo e sul mare in tutti i suoi molteplici aspetti costituiscono la principale base delle economie locali.La visita, conclusasi appunto presso Castiglioncello, ha visto il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto proseguire per Firenze per un altro impegno istituzionale promosso dall'Università degli Studi di Firenze a conclusione del progetto Whalehub sul tema dell'inquinamento dei mari, a margine del quale è stata presentata l'opera "Il Capodoglio Giovanni", che rappresenta un capodoglio realmente esistente e realizzata grazie ad uno studio scientifico proprio dell'Istituto Thesys.Il saluto dell'Ammiraglio Pettorino è stato un "arrivederci" con la volontà di terminare al più presto gli incontri anche con gli uffici del Circondario marittimo di Piombino. […]

  • ​Visita del Comandante Generale nel Compartimento marittimo di Trapani
    on 12 Settembre 2019 at 10:10

    Categoria: Attività, EventiLuogo: TrapaniVenerdì 30 agosto il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino,  ha visitato la Capitaneria di porto di Trapani accompagnato dal Direttore Marittimo della Sicilia occidentale Contrammiraglio (CP) Roberto Isidori.Accolto dal Capitano di Vascello (CP) Franco Maltese, Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del porto di Trapani, l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato il personale militare e civile rivolgendo loro parole di vivo e sincero apprezzamento per la professionalità e l'impegno profusi nell'assolvimento quotidiano delle molteplici attività istituzionali.Nel corso della visita l'Ammiraglio Pettorino ha raggiunto l'isola di Favignana dove ha incontrato il personale militare dell'Ufficio Locale Marittimo e il Sindaco di Favignana, Giuseppe Pagoto, soffermandosi sull'importante operato svolto dal personale della Guardia Costiera egadina a tutela dell'area marina protetta delle Isole Egadi.A conclusione della visita,  ieri sabato 31 agosto, l'Ammiraglio Pettorino si è recato sull'isola di Marettimo per incontrare il personale militare del Locale Ufficio Marittimo esprimendo loro vicinanza e grande compiacimento per l'impegno speso nell'assolvimento dei molteplici compiti del Corpo.&nbs […]

  • La Guardia Costiera al 58 Salone Nautico di Genova
    on 12 Settembre 2019 at 10:08

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Genova​Si sono aperte nella mattinata odierna, le porte del 58° Salone Nautico di Genova alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Sen. Danilo Toninelli. Presente alla cerimonia di inaugurazione anche il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. Proprio in questa circostanza il Ministro Toninelli ha sottolineato l'impegno del Ministero verso la semplificazione burocratica nel mondo della nautica da diporto. Sentite le parole dell'Ammiraglio Pettorino che, già Direttore Marittimo e Comandante del porto di Genova, ha voluto sottolineare la forza e l'energia del popolo genovese: "Chi ama il mare non è mai solo. Tutti i genovesi amano il mare, tutti i genovesi devono sapere che tutto il Paese è con loro".Nel pomeriggio, nell'ambito dei convegni organizzati in occasione dell'evento, presso il Teatro del Mare, la Guardia Costiera, alla presenza dell'Ammiraglio Pettorino e del Direttore Marittimo della Liguria, Ammiraglio Ispettore Nicola Carlone, ha presentato ufficialmente i dati relativi alle attività operative condotte nell'estate 2018, ed in particolare, l'operazione "Mare Sicuro", le campagne intensive volte alla tutela dell'ambiente marino e della pubblica fruizione dei litorali italiani - operazioni "Spiagge Libere" e "Acque Libere" – e alla tutela della sicurezza della navigazione, con la campagna intensiva "Traghetti Sicuri".Circa 1700 le persone salvate, 716 i soccorsi alle unità da diporto, 620.000 mq di spiagge e specchi acquei restituiti alla libera fruizione, il 100% della flotta Ro-Ro che ha garantito il collegamento con i principali porti nazionali ed internazionali con regolarità senza far registrare alcun incidente. Questi solo alcuni dei dati divulgati oggi dal Corpo, indice di un'estate 2018 vissuta, in tutta Italia, all'insegna della sicurezza e della legalità.Dall'analisi dei dati si evince la diminuzione del numero dei soccorsi, segno che la vera chiave di successo, per innalzare il livello di sicurezza, è stata l'attività di sensibilizzazione promossa anche con testimonial di eccezione come Massimiliano Rosolino, Giusy Versace, Enrico Brignano, Marco Melandri, Giovanni Soldini e Massimiliano Ossini, che si son fatti portavoce di messaggi sulla sicurezza in mare e la tutela dell'ambiente sostenendo il Corpo durante l'intera stagione estiva.Diminuiti anche in numeri dei controlli 46.668 nell'estate 2018, grazie all'iniziativa "Bollino Blu", che con 8.301 bollini rilasciati ha premiato i diportisti virtuosi attraverso specifiche ispezioni, evitando la duplicazione dei controlli e rendendo questi ultimi mirati alla tutela della sicurezza della navigazione e alla salvaguardia della vita in mare.Risultati raggiunti grazie all'impegno profuso dal Corpo tramite 300 mezzi navali, 15 mezzi aerei e circa 3000 uomini e donne presenti sul territorio a tutela degli 8000 km di costa e delle acque di competenza nazionali.Presentati in tale occasione, due progetti legati alla cultura del mare e alla tutela dell'ambiente marino che vedono la partnership della Guardia Costiera: il progetto "Cavalieri del Mare" di Corrado Ricci e il progetto "Cetacei, FAI Attenzione!" della Dott.ssa Sabina Airoldi dell'Istituto Tethys.L'evento è terminato con la presentazione in anteprima del Calendario 2019 della Guardia Costiera dedicato alle donne e uomini del Corpo e alla loro professionalità. Il video del backstage ha raccontato le location e volti che ci accompagneranno per il prossimo anno. […]

  • Video Pesca Sub: la Grossa Cernia Fulminata nell’Abisso (29 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 11 Settembre 2019 at 11:29

    Una piccola lastra in un fondale quasi lunare, una grossa cernia di quasi 30 kg, che stavolta è stata trovata nella posizione ottimale per tentare un tiro con estrazione immediata. Il tutto alla profondità di "appena" 47 metri. Sono gli ingredienti di questa nuova avventura di Jesus Jimenez Reyes. Una cattura che potrebbe sembrare perfino facile se non fosse per tutti i sacrifici in termini di tempo, preparazione atletica, mentale e stile di vita che si porta dietro. Apnea Magazin […]

  • NON PERDETE SETTEMBRE!
    by Luca on 10 Settembre 2019 at 21:40

    Sul numero di PescaSub & Apnea che trovate in edicola dedichiamo una lunga inchiesta a un argomento che non avremmo voluto trattare: gli incidenti sott’acqua. Anche questa estate, infatti, ci sono stati tanti, troppi morti in mare e riteniamo giusto sensibilizzare i tanti appassionati su questo scottante tema. Cambiamo argomento e passiamo agli itinerari di […]

  • Euroafricano 2019: Titolo a Cervantes, Argento a Claut e Bronzo a Losito
    by Redazione Apnea Magazine on 8 Settembre 2019 at 20:48

    Alla fine è stata presa la decisione che, già subito dopo la tragica scomparsa in gara di Matthias Sandeck, era parsa... Apnea Magazin […]

  • EuroAfricano 2019: Muore il Portoghese Sandeck, 2a Giornata Annullata
    by Redazione Apnea Magazine on 8 Settembre 2019 at 16:12

    Intorno alle 12 si era parlato di un atleta scomparso che era poi stato ritrovato e trasportato in ospedale in elicottero... Apnea Magazin […]

  • EuroAfricano 2019: Cervantes vince la 1a, poi Claut, Losito e De Mola
    by Redazione Apnea Magazine on 7 Settembre 2019 at 20:52

    La pesatura ha messo Stefano Claut e Valerio Losito sul podio di giornata, e Giacomo De Mola subito sotto... Apnea Magazin […]

  • FIPIA: Chi Rappresentiamo? (L’Immagine della Pesca in Apnea Rovinata dai Social Network)
    by Redazione Apnea Magazine on 6 Settembre 2019 at 14:28

    Riceviamo dal presidente FIPIA un'analisi su come i Social stiano danneggiando sul serio l'immagine della pescasub... Apnea Magazin […]

  • Video Pesca Sub: il Pagro Gigante Fermo nel Bassofondo Sabbioso (12 kg)
    by Redazione Apnea Magazine on 5 Settembre 2019 at 14:20

    A volte capitano delle catture fortunose e inspiegabili, come questa di Müjdat Turan. Nel Bosforo si è imbattuto in un colossale pagro (Pagrus major) di 12 kg, immobile nel bassofondo sabbioso. Una lenta capovolta e un tiro lungo, con il pesce che iniziava a muoversi, hanno permesso di avere ragione di un pesce incredibile, ma che dovrebbe vivere nell'abisso. Chissà cosa ci faceva in poche spanne d'acqua... Apnea Magazin […]

  • Il Comandante Generale porge i suoi complimenti al Sottotenente di Vascello Mammi per le medaglie vinte ai recenti Mediterranean Beach Games
    on 5 Settembre 2019 at 12:22

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Roma​Si è conclusa a Patrasso lo scorso 1 settembre 2019, la prestigiosa manifestazione "Mediterranean Beach Games" organizzata dal CIO, Comitato Internazionale Olimpico, alla quale hanno partecipato numerosi atleti appartenenti alle 11 discipline sportive dei 26 Paesi aderenti al Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo.A rappresentare l'Italia in Grecia insieme alla nazionale italiana di nuoto pinnato, anche l'Ufficiale della Guardia Costiera, Sottotenente di Vascello Elisa Mammi. Due ori, un argento ed un bronzo le medaglie conquistate rispettivamente sui 200 m pinne, 4x50 m mista pinne, 2 km pinne e 50 m pinne.Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto- Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha voluto esprimere le sue congratulazioni all'ufficiale per i prestigiosi risultati raggiunti, augurandole buon vento per i prossimi Giochi Mondiali Militari che si terranno ad ottobre in Cina a Wuhan. […]

  • Gare Pesca Sub: San Teodoro 1989, Cronaca di un Mondiale “Thriller”!
    by Redazione Apnea Magazine on 3 Settembre 2019 at 14:19

    La cronaca di quello che probabilmente è stato il più bel campionato del mondo di pesca sub che si sia mai disputato... Apnea Magazin […]

  • Il Generale Vecciarelli visita il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera
    on 3 Settembre 2019 at 6:05

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIl Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, si è recato in visita presso la sede del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, dove è stato accolto dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Il Generale Vecciarelli dopo aver ringraziato per l’opportunità della visita, ha colto l’occasione per apprezzare come la Guardia Costiera sia una componente preziosa e pregiata del nostro sistema paese che opera senza soluzione di continuità per la sicurezza dei nostri mari e, in chiave inter-ministeriale, per la tutela del territorio, della navigazione e dei trasporti marittimi senza tralasciare l’apporto specialistico fornito in ambito internazionale e Unione Europea.Nel corso della visita del Capo di SMD si è sottolineata l'incidenza sociale delle varie linee di attività svolte dal Corpo, finalizzate all'esercizio della funzione marittima per gli usi civili e produttivi del mare e dei porti, al servizio dei tre dicasteri di riferimento ed a favore della collettività nazionale ed internazionale, unitamente all'importante apporto che il Corpo rende alle funzioni del Ministero della Difesa.La visita ha previsto anche l’illustrazione dei principali sistemi di controllo e sorveglianza marittima presso la Centrale Operativa del Corpo, Centro Nazionale per il coordinamento delle operazioni ricerca e soccorso in mare. […]

  • Celebrazione dei 154 anni del Corpo delle Capitanerie di porto e dei 30 anni della Guardia Costiera
    on 3 Settembre 2019 at 6:01

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaSi è svolta quest’oggi, in contemporanea con tutti i Comandi regionali d’Italia, la celebrazione del 154esimo anniversario dell’istituzione del Corpo delle Capitanerie di porto, avvenuta il 20 luglio 1865 con la firma del Decreto istitutivo da parte del re Vittorio Emanuele II. La cerimonia è stata anche l’occasione per ricordare il 30esimo anniversario della costituzione della Guardia Costiera, che del Corpo rappresenta l’articolazione tecnico-operativa, avvenuta l’8 giugno del 1989.Per la prima volta nella storia del Corpo, quest’anno, in occasione delle importanti ricorrenze, è stata deposta una corona di alloro presso l’Altare della Patria.Successivamente, nella sede del Comando Generale del Corpo, si è svolta la visita del Presidente della Camera dei Deputati, on. Roberto Fico, del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, sen. Danilo Toninelli, e del Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, accolti dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Nel suo discorso di apertura l’Ammiraglio Pettorino, rivolgendo un saluto ideale agli 11.000 uomini e donne del Corpo, rappresentati dai colleghi in servizio presso la sede, ha ripercorso brevemente la storia recente, con particolare riferimento agli eventi più salienti degli ultimi 30 anni."Nel 1989" ha ricordato l’Ammiraglio, “con un Decreto Ministeriale a firma dell’allora Ministro della Difesa Zanone e dell’allora Ministro della Marina Mercantile Prandini, veniva costituita la Guardia Costiera, che altro non era che l’articolazione operativa del Corpo delle Capitanerie di porto; un Corpo che dal 1923 è un Corpo della Marina Militare e che ha e mantiene una dipendenza funzionale dai Ministeri che si occupano degli usi civili del mare, cioè dal Ministero dei Trasporti, dal Ministero dell’Ambiente e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Le nostre missioni” ha proseguito l’Ammiraglio, “sono quelle della salvaguardia della vita umana in mare, della sicurezza della navigazione, della tutela dell’ambiente marino, del controllo delle attività di pesca, ma anche di tutte quelle attività amministrative di cui tutti coloro che lavorano sul mare o che sul mare trascorrono il loro tempo libero hanno ogni giorno bisogno. Abbiamo dedicato questa giornata al lavoro di tutti coloro che ci hanno preceduto, perché se oggi la Guardia Costiera è uno strumento operativo importante, se le Capitanerie continuano ad assolvere a quel ruolo fondamentale di amministrazione che accompagna ogni giorno gli usi civili del mare lo dobbiamo anche al loro lavoro e alla loro perseveranza”.Al discorso dell’Ammiraglio hanno fatto seguito due brevi filmati che hanno ripercorso i momenti più significativi della storia del Corpo​​. Particolare commozione ha suscitato il ricordo dei caduti e delle Medaglie d’Oro.Successivamente, il Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Cavo Dragone, ha rivolto parole di stima e vicinanza a tutti gli uomini e donne, militari e civili, del Corpo, soprattutto a quelli impegnati a bordo dei mezzi navali e aerei per il servizio e per il bene del Paese.Quindi è stata la volta del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sen. Toninelli, il quale, nel congratularsi con l’Ammiraglio Pettorino per i risultati raggiunti dal Corpo, ha rivolto un plauso per lo svolgimento dell’operazione Mare Sicuro: operazione inaugurata il 1° giugno e volta ad assicurare la sicurezza in mare di bagnanti e diportisti per tutta la stagione estiva. "Tutti gli italiani apprezzano il vostro sforzo per la tutela dell'incolumità delle persone e per la difesa della legalità. E' anche grazie alla vostra attività che milioni di nostri concittadini possono e potranno godersi l'estate in tranquillità sulle nostre splendide coste. Ecco perché possiamo dire che il lavoro delle Capitanerie ci aiuta a valorizzare le bellezze del nostro Paese".Infine, alle parole del Ministro Toninelli hanno fatto eco quelle del Presidente della Camera dei Deputati, on. Fico, ribadendo - nel suo intervento - l’apprezzamento delle Istituzioni per il lavoro che con tanto impegno la Guardia Costiera svolge quotidianamente nell’assolvimento dei suoi compiti istituzionali e, in particolar modo, a salvaguardia della vita umana in mare.A conclusione della cerimonia gli illustri ospiti, accompagnati in Centrale Operativa dal Comandante Generale, hanno potuto apprezzare le moderne tecnologie costituenti il nucleo operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie con le quali il Corpo espleta le diverse attività di competenza. […]

  • Gli auguri di buon lavoro e buon Ferragosto ai Comandi territoriali
    on 3 Settembre 2019 at 5:58

    Categoria: AttivitàLuogo: RomaQuesta mattina, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, dalla Sala Crisi della sede di Viale dell'Arte ha incontrato, nell'ambito della tradizionale videoconferenza di metà agosto, i 15 Comandanti regionali della Guardia Costiera. Nell'occasione il Comandante Generale, dopo aver ottenuto un rapido punto di situazione dei litorali e delle zone marittime costiere, ha formulato l'augurio di Buon Ferragosto e di buon lavoro agli  11.000 uomini e donne della Guardia Costiera impegnati nei diversi compiti istituzionali lungo gli oltre 8000 km di costa nazionale .I Comandi Territoriali, che hanno sinora operato attivamente per la prevenzione e il controllo degli ambiti di competenza nel contesto della operazione Mare Sicuro 2019, dovranno in questi giorni far fronte al  prevedibile picco di  presenza di bagnanti e diportisti lungo le coste, con una un'intensificazione delle attività a tutela della sicurezza in mare, della corretta fruibilità degli arenili e dell'ambiente marino.A seguire, l'Ammiraglio Pettorino è partito alla volta dell'Ufficio Locale Marittimo di San Felice Circeo, dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina e della Delegazione di Spiaggia di Scauri per porgere di persona il saluto e testimoniare la vicinanza a tutto il personale operante. […]

  • Visita del Comandante Generale della Guardia di Finanza al Comando Generale
    on 3 Settembre 2019 at 5:55

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaNel pomeriggio del 31 luglio,  il Generale di Corpo d'Armata Giuseppe Zafarana, Comandante Generale della Guardia di Finanza, accompagnato nell'occasione dal Colonnello Antonello Maggiore, Capo della Centrale Operativa della Guardia di Finanza, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.Ad accoglierlo al suo arrivo il Comandante Generale, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, il Vice Comandante Generale, l'Ammiraglio Ispettore Antonio Basile, i Capi Reparto e i Capi Ufficio di staff del Comando Generale.Dopo il saluto e la firma del "libro d'onore", l'Ufficiale assistente del Comandante Generale, il Capitano di Vascello Edoardo Balestra, ha prospettato al Generale Zafarana un quadro dettagliato del Corpo, illustrando l'assetto funzionale e i compiti istituzionali in ragione della dipendenza dai diversi Dicasteri.L'incontro è poi proseguito con la visita in Centrale Operativa, dove il Capo del 3° Reparto "Piani e operazioni", il Contrammiraglio Sergio Liardo e il Comandante Andrea Tassara hanno illustrato al Generale Zafarana le diverse tecnologie, quali i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo, di cui si avvale la Guardia Costiera per le diverse attività di competenza.La visita, che si è tenuta in un clima di reciproca stima, ha rappresentato per i due Comandanti Generali anche un'opportunità per potersi confrontare sulle tematiche di comune interesse. A conclusione, il Generale Zafarana ha ringraziato l'Ammiraglio Pettorino per l'accoglienza ricevuta e ha espresso parole di vivo apprezzamento per il prezioso lavoro svolto dalla Guardia Costiera in favore della collettività. […]

  • Il Comandante Generale in visita agli Uffici del Circondario marittimo di Porto Santo Stefano
    on 27 Agosto 2019 at 12:11

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Porto Santo StefanoLo scorso venerdì 23 e sabato 24 agosto, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha fatto visita all'Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Santo Stefano e ai suoi Comandi territoriali dipendenti. Accompagnato nella visita dal Direttore Marittimo della Toscana, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia e dal Capo del Circondario Marittimo di Porto Santo Stefano, Tenente di Vascello Teofilo Traina, il Comandante Generale venerdì ha fatto la prima tappa ad Orbetello, presso l'Ufficio Locale Marittimo, proseguendo poi per l'omologo Comando di Porto Ercole e successivamente nella sede di Porto Santo Stefano. Nel pomeriggio invece l'incontro con i militari dell'Ufficio Locale Marittimo dell'Isola del Giglio.Nella giornata di sabato ha poi proseguito la visita, incontrando gli uomini della Delegazione di Spiaggia di Marina di Grosseto, poi dell'ufficio Locale Marittimo di Castiglione della Pescaia ed infine l'Ufficio Locale Marittimo di Talamone.Queste visite, ha spiegato l'Ammiraglio Pettorino, vogliono innanzitutto portare la vicinanza del Vertice del Corpo a quei Comandi che, proprio perché di livello locale, più sono a contatto con il territorio costiero e con l'utenza e che quindi rappresentano la prima, fondamentale, interfaccia alla quale l'utenza stessa si affida per tutti quegli aspetti di competenza che rientrano nel più ampio spettro degli usi civili del mare ed in particolare, in questa fase, per tutte le problematiche connesse con la stagione turistico balneare, con compiti – tra gli altri – di soccorso in mare, tutela dell'ambiente, vigilanza sulle corrette forme di sicurezza della balneazione, sul legittimo uso del demanio marittimo.A ciò si è naturalmente accompagnato, di volta in volta, l'incontro con i sindaci dei territori visitati: il sindaco di Orbetello, di Monte Argentario, dell'Isola del Giglio, il delegato del sindaco di Grosseto ed il sindaco di Castiglione della Pescaia. Attraverso un collaborativo ed aperto confronto con essi, il Comandante Generale ha avuto modo di approfondire le problematiche di queste comunità, per le quali le attività incentrate sul turismo estivo e sul mare in tutti i suoi molteplici aspetti rappresentano la principale base delle economie locali. Ed ancora in tale ottica, l'Ammiraglio Pettorino non ha tralasciato di incontrare alcuni rappresentanti di importanti realtà imprenditoriali locali operanti nel sistema turistico portuale. […]

  • Premio nazionale ambiente e legalità 2019: Legambiente premia la Capitaneria di porto di Pescara
    on 27 Agosto 2019 at 12:06

    Data: 27/08/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: PescaraLo scorso 14 agosto, nell'ambito della 31^ edizione di Festambiente, il festival internazionale dedicato all'ecologia ed alla solidarietà organizzato da Legambiente a Rispescia, in provincia di Grosseto, all'interno del parco naturale regionale della Maremma,  la Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Pescara ha ricevuto il "Premio nazionale ambiente e legalità 2019". Il prestigioso riconoscimento, assegnato ogni anno dall'Osservatorio nazionale sulla legalità di Legambiente, intende esaltare l'impegno sociale e civile di istituzioni, forze dell'ordine, magistrati, giornalisti, imprenditori e cittadini che si sono particolarmente distinti nella lotta alla criminalità ambientale.Il riconoscimento è stato consegnato dal presidente di Legambiente Stefano Ciafani, alla presenza, tra gli altri, di Don Luigi Ciotti e del giornalista Sandro Ruotolo, al Capitano di Vascello Donato De Carolis, Direttore Marittimo dell'Abruzzo, Molise e Isole tremiti, per premiare l'inchiesta - iniziata nel 2015 – condotta dalla Guardia Costiera abruzzese sull'inquinamento del fiume Pescara. Le indagini, nello specifico, eseguite sugli impianti di depurazione e sulle reti fognarie comunali sono culminate con il deferimento all'Autorità Giudiziaria di 11 persone, ed il sequestro di 26 scolmatori di piena dell'impianto fognario di Pescara.Il Comandante De Carolis, nel ricevere il riconoscimento, ha evidenziato come l'importante attestato esalti l'impegno sociale e lo spirito green del Corpo, che mette al centro della propria azione operativa la tutela dell'ambiente, quale indissolubile collegamento con il territorio, su quale l'operato dell'Autorità Marittima incide in maniera concreta e diretta, a vantaggio dei cittadini che popolano le coste e degli ecosistemi che ne impreziosiscono gli habitat. […]

  • Visita del Comandante Generale al Compartimento marittimo di Salerno
    on 16 Agosto 2019 at 9:28

    Categoria: Attività, EventiLuogo: SalernoNella giornata di ieri, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, dopo la partecipazione al Comitato Nazionale dell'ordine e della sicurezza pubblica tenutosi a Castel Volturno, in provincia di Caserta, ha fatto visita, accompagnato dal Contrammiraglio Sergio Liardo, Capo del 3^ Reparto - Operazioni, alla Capitaneria di porto di Salerno e ai comandi territoriali dipendenti.Ad accoglierlo il Direttore Marittimo della Campania, Ammiraglio Ispettore Pietro Giuseppe Vella e il Capo del Compartimento marittimo di Salerno, Capitano di Vascello Giuseppe Menna.La visita del Comandante Generale è proseguita a bordo della nave maggiore "Luigi Dattilo", ormeggiata in questi giorni nel porto di Salerno, dove l'Ammiraglio ha incontrato il Capitano di Fregata Federico Panconi, Comandante dell'unità, e tutto l'equipaggio, manifestando la propria vicinanza e la stima per la professionalità, l'impegno e la dedizione profusi quotidianamente per la tutela della vita umana in mare e dell'ecosistema marino.Il Comandante Generale successivamente ha raggiunto gli uffici marittimi della Guardia Costiera dislocati lungo la costa, incontrando il personale dell'Ufficio circondariale marittimo di Agropoli.L'Ammiraglio Pettorino, in questi momenti di incontro con il personale in servizio, ha rivolto a tutti un ringraziamento per il lavoro svolto, con particolare riferimento a queste giornate dove l'impegno dalla Guardia Costiera è massimo per garantire la sicura fruizione del mare da parte di chi deciderà di vivere queste giornate di festa lungo le coste. […]

  • L’Ammiraglio Pettorino incontra la figlia del Comandante del piroscafo Santa Lucia
    on 14 Agosto 2019 at 16:00

    Categoria: EventiLuogo: TerracinaÉ stato un momento molto commovente quello dell'incontro tra la signora Anna Simeone e il Comandante Generale. La signora Anna ha ricordato con evidente emozione il padre, mai dimenticato, tragicamente perito a seguito dell'attacco e affondamento del piroscafo Santa Lucia avvenuto il 24 luglio del 1943 nelle acque antistanti l'isola di Ventotene. Il papà tuttavia non perì immediatamente nell'attacco ma dal letto di ospedale, ricorda ancora la signora Anna, continuava a domandare alla moglie al suo capezzale " Quanti ne sono morti?", perché suo padre li avrebbe voluti salvare tutti e si preoccupava, anche se in fin di vita, della condizione dei passeggeri e del suo equipaggio.Uno scambio di esperienze e di emozioni  quello vissuto oggi, anche nel ricordo del Comandante Generale, il cui nonno fuochista era sbarcato dal piroscafo poco prima del tragico evento e mai aveva dimenticato la vicenda, tanto da farla rivivere nei suoi racconti, in tutto simili a quelli della Signora Anna, la cui vita è stata profondamente segnata da questa dolorosa esperienza.  L'Ammiraglio ha voluto inoltre ricordare la recente cerimonia del 24 luglio scorso a Ventotene, nella quale il Comandante Generale si è immerso per pregare sul relitto del Santa Lucia. Sincero e sentito il ringraziamento della signora Anna nei confronti dell'Ammiraglio Giovanni Pettorino e della Guardia Costiera che dopo anni hanno ridato la giusta luce e il dovuto merito ai caduti del piroscafo ed al loro Comandante. […]

  • Inaugurato pontile a Silvi Marina: sinergia tra Guardia Costiera, Area Marina Protetta e Amministrazioni Comunali
    on 14 Agosto 2019 at 10:57

    Data: 14/08/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: Silvi Marina​Lo scorso lunedì è stato inaugurato in località Silvi Marina, in provincia di Teramo, un pontile galleggiante realizzato nell'ambito di un progetto finanziato dal Flag Costa Blu per il potenziamento della sicurezza in favore della piccola pesca.La struttura, della lunghezza di 30 metri, è posizionata nelle immediate adiacenze della sede dell'Ufficio Locale Marittimo di zona, e sarà a disposizione degli uomini e delle donne della Guardia Costiera che, grazie ad esso, potranno implementare le capacità operative del battello veloce fornito loro dall'Area Marina Protetta "Torre del Cerrano".Presenti alla cerimonia di inaugurazione il Direttore marittimo dell'Abruzzo, del Molise e delle Isole tremiti, Capitano di Vascello Donato De Carolis, il Sindaco di Silvi, Andrea Scordella, l'Assessore ai Lavori Pubblici, la Dottoressa Pamela Giancola e Leone Cantarini, il Presidente dell'Area Marina Protetta.Nel suo discorso, il Comandante De Carolis ha evidenziato "l'importanza di tale infrastruttura nell'implementazione del livello di controllo del territorio costiero, a tutela della sicurezza degli operatori del settore, dei bagnanti e dell'ambiente marino, quale ulteriore e più efficace presidio di legalità". Il Sindaco Scordella, nel rallegrarsi per la condivisione d'intenti raggiunta tra Enti e Amministrazioni dello Stato, che ha permesso la realizzazione del pontile, ha evidenziato come questo rappresenta "un importante tassello per consentire a chi svolge un servizio pubblico per la collettività marittima di assolvere al meglio a tutti i compiti attinenti agli usi pubblici del mare".Al termine della cerimonia, dopo il consueto taglio del nastro, il battello veloce della Guardia Costiera di Silvi ha preso il mare per la prima volta dal pontile, imbarcando un giovane esemplare di tartaruga soccorsa in fin di vita nel settembre 2018 dal Centro Studi Cetacei di Pescara. L'esemplare è stato quindi liberato in mare, come testimonianza concreta dello spirito che unisce la Guardia Costiera, l'Area Protetta e le Amministrazioni comunali a tutela dell'ambiente marino e del suo habitat. […]

  • San Foca: inaugurata la terrazza “Tutti al mare!” per persone diversamente abili con la collaborazione della Guardia Costiera di San Foca
    on 13 Agosto 2019 at 13:41

    Data: 13/08/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: San FocaSabato 10 agosto, nel Comune di Melendugno, in località San Foca, è stata inaugurata la terrazza "Tutti al mare!", un accesso attrezzato per persone affette da SLA, patologie neuromotorie e altre disabilità, realizzato in corrispondenza di un tratto di spiaggia libera ad uso gratuito.Le persone diversamente abili che frequenteranno l'area potranno usufruire della spiaggia e del mare anche grazie a prestazioni volontarie di infermieri, operatori OSS e assistenti bagnanti.La struttura è stata ideata e realizzata nell'ambito del progetto "Io Posso", voluto da Gaetano Fusco, affetto da SLA, e ha visto la luce anche grazie all'ausilio della Delegazione di Spiaggia di San Foca, nonché alla collaborazione del Comune di Melendugno e delle Amministrazioni pubbliche locali. Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino ha incontrato Gaetano Fusco, ideatore del progetto, e le donne e gli uomini che hanno contribuito alla realizzazione di quest'area, che riesce a garantire la libera e sicura fruizione del mare anche e soprattutto a coloro che necessitano di particolare assistenza, donando loro la possibilità di sentirsi "liberi di essere felici", come recita il motto posto all'ingresso della terrazza, che rappresenta un contributo concreto per consentire a chi è affetto da disabilità di migliorare la qualità della propria vita, soddisfare i propri bisogni e realizzare le proprie aspirazioni e desideri.Nell'occasione, l'Ammiraglio ha rinnovato la volontà della Guardia Costiera di coadiuvare simili iniziative mettendo a disposizione, sotto il coordinamento della Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, il personale della Delegazione di Spiaggia di San Foca. […]

  • Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera in visita al compartimento marittimo di Gallipoli
    on 8 Agosto 2019 at 13:16

    Categoria: Eventi, AttivitàLuogo: GallipoliLo scorso 6 agosto il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Direttore Marittimo delle Puglia e Basilicata jonica, Contrammiraglio Giuseppe Meli, si è recato in visita presso la Capitaneria di porto di Gallipoli.Accolto dal Capo del Compartimento Marittimo di Gallipoli, il Comandante Pasquale Mazza, l'Ammiraglio Pettorino ha incontrato il personale militare e civile del Comando ed il Sindaco di Gallipoli nonché il Presidente della Provincia di Lecce Dott. Stefano Minerva.Nell'occasione il Comandante Generale ha espresso parole di vivo compiacimento a tutto il personale per il prezioso operato svolto a favore di tutta la comunità residente nella vasta area salentina.Nella giornata del 7 agosto il Comandante Generale ha visitato l'Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea. Il titolare dell'Ufficio locale, 1° Maresciallo Colazzo, e il direttore dell'Area Marina protetta, dott. Paolo D'Ambrosio, hanno fatto gli onori di casa, insieme al sindaco di Porto Cesareo, dott. Salvatore Albano.L'Ammiraglio Pettorino proseguirà, nei prossimi giorni, la visita presso l'Ufficio circondariale marittimo di Otranto, gli Uffici locali marittimi di Torre San Giovanni d'Ugento, Santa Maria di Leuca, Tricase, Castro, San Cataldo e la Delegazione di spiaggia di San Foca di Melendugno per incontrare tutto il personale militare impegnato presso i suddetti Comandi Territoriali. […]

  • Visita del Comandante Generale alla Capitaneria di Brindisi
    on 7 Agosto 2019 at 11:57

    Categoria: Attività, EventiLuogo: BrindisiLo scorso 5 agosto, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal Direttore Marittimo di Bari, Contrammiraglio Giuseppe Meli, ha visitato la sede della Capitaneria di Porto di Brindisi.Accolto dal Capo del Compartimento Marittimo, Capitano di Vascello Giovanni Canu, il Comandante Generale ha incontrato il personale militare e civile della Capitaneria, al quale ha manifestato il suo vivo apprezzamento per il continuo impegno e passione con cui svolgono il loro servizio, rivolgendo parole di grande stima per l’elevato apporto professionale fornito nell’espletamento delle funzioni del Corpo.Il Comandante Generale ha sottolineato, nell'occasione, l’importanza del lavoro di squadra per raggiungere i diversi obiettivi del Corpo.Al termine dell’assemblea, l’Ammiraglio Pettorino, dopo aver ricordato l'importante ruolo svolto dalle Capitanerie per lo sviluppo economico portuale del paese, ha incontrato il Direttore del Dipartimento dei porti di Monopoli e Brindisi per l’Autorità di Sistema Portuale dell’Adriatico Meridionale, Dott. Aldo Tanzarella, al quale ha ribadito l’importanza di un continuo dialogo tra gli attori del sistema portuale.Infine, il Comandante Generale ha voluto incontrare, salutare e stringere la mano personalmente a tutto il personale in servizio direttamente nei propri uffici. […]

  • Pathos: pinne Maximum
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:46

    Rappresentano l’evoluzione delle Fireblade e sono caratterizzate da una scarpetta comoda e da una pala davvero bella, in carbonio. In superficie si viaggia spediti senza sforzi e in profondità si sono ben comportate, con uno stacco pronto e una spinta costante. Montano water rail di colore bianco   Anno dopo anno la greca Pathos ha […]

  • C4: pinna Dolphin
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:42

        Questo nuovo modello monta la scarpetta 400 e una pala in polipropilene ad alto modulo. Un’accoppiata che ha sortito un ottimo risultato soprattutto per quanto riguarda il rapporto tra rendimento e affaticamento      Si chiamano Dolphin le nuove pinne della C4. Montano la comoda scarpetta 400 abbinata a una pala stampata in […]

  • Korĉula: la casa delle orate
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:40

        Tra le più meridionali dell’arcipelago dalmata, quest’isola verdissima delimita a sud una specie di canale la cui “sponda settentrionale” è invece costituita dalla più grande Hvar e dalla penisola di Pelješac: acque riparate, sempre un po’ più calde del mare esterno, percorse da flussi di corrente apportatori di nutrimento. Una vera manna per […]

  • Chi si ferma è perduto!
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:38

    E’ la filosofia di Paolo Dainelli, il fondatore della Hunt, azienda che nel giro di qualche anno si è ritagliata uno spazio importante nel settore delle aste e degli accessori in acciaio. Quando tutto è iniziato e come si sono evoluti i prodotti   Un ragazzone di più di un quintale di peso dai modi […]

  • La bellezza del Mare di Fuori
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:36

    Nord ovest della Sardegna Un incontro di lavoro ha permesso di organizzare un’uscita in compagnia del patron della Sigal Sub, Simone Gallini, di Matteo Murgia, il titolare di Ideemare e di Fabio Pes. Per colpa di un fastidioso taglio freddo le catture non sono stare abbondanti, però la giornata ha permesso ugualmente di testare “sul […]

  • A Marsala il Campionato assoluto
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:35

    Puretti pugliese ha conquistato il suo secondo titolo assoluto lungo i difficili fondali del Biscione, in una gara molto incerta, caratterizzata da una corrente a volte impetuosa. Vincente è stata la scelta di pescare a scorrere in non più di 15 metri d’acqua. Alle sue spalle, Christian Corrias e Giacomo De Mola   Marsala, Mazara […]

  • Istanbul, Italia sempre protagonista
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:34

      Quattro ori, tre argenti e tre bronzi, arricchiti da 3 record del mondo e 7 italiani. Ecco il bottino dei nostri azzurri al Campionati Europeo Cmas di Apnea Indoor a Istanbul… &nbs […]

  • Quell’aguglia imperiale fortemente voluta
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:32

        Si tratta di un animale bellissimo, che pochi hanno avuto la fortuna di vedere e pochissimi di catturare con il fucile. Ma probabilmente mai nessuno aveva organizzato una spedizione specifica, in Mediterraneo, per riuscire a portarlo a tiro. Antonio Giunta l’ha fatto nelle acque al largo di Monopoli, in Puglia, realizzando il suo […]

  • La cottura al cartoccio
    by Luca on 6 Agosto 2019 at 19:28

      Triglia, orata, cernia   Orata, cernia e triglia saranno i 3 pesci protagonisti della cottura al cartoccio di questo mese. Una tecnica che presenta numerosi vantaggi in quanto rappresenta una combinazione della cottura al forno, a cui appartiene, e di quella al vapore, poiché gli umori sprigionati rimangono imprigionati nel cartoccio… &nbs […]

  • OPERAZIONE “MARE SICURO”: RESTITUITI ALLA COLLETTIVITÀ OLTRE 90.000 MQ DI SPIAGGE E SPECCHI ACQUEI
    on 6 Agosto 2019 at 9:57

    Categoria: AttivitàLuogo: Roma​Migliaia i controlli effettuati in tutta Italia, per 421mila euro di sanzioni amministrative elevate e 1.081 illeciti riscontrati. Oltre 3mila le attrezzature balneari sequestrate, per un totale di circa 92mila metri quadrati di spiagge e specchi acquei restituiti alla pubblica e gratuita fruizione dei cittadini.Numeri che fanno riferimento al solo periodo compreso tra il 1 giugno e il 2 agosto, e che sono il frutto di un'operazione che si prefigge lo scopo di prevenire e contrastare l'occupazione abusiva dei tratti di spiaggia destinati all'uso pubblico da parte di soggetti che, senza averne titolo, ne hanno fatto un uso personale, trasformandole di fatto in spiagge "private", o per fini di lucro utilizzandoli come stabilimenti balneari abusivi.Nell'ambito dell'operazione Mare Sicuro - operazione iniziata il 1° giugno u.s. - gli uomini e le donne della Guardia Costiera stanno portando avanti su tutte le coste del territorio nazionale l'operazione Spiagge e acque libere, fortemente voluta dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Senatore Danilo Toninelli, a tutela della sicurezza e della legalità, al fine di garantire una corretta, consapevole e serena fruizione del mare da parte dell'utenza assicurando, in ogni momento, un pronto intervento in caso di emergenze in mare.L'occupazione abusiva, effettuata con attrezzature quali ombrelloni, lettini, gavitelli e altre strutture, non solo limita la libera fruizione degli spazi pubblici, ma genera anche un indebito guadagno per gli occupanti, nonché un mancato introito per l'erario, senza considerare la concorrenza sleale verso tutti quei gestori che operano nel rispetto delle norme e che versano periodicamente i previsti canoni demaniali.Il personale della Guardia Costiera dinanzi all'evidenza degli illeciti, ha proceduto all'immediato sequestro delle attrezzature balneari, restituendo le spiagge e le coste all'uso libero e pubblico dei cittadini.Come già anticipato sopra, l'operazione Spiagge e acque libere si incardina all'interno della più ampia operazione Mare Sicuro, che vede impegnati oltre 3mila uomini e donne del Corpo, con circa 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei dislocati lungo gli 8mila km di coste del Paese, per vigilare sul regolare svolgimento delle attività ricreative e commerciali e per tutelare l'ecosistema marino. In poco più di un mese, questi i risultati conseguiti da Mare Sicuro:·        189.311 controlli effettuati, tra i quali 23.400 al diporto, 25.745 a stabilimenti balneari e 62.066 a tutela dell'ambiente;·        350 unità da diporto soccorse;·        1.059 persone soccorse, tra le quali 763 diportisti, 261 bagnanti e 11 subacquei;·        5.641 verbali elevati per illeciti amministrativi, tra i quali 497 per navigazione nelle acque riservate alla balneazione.Ha spiegato il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino "La Guardia Costiera con l'operazione Mare Sicuro 2019 si prefigge lo scopo di tutelare coloro che frequentano le nostre spiagge e le nostre acque: basti pensare che ogni anno d'estate sono circa 40 milioni i bagnanti e 1 milione le unità da diporto presenti nei nostri mari. Inoltre" ha proseguito l'Ammiraglio "su indicazione del Ministro Toninelli già dallo scorso anno abbiamo integrato quest'operazione con un'attività di controllo ancora più mirata e accurata sull'uso corretto degli arenili e degli specchi acquei, contrastando le occupazioni illecite del demanio marittimo"."Ringrazio la Guardia Costiera" ha dichiarato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Senatore Danilo Toninelli "per il prezioso lavoro e i brillanti risultati già conseguiti nell'espletamento dei propri compiti istituzionali. Con l'arrivo dell'estate" ha aggiunto il Ministro "l'attività messa in campo dalla Guardia Costiera si intensifica, rendendo più serene e sicure le vacanze di noi tutti". […]

  • Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto in visita alla Direzione Marittima di Bari
    on 6 Agosto 2019 at 9:52

    Categoria: Attività, EventiLuogo: BariIeri 5 agosto il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha fatto visita alla Direzione Marittima di Bari. Accolto dal Direttore Marittimo della Puglia e Basilicata jonica Contrammiraglio Giuseppe Meli, il Comandante Generale ha incontrato il personale militare e civile di tutti gli uffici della sede, soffermandosi sulle attività e prospettive future e rivolgendo un ringraziamento all'organico per l'attività quotidianamente svolta con professionalità, sacrifico  e impegno a beneficio della collettività ed a tutela della sicurezza e dello sviluppo ordinato degli usi civili e produttivi del mare.  Il Comandante Generale ha quindi effettuato, a bordo della Motovedetta CP 262, una breve visita del porto e, successivamente, presso la Stazione satellitare COSPAS-SARSAT ubicata nella Caserma "W. Fachin" sul Molo S. Cataldo, dove il Direttore della Stazione, Capitano di Fregata Giancarlo Salvemini, ha illustrato le funzioni e compiti della struttura, le potenzialità degli apparati in dotazione ed in corso di evoluzione tecnologica, sottolineando l'importanza della stessa per l'attività di ricerca e soccorso.Il Comandante Generale si è poi recato in visita dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Bari Dott. Giuseppe Volpe.La visita del Comandante Generale è proseguita nel limitrofo Compartimento marittimo di Brindisi.Nei prossimi giorni l'Ammiraglio Pettorino si recherà nel Compartimento marittimo di Gallipoli, dove avrà modo di incontrare tutto il personale dei numerosi Uffici marittimi del Salento, una delle zone del litorale pugliese più impegnative per complessità e consistenza dell'attività operativa svolta. […]

  • Ad Ischia pulizia dei fondali nell’ambito della Festa del mare
    on 30 Luglio 2019 at 11:55

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Ischia​Si è appena conclusa, ad Ischia, la 87° edizione della Festa a mare agli scogli di Sant’Anna. La manifestazione ha avuto luogo proprio nel giorno di ricorrenza della Santa, il 26 luglio scorso, presso la baia Cartaromana di Ischia Ponte e, come da tradizione, ha visto sfilare cinque imbarcazioni in gara per decretare quale rappresentasse meglio, in forma allegorica, il tema dell’acqua. Si è svolto, inoltre, l’annuale arrivo via mare delle partorienti.Tra gli avvenimenti che hanno animato la vita ischitana nello scorso fine settimana, l’attività subacquea della pulizia dei fondali della baia di Cartaromana, che ormai fa parte integrante degli eventi che gravitano intorno alla Festa di Sant’Anna.L’iniziativa, alla quale ha partecipato il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, l'Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, si è svolta il giorno successivo alla festa e ha visto coinvolti i sommozzatori del 2° Nucleo Sub della Guardia Costiera, il Nucleo Sub dei Carabinieri e i volontari. L’attività subacquea ha costituito l’occasione per rinnovare un monito importante sul valore della risorsa mare e sulla necessità di sviluppare la cultura di tutela e protezione dell’ambiente marino.Nell’occasione, l'Ammiraglio Giovanni Pettorino ha voluto ricordare la campagna ambientale #PlasticFreeGC promossa dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto Guardia Costiera, su mandato del Ministero dell'Ambiente della tutela del Territorio e del Mare. Il progetto mira a sensibilizzare i cittadini a una maggiore responsabilità e attenzione alle questioni ambientali, con particolare riferimento alla promozione di comportamenti attivi e virtuosi, volti ad eliminare la dispersione delle plastiche in mare. […]

  • 76° Anniversario affondamento piroscafo S. Lucia
    on 30 Luglio 2019 at 9:01

    Categoria: EventiLuogo: Ventotene76° ANNIVERSARIO DELL'AFFONDAMENTO DEL PIROSCAFO SANTA LUCIASi è tenuta a Ventotene, nella mattinata del 25 luglio, la commemorazione per il 76° anniversario dell'affondamento del piroscafo Santa Lucia; commemorazione che ha visto la partecipazione di tutte le autorità locali e del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.La nave postale Santa Lucia svolgeva un servizio di collegamento tra le isole ponziane e la terraferma. Si trattava di un piroscafo "militarizzato" che aveva assunto la caratteristica livrea grigia e che era stato dotato di un cannoncino posizionato a prua. Il 24 luglio del 1943, durante una missione di ricognizione armata dagli aerei inglesi del 47° stormo della Royal Air Force decollati da Tunisi, il piroscafo, partito da Ponza con un centinaio di persone a bordo, fu silurato e affondato, probabilmente perché scambiato erroneamente per un mezzo offensivo. L'affondamento, che avvenne a circa due miglia da Ventotene, causò la morte di circa 100 persone. Cinque solo furono i superstiti. Il 24 luglio a Ponza, presso il Monumento dedicato alle vittime, è stato dato il via alle iniziative per la commemorazione, poi proseguite con la celebrazione di una Santa Messa.Al termine della funzione religiosa, una corona dedicata ai caduti è stata benedetta e deposta presso la stele commemorativa del piroscafo. Quindi l'Ammiraglio Pettorino ha preso la parola rivolgendosi ai numerosi cittadini intervenuti ed esprimendo il suo profondo e personale coinvolgimento emotivo legato al fatto che il nonno aveva prestato servizio su quello stesso piroscafo fino a pochi mesi prima del tragico evento. L'Ammiraglio, poi, rivolgendosi al Sindaco dell'Isola e alla Sig.ra Mirella Romano, presidente dell'Associazione familiari vittime del Santa Lucia, ha auspicato che attraverso le scuole vengano sensibilizzati i più giovani, affinché non vada persa la memoria di questo evento.Successivamente, nelle giornata del 25, l'evento è proseguito in mare, sul punto di affondamento, dove l'Ammiraglio, insieme ad alcuni militari del Gruppo Sommozzatori dell'Arma dei Carabinieri, ha partecipato alla deposizione di una corona sul relitto, in ricordo di tutte le vittime.A conclusione della cerimonia, il Comandante Generale ha sottolineato l'importanza dell'Arcipelago: "Queste isole per la centralità nel Mar Tirreno e per la distanza dalla costa meritano senz'altro un'implementazione delle risorse dedicate alla salvaguardia della vita umana in mare. Il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto" ha proseguito l'Ammiraglio "dispone di tali risorse, ma è necessario prioritariamente provvedere a un adeguamento delle strutture logistiche per il personale, che attualmente in entrambe le Isole risultano molto carenti". […]

  • A Londra la 101a sessione del comitato MSC
    on 26 Luglio 2019 at 7:21

    Categoria: Attività, EventiLuogo: Londra​Dal 5 al 14 giugno uu.ss. si è tenuta a Londra, presso il quartier generale dell'IMO, la 101a sessione del Comitato per la Sicurezza Marittima (MSC).L'IMO - Organizzazione Marittima Internazionale - è l'Agenzia delle Nazioni Unite incaricata della sicurezza della navigazione e della prevenzione dell'inquinamento marino ad opera delle navi. La sua funzione principale è quella di istituire a livello internazionale un contesto normativo equo ed efficace nell'ambito del settore marittimo.L'MSC, altresì, è il Comitato per la Sicurezza Marittima che si riunisce almeno una volta l'anno e del quale fanno parte tutti i delegati degli Stati membri dell'IMO. La funzione principale dell'MSC, che rappresenta il più importante organo tecnico dell'Agenzia, consiste nell'analizzare ogni tematica che, entro i limiti imposti dal mandato, coinvolga il tema della sicurezza marittima sia in termini di safety che di security. Le decisioni del Comitato e dei suoi organi ausiliari vengono prese a maggioranza dai membri.Per quanto sopra, nell'ambito delle proprie sessioni, l'MSC è chiamata a trattare una pluralità di questioni che sono tutte riconducibili, ovviamente, alla sicurezza della navigazione. E a quest'ultimo riguardo, con riferimento alla 101a sessione tenutasi a Londra, grazie anche al contributo offerto da una rappresentanza di esperti del 6° Reparto - Sicurezza della Navigazione della Guardia Costiera Italiana, sono stati molti gli emendamenti approvati a modifica di importanti norme e codici internazionali. Modifiche che hanno interessato le ispezioni alle navi portarinfuse e alle petroliere, i dispositivi di salvataggio e dei sistemi antincendio, le navi che utilizzano gas e altri combustibili a basso punto di infiammabilità, il trasporto dei prodotti chimici e dei carichi pericolosi alla rinfusa, il trasporto del c.d. special personnel, le disposizioni da applicarsi ai combustibili marini. Alla MSC 101, inoltre, si è fatto il punto sullo stato dei lavori circa la normativa che introduce la tecnologia delle navi autonome (Maritime Autonomous Surface Ships). Degna di nota è anche la presentazione, da parte della Società Cetena, del "tablet" realizzato su input del 6° Reparto del Comando Generale, dedicato alle operazioni Safe Return to Port, ossia a tutte quelle operazioni che in caso di avaria della nave permettono di garantirne il ritorno in autonomia nel porto più vicino.I rappresentanti del 6° Reparto – Sicurezza della Navigazione, sotto la guida attenta dell'Ammiraglio (CP) Luigi Giardino, in un clima di grande cordialità e collaborazione, hanno partecipato attivamente a tutti i tavoli di lavoro, al termine dei quali, nel compiacimento generale, le delegazioni intervenute si sono salutate auspicando di poter progredire, per il futuro, verso una normativa internazionale sempre più avanzata sia dal punto di vista della sicurezza della navigazione che della tutale ambientale. […]

  • Tutelare il mare: sinergie comunicative e condivisione dell'informazione. A Gaeta il corso di formazione professionale per giornalisti con la Guardia Costiera
    on 23 Luglio 2019 at 13:52

    Categoria: Attività, EventiLuogo: GaetaNella giornata di oggi, presso la sala convegni Pio IX di Palazzo de Vio, sede dell’Arcidiocesi di Gaeta, si è tenuto il corso di formazione professionale per giornalisti dal tema "impegno costante e comune per tutelare il mare: sinergie comunicative, condivisione ed efficienza dell’informazione", organizzato dalla Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) e dall'Ordine dei Giornalisti del Lazio, in collaborazione con l'Ufficio Comunicazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera.L'evento, il secondo organizzato presso i Comandi Territoriali del Corpo dopo quello di Civitavecchia, fa seguito a quelli tenutisi presso il Comando Generale e la sede della FNSI.L'incontro si è aperto con l’intervento del Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale, Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, il quale ha condiviso con i numerosi giornalisti presenti le finalità e le caratteristiche sulle quali si basa l’attività di comunicazione della Guardia Costiera in relazione alle diverse fasi delle emergenze che si verificano in mare e che toccano gli interessi più sensibili della collettività.Lo scopo è favorire una migliore comprensione di informazioni di natura tecnica e  di non immediata comprensione per i non addetti ai lavori, per rendere maggiormente utile e fruibile la notizia dal parte del cittadino, attraverso il racconto mediatico. Un’attività complessa volta a contemperare la gestione operativa dell’emergenza con quella della comunicazione dell’evento: il naufragio della nave Costa Concordia e il disastro ambientale sventato lo scorso anno al largo della Corsica, sono solo alcuni degli eventi mediatici che hanno coinvolto l’ufficio comunicazione della Guardia Costiera  e sono stati  raccontati nel corso della giornata.   L'incontro è proseguito con il saluto del Comandante del porto di Gaeta, incarico recentemente assunto dal Capitano di Fregata Federico Giorgi, che nell’occasione ha voluto ringraziare tutti i giornalisti intervenuti. Successivamente ha preso la parola il Capitano di Fregata Massimo Lombardi, addetto stampa e comunicazione della Capitaneria di porto di Gaeta, che ha illustrato, attraverso il racconto delle fasi di un soccorso avvenuto nelle acque del Golfo di Gaeta, il rapporto instaurato nell’occasione con la stampa locale.In conclusione, il Comandante Nicastro ha evidenziato, con l’ausilio di filmati e contenuti multimediali, le recenti attività di comunicazione ambientale condotte dalla Guardia Costiera in tema di lotta alla dispersione delle microplastiche in mare e all’operazione “reti fantasma”, entrambe presentate lo scorso 9 luglio a Fiumicino alla presenza del Ministro dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa.Infine, sono stati menzionati gli strumenti di comunicazione utilizzati dal Corpo, tra i quali il Notiziario della Guardia Costiera, rivista ufficiale di cui Comandante Nicastro è il Direttore Responsabile, da quest’anno rinnovata nella grafica e nei contenuti, ma fedele alla tradizione di valori e obiettivi che, come ha sottolineato il Capo Redattore, il maresciallo Marco Di Milla,  hanno caratterizzato i suoi vent’anni di vita. […]

  • Visita dell'Ammiraglio Ispettore Capo Matteo Bisceglia al Comando Generale
    on 23 Luglio 2019 at 12:17

    Luogo: RomaNella tarda mattinata del 22 luglio,  l'Ammiraglio Ispettore Capo Matteo Bisceglia, Direttore degli Armamenti Navali e Capo del Corpo del Genio Marina, ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.Ad accoglierlo al suo arrivo il Comandante Generale, l'Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino.Dopo il saluto e la firma del "libro delle visite", il Comandante Generale ha prospettato all'Ammiraglio un quadro dettagliato dell'attuale assetto funzionale del Corpo, con particolare riferimento ai compiti istituzionali, come la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela dell'ambiente marino, la sicurezza della navigazione e dei traffici marittimi. L'incontro ha rappresentato l'occasione per fare un punto di situazione sulle reciproche attività discendenti dal protocollo d'intesa sottoscritto nell'ottobre del 2017 tra il Comando Generale e la Direzione degli Armamenti Navali.A conclusione della visita, l'Ammiraglio Bisceglia ha ringraziato il Comandante Generale per l'accoglienza ricevuta e  ha espresso parole di vivo apprezzamento per tutto il lavoro svolto dalla Guardia Costiera in favore della collettività. […]

  • Visita della Commissione parlamentare Ecomafia alla Direzione Marittima del Veneto
    on 17 Luglio 2019 at 11:49

    Data: 17/07/2019 00:00:00Categoria: Attività, EventiLuogo: VeneziaLo scorso 10 luglio, la Commissione parlamentare Ecomafia presieduta dall'on. Stefano Vignaroli ha fatto visita alla Direzione Marittima del Veneto. Ad accoglierla, al suo arrivo, il  Direttore Marittimo Contrammiraglio Piero Pellizzari. Durante l'incontro sono stati illustrati i compiti della Guardia Costiera con specifico riferimento ai temi ambientali: un particolare interesse è stato rivolto alle attività di controllo della Capitaneria sul destino dei fanghi di dragaggio dei canali portuali e sulle terre scavate nel SIN (Sito di interesse nazionale) di Marghera per le bonifiche in corso.L'Ammiraglio Pellizzari ed il Comandante Nuccio, nell'occasione, hanno illustrato alla Commissione parlamentare d'inchiesta, nell'ambito di un ciclo di audizioni che sta svolgendo su tutto il territorio nazionale, la particolarità delle attività di controllo ambientale su un'area portuale di 2.200 ettari, nonché le modalità di monitoraggio delle unità impiegate nelle operazioni di bonifica e smaltimento.Al termine della visita la Commissione, accompagnata dal Capo Reparto Tecnico Amministrativo, il Comandante Sandro Nuccio, è imbarcata a bordo della dipendente motovedetta CP 287 per un sopralluogo in ambito portuale. […]

  • Il Procuratore Generale Militare Marco De Paolis in visita al Comando Generale
    on 16 Luglio 2019 at 5:34

    Categoria: Attività, EventiLuogo: RomaIeri, 11 luglio, il Procuratore Generale Militare presso la Corte Militare d'Appello di Roma - Dottor Marco De Paolis ha fatto visita al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.Ad accoglierlo, al suo arrivo, il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, i Capi Reparto e i Capi Ufficio di staff del Comando Generale.Dopo il tradizionale saluto di benvenuto, i partecipanti all'incontro si sono ritrovati in sala crisi dove è stato prospettato, a cura del Comandante Generale, un quadro di sintesi dell'attuale assetto funzionale ed ordinamentale del Corpo.L'incontro è poi proseguito con la visita in Centrale Operativa, dove sono state mostrate le moderne tecnologie costituenti il nucleo operativo della Guardia Costiera, i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie con le quali il Corpo espleta le diverse attività di competenza.Il Procuratore De Paolis, a conclusione della visita, ha ringraziato per l'esaustiva illustrazione dei tratti distintivi della realtà odierna della Guardia Costiera ed ha rivolto un particolare apprezzamento per l'attività svolta dal Corpo.&nbs […]

  • A Messina il 1° Modulo navale di altura per secondi Capi Scelti
    on 11 Luglio 2019 at 11:34

    Data: 11/07/2019 00:00:00Categoria: Attività, Eventi, Corsi di formazioneLuogo: MessinaSi è recentemente concluso, presso il Centro di formazione specialistica VTMIS ed attività operative di Messina, il 1° Modulo navale di altura rivolto ad un'aliquota di 14 Militari del Ruolo Sergenti con il grado di 2°C° Scelto. Tale attività formativa, nata da un'approfondita analisi di fattibilità che ha permesso di rivisitare ed ampliare i requisiti per l'accesso all'abilitazione per la conduzione delle unità di altura,  scaturisce dall'esigenza di fornire una risposta concreta alle crescenti esigenze operative, all'incremento delle unità navali del Corpo destinate a tale tipo di navigazione, nonché alle modifiche ordinamentali relative al reclutamento ed impiego dei Marescialli del Corpo. Obiettivo del Corso è stato infatti quello di consentire al personale, di comprovata esperienza professionale, di effettuare un'intensa attività addestrativa a bordo delle principali unità di altura attualmente nella disponibilità del Corpo (400, 200, 300 e 800) nonché di ricevere un aggiornamento sui principali compiti istituzionali attribuiti alla Guardia Costiera (SAR, Pesca e Ambiente) mediante l'erogazione di moduli teorici-professionali.In chiusura di Modulo Navale i frequentatori hanno avuto modo di incontrare il Capo Reparto personale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, che ha dettato loro le linee di indirizzo da seguire nell'assolvimento del futuro delicato incarico. […]

  • Campagna #PlasticFreeGC “Proteggiamo il mare dalla plastica, proteggiamo la nostra vita”
    on 10 Luglio 2019 at 14:46

    Categoria: Attività, EventiLuogo: FiumicinoSensibilizzare i cittadini a una maggiore responsabilità e attenzione alle questioni ambientali, promuovere e stimolare comportamenti attivi e virtuosi finalizzati al rispetto e alla conservazione dell'habitat marino, attraverso iniziative di educazione ambientale.Questi in sintesi gli obiettivi del progetto #PlasticFreeGC - promosso dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto Guardia Costiera su mandato del Ministero dell’Ambiente della tutela del Territorio e del Mare e presentato ieri, 9 luglio, a Fiumicino, presso la Base Navale della Capitaneria di porto di Roma, alla presenza del Ministro Sergio Costa e dell’Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.Il progetto #PlasticFreeGC è partito nel 2019, proseguirà per tutto l’arco dell’anno sarà rivolto ad alimentare una nuova cultura della sostenibilità, soprattutto tra le nuove generazioni, con particolare riferimento alla tematica “Plastic Free”.All’evento, erano presenti anche il sottosegretario di Stato all’Ambiente on. Salvatore Micillo, con delega alla tutela dell’ambiente marino, e il Segretario generale del Ministero, prefetto Silvana Riccio.Le attività del progetto saranno realizzate principalmente attraverso l'utilizzo dell'hashtag #PlasticFreeGC, che costituisce lo slogan identificativo della campagna di comunicazione ed educazione ambientale in materia di lotta alla dispersione delle microplastiche nell’habitat marino.La campagna è stata presentata dalla giornalista Rai Valentina Bisti e dal Capo Ufficio Comunicazione della Guardia Costiera il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro.Durante l’incontro è stato mostrato, in anteprima nazionale, uno spot televisivo realizzato dalla Guardia Costiera e dalla RAI, previsto andare in onda su tutte le reti Rai a partire dal 12 luglio,  con l’obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico sull’importanza della lotta alla dispersione delle microplastiche in mare e sulle conseguenze dannose che la plastica produce per le nostre coste, i nostri mari, la nostra salute.Nel corso della conferenza è stata presentata anche una nuova applicazione, utilizzabile su tutti i supporti multimediali, pensata per favorire iniziative concrete e mirate - mediante un piano di attività d'informazione -  ad una maggiore responsabilità e attenzione per la salvaguardia del mare.Durante l’incontro sono state illustrate le attività promosse dai Comandi territoriali della Guardia Costiera lungo gli 8.000 km di coste del Paese per incentivare le buone pratiche da adottare in mare e sulla spiaggia a tutela dell’ambiente. 800 gli istituti scolastici incontrati e 18 lectio magistralis tenute presso le principali università italiane. La Guardia Costiera grazie a questa iniziativa ha incontrato oltre 40 mila studenti in tutta Italia. Diversi gli eventi realizzati sul territorio con il coinvolgimento di Amministrazioni locali e associazioni ambientaliste: in soli 4 mesi raccolte oltre 70 tonnellate di plastica lungo i litorali italiani.Nell’occasione è stata lanciata, inoltre, l’operazione “reti fantasma”, attività mirata al recupero delle reti da pesca abbandonate volontariamente (talvolta accidentalmente) sul fondo del mare, in aree di particolare pregio ambientale, che incidono sul processo di cambiamento dei fenomeni naturali e che rappresentano anche un rischio per la sopravvivenza della flora e fauna marina e per la sicurezza dei subacquei.La giornata si è conclusa con il recupero di una rete abbondonata sul fondale ad opera dei nuclei subacquei della Guardia Costiera.Il progetto è stato inserito all’interno della campagna nazionale di sensibilizzazione #IoSonoMare promossa dal sottosegretario Salvatore Micillo, con il Ministero dell’Ambiente e ISPRA-SNPA, per accendere i riflettori sui temi del mare e su quanto lo Stato fa per tutelarlo, divulgando i risultati del monitoraggio marino che il Ministero dell’Ambiente svolge costantemente da anni in attuazione della Direttiva europea ‘Strategia Marina’. […]