Differenza tra muta "stagna" e "umida"?

PescaSubacquea.net Forum Extra F.A.Q. Differenza tra muta "stagna" e "umida"?

  • Questo topic ha 3 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 13 anni, 5 mesi fa da Max.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #110
    Ryo
    Amministratore del forum

    La muta stagna è una muta che nasce per chi scende con le bombole; praticamente non permette il passaggio dell’acqua, è una muta molto rigida, piuttosto scomoda, impensabile per la pesca subacquea. Viene impiegata per svolgere ricerche sottomarine, magari in ambienti molto freddi, è molto più simile all’attrezzatura del palombaro.
    La muta umida è così chiamata poichè permette l’infiltrazione dell’acqua; è aderente, comoda, elastica e studiata per l’apnea. Il principio sulla quale si basa è il seguente: ammettendo che la muta sia fatta su misura e sia bella aderente, l’infiltrazione dell’acqua è molto limitata; si viene a formare uno strato di liquido molto sottile tra la pella e il neoprene. Questo strato viene riscaldato dal nostro scorpo e, se la muta è ritagliata su misura, il ricambio di liquido con l’esterno è minimo e quindi anche la dispersione di calore. Per questo motivo sono consigliate mute su misura, poichè una muta che in qualche punto sia troppo poco aderente, forma delle sacche di acqua e quindi lo spessore del liquido non è più sottile e la dispersione di calore è maggiore.

    #15389
    simoncinorm
    Partecipante

    E semistagna?

    #15390
    Majin GinGre
    Partecipante

    uguale alla umida!!!

    #15391
    Max
    Moderatore

    @simoncinorm wrote:

    E semistagna?

    La semistanza è una via di mezzo tra la umida e la stagna.
    In genere è usata dei professionisti durante le stagioni di mezzo (autunno/primavera) o quando la temperatura dell’acqua non è particolarmente fredda da richiedere una stagna.
    La differenza sostanziale tra le due mute è che la semistagna (come dice la parola stessa) non è stagna all’acqua e non ha le valvole di carico/scarico dell’aria, ma a differenza della muta umida è un pezzo solo ed ha una cerniera stagna (generalmente sulle spalle). Rispetto alla muta umida permette una termicità  maggiore perchè è inferiore il ricambio di acqua con l’esterno. Le mute semistagne sono in neoprene mentre quelle stagne sono o in neoprene o in trilaminato (è un materiale simile ai teloni dei camion).
    Infine esiste un’altro tipo di muta che è usata esclusivamente in ambito professionale perchè oltre all’elevato costo necessita di una serie di accorgimenti ed attrezzature specifiche al suo uso: è la muta a circuito ad acqua calda.
    Questa muta è studiata per le immersioni in saturazione in alto fondale (oltre i 50 mt); grazie ad un sistema di tubicini interni l’acqua calda circola all’interno della muta e permette al sub di restare diverse ore in acqua senza avvertire freddo. L’acqua calda è regolata da una centralina che stabilizza la temperatura dell’acqua e ne permette la circolazione continua.
    <!–m →http://www.pescasubacquea.net/wp-content/uploads/phpbb/215_d02e9103d037d4b0113fc8f35c19df34.jpg<!–m →

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.