MIGLIORARE IL TEMPO DI ASPETTO

PescaSubacquea.net Forum La community del pescatore subacqueo Primi Passi MIGLIORARE IL TEMPO DI ASPETTO

Questo argomento contiene 22 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da  slave1971 3 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 23 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15144

    LALGUER
    Partecipante

    BUON GIORNO A TUTTI,

    Mi ritrovo a scrivere nella sezione primi passi perché nonostante pratico questa passione da circa 12 anni ritengo che ci sia sempre qualcosa da imparare.

    Da circa due estati mi sto dedicando alla tecnica dell’aspetto, prima pescavo sempre in caduta o mi davo a furtivi e lenti inseguimenti, riportando non poche catture, ma finalmente ho deciso di fare il salto di qualità e puntare ai famosi BIG o come dice un mio caro amico PESCARE I VERI TACCHINI !!
    Dopo aver smesso di fumare e di essermi rimesso a fare sport ero più che convito di aver ristabilito una buona capienza polmonare, infatti i metri in discesa sono passati da 10 a 13-14 e oltre, una cosa che non riesco a controllare tuttora è la durata del tempo di aspetto e mantenere la lucidità mira e precisione in quei lunghissimi secondi tutto diventa frenetico e cosi spesso rinuncio ad aspettare e mi rimetto a pescare in caduta.
    Cosi vi volevo chiedere se esistono esercizi o metodologie di respirazioni per aumentare il tempo di aspetto e abbassare il battito cardiaco e cosi il consumo di ossigeno.

    GRAZIE A TUTTI :mrgreen:

    #352478

    lorenzino82
    Partecipante

    Prima domanda : hai mai fatto corsi di apnea ?

    #352479

    LALGUER
    Partecipante

    Zero, completamente autodidatta.
    Vivo da sempre la passione per il mare e ho iniziato da piccolo accompagnando mio padre ad immergersi lui scendeva e io restavo attaccato al pallone da sub, se ci metti pure qualche lezione di meditazione dove mi hanno spiegato in maniera grossolana la respirazione con il diaframma… ecco che trovi la mia formazione personale.
    MA sfortunatamente corsi veri e propri di apnea mai effettuati..

    #352480

    lorenzino82
    Partecipante

    Premetto che secondo me “più tempo sott’acqua non equivale a più pesce”…….premesso questo , se il tuo intento è puramente di migliorare il tempo, ti consiglio di fare un corso di primo livello apnea academy dove sicuramente troverai dei miglioramenti a livello di tempi di apnea e non solo.
    Farlo da solo equivale spesso a sbagliare…….e chi sbaglia in mare ci tira il calzino 😉

    #352481

    submaro
    Partecipante

    Come ti consiglia l’amico Lorenzino il corso di apnea di sicuro ti può aiutare molto in termine di conoscenza di se stessi, nozioni teoriche e miglioramenti in generale, anche il solo confrontarsi con altri allievi e vederli all’opea aiuta moltissimo, quello che però non ti possono insegnare è prendere i pesci…quello si impara solo con l’esperienza sul campo, fatta di ore di mare e tanti cappotti 😉
    Nel testo che hai scritto all’inizio, leggendolo ho avvertito una sensazione che poco ha a che fare con la pesca in apnea e cioé “tutto diventa frenetico” la parola frenetico è agli antipodi con la pesca in apnea, la frenesia in acqua non porta a niente di buono solo a consumare un botto di aria inutile e a far scappare i pesci, per questo sei poco lucido nel tiro, sott’acqua vige la pace e la tranquillità, il pesce odia sentire rumori scomposti e vibrazioni frenetiche…se vuoi un consiglio quindi comincia con l’avere la giusta pesata e fare tutto con estrema calma e armonia, l’acquaticità si guadagna con il tempo 😉

    #352482

    vikingo
    Partecipante

    Tutte parole sante! E ricorda, l’apnea si allena con l’apnea! Io inizio ad avere tempi decenti solo dopo diversi tuffi che mi “spezzano” il fiato e, parere personalissimo, più mi stanco e più aumento i tempi in immersione.

    #352483

    nikcossu83
    Partecipante

    La cosa migliore sarebbe fare un corso d apnea, ma anche da autodidatta si impara anche se più lentamente 🙂

    #352484

    biro2323
    Partecipante

    Anch’io penso che un corso sia d’obbligo. Io al contrario di te pratico questo sport da poco, 2 anni giusti.
    Anch’io ho smesso di fumare e ho ripreso ad allenarmi per la pescasub. (ho 42 anni)

    L’allenamento (aerobico+anaerobico) diciamo che per me non “fa per niente male” all’apnea, a me ha aiutato molto.
    Secondo me, per avere della tranquillità laggiù, (cosa che quest’estate penso di essere riuscito a trovare) è importante conoscere i propri limiti.
    Per limiti intendo, quanto poter rimanere sott’acqua senza stress e in sicurezza.
    Ovviamente non c’è una ricetta fissa, ma se tu allenandoti con un gruppo in piscina sai che puoi fare 4 minuti e 30 di statica e 70 metri di dinamica in “x” tempo, penso che di conseguenza quando fai un aspetto, e guardi l’orologio che ti dice 1 minuto e 30, ecco, questo possa dare una certa tranquillità e rilassatezza. A me l’ha data.
    Quindi, a me, l’andare in piscina,.serve per testare e conoscere meglio il mio corpo, le sue reazioni, i miei limiti, e il tutto in una cornice di sicurezza molto alta perchè facendo statica in 60 cm d’acqua o dinamica in 2 mt d’acqua, i ragazzi mi tirano fuori senza problemi e al volo se ho un problema (mai avuto nè un samba, né un black out).

    Quindi, anche se ci sono immense differenze fra la pescasub e fare apnea pura, io penso che allenarsi in piscina (almeno al mio livello) sia buona cosa.

    Inoltre, anch’io ho notato che l’apnea allena l’apnea. L’estate scorsa ho avuto l’opportunitá di andare a pescare per alcune settimane di seguito. Ecco, i primi 10gg facevo apnee di 70/90 secondi,alla fine della sesta settimana, dopo 30/35 giorni di pesca, facevo apnee di 2 minuti e mezzo senza stressarmi, e di conseguenza è aumentata anche la profondità.

    Insomma, io l’allenamento in piscina,per la mia esperienza, lo posso solo che consigliare.

    Poi, adesso dirò una cosa particolare, spero si capisca.

    La rilassatezza e lo stato d’animo durante la pesca penso siano molto importanti. Per me almeno lo sono.
    Concentrato mi ventilo, poi penso ai movimenti del tuffo, poi la discesa con i relativi movimenti, alle planatine che faccio, a non muovere di scatto la testa per controllare la zona, un riparo…. Ecc fino alla risalita. Ogni tanto mi è capitato di sentirmi un po’ meccanico. Questa situazione per me è negativa , implica quindi che ne risente la durata e la qualità dell’apnea.

    Dopo che me ne sono reso conto, di questa meccanicità, dopo che mi sono ventilato prima di un tuffo, per qualche attimo, non penso a nessuna preda, a nessuna azione di pesca specifica, ma penso solo “in generale” a quello che sto facendo, ovvero a una delle cose più belle che io abbia trovato in questa vita, la pescasub,e sorrido.
    Sorrido e poi mi tuffo….. E in questa situazione pesco meglio, aspetto meglio.

    Non so se questo possa esserti d’aiuto, a me si.

    #352485

    Nikodemus
    Membro

    Non avere fretta..non andare veloce..non andare da solo.. I metri arriveranno gradatamente col tempo e l’adattamento. Andando lento consumerai meno,sarai più lucido al momento delle decisioni importanti. Sempre con un compagno di pesca a vegliarti,pronto in ogni frangente 🙂

    #352486

    LALGUER
    Partecipante

    VI ringrazio per le risposte che mi avete dato, e ci tengo a precisare e mi riferisco a
    submaro che se si legge con attenzione, non dico che quando pesco lo faccio in maniera frenetica, anzi per me è una vera immersione dentro se stessi tipo meditazione, dico che quando pratico l’aspetto qualche volta mi succede che per poca praticità nella gestione dell’ossigeno cosi a lungo ( tempo di discesa+ tempo di aspetto) il tempo mi vola e mi ritrovo in pochissimo tempo senza fiato e quindi li tutto diventa frenetico e mi rode abbastanza perché vorrei vivere il tutto in piena simbiosi con l’essenza acqua ….intendo quella sensazione di essere cullati avvolti e sorretti da quella materia avvolgente che è l’acqua

    Grazie ancora a tutti, mi avete convinto e sicuramente prenderò in considerazione l’idea di fare un bel corso di apnea!

    #352487

    Nikodemus
    Membro

    😉 ottimo!

    #352488

    submaro
    Partecipante

    @L’ALGUER wrote:

    VI ringrazio per le risposte che mi avete dato, e ci tengo a precisare e mi riferisco a
    submaro che se si legge con attenzione, non dico che quando pesco lo faccio in maniera frenetica, anzi per me è una vera immersione dentro se stessi tipo meditazione, dico che quando pratico l’aspetto qualche volta mi succede che per poca praticità nella gestione dell’ossigeno cosi a lungo ( tempo di discesa+ tempo di aspetto) il tempo mi vola e mi ritrovo in pochissimo tempo senza fiato e quindi li tutto diventa frenetico e mi rode abbastanza perché vorrei vivere il tutto in piena simbiosi con l’essenza acqua ….intendo quella sensazione di essere cullati avvolti e sorretti da quella materia avvolgente che è l’acqua

    Grazie ancora a tutti, mi avete convinto e sicuramente prenderò in considerazione l’idea di fare un bel corso di apnea!

    Meglio così allora, essendoci passato anch’io ricordo quei momenti e l’impazienza di quei attimi, i sogni….immaginavo che da un momento all’altro potesse materializzarsi un pescione gigante…credo sia normale per tutti..inizialmente i pesci neanche li vedevo, poi con il tempo li vedevo ma solo dopo che loro avevano già visto me, poi quando ho imparato a muovermi in maniera più efficace arrivavano sempre dalla parte opposta di dove mi ero posizionato…ci vuole tempo, costanza e tanta passione, sappi comunque che i pesci non si prendono neanche che le lunghe apnee ma con una buona tecnica, di solito e dico nel 90% dei casi le azioni si concludono entro il minuto e mezzo, con qualsiasi pesce, lavora a monte e poi sull’apnea, buon mare 😉

    #352489

    timsub
    Partecipante

    Stando ai tuoi video anche ora i pesci non li vedi. Tu spari e basta…poi da li allo stretto di gibilterra qualche pesce in traiettoria ce sempre

    #352490

    submaro
    Partecipante

    @timsub wrote:

    Stando ai tuoi video anche ora i pesci non li vedi. Tu spari e basta…poi da li allo stretto di gibilterra qualche pesce in traiettoria ce sempre

    Lo sapevo che prima o poi qualcuno mi scopriva… :mrgreen:

    #352491

    CHRYS KYLE
    Partecipante

    @vikingo wrote:

    Tutte parole sante! E ricorda, l’apnea si allena con l’apnea! Io inizio ad avere tempi decenti solo dopo diversi tuffi che mi “spezzano” il fiato e, parere personalissimo, più mi stanco e più aumento i tempi in immersione.

    Straquoto! piscina, corsa aiutano

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 23 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.