MIGLIORARE IL TEMPO DI ASPETTO

PescaSubacquea.net Forum La community del pescatore subacqueo Primi Passi MIGLIORARE IL TEMPO DI ASPETTO

Questo argomento contiene 22 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da  slave1971 3 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 16 a 23 (di 23 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #352492

    fracchia
    Partecipante

    Scusate ma la domanda è:

    Cosi vi volevo chiedere se esistono esercizi o metodologie di respirazioni per aumentare il tempo di aspetto e abbassare il battito cardiaco e cosi il consumo di ossigeno.

    Sì ci sono. la corsa e la bici sono discipline che aiutano ad abbassare la frequenza cardiaca e allenano i muscoli a sopportare periodi prolungati di stress energetico(ahò io non so esperto in parole povere è questo poi se sgoogli e vuoi qualche parolone più altisonante trovi pane per i tuoi denti).

    Poi ti consiglio degli esercizi a secco per “allenare” il diaframma(visto che tu hai scritto che non sai manco dove stà il diaframma, magari fai respirazione diaframmatica ma non te ne rendi conto): pure qui te metti sdraiato sul letto e cerchi di “gonfiare” la pancia(anche in questo caso basta googlare per cercare esercizi vedere tutorial, etc)

    Infine comprati in farmacia o al mercato nero dei PIA l’otovent che ti “allena” l’apertura delle tube(guarda qua che aveva scritto il buonissimo solinasd da Arborea viewtopic.php?f=42&t=19100)

    Tutto questo a secco, ovviamente ti ci devi dedicare/avere un botto di tempo/non essere spostato/non avere figli/non avere pindacciatori seriali.

    Ovviamente è più allenante andare a mare: scusa l’ovvietà ma è così. La “tranquillità” che stai cercando si acquisisce solo conoscendo il mare non ci stanno cazzi. E’ come quando te compri la macchina se la prendi una volta al mese non te la senti tua e non hai la giusta tranquillità. Per questo secondo me le scuole di apnea so simpatiche, ci so belle persone etc, ,ma secondo me sono pure troppo sopravvalutate. Spendi un botto di soldi, di tempo e credi che ci sia una “scorciatoia” per aumentare i tempi di apnea: la piscina e il mare so due cose completamente diverse.

    Chi fa “temponi” in piscina, in genere non li replica quando va a mare(e parliamo magari di discese sul cavo). Come ci stanno certi ciccioni che pescano a quote profonde, fumano e bevono come fiji de na mignotta. Se poi ci metti che pescare ti mette più impatti “emotivi”, un pesce che ti sbuca all’improvviso o il solo strisciare nelle rocce col cuore sempre pieno di speranze, parliamo proprio di altro. Secondo me uno si deve abituare a questo tipo di esperienze se vuole migliorare i propri tempi, no ways.

    E te lo dice uno che è una strapippa al sugo. Quindi non sono manco una fonte autorevole. Però almeno ti ho detto quello che penso.

    Edit: a me ad esempio crea ancora agitazione ed emozione infilare la testa all’ingiù dentro una buca o una tana…Spero sempre di trovarci un cerniotto e spero sempre di non trovarci un gronco o una murena…In genere non trovo mai un cazzo comunque

    #352493

    nikcossu83
    Partecipante

    Visto che siamo in tema d esercizio, cerca anche la respirazione triangolare e la quadratica che aiutano tanto ad abbassare il ritmpo cardiaco, non per forza devi eseguire la triangolare o la quadratica alla lettera, devi trovare il tuo ciclo che potrebbe essere 2 cicli i triangolare e poi 1 di quadratica, cambia da persona a persona, l importante e che tu ti rilassi prima dell apnea 🙂

    #352494

    Nikodemus
    Membro

    Fracchia sei un mito 🙂 ..hai detto delle cose giustissime,i corsi sono una cosa ottima,molto formativa..ma per problemi di tempo,nel vero senso della parola, non vanno al si lá di un certo punto.. L’apnea si allena con l’apnea..e soprattutto la pesca, con le sue mille variabili 😉

    #352495

    LALGUER
    Partecipante

    hahahaha grande fracchia molto diretto e grazie anche a gli altri per le info e risposte utilissime, ora devo solo mettere tutto in atto!! vi farò sapere ..sempre se non stiro prima le zampe! 😆

    #352496

    fracchia
    Partecipante

    Alguer una sola cosa: sei sposato o fidanzato?Ti sei fatto amico l’utente Guaza?

    #352497

    biro2323
    Partecipante

    @fracchia wrote:

    Alguer una sola cosa: sei sposato o fidanzato?Ti sei fatto amico l’utente Guaza?

    Ecco. 1 cosa sola… E poi sono due…. Il solito…

    #352498

    Nikodemus
    Membro

    Ma che fai?!.? Il moaniaco zezuale!?? 😆 😆 😆

    #352499

    slave1971
    Partecipante

    @L’ALGUER wrote:

    VI ringrazio per le risposte che mi avete dato, e ci tengo a precisare e mi riferisco a
    submaro che se si legge con attenzione, non dico che quando pesco lo faccio in maniera frenetica, anzi per me è una vera immersione dentro se stessi tipo meditazione, dico che quando pratico l’aspetto qualche volta mi succede che per poca praticità nella gestione dell’ossigeno cosi a lungo ( tempo di discesa+ tempo di aspetto) il tempo mi vola e mi ritrovo in pochissimo tempo senza fiato e quindi li tutto diventa frenetico e mi rode abbastanza perché vorrei vivere il tutto in piena simbiosi con l’essenza acqua ….intendo quella sensazione di essere cullati avvolti e sorretti da quella materia avvolgente che è l’acqua

    Grazie ancora a tutti, mi avete convinto e sicuramente prenderò in considerazione l’idea di fare un bel corso di apnea!

    1’30” bastano per fare ottimi aspetti, il pesce, quando c’è…, arriva presto se ti sei mosso bene e 30″ sul fondo sono sufficienti
    Se ti trovi bene con l’agguato e il razzolo, perché ti complichi la vita? non è che all’aspetto a -20 trovi chissacosa. Anche se è bello 😉

    per me la grossa differenza l’ha fatta andare sotto, entro i cinque-sette mt, ma senza pescare,
    giocare con gli animaletti che si trovano, sdraiarsi tra le poseidonie a farsi cullare dalle onde, magari a pancia in su e perdermi a guardare l’effetto specchio che fa la superficie del mare da sotto. Questo per essere più “acquatico”
    Ma dopo anni di fermo ero proprio arrugginito e molto bene mi sta facendo la piscina, perché vasca dopo vasca, non essendoci distrazioni , incomincio a notare dettagli utili, tipo che “muovendo le gambe in un certo modo” la sensazione di acido lattico ritarda molto o non arriva proprio,
    lasciare andare le braccia e rilassare busto-collo etc mi ha fatto fare un altro salto di qualità,
    la respirazione fatta bene aiuta, ma l’ultima volta “un collega” mi ha consigliato di fermarmi tra una vasca e l’altra (sotto…) per rilassarmi e sono stato un minuto in più senza minimo sforzo!
    Se trovi il modo di allenarti con altri che ti possono consigliare è la meglio , ma se non c’è modo o ti mancano le basi un corsetto non sarebbe male,

    ricordo da ragazzino c’erano degli amici che, senza alcuna preparazione “tecnica”, sparivano sotto per un eternità senza il minimo affanno …

    P.S. non traccheggiare mai dopo le contrazioni

Stai vedendo 8 articoli - dal 16 a 23 (di 23 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.